Satureja Hortensis (Santoreggia)


E’ un’ erbacea annuale cespitosa con radice a fittone e fusto ramificato. I rami ascendenti e quadrangolari portano foglie opposte, lanceolate, lineari, di colore verde chiaro e ricoperte da una leggera peluria. I fiori compaiono in estate, sono bianchi o rosei e disposti in glomerulli all’ ascella delle foglie; maturano in un achenio di forma ovoidale. Allo stato selvatico non è molto diffusa.

FIORITURA: fiorisce indicativamente da fine luglio ad agosto.

LUCE: La santoreggia richiede una buona esposizione al sole.

ACQUA: Necessita di annaffiature regolari, soprattutto in estate.

TEMPERATURA: Questa pianta aromatica predilige climi temperati.

CONCIME: Utilizzare concime ternario complesso.

CONSIGLI: Pianta di facile coltivazione, si sviluppa infatti senza nessuna difficoltà in qualsiasi tipo di terreno, in particolare se asciutto. Si semina in primavera dosando bene la quantità di seme che è molto minuto; allo spuntare delle prime foglie si esegue un diradamento così da lasciare circa 20 cm di spazio tra una piantina e l’ altra. Queste operazioni non saranno più necessarie poichè la pianta si riproduce spontaneamente autoseminandosi.

CURIOSITA’: Originaria dell’ area mediterranea. Tra le molte virtù medicinali risulta utile in caso di verminosi, stanchezza, digestioni difficili, infiammazioni intestinali e meteorismo. Come per molte altre aromatiche, alla santoreggia venivano in passato attribuite proprietà afrodisiache e, allo scopo, veniva utilizzata per preparare bagni insieme con  rosmarino, salvia e verbena. In cucina l’ aroma di questa pianta, simile a quella del timo, è molto apprezzato, specialmente in accompagnamento a uova, legumi, verdure crude e cotte. Ha la capacità di rendere più digeribili le pietanze.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 2 Media: 4.5]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.