Fiori e piante dalla A alla Z: Erica, Fucsia, Geranio, Ibisco, Margherita, Nastruzio

geranio

geranio

 

 

Foto CC BY di giannipero76

Erica: E’ una pianta perenne, legnosa a forma di cespuglio, con foglie riunite in ciuffetti, persistenti, sottili e aghiformi. Il colore varia dal verde-grigio al verde scuro. I fiori , a forma di minuscole campanelle, sono quasi sempre penduli e riuniti soprattutto verso l’apice dei rami; la tinta delle corolle varia dal bianco al giallo, dal giallo-verde al rosa, dal ciclamino al porpora.

La fioritura si prolunga praticamente per tutto l’anno poiché vi sono specie che fioriscono in inverno. L’erica va esposta al sole, in clima ricco di umidità atmosferica; richiede terreno privo di calcare, ossia acido, composto di terra d’erica più 1/4 di torba e 1/4 di sabbia. La piantagione si esegue in autunno o a fine inverno e la moltiplicazione avviene per talea.

Fucsia: La fucsia è un arbusto o un alberetto molto ramificato con foglie di colore verde vivo spesso sfumato di viola-porpora sulla pagina inferiore. I fiori, a forma di lunghi calici quasi sempre penduli, sono singoli o raggruppati in infiorescenze.

Le corolle presentano sepali spesso di colore nettamente contrastante con quello dei petali. La fioritura avviene in primavera, in estate o in autunno. La fucsia va esposta a mezz’ombra o in ombra e il terreno più adatto è normale terra da giardino mescolata a 1/4 di sabbia e a 1/4 di terriccio di foglie o di torba, ben concimato. La messa a dimora in piena terra e la rinvasatura si effettuano in primavera e la moltiplicazione si esegue per talea, in aprile o alla fine di agosto.

Geranio: E’ una pianta erbacea o semi arbustiva, perenne, con foglie opposte o alterne, semplici o composte, palmate o frastagliate, lobate o lanceolate, o a margini interi o festonati e di consistenza carnosa. Il colore varia  da verde chiaro al verde cupo. I fiori, di forma irregolare e a cinque petali, sono riuniti in ombrelle alla sommità di peduncoli rigidi, il colore varia dal rosa al rosso, dal bianco al violetto, raramente è giallo o arancio.

Il geranio va esposto in pieno sole o a mezz’ombra e il terreno deve essere privo di calcare, formato da un composto di 1/3 di terra di bosco, 1/3 di torba e 1/3 di sabbia, concimato con appositi fertilizzanti minerali. La piantagione si esegue in primavera e la moltiplicazione avviene di solito per talea.

Ibisco: L’ibisco può essere una pianta erbacea annuale o perenne, un arbusto o un albero. Ha foglie alterne, interne, palmate, con bordi seghettati o dentati di colore verde in varie tonalità. I fiori, di breve durate, sono grandi hanno forma campanulata e sono composti da cinque petali sovrapporsi alla base. Il colore varia dal bianco al giallo, al rosa, al rosso, in varie sfumature; la fioritura avviene in estate. L’ibisco va esposto in pieno sole e richiede un terreno  permeabile misto a 1/3 di sabbia ed a 1/3 di torba, ben concimato. La piantagione si esegue in primavera o in autunno. Le specie erbacee perenni si riproducono per divisone dei cespi in primavera, le specie annuali si seminano in aprile in lettorino e si mettono a dimora in maggio.

Margherita: E’ una pianta erbacea perenne con foglie inferiori a spatola e seghettate, mentre quelle superiori sono pennate presso la base e seghettate all’apice; tutte sono di colore verde scuro. I fiori, a forma di capolino, possono avere anche un diametro di 6-7 cm. I petali sono bianchi e il centro è giallo vivo; la fioritura continua da maggio a settembre. La margherita va esposta al sole o a mezz’ombra e il terreno adatto è quello normale da giardino. La piantagione si esegue in autunno o in primavera e la moltiplicazione si effettua per seme in primavera oppure per divisione dei cespi in autunno o in primavera. E’ possibile riprodurre anche per talea, in agosto, facendo radicare in terra molto sabbiosa sotto ripari di plastica.

Nasturzio: Il nasturzio è una pianta erbacea, annuale o perenne, spesso rampicante con foglie a forma di scudo, rotondeggianti  o palmate, di un bel verde glauco. I fiori, a forma di campanula, possono essere semplici, doppi, a petali lisci o increspati, di un solo colore o variegati, nelle sfumature più diverse: dal giallo al rosso, dall’arancio al bruno. La fioritura può essere estiva o autunnale. Va esposto in pieno sole o a mezz’ombra e richiede terreno normale misto a 1/3 di torba e a 1/3 di sabbia. La piantagione delle specie perenni si esegue in primavera e la moltiplicazione avviene per seme, sempre in primavera o per divisione sei cespi. le specie annuali vanno seminate direttamente a dimora perché non sopportano il trapianto.

 

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 3 Media: 4.8]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.