Le piante da appartamento: impariamo a curarle nel modo appropriato anche durante l’inverno.

ficus-benjamina

è meglio preferire le stanze con le finestre rivolte a sud ed a est

Ogni stagione ha le sue piante ed ogni pianta ha le sue necessità che cambiano a seconda della stagione.

In questa stagione le nostre piante da appartamento, che generalmente sono di origine tropicale o subtropicale (ad esempio palme e simili), hanno bisogno di particolari attenzioni.

Gli ambienti chiusi, la scarsa esposizione alla luce, l’aria povera di ossigeno ed il riscaldamento che stiamo iniziando ad accendere, sono tutti fattori negativi per benessere delle nostre piante.

E’ doveroso ricordare che le nostre piante provengono da serre dove viene perfettamente ricreato il giusto livello di umidità, temperatura e luminosità.

Chiedete al vostro fioraio o vivaista di fiducia quali sono le condizioni e le collocazioni ottimali delle vostre piante.

In questo modo le specie e le varietà che sceglierete saranno capaci di crescere bene (e di fiorire) nelle condizioni proprie dell’ambiente che si ha a disposizione.

La mancanza di luce e la secchezza dell’aria possono mettere a rischio la salute delle nostre piante.

Ecco allora qualche piccolo accorgimento per contrastare i “problemi” tipici dei mesi invernali:

Piante-appartamento

le piante debbano essere regolarmente innaffiate

la mancanza di luce

è meglio preferire le stanze con le finestre rivolte a sud ed a est, da questi punti ricevono una quantità di luce maggiore.

Se non si può sfruttare la luce naturale, andrà  benissimo anche la luce artificiale. In commercio esistono delle lampade in grado di offrire alle piante una luce naturale.

E’ bene ricordare che le piante meno esigenti in fatto di luce sono quelle a foglie verdi. Al contrario tutte le specie con foglie colorate necessitano di molta luce.

ficus

è bene posizionare in modo razionale nelle varie stanze vaporizzatori elettrici

la secchezza dell’aria

è bene posizionare in modo razionale nelle varie stanze vaporizzatori elettrici oppure si possono fissare degli evaporatori sui termosifoni, le piante in questo modo potranno godere della giusta umidità.

Inoltre, per una buona nutrizione fogliare, si può ricorrere anche all’uso di una pompetta irroratrice.

Per determinare l’umidità dell’aria e la temperatura sono sufficienti un igrometro e un termometro normali.

Si possono collocare attorno alle piante dei bassi recipienti pieni d’acqua per umidificare l’aria oppure si possono metere i vasi in contenitori più grandi e riempire lo spazio tra un vaso e l’altro con torba che dovrà essere mantenuta costantemente umida.

Zamioculcas_zamiifolia_

La mancanza di luce e la secchezza dell’aria possono mettere a rischio la salute delle nostre piante.

Ma attenzione: ciò non esclude che le piante debbano essere regolarmente innaffiate.

Durante le notti invernali, il riscaldamento centralizzato può avere sbalzi di temperatura.

È  bene, dunque, allontanare dalle finestre le piante che durante il giorno sono vicino ai vetri e portarle al centro della stanza.

La temperatura in prossimità delle finestre, a meno che queste non abbiano doppi vetri o pesanti tendaggi, diminuisce sensibilmente e può rallentare lo sviluppo vegetativo delle piante più delicate.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 12 Media: 4.3]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.