Creare un angolo di Erbe Aromatiche in Giardino

erbe aromatiche in giardino

Aiuola di erbe aromatiche? Ottima idea! Facili da coltivare, belle e buone (foto CC BY-NC 2.0)

Pronti per creare una bellissima aiuola di erbe aromatiche in giardino? Un angolo straordinario, per eleganza, profumi e…scopriamo come piantare le erbe aromatiche ornamentali e quelli maggiormente utilizzate anche in cucina.

Prendersi cura del giardino, sistemando in modo perfetto le più belle piante ornamentali, con l’unico scopo di ottenere un vero e proprio angolo verde di paradiso, è un’attività che fa bene al cuore, agli occhi e, perché no, anche all’estetica della propria abitazione.

Un giardino curato, che sia roccioso o ricco di piante rigogliose, che includa nei suoi spazi tante piante dai bellissimi fiori o che riprenda l’ordinato e rilassante stile nipponico, è sempre il miglior biglietto da visita per accogliere gli ospiti in casa propria.

Non solo, un giardino raffinato e curato in ogni suo dettaglio è un piccolo mondo nel quale rifugiarsi, dove ammirare i colori e le dolci forme della natura.

Insomma, un vero e proprio mondo che fa parte della realtà in cui si vive, ma che riesce ad avere regole proprie, ritmi tutt’altro che frenetici, trasmettendo quella tranquillità sempre più difficile da trovare nella moderna società.

Ci siamo chiesti: “perché non unire i concetti di bellezza e utilità, realizzando un angolo nel giardino di erbe aromatiche”?
Esatto, perché non farlo?

Erbe aromatiche in giardino

Belle, delicate, eleganti, profumate e utili: le erbe aromatiche in giardino possono tranquillamente affiancare le più conosciute specie ornamentali, creando il giusto mix di colori e ricercate forme.

Creare una piccola aiuola di aromatiche significa uscire dai classici schemi del giardinaggio, ottenendo un risultato davvero eccellente. Un’aiuola del genere può diventare il gioiello principale della già preziosa collana botanica del giardino: un dettaglio che può davvero fare la differenza.

I dubbi sono tanti: è difficile coltivare le erbe aromatiche direttamente in giardino? Dove collocarle? Come piantarle e quali scegliere? E così via in un lungo elenco di quesiti che non devono assolutamente scoraggiarvi nel vostro intento, cioè creare un’aiuola alternativa, bellissima e sui generis.

Siamo pronti a darvi diversi consigli per coltivare le erbe aromatiche in giardino, al fine di creare un’aiuola di più piccole dimensioni o una vera e propria bordura dalle raffinate sembianze.

Partiamo subito con il dire che le erbe aromatiche sono davvero facili da coltivare. Bastano pochi accorgimenti per ottenere un risultato straordinario e godere della vista di un qualcosa di unico.

Colori e profumi ammalianti: ecco cosa hanno da offrire le erbe aromatiche in giardino. Possono tranquillamente diventare le protagoniste degli spazi verdi che circondano la casa, per poi portare la loro incredibile utilità anche in cucina, sfruttando le infinite proprietà che le contraddistinguono.

Ricapitolando: utilissime in cucina, belle, profumate e anche utili per l’ambiente, poiché i loro profumi attirano tantissimi insetti impollinatori. Serve sapere altro?

Erbe aromatiche in giardino: belle e buone

Partiamo subito con una domanda a bruciapelo: quali erbe aromatiche scegliere? Una domanda dalla risposta non proprio scontata, poiché la grande varietà di piante tra le quali è possibile scegliere può mettere in crisi anche chi era partito con le idee abbastanza chiare.

Ci sono quelle belle e ci sono anche quelle buone. Per creare la perfetta aiuola di erbe aromatiche in giardino è necessario, prima di tutto, capire qual è il risultato che si intende raggiungere: raffinata eleganza fine a sé stessa o anche grande utilità in cucina?

Le aromatiche possono essere coltivate in veri e propri orti, in piena terra o in grandi vasi da collocare sul terrazzo, ed è possibile scegliere se mettere a dimora le più comuni piante che normalmente si utilizzano in cucina, ovvero quelle più ricercate per ottenere solo una bellissima aiuola capace di valorizzare, in modo del tutto non scontato, l’intero giardino.

Questa è una scelta da prendere in base alle proprie esigenze, di stile e…di gusto.

Meglio piantare la Westringia fruticosa (falso rosmarino) o il vero Rosmarino? Entrambe offrono la grande possibilità di creare delle piccole siepi, ideali per delimitare ben definiti spazi del giardino, ma anche per creare una piccola aiuola, profumatissima, in qualche angolo ben visibile. Dipende tutto dalle esigenze di cui prima parlavamo.

La maggior parte delle persone che decide di sfruttare l’utile eleganza delle erbe aromatiche in giardino cerca di ottenere un duplice risultato: bellezza estetica, valorizzando il proprio giardino, piccolo o grande che sia; utilità in cucina, al fine di utilizzarle per cucinare pietanze che possono far guadagnare anche più di una Stella Michelin. Ecco che le aiuole create con il prima citato Rosmarino, con il Timo o con la profumatissima Menta scalano la classifica delle soluzioni più belle e pratiche per gli spazi esterni.

erbe aromatiche in giardino

Il fiore dell’Erba Cipollina. Immaginate un’aiuola con questa erba aromatica: straordinaria! (foto Antonio Castagna CC BY 2.0)

Come disporre le erbe aromatiche in giardino

Organizzare gli spazi! È questa la chiave del successo, il punto di partenza per creare un meraviglioso e ordinato angolo di aromatiche in giardino. Stiamo parlando di piante che riescono ad adattarsi, con incredibile facilità, a qualsiasi condizione di spazio, riuscendo a svilupparsi anche in ristretti angoli o in condizioni non ottimali per quanto riguarda il substrato. Quindi, quando si parla di organizzazione degli spazi si fa diretto riferimento alla corretta esposizione e alla tipologia di aiuola che si intende creare.

È possibile delimitare, in un angolo ben riparato, ma molto luminoso, uno spazio in orizzontale, in modo tale da permettere alle erbe aromatiche di diffondersi liberamente. È anche possibile sfruttare, per chi non ha tanto spazio a disposizione, ma ha una gran voglia di creare un qualcosa di unico e utile, l’altezza. Aiuole verticali? Proprio così. In questo caso è necessario aiutarsi con specifici supporti, preferibilmente in legno o si potrebbe dar vita ad una aiuola di erbe aromatiche in giardino in stile genovese, cioè sfruttando piccoli terrazzamenti. Insomma, grazie alla grande facilità di coltivazione e all’incredibile capacità di queste piante di adattarsi a qualsiasi ambiente, è possibile giocare con la fantasia, così da creare un’opera d’arte degna di un abile artista botanico.

Ogni soluzione porta ad un comune risultato: possibilità di godere della vista e del profumo di piante davvero straordinarie. Immaginate di trascorrere qualche ora, immersi nel verde del giardino, rilassati su di una comoda sdraio, proprio accanto ad una aiuola del genere: gli occhi vi ringrazieranno e l’olfatto comincerà a percorrere sentieri lungo i quali mai aveva corso.

Creare un angolo di erbe aromatiche in giardino equivale a dar vita ad un incredibile elemento di valore per le zone living outdoor.

Nell’organizzare lo spazio per la messa a dimora delle erbe scelte, non dimenticate di optare per punti ben illuminati, poiché specialmente le aromatiche di origine mediterranea amano il caldo abbraccio dei raggi del sole. T

anta luce, ma anche una corretta protezione per i mesi estivi più caldi.

Quindi? Avete un angolo libero dove il più gentile sole del mattino arriva senza alcun impedimento, per poi allontanarsi nelle ore più calde della giornata? Perfetto, piantate lì le vostre aromatiche.

Un altro piccolo consiglio per la perfetta organizzazione: create un angolo per aromatiche anche in casa. Tranquilli, non siamo impazziti, ma ci stiamo ricollegando a quanto detto in precedenza.

Se il giardino è il biglietto da visita della propria abitazione e può essere visto anche come prolungamento degli spazi interni, perché non creare una linea di continuità tra gli ambienti interni ed esterni?

Se nel giardino è presente una meravigliosa e ordinata aiuola di erbe aromatiche, nella cucina di casa non può di certo mancare uno spazio destinato ad accogliere le erbe prelevate dall’esterno e pronte per essere utilizzate. Pazzia? No, è una questione di pratico stile!

Dove sistemare le erbe aromatiche in giardino?

Se nel paragrafo precedente abbiamo definito l’importanza della perfetta organizzazione per un risultato eccellente, adesso non dobbiamo far altro che capire come e dove sistemare le erbe aromatiche in giardino.

Più precisamente, possono essere affiancate ad altre piante? È possibile piantare più erbe aromatiche diverse vicine tra loro? Ecco, proprio a questo ci stiamo riferendo.

Creare uno spazio dedicato solo e soltanto alla coltivazione delle erbe aromatiche, magari giocando con la forma della stessa aiuola, è la soluzione maggiormente apprezzata. Soluzione che non prevede il limite di piantare una sola specie, ma di poter sfruttare l’adattabilità e la possibilità di mettere a dimora, vicine tra loro, anche più piante diverse, in modo da creare una fantasiosa aiuola. I

n questo caso è di fondamentale importanza scegliere tra le aromatiche che presentano simili caratteristiche colturali, in modo da facilitare qualsiasi intervento per la loro cura.

Aiuole decorative e utilissime.
È possibile anche creare delle magiche fusioni tra piante ornamentali e erbe aromatiche in giardino, per un mix davvero esplosivo, pronto a far vivere emozioni uniche, immersi in profumi seducenti.

In ogni caso, è sempre bene tenere a mente i rapporti di buon vicinato: creare una nuova aiuola, all’interno di uno spazio verde che già vive di suoi equilibri, non significa solo aggiungere (a casaccio) qualche altra pianta qua e là, ma dar vita a vere e proprie sinergie, creando un solido e equilibrato rapporto con le altre specie presenti.

Studiare le perfette consociazioni è il modo giusto per ottenere un risultato perfetto, per creare un angolo di erbe aromatiche in giardino senza far oscillare troppo quella sottile slackline sulla quale si trovano le altre piante. Insomma, occorre mantenere vivi e stabili gli importanti rapporti di vicinato, per tutelare tutte le specie presenti in modo naturale.

erbe aromatiche in giardino

Come disporre e sistemare le erbe aromatiche in giardino? Attenzione alle giuste consociazioni (foto Flavia Conidi CC BY-NC-ND 2.0)

Consigli per la coltivazione delle erbe aromatiche in giardino

Niente di proibitivo, ma qualche accortezza è pur sempre necessario prenderla. Facciamo un rapido riassunto delle principali attenzioni da avere per coltivare le aromatiche, per poi soffermarci sugli aspetti più importanti.

Lo ripetiamo: le erbe aromatiche sono facilissime da coltivare in giardino e con le stesse è possibile creare degli angoli davvero straordinari, poiché in grado di competere anche con le più belle piante ornamentali.

Inoltre, hanno una marcia in più: oltre che essere protagoniste in giardino, possono essere considerate come le eleganti regine della cucina. Perché non piantarle in giardino? Davvero non riusciamo a trovare risposta negativa per questa domanda.

Ecco le prime cose da sapere (e da fare) per coltivare le erbe aromatiche in giardino:

  • scegliere un punto ben preciso del giardino dove creare l’aiuola desiderata. Quasi tutte le aromatiche necessitano di posizioni soleggiate, ma al contempo devono essere ubicate in luoghi riparati da correnti d’aria. Il terreno deve essere lavorato molto bene, al fine di renderlo soffice e drenato, eliminando anche tutte le erbe infestanti.
  • Calcolate bene gli spazi, specialmente quando l’intenzione è quella di piantare diverse specie nella stessa aiuola. Non tutte hanno la stessa velocità di crescita, ma disponendo le piantine alla giusta distanza è possibile evitare che quelle a più rapido sviluppo prendano il sopravvento su quelle a sviluppo più lento.
  • La composizione perfetta per una bellissima aiuola di erbe aromatiche in giardino prevede la scelta di piante con simili caratteristiche. Oltre a questo si consiglia di scegliere o piante annuali, o biennali o perenni: in questo modo la coltivazione sarà più semplice e i risultati decisamente migliori. Sistemare più erbe aromatiche con le medesime esigenze, specialmente idriche, in un preciso perimetro, è il giusto modo per avviarsi sulla strada del botanico successo.

Facciamo qualche esempio per capire meglio quanto appena detto: basilico, prezzemolo, erba cipollina e coriandolo sono erbe aromatiche che hanno bisogno di continue innaffiature, al contrario del rosmarino, della salvia o della maggiorana che amano ambienti più asciutti.

Ecco, queste sono le perfette composizioni (che abbiamo riportato come semplici esempi) per ottenere buoni risultati e rendere la coltivazione più semplice. Inoltre, come detto, la maggior parte delle aromatiche necessita di abbondante luce, ma lo stesso non si può dire della menta o della melissa, che crescono bene in condizioni di mezz’ombra.

Pronti per entrare nel vivo della materia? Tranquilli, nessuna noiosa lezione accademica, ma solo qualche altro consiglio (e approfondimento) per creare una bellissima aiuola di erbe aromatiche in giardino.

Luce

Una corretta esposizione è il punto di partenza per ottenere delle piante forti e pronte a occupare lo spazio lasciato loro a disposizione. In generale, l’ambiente deve essere luminoso, asciutto e caldo: condizioni che permettono, per la maggior parte delle specie, di ottenere aromi duraturi e intensi.

I ristagni idrici proprio non sono indicati. Sono davvero pochissime le specie di erbe aromatiche che riescono a svilupparsi anche in ambienti umidi e di ombra parziale (la menta e la melissa prima citate).

Luce e protezione dalle correnti d’aria: avete la possibilità di sfruttare un angolo del giardino vicino un alto muro? Perfetto, create in quel punto la vostra aiuola di aromatiche, così da tutelarle da vento e sbalzi termici, dando alle stesse la possibilità di crescere in modo regolare e veloce.

Terriccio

Non serve tanto spazio, ma il substrato ideale per le erbe aromatiche da piantare in giardino deve essere ben lavorato e arieggiato nella parte superiore (circa 30cm di profondità).

Inoltre, deve essere ricco di sostanze nutritive e garantire sempre un ottimo drenaggio, per evitare casi di marciume radicale. Le erbe aromatiche riescono ad adattarsi praticamente ovunque, ma le delicate radici non riescono proprio a difendersi da un ambiente troppo umido.

Prima di procedere alla messa a dimora delle piante è bene sempre zappettare con cura la parte di terreno che le ospiterà. Operazione di fondamentale importanza e utile sia per rendere il terriccio più soffice, ma anche per eliminare erbacce infestanti.

È possibile aggiungere anche del materiale organico (terriccio e foglie di bosco, letame o torba), così da renderlo ancor più ricco di sostanze utili per lo sviluppo delle specie scelte.

Concimazione

Abbiamo sottolineato l’importanza di un terreno fertile e ricco di sostanze organiche, pertanto gli interventi di fertilizzazione non dovranno mai essere condotti ad oltranza e in dosi massicce.

Le erbe aromatiche non necessitano di frequenti concimazioni e sono da evitare concimi con alte percentuali di azoto, che renderebbero le piante troppo fragili e poco profumate.

Dopo la lavorazione iniziale del terreno, che abbiamo visto nel precedente paragrafo, è possibile intervenire con concimi granulari (solo dopo un mese dall’attecchimento delle piante) con percentuali più alte di potassio e fosforo.

Quando concimare le erbe aromatiche in giardino? Non superare mai i tre interventi in 24 mesi.

Annaffiatura

Quanta acqua per le erbe aromatiche? Si consiglia di intervenire solo dopo lunghi periodi di siccità con frequenza mai eccessiva. Il modo migliore per innaffiare le aromatiche è la cosiddetta annaffiatura a scorrimento, utile per non bagnare la parte superiore delle piante, facendo scorrere l’acqua solo sul terreno.

“La prima annaffiatura non si scorda mai”! Solo dopo aver messo a dimora le erbe aromatiche in giardino è necessario procedere con una abbondante innaffiatura, da evitare sempre in seguito. Il miglior momento per annaffiarle è la mattina.

Malattie, parassiti e altre avversità

Non abbiate paura, poiché le erbe aromatiche riescono a difendersi bene dall’attacco di parassiti e altri insetti. Sono piante rustiche, nei cui tessuti spesso sono presenti principi attivi che fanno da repellenti per i parassiti più comuni.
Due sono le cose che possono danneggiare le aromatiche: un terreno troppo ricco di azoto e eccessi idrici che possono causare marciume radicale.

Quali erbe aromatiche piantare in giardino?

È giunto il momento di scegliere le erbe aromatiche da piantare direttamente in giardino. Sono davvero tantissime, ma non possono di certo mancare quelle solitamente definite come le “regine”, cioè le specie a cui proprio non si può rinunciare, pronte a coprire in modo elegante piccoli o grandi spazi in giardino e inebriare l’olfatto con dolci profumi.

Ecco una lista delle immancabili:

  • basilico: annuale che necessita di una quantità di acqua maggiore rispetto alla maggior parte delle altre erbe aromatiche chi si possono piantare in giardino. Il verde brillante delle foglie si farà ben notare anche in contesti molto colorati e il suo incredibile profumo riuscirà a creare una magica atmosfera in giardino. Ampiamente utilizzato in cucina, si sposa alla perfezione con tantissimi piatti, specialmente quelli che rientrano nella tipica cultura culinaria mediterranea. Facilissimo da coltivare.
erbe aromatiche in giardino

Colore intenso e profumo avvolgente: ecco a voi il Basilico (By Castielli [CC BY-SA 3.0 or GFDL], from Wikimedia Commons)

  • Rosmarino (Rosmarinus officinalis): erba aromatica perenne ideale per creare delle bellissime aiuole o lunghe bordure, ordinate o più selvagge a seconda delle proprie esigenze di spazio e stile.Si consiglia di metterlo a dimora in uno spazio abbastanza ampio, possibilmente a distanza con altre piante, poiché ama svilupparsi in altezza, ma anche tanto in larghezza. Il substrato ideale per la coltivazione del rosmarino è composto da terriccio universale e uno strato di sabbia grossolana per favorire il drenaggio dell’acqua.È meglio lavorare bene il terreno prima di procedere alla messa a dimora. Tutti conosciamo il gran valore del rosmarino in cucina, ma anche in giardino riesce a farsi notare grazie al suo immenso valore decorativo, mai intaccato dal freddo dell’inverno.
rosmarino siepe

Attenzione al Rosmarino, ama “allargarsi”! (foto www.europacheverra CC BY-SA 2.0)

  • Salvia officinalis e Timo (Thymus vulgaris): per una perfetta aiuola di erbe aromatiche in giardino consigliamo questo botanico abbinamento.
    Entrambe rientrano nella categoria delle piante perenni e sono facilissime da coltivare anche in poco spazio.
    Come sistemarle? Il Timo, che solitamente cresce in modo meno rigoglioso, può essere piantato davanti alla Salvia, che farà da cornice al primo (si sviluppa maggiormente in altezza), che è solito crescere come un piccolo cespuglietto.
Salvia officinalis

Salvia officinalis

  • Maggiorana (Origanum Majorana): può essere tranquillamente coltivata anche in vaso, ma in giardino riesce a svilupparsi in modo incredibile.
    Facilissima da coltivare, è ricca di vitamina C, contiene il tannino e acido rosmarinico.
    La maggiorana è un antistress, è efficace contro gli stati di ansia, stress, irritabilità, l’angoscia, il nervosismo e l’insonnia. Rilassante in giardino, grazie al suo delicato colore verde chiaro, ma anche fuori.
Maggiorana

Maggiorana

  • Erba cipollina (Allium Schoenoprasum): troppo spesso sottovalutata, specialmente quando si parla di valore estetico per il proprio giardino.
    Questo piccolo bulbo (perenne) sviluppa dei piccoli e graziosi fiori nel periodo primaverile, riuscendo a valorizzare, in modo elegante, anche i più piccoli angoli del giardino.
    I fiori, di colore rosa o rosa porporino, sono riuniti in eleganti capolini globosi.
fiori Erba cipollina

La bellissima fioritura dell’Erba Cipollina

  • Menta (Menta x piperita): aromatica perenne che presenta qualche differenza rispetto a tutte le altre: richiede maggiore umidità e meno luce (mai i raggi diretti del sole).
    È possibile sistemarla tranquillamente vicino ad altre piante con caratteristiche colturali simili, ma attenzione alla sua immensa voglia di prevalere.
    La Menta tende ad essere molto invasiva. Il profumo? Irresistibile!
menta

La profumatissima Menta

Accanto alle “immancabili” è possibile piantare tante altre piante, così da creare un’aiuola ancor più varia, per colori, forme e profumi. Perché limitarsi? Ecco che nella lista delle erbe aromatiche da coltivare in giardino rientrano anche l’Anice, la delicata e meravigliosa Camomilla Marittima (Anthemis maritima), la Melissa (conosciuta anche come Erba limone), la Malva Silvestris, con i suoi bellissimi primaverili fiori rosa, il Ginepro, il Coriandolo e ancora tante altre. Fermi tutti! Stavamo per dimenticare la vera regina dei giardini di aromatiche: la Lavanda, preziosa e profumata, perfetta per grandi aiuole e per incantare con colori e intensi profumi.

Date un’occhiata anche alle altre erbe aromatiche di cui già ci siamo occupati e scoprite le tecniche migliori per coltivarle in modo perfetto.

Cespugli Lavanda

Avete deciso di creare una aiuola di Lavanda? Saggia decisione!

La grande utilità delle erbe aromatiche in giardino

Belle son belle, ma le aromatiche sono anche molto utili. Scopriamo insieme le principali caratteristiche, le proprietà e come utilizzarle in cucina.

Partiamo subito con il riconoscere le poche pretese della maggior parte delle specie, facilissime da coltivare e capaci di adattarsi a molteplici condizioni climatiche e di terreno. Rustiche e in grado di sopravvivere anche con avverse condizioni, offrendo sempre la possibilità di avere a disposizione, per tutto l’anno, un raccolto (chiamiamolo così) di gran valore.

Come inizio non c’è male, vero? Se a quanto appena detto aggiungiamo anche che hanno importanti proprietà officinali, conosciute fin dai tempi antichi, si può ben comprendere l’importanza di creare un angolo di erbe aromatiche in giardino.

Un rustico spazio verde, che può essere considerato come uno scrigno di favolosi oggetti preziosi. Gli oli essenziali estratti sono utilizzati per curare malesseri di vario genere ed i benefici sono così tanti (così come le specie conosciute) che è quasi impossibile stilare un elenco completo e ordinato.

Come utilizzare le erbe aromatiche coltivate in giardino?

L’utilizzo officinale appena descritto (sfruttando i benefici di tisane o decotti con foglie essiccate) è una delle strade che è possibile percorrere in compagnia di queste straordinarie piante; l’altra è quella che conduce direttamente in cucina e che permette di sfruttarle come spezie per insaporire qualsiasi piatto.

Gli abbinamenti che è possibile fare tra aromatiche e cibo sono tantissimi: in cucina si sperimenta, si seguono i propri gusti e qualche volta si può anche uscire fuori dagli schemi. Carne, pesce e piatti a base di verdura: non c’è limite nell’utilizzare le aromatiche in cucina.

Quando utilizzare e come conservare le erbe aromatiche?

Alcune erbe sono da utilizzare al momento, fresche, senza procedere ad essiccazione. Tra queste possiamo certamente citare la menta, la salvia, il basilico e così via. Altre, invece, conviene essiccarle (per una perfetta conservazione), per mantenere salve le proprietà organolettiche (ad esempio, l’origano).

L'hai trovato interessante? Allora votalo!
[Voti Totali: 0 Media: 0]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
9Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.