Luglio ed Agosto: le piante quando siamo in vacanza

balcone-fiori

Ecco dei validi consigli di comportamento con le vostre piante in casa e sul balcone nei mesi di  Luglio ed Agosto

In casa

Coprire la terra dei vasi con uno strato di torba o di sfagno, ben inzuppato d’acqua. Questa precauzione consente infatti di abbandonare le specie di appartamento anche per 4 o 5 giorni. Evitare quando ci si assenta per varie ore di lasciare aperti i vetri della stanza dove ci sono le piante, I temporali, in questa stagione, insorgono improvvisi e basta un colpo di vento per rovesciare qualche recipiente, senza contare che, in caso di grandinate, la temperatura può anche abbassarsi di qualche grado con evidente pregiudizio delle piante. Interrompere, fino alla fine di agosto, la somministrazione di fertiilizzante per concedere ai vari esemplari un pò di riposo.

Evitare nel modo più assoluto di far cadere i raggi del sole sulle piante ornamentali conservate in casa, che devono tuttavia godere di intensa luminosità. Non lasciare che le specie da appartamento temporaneamente trasportate sul balcone rimangano troppo a lungo esposte alla pioggia.

Coprire di notte le cactee all’aperto, per evitare i danni dell’eccessiva rugiada notturna. Riportare in casa le specie ornamentali che si trovano sul balcone se verso sera si nota la nebbia. Somministrare una soluzione di solfato di fetrtto nella dosa di 4 gr per litro d’acqua agli esemplari che presentano intomi di progressivo ingiallimento.

balcone-fiori

Sul balcone

Togliere dalle cassette gli ultimi bulbi a fioritura primaverile per avere a disposizione un certo numero di vasi in cui piantare petunie o gerani, salvia o crisantemi coreani, tutte piante che fioriscono fino al tardo autunno. Non trascurare la costante pulizia di arbusti ed erbacce perenni, eliminado le corolle appassite e le foglie secche. In tal modo i cespi acquistano vigore ed emettono nuova vegetazione e nuovi fiori.

Cimare le piante erbacee annuali e perenni che hanno terminato di fiorire, per favorire la formazione di altri boccioli. Tnere ben smossa la terra dei vasi dove vivono arbusti a cespuglio o rampicanti, per impedire il formarsi di croste e muffa. Eliminare i fiori appassiti non appena cadono petali, per evitare la formazione dei semi, cosa che indebolirebbe le piante. Annaffiare con abbondanza i vasi sul balcone ogni giorno, e magari due volte al giorno se occorre, affinchè le piante non subiscano il continuo trauma del passaggio da uno stato di speridratazione a uno strato di appassimento.

balcone-fiori

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.