Origano (Origanum Vulgare)

Origano

Classificazione botanica

L’origano comune (nome scientifico Origanum vulgare L., 1753) è una pianta perenne aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae e al genere origanum.

Caratteristiche generali

Erbacea perenne cespitosa, dotata di rizoma e caule legnoso, ricco di rami, rossastro.

Le foglie sono opposte e arrotondate, con differente colorazione sulle due pagine. I fiori, rossastri o bianchi, sono riuniti in spighe che formano pannocchie apicali. Il frutto mè una capsula di colore scuro.

Le specie di questo genere (che sono circa 40 – 50) provengono soprattutto del bacino del Mediterraneo (ma alcune specie sono presenti anche in Asia e prediligono habitat temperato-caldi).

Circa il 60% dei taxa crescono in Anatolia, questo potrebbe indicare tale area geografica come il centro di origine delle specie di Origanum. In questa regione è inoltre alto il tasso di endemismo.

L’origano (Origanum vulgare) non è solo una semplice erba aromatica adatta per cucinare  ma vero e proprio medicinale naturale che contiene fenoli, vitamine e sali minerali come ferro, potassio calcio e manganese.

L’origano  rappresenta un rimedio ed un integratore naturale efficace.

E’ una specie adatta in giardini rocciosi, aiuole ghiaiose, fronte di bordure, giardini di piante aromatiche.

origano

Proprietà dell’origano

L’origano ha molteplici proprietà, vediamo quali:

Antibiotico naturale

E’ un antibiotico naturale che offre un’efficace protezione dalle malattie respiratorie. E’ un antinfiammatorio, un  antisettico  ed un antispasmodico.  Il suo olio essenziale è il più potente antisettico naturale estratto dalle piante fino ad ora noto.

Aromaterapico

E’ usato  nell’aromaterapia, in particolare contro  le malattie che interessano le vie respiratorie. In caso di raffreddore e di naso chiuso si può utilizzare l’olio essenziale di origano per fare i suffumigi con acqua bollente e bicarbonato.

Antifungino

l’estratto di origano viene impiegato contro i parassiti intestinali.

Anticancro

L’origano contiene una sostanza killer efficace contro il cancro alla prostata, è quanto emerso dalle ricerche di  esperti della Long Island University. Questa erba aromatica contiene un componente che induce le cellule cancerogene ad auto-distruggersi.

Antiossidante

L’origano contiene vitamina C, una sostanza che consente  all’organismo di sviluppare una maggiore resistenza ad infezioni, agli  agenti portatori di infiammazione ed ai radicali liberi.

Analgesico

E’ un analgesico naturale capace di ridurre il dolore. Sotto forma di tisana è efficace in caso di mestruazioni dolorose.

Anticellulite

Possiede anche proprietà anticellulite se usato con costanza sotto forma di  infuso

In cucina

In cucina l’origano è molto impiegato per pizza, pesce, patate, formaggi, carne, pomodoro, ortaggi sott’olio e sott’aceto, liquori, etc.

L’industria alimentare impiega l’olio come aromatizzante.

origano

Fioritura dell’origano

La pianta dell’origano  Fiorisce in estate e in autunno producendo piccoli fiorellini rossastri.

I fiori nascono all’ascella delle brattee sessili, che somigliano a foglie e sono sovente sfumate di rosso, sono portati da corti peduncoli e riuniti in capolini terminali di colore rosa purpureo, in rari casi bianchi. Il calice è simmetrico, diviso in 5 denti, tubuloso in forma di campana. La corolla ha il labbro superiore smarginato e quello inferiore più lungo trilobato.

origano

Consigli  per la coltivazione dell’origano

L’origano cresce senza difficoltà sia al nord che al sud, dal mare alla montagna, ma predilige i climi temperato-caldi.

Va posizionato, possibilmente, in luoghi ben esposti al sole. Le posizioni soleggiate e miti favoriscono alla pianta un maggior aroma.

Annaffiature

L’annaffiatura deve essere maggiore quando la pianta è giovane e durante il periodo della fioritura.

Durante altri periodi vegetativi questa pianta va annaffiata poco in quanto l’Origano non tollera i ristagni d’acqua, che causa la macerazione delle radici  ed attacchi crittogamici.

Tollera la siccità

Concime

La pianta dell’Origano è una pianta rustica, che non richiede concimazioni particolari.

Tuttavia durante i mesi primaverili si concima con Fosforo, Potassio e Azoto per stimolarne la crescita vegetativa. Utilizzare un concime ternario complesso, oppure dello stallatico ben maturo.

Origano

Moltiplicazione

Si moltiplica per divisione dei cespi o per seme

In caso di semina fatelo in inverno in semenzaio e poi trapiantate le piantine a dimora a primavera inoltrata.

L’origano è una specie rustica, non teme particolari malattie tranne il gelo che provoca la sua morte in inverno.

Potatura

Per evitare malattie, è opportuno  le parti secche o danneggiate.

Parassiti e malattie

Questa pianta può essere  attaccata dagli afidi e dal ragnetto rosso.

Curiosità

Tipica pianta mediterranea, si trova facilmente in tutta Italia.

Tra i principi attivi presenti troviamo, oltre a tannini e sostanze amare, un olio essenziale profumato e aromatico che ha le stesse virtù di quello del timo. E’ una pianta utile contro l’ atonia digestiva, affezioni delle vie respiratorie, emicrania, clorosi, inappetenza, meteorismo, mestruazioni dolorose.

In cucina viene usato alla pari con la maggiorana, con la quale, spesso viene confuso. E’ aroma ideale per sughi, pizza, carni arrostite e in umido.

Dove Comprare semi e/o piantine di Origano

E’ molto facile trovarlo, nei vivai.
Online ecco alcuni link utili:

 

Cosa ne pensano i nostri lettori:
Ti è piaciuto l'articolo? Dagli un voto:
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest1Email this to someone
Vuoi ricevere tutti gli articoli come questo?
Iscriviti ora. E' gratis.

Non facciamo spam!
TI invieremo anche qualche offerta speciale

Riceverai al massimo due mail al mese
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?