Abutilon

abutilon

L’abutilon è una pianta sempreverde adatta sia in appartamenti che in giardini, regala ricche fioriture. Nelle regioni a clima temperato, se allevata all’aperto, può raggiungere notevoli dimensioni.

Appartiene ad un genere con moltissime specie, originarie delle zone caldo-temperate dei diversi continenti (esclusa l’ Europa).

Di queste solo due vengono coltivate all’ aperto nelle aree a clima mite: il megapotamicum e il vitifolium. Il primo è un arbusto sempreverde che fiorisce dalla primavera all’ autunno con fiori gialli e rossi; il secondo è un arbusto vigoroso semipersistente, con fiori di cui colore spazia dal bianco al blu, al violetto; entrambe non sono profumate. L’Abutilon può essere impiegato anche per ornare pareti, colonnati e per formare piccoli pergolati.

 Classificazione botanica

L’abutilon fa parte della  gamiglia delle Malvaceae, genere Abutilon

Caratteristiche generali

Questo  genere include  piante che hanno origini soprattutto delle zone tropicali e sub tropicali del sud America.

L’abutilon è una pianta sempreverde erbacea ed arbustiva. La sua altezza può arrivare ad un metro e mezzo in vaso ed a 5 metri in piena terra.

Possiede foglie che, a seconda della specie, possono essere ovali o a forma di cuore

I fiori, il cui colore può essere giallo, arancio, rosa, sono penduli e somigliano a quelli della campanula.

abutilon-pictum-

Principali specie

Si contano circa cento specie, tra queste troviamo:

ABUTILON GRANDIFOLIUM

Si tratta di una specie con fiori gialli o arancioni, la fioritura avviene in primavera avanzata o in autunno, clima permettendo.

ABUTILON STRIATUM

E’ una specie caratterizzata da fiori rossi – arancio, la fioritura avviene durante primavera – estate.

E’ originaria dell’Uruguay.

Ci sono anche varietà a fiori doppi, colorati e spesso screziati. Le varietà a foglia screziata devono la loro caratteristica ad  un attacco virale da parte di quello che è comunemente chiamato  virus del mosaico dell’Abutilon che si trasmette da una pianta all’altra attraverso l’innesto o con il seme o tramite la mosca bianca.

Questa caratteristica seppur dovuta ad un attacco virale non viene considerata una malattia in quanto non arreca danni alla pianta

ABUTILON MEGAPOTAMICUM

La specie A. megapotamicum trova le sue origini in  Brasile. La sua altezza può arrivare ai  2,5 metri.

La fioritura avviene in primavera e dura fino ad autunno inoltrato. Produce  fiori commestibili che hanno un sapore dolciastro.

ABUTILON VITIFOLIUM

La sua altezza può arrivare ad 8 metri . La fioritura, che regala fiori color malva o lavanda, avviene da maggio ad ottobre. Produce  fiori commestibili che hanno un sapore dolciastro.

ABUTILON HYBRIDUM

La sua altezza può arrivare 2,5 m se coltivato in piena terra. La fioritura inizia a primavera e dura fino all’autunno. I fiori sono gialli, rossi o  arancioni.

ABUTILON AVICENNAE o A. THEOPHRASTI

Produce fiori gialli che sbocciano in estate.

ABUTILON SAVITZII

Produce  fiori colore albicocca.

ABUTILON PICTUM

La sua altezza può raggiungere i 5 m, la fioritura avviene dalla primavera fino all’estate.

ABUTILON X MILLERI

la fioritura avviene dalla primavera e dura fino all’autunno inoltrato regalando  fiori giallo aranciato con striature rosse.

abutilon

Consigli per la coltivazione dell’Abutilon

L’abutilon non è difficile da coltivare.

Temperatura e Luce

Perfette le temperature tra i 10-15°C in primavera estate e fino al minimo di  5°C in inverno (anche -10°C  per alcune varietà),

Hanno bisogno di molta luce, ma non vanno esposte  al sole diretto, se non per pochissime ore al giorno.

Questa pianta necessita di aria ma non tollera le correnti d’aria.

Nel Centro-Sud  dell’Italia e nei pressi delle coste è possibile la coltivazione dell’Abutilon  come pianta perenne in piena terra.

Qualora ci siano gelate e venti freddi, può aiutare anche la copertura della chioma con del tessuto non tessuto.

Consigliata è anche la pacciamatura, in modo da preservare le radici, che sono resistenti e possono emettere nuovi getti la successiva primavera anche dopo inverni rigidi.
Annaffiature

L’abutilon deve essere annaffiata quotidianamente durante l’estate, ma occorre evitare i ristagni idrici.

La chioma va nebulizzata regolarmente.

Nel caso di coltivazione in appartamento è opportuno collocare la pianta su di un sottovaso con acqua e argilla espansa e dotare i termosifori di umidificatori.

Tipo di terreno

Il terreno ideale è composto da  torba e sabbia in parti uguali, il rinvaso è annuale ad inizio primavera, immediatamente dopo  la ripresa vegetativa.

Per un migliore sviluppo di questa genere di pianta perenne è bene usare un terriccio molto ricco di humus, soffice e ben drenato.

Questa pianta gradisce  i suoli freschi, profondi e ricchi in sostanza organica. Ma devono essere ben drenati  in modo da evitare, in caso di forti piogge, l’eccessivo ristagno di acqua. Quindi aggiungere ghiaia o sabbia aiuta.

 

Concimazione

Occorre utilizzare un concime ogni 15 giorni durante primavera estate.

Il concime ideale è composto da azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) e magnesio (Mg), manganese (Mn), il ferro (Fe), il rame (Cu), il molibdeno (Mo), lo zinco (Zn), il boro (B).

Coltivazione in Vaso

Gli abutilon coltivati in contenitore si mantengono di dimensioni abbastanza contenute, che rimangono tali se si evita di utilizzare contenitori eccessivamente capienti.

Fioritura

La fioritura generalmente inizia dalla primavera e dura tutta d’estate, in alcuni casi fino a Novembre. In Appartamento  può fiorire tutto l’anno.

La sua lunghissima stagione di fioritura  è uno dei suoi maggiori punti di forza.

I fiori, singoli o raccolti in grappoli, hanno forma per lo più a campana o coppa.  La varietà di colori è molto vasta: bianco, giallo, arancio,  rosa,  rosso. Alcuni cultivar presentano anche colorazioni sul blu.

Molto decorativi sono anche gli stami in evidenza, bianchi o gialli.

abutilon

Potatura

Occorre potare regolarmente alla ripresa vegetativa .

alle piante allevate all’aperto vanno vanno tagliati i rami per metà della loro lunghezza, alle piante allevate in casa, vanno spuntate le cime per circa 8-10 cm.

Per ottenere una pianta con chioma fitta è bene ricordare di potare i rami troppo lunghi all’inizio della primavera

Moltiplicazione

L’abutilon si può moltiplicare per semi o per talea.

Moltiplicazione per seme

Come per tutti i tipi di piante la  moltiplicazione per seme non garantisce di ottenere piantine uguali alla pianta madre perché  è in gioco  la variabilità genetica. Solo  moltiplicazione per talea garantisce di ottenere la pianta uguale alla pianta madre.

La  moltiplicazione per seme si fa verso marzo-aprile interrando i semi  in un terriccio in file parallele

Il contenitore va poi ricoperto con  una lastra di plastica trasparente o di vetro.

Al momento della germogliazione la copertura si leva e le piante dovranno ricevere mano mano sempre più luce evitando però sempre il sole diretto.

Appena saranno abbastanza robuste si potranno trapiantare e trattare come piante adulte anche se durante il primo anno di vita vanno tenute in ambiente protetto.

Moltiplicazione per talea

A marzo-aprile si prelevano le talee ), lunghe 8-15 cm dalla sommità dei rami e si sistemano, alla profondità di circa 1,5-2 cm, in un terreno composto  da torba scura e sabbia grossolana.

Il contenitore va poi ricoperto con  una lastra di plastica trasparente o di vetro.

Al momento della germogliazione la copertura si leva e le piante dovranno ricevere mano mano sempre più luce evitando però sempre il sole diretto.

Appena saranno abbastanza robuste si potranno trapiantare e trattare come piante adulte anche se durante il primo anno di vita vanno tenute in ambiente protetto, esattamente come avviene con la moltiplicazione per semi.

abutilon

Parassiti e malattie

Se le foglie cadono all’improvviso la pianta potrebbe aver subito un brusco sbalzo di temperatura.

Un appassimento del fogliame potrebbe essere sintomo di poche annaffiature.

Se le foglie sono macchiettate nella pagina inferiore, potrebbero aver subito un attacco di cocciniglia soprattutto  della cocciniglia farinosa e della cocciniglia bruna che si possono eliminare con un batuffolo di cotone bagnato di alcool denaturato o lavando la pianta con un acqua e sapone neutro e risciacquandola attentamente.

Le foglie punteggiate di giallo potrebbero indicare un’ infezione dovuta al  ragnetto rosso risolvibile aumentando l’umidità intorno alla pianta.

La presenza di piccoli insetti su tutte le parti verdi va trattata con antiparassitari specifici che potete trovare agevolmente da un buon vivaista.

Piccoli insetti che somigliano a farfalline bianche indicano la presenza di aleurodidi, noti come mosche bianche e vanno trattati  con antiparassitari specifici.

Curiosità

Pianta originaria dell’America meridionale, in particolare Brasile.

E’ anche conosciuto con il nome di “acero da fiore” per la forma delle foglie che ricordano appunto quelle dell’acero.

I semi dell’ abutilon sono molto nutrienti in quanto contengono il 17% di proteine, il 16% di grasso ed il 33% di carboidrati, infatti in Cina vengono utilizzati per cucinare.

 

abu-vitifolium

Articoli correlati che possono interessarti

Cosa ne pensano i nostri lettori:
Ti è piaciuto l'articolo? Dagli un voto:
[Voti Totali: 4 Media: 4]
E ora Condividilo sui tuoi social preferiti:Share on Facebook3Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter5Email this to someone
Vuoi ricevere tutti gli articoli come questo?
Iscriviti ora. E' gratis.

Non facciamo spam!
TI invieremo anche qualche offerta speciale

Riceverai al massimo due mail al mese
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Rispondi