Come coltivare gli alberi da frutto in vaso

melograno

melograno

Gli alberi da frutto sono il sogno di molti e per tanti, per chi non ha un giardino o un pezzo di terreno, appaiono quasi come un’utopia. Eppure è sufficiente avere un terrazzo, un patio ed ecco che si possono piantare alberi da frutto con successo. Gli alberi da frutto non solo garantiscono di ottenere prodotti genuini ma avere un frutteto in casa decorerà in modo molto elegante terrazze e balconi.

Per non precludersi l’opportunità di avere il proprio frutteto casalingo è sufficiente seguire delle regole Ecco quali.

Scegliere la posizione giusta

Innanzitutto occorre analizzare gli spazi di cui si dispone, la loro esposizione e decidere in base allo spazio ed alla location. Il sole è indispensabile soprattutto per alcuni alberi, non ci devono essere correnti d’aria troppo forti e quindi è opportuno rimediare con dei frangivento. Il terrazzo o la location in generale deve riprendere il più possibile l’ambiente esterno. Quindi non temete la pioggia, né il sole.

Scegliere l’albero giusto

Ci sono dei parametri per scegliere che albero da frutto coltivare sulla propria terrazza.

  • Innanzitutto occorre optare per piante che si adattano al clima in cui si vive.
  • E’ meglio optare per specie  auto-compatibili, ossia che possono essere fecondate dal proprio polline.
  • E’ bene scegliere alberi innestati su  portainnesti nanizzanti
  • Occorre leggere l’etichetta per ben comprendere quelle che saranno le dimensioni future della pianta, il tipo di terreno ottimale, la posizione idonea.
  • E’ opportuno controllare che la pianta non sia stata invasa di recente ma che, al contrario, sia stata coltivata in contenitore.
  • E’ meglio evitare piante asimmetriche o che presentano difetti (ad esempio macchie) nel fogliame
  • E’ bene evitare anche piante che hanno poche radici o che le hanno ammassate e troppo fitte.

Una volta scelti gli alberi da frutto occorre coltivarli. Vediamo come

Scegliere il vaso adeguato

Il contenitore che ospita la pianta deve avere misure adeguate in quanto le radici devono avere spazio  perché la pianta cresca adeguatamente. In base al tipo di albero che si sceglie occorre orientarsi su contenitori che abbiano un’altezza ed una  larghezza comprese tra i 50 e i 100 cm.

Il vaso deve essere robusto e piuttosto pesante onde evitare che si rovesci in caso di vento. E’ meglio optare quindi per contenitori in resina, in cemento levigato, in terracotta, in pietra o in legno ed evitare materiali leggeri come la plastica.

Il vaso deve avere i buchi per lo scolo dell’acqua, deve avere il sottovaso e occorre assicurare un buon drenaggio in quanto per gli alberi da frutto anche se necessitano  di molta acqua  temono i ristagni. E’ opportuno optare per vasi resistenti al gelo. Oltre che per materiali e dimensioni  è bene scegliere il vaso anche in base al tipo di albero e al tipo stile che si vuole ottenere.

Ci sono contenitori, ad esempio quelli in pietra, che si abbinano egregiamente sia allo stile moderno, che al classico che all’antico.

fico

fico

Come coltivare le piante da frutto

  • Prima di piantare gli alberi si devono fare dei controlli generali allo stato della pianta
  • Le radici non devono essere troppo asciutte, se lo sono vanno immerse  in un composto formato da acqua e fango per circa dodici ore.
  • Se ci sono parti morte devono essere asportate (sempre con attrezzi sterilizzati)
  • Occorre scegliere un terriccio che sia  ottimale per  la pianta da frutto che avete scelto.

Come piantare l’albero da frutto in un vaso

Nel fondo del vaso (che ricordiamo deve avere dimensioni adeguate e deve essere provvisto di fori di drenaggio) vanno  collocati materiali atti a scongiurare il pericolo di ostruzione dei fori di drenaggio (coccio ad esempio).

Si aggiunge poi uno strato di terriccio e si miscela con fertilizzante (a lento rilascio)

Si leva l’albero dal vaso “di origine” e si districano le radici

Si riempie il contenitore mantenendo diritto l’albero e mantenendo la profondità che l’apparato radicale aveva all’origine.

Si deve controllare lo stato delle piante costantemente facendo attenzione ai parassiti che, se trovati, vanno eliminati rapidamente e in modo naturale.

Trattandosi di alberi da frutto  è fondamentale non utilizzare prodotti chimici né come fertilizzanti né come antiparassitari ma occorre orientarsi su prodotti naturali.

Dieci  alberi da frutto che si possono coltivare  in vaso

Sono diverse  le piante da frutto che si possono coltivare in vaso, alcune, oltre il frutto,  regalano anche meravigliose fioriture. Oltre gli agrumi che sono bellissimi da vedere e fanno molto “stile mediterraneo”, ecco alcuni alberi da frutto adatti alla coltivazione in vaso.

Abbiamo selezionato quelli che meglio si adattano alle condizioni climatiche del nostro Paese (che ovviamente variano a seconda della zona) e che producono oltre i frutti anche fioriture davvero notevoli. Buoni e belli dunque.

Pesco

Si tratta di  una delle piante che meglio si prestano per la coltivazione in vaso. In primavera la sua fioritura è davvero sublime.  Il pesco è  una pianta auto-fertile e non ha dunque bisogno di avere nei paraggi altre varietà impollinatrici. Per quel che concerne la coltivazione in vaso si opta per varietà nane che raggiungono un’altezza massima di due metri. Il diametro del vaso deve essere di 50 cm e il terriccio ideale è composto  di argilla e torba.  Il pesco ama il sole diretto ma è opportuno ripararla  dal troppo vento.

Pesco in Vaso

Vite

Anche la vite può essere coltivata nella vostra terrazza. La varietà di vite che meglio si presta per la coltivazione in vaso è lo Zibibbo caratterizzata da grappoli bianchi e maturi. Per la coltivazione oltre il vaso sono necessari una pergola o un arco in legno, con gli opportuni sostegni inseriti nel vaso.

Melograno

Il melograno regala oltre il frutto anche una straordinaria fioritura. Ci sono delle specie nane adatte alla coltivazione in vaso che producono  frutti in miniatura. Si tratta di una pianta poco esigente adatta anche  a vasi  medio-piccoli.

Melo

Il melo ha uno sviluppo a colonna che arriva fino a tre metri in altezza e che raggiunge il metro e mezzo  di larghezza. L’impollinazione viene svolta dalle api e, per garantire  una buona impollinazione, si consiglia di piantare più di una varietà: degli esempi sono  la varietà Northpole , la Golden Sentinel   o la Scarlet Sentinel.

Fico

Lo sviluppo del fico in vaso è contenuto perché le radici crescono in condizioni ristrette. Inizialmente la pianta si contiene ad un’altezza che arriva ai 4 metri, poi  le potature invernali eseguite annualmente fanno si che il numero di rami aumenti. Le varietà più adatte per la coltivazione in contenitore sono: Brown Turkey, Preston Prolific, Black Genoa e White Genoa.

Nettarina

I frutti delle nettarine nane sono dolci e succosi. Le piante sono  auto-impollinantii e raggiungono altezze che vanno da 1,25 a 1,85 metri.  Oltre i frutti la nettarina vanta una fioritura primaverile davvero spettacolare.  Occorre tenere presente che la nettarina  ha bisogno di un determinato periodo di freddo. Tra le varietà nane troviamo la  Nectarina, Necta Zee e Nectar Babe, Leprechaun e Garden Delight.

Ananas Guava

Noto anche con il nome di  Feijoa, l’ananas Guava è una pianta ornamentale davvero molto bella che produce gustosissimi frutti che hanno il  sapore di menta guava e ananas. Ha anche una vistosa fioritura caratterizzata da fiori, grandi 2,5 cm, con petali bianchi, carnosi e commestibili. A fine inverno/inizio primavera occorre eseguire la potatura. Perché l’ Ananas Guava  fruttifichi, deve trascorrere almeno 100-200 ore sotto i 7°C. I frutti continuano a maturare anche dopo la raccolta. Ci sono varietà che richiedono l’impollinazione incrociata.

Ciliegio

Il ciliegio preferisce un clima mite, ma poco umido in quanto teme i ristagni d’acqua. Anche siccità e temperature troppo alte possono  danneggiarlo, mentre tollera bene al freddo. La pianta di ciliegio preferisce un terriccio composto da concime o letame misto a sabbia o argilla che ne garantisce la corretta nutrizione.

Carambola

I fiori della  carambola nei mesi primaverili raggiungono l’apice dello splendore.  La carambola preferisce i climi caldi e le esposizioni molto soleggiate. Durante l’inverno  va riparata dal freddo con una copertura e vanno potati i rami secchi. Richiede annaffiature  abbondanti fino a riempire il sottovaso ma occorre evitare i ristagni d’acqua.

carambola

carambola

Kiwi

Per coltivare il kiwi in vaso sono necessari due esemplari: uno maschio e uno femmina. Il kiwi si coltiva in vasi grandi, va esposto al sole e vicino a pergole o archi.

Dove Acquistare piante da frutta da piantare in Vaso

Puoi fare un giro nel tuo vivaio di fiducia che ti darà consigli utili.  Puoi anche acquistare le piante Online e ti verranno recapitate direttamente a casa, belle rigogliose. Eccone uno che ti consigliamo per autorevolezza e serietà: http://www.edendeifiori.it/recommends/alberelli-da-frutto

Consigli per evitare malattie e parassiti  delle piante da frutto

Una corretta gestione della pianta garantisce nella maggior parte dei casi il successo della coltivazione della propria pianta da frutto.

E’ quindi importante, una volta messo a dimora il vostro albero da frutto, prendersene cura e prevenire  le potenziali avversità e, nel caso si presentino, intervenire tempestivamente.

Il fatto che gli alberi da frutto si coltivino anche per mangiarne i frutti rende indispensabile trattare le piante in modo naturale senza ricorrere a pesticidi o concimazioni chimiche.

Dato il gran numero  di colture e parassiti che possono danneggiare le piante occorre distinguere le piante da frutto in gruppi ai quali appartengono piante simili per gruppo agrario e botanico, questo  per la similitudine dei potenziali  parassiti che potrebbero attaccarle.

Per un corretto e tempestivo intervento è fondamentale riconoscere i patogeni o le cause del blocco vegetativo già dai primi sintomi.

E’ bene ricordare  che una buona nutrizione e una buona gestione della pianta è la risorsa migliore di resistenza alle malattie.

Si possono dunque distinguere le piante da frutto tra pomaceae,  drupaceae e vite.

Il gruppo agrario delle pomaceae comprende le piante che   producono frutti chiamati  “pomi” come il melo, il pero ed il cotogno .

Le drupaceae comprendono invece le piante che   producono frutti definiti propriamente “drupe” come  il pesco (nettarine-percoche), il susino, l’albicocco, il ciliegio dolce e acido (amarena) ed il mandorlo.

Le avversità che danneggiano tutti i gruppi, ognuno in misura differente,  possono comprendere patologie ambientali, parassitarie fungine e i danni da insetti e animali.  E’ quindi fondamentale rispettare quelle che sono le esigenze di ogni tipo di pianta a partire da quelle climatiche fino ad arrivare a quelle nutrizionali. Il successo e la diffusione di alcune specie hanno invece portato a coltivare piante in zone dove non ci sono le condizioni climatiche ideali. Un esempio potrebbe essere rappresentato dalle pesche nettarine nane e dalla loro esigenza di freddo, talvolta non rispettata.

Clima, terreno giusto, esposizione corretta, adeguata concimazione, adeguata annaffiatura e amore sono gli ingredienti ideali per prevenire malattie ed attacchi patogeni e per far si che il vostro albero da frutto cresca sano e rigoglioso.

Cosa ne pensano i nostri lettori:
Ti è piaciuto l'articolo? Dagli un voto:
[Voti Totali: 5 Media: 3.2]
E ora Condividilo sui tuoi social preferiti:Share on Facebook2Share on Google+2Pin on Pinterest5Tweet about this on Twitter3Email this to someone
Vuoi ricevere tutti gli articoli come questo?
Iscriviti ora. E' gratis.

Non facciamo spam!
TI invieremo anche qualche offerta speciale

Riceverai al massimo due mail al mese
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Un pensiero su “Come coltivare gli alberi da frutto in vaso

  1. Anche i limoni possono essere coltivati in vaso, anche se piuttosto grande poichè raggiunge le dimensioni di un alberello. Se si abita in una zona fredda bisogna avere l’accortezza di riporlo in un luogo riparato d’inverno, per evitare gli effetti deleteri del gelo.

Rispondi