Coleus o Coleo (Solenostemon)

Coleus

 

Il Coleus è una splendida pianta da foglia che viene coltivata  per le sue eleganti foglie, che variano da specie a specie in forma ed in colore, e passano dall’essere rossicce chiazzate, bicolori, verdi , marginate o venate di verde, di giallo o di rosa, opposte, semplici, a forma di cuore o di altre forme.

Si tratta di  una pianta perenne, coltivata come annuale,  eretta di natura erbacea o semiarbustiva, che può avere  tuberi commestibili.

Ha un portamento eretto e ben presto si ramificaa partire già dalla parte bassa. I fiori poco appariscenti, sono riuniti in infiorescenze a spiga e sono piccoli, di colore variabile dal bianco, al blu, al porpora.

Alcune specie possono ricordare le piante di menta e di ortica che appartengono alla stessa famiglia delle Lamiaceae.

Se coltivata in appartamento il Coleus non  arriva a superare i 50 cm di altezza mentre nei suoi ambienti naturali può superare il metro di altezza.

Classificazione botanica

Il Coleus appartiene alla Famiglia delle Lamiaceae  al Genere: Coleus. Il suo nome scientifico è Solenostemon

Principali specie

Il Coleus conta più di 150 specie diverse. La più diffusa è indubbiamente la Coleus blumei. Vediamone alcune insieme.

Coleus blumei

Coleus blumei

Coleus blumei  –  Hedwig StorchC C BY-SA 3.0

La specie Coleus blumei è originaria dell’isola di Giava : in natura si presenta come un  arbusto che arriva a misurare il metro di altezza. Ha  foglie verde pallido, ovali, con i margini dentellati con screziature  porpora o ramato.

Da questa specie derivano la stragrande maggioranza delle cultivars che si trovano in commercio: Coleus blumei ‘Carefree’ con foglie palmato-labiate di colore rosso scuro al centro e verdi ai bordi; Coleus blumei ‘Rainbow’ con grandi foglie cremisi con nervature rosso scuro e margini rosso quasi nero; Coleus blumei ‘Sabre’ a portamento cespugliuoso con foglie screziate di rosso, giallo e verde.

Coleus thyrsoides

Questa specie presenta foglie cuoriformi, rispetto alle altre specie, ha  una fioritura abbondante che parte dal mese di novembre e dura fino a marzo. I fiori sono azzurri e molto decorativi.

La sua  altezza può arrivare al metro.

Coleus verschaffeltii

Questa specie è caratterizzata da foglie a forma di cuore con i margini dentellati e la lamina fogliare ricoperta da una leggera peluria screziata di rosso con i margini rossi.

Fioritura

La pianta di Coleus non è certamente coltivata per la fioritura ma per il fogliame. Anzi i fiori,  quando iniziano a comparire, andrebbero eliminati per fare risparmiare energie preziose alla pianta. Ma nonostante la fioritura non sia spettacolare è comunque bello notare il gioco di colore tra foglie e fiorellini

La fioritura avviene tra l’autunno e l’inverno I fiori sono piccoli, di colore blu/lilla e riuniti in infiorescenze a forma di spiga.

Consigli per la coltivazione del Coleus

Il coleus è una pianta piuttosto delicata che non sopporta temperature troppo rigide, consideriamo al tal proposito, sempre quella che è l’origine della pianta. In questo caso è originaria dell’Asia e dell’Africa.

Nelle zone più fredde viene utilizzata soprattutto come pianta da interni, ma se gli  inverni sono miti la si può impiegare anche in aiuole o bordure.

Il Coleus si presta  benissimo per la decorazione di aiuole poco soleggiate oppure per vasi, cassette o ciotole collocate in giardino, sul terrazzo, sul balcone e  sul davanzale delle finestre.

Coltivazione in vaso

Per quel che riguarda la coltivazione in vaso sarebbe meglio  utilizzare dei vasi di terracotta consentono alla terra di respirare.

Coltivazione in piena terra

Se la pianta di Coleus viene piantata all’aperto in   un terreno argilloso, prima dell’impianto occorre fare uno scavo mescolare al terreno della sabbia (circa il 30%) per migliorare il drenaggio.

Temperatura

Il coleus si adatta bene alle temperature medie degli appartamenti, se la temperatura supera i 18 gradi si deve necessariamente vaporizzare la pianta.

Il coleus soffre a una temperatura inferiore ai 16 gradi.

Luce

Se si vogliono mantenere le foglie al massimo della forma (foglie lucide e brillanti) il Coleus va posizionato  in luoghi luminosi perché ama la luce pertanto deve essere esposta nella posizione più luminosa della casa preferibilmente a sud. Si può tenere anche alla luce solare diretta basta che sia protetta durante le ore di maggiore insolazione per non provocare scottature alle foglie. Ricordatevi che la  colorazione brillante e variegata delle foglie è direttamente proporzionale alla quantità di luce che ricevono.

Terriccio

Il Coleus cresce bene in terreno fertile, misto a torba e sabbia, per favorire il drenaggio dell’acqua in eccesso.

coleo

coleo – Mokkie CC BY-SA 3.0

Annaffiatura

La regola di base è questa: il terreno deve essere fresco ma non zuppo, è sufficiente  un bicchiere d’acqua ogni giorno, durante i mesi più caldi necessita di abbondanti annaffiature ma è bene sospendere in inverno, quando avviene  il  riposo vegetativo della pianta e limitarsi, durante questo periodo, mantenere il terreno umido.

Nei periodi caldi, di sera, è utile effettuare una benefica doccia sul fogliame.

Moltiplicazione

Il  Coleus si moltiplica per talea o per seme.

Occorre sempre considerare che con la moltiplicazione per seme non si ha la certezza di ottenere delle piante uguali alle piante madri.

Moltiplicazione per talea

Tra aprile e settembre si possono prelevare le talee che devono essere  lunghe circa 7-10 cm.

Con una lama disinfettata si tagliano direttamente sotto il nodo le talee eliminando le foglie più basse.

Poi la parte tagliata  si immerge in una polvere rizogena per favorire la radicazione, si sistema la talea in un terreno, si mette nel vaso una  busta messa a cappuccio per mantenere una temperatura costante e evitare l’eccessiva perdita di umidità

Poi le talee vanno sistemate  in una composta di torba scura e  sabbia grossolana. Si fa un buco con la matita e si sistema ad una profondità di 1,5-2 cm.

Si tiene Il vaso si in un ambiente arieggiato e all’ombra e ad una temperatura intorno ai 21°C mantenendo il terriccio leggermente umido quando cominciano a comparire le radici è segno di  radicazione della pianta che va quindi spostata  in una posizione più luminosa fino a che non saranno abbastanza grandi per essere manipolate.

Moltiplicazione per semi

I semi di Coleus si seminano  in gennaio-febbraio in terriccio fertile e  grossolana. Sono sufficienti 2 mm di interramento in un vassoio che va tenuto alla luce a 21 gradi circa mantenendo il terreno sempre umido

Si copre il vassoio  con un foglio di plastica (da rimuovere quotidianamente  per controllare il grado di umidità del terreno e togliere la condensa).

Quando i semi germogliano si leva il coperchio e si colloca il vassoio dove c’è più luce fino a che le piante saranno abbastanza grandi per  essere trapiantate.

Concimazione

Ogni 15 giorni durante la fase vegetativa, da marzo a settembre, il Coleus si può concimare con un  fertilizzante  a base di sostanza organica per rinforzare la pianta ed evitare attacchi di parassiti come le fastidiose Cocciniglie.

Potatura

Le piante  Coleus vanno cimate ossia vanno tagliati gli apici vegetativi dei rami quando tendono a disperdersi.

Altri consigli per la cura

Come substrato utilizzare un terreno di buona fertilità, permeabile e umifero. Se col tempo notate che le foglie appassiscono e cadono, vuol dire che la pianta e carente d’acqua; se invece, le foglie perdono la loro colorazione significa che l’esposizione non è abbastanza luminosa. Va rinvasata un paio di volte a stagione. La moltiplicazione avviene per semina, a fine inverno in serra calda. Si può propagare anche per talee erbacee, prelevate in primavera-inizio estate

Parassiti, malattie ed altre avversità

Il Coleus può essere soggetto a diverse patologie, dovute più che altro a cattiva coltivazione

Se si nota un ingiallimento ed un appassimento del fogliamene, può essere che si debbano regolare le irrigazioni, aumentandole

Se si nota la formazione di anelli scuri e grinzosi lungo lo stelo  ci si può aspettare che la pianta marcisca per le  troppe  annaffiature.

Si deve quindi lasciare  asciugare il terreno e si devono eliminare tutte le parti danneggiate.

Se si assiste ad un lento accrescimento della pianta e ad una scarsa produzione di fogliame, può trattarsi di carenze nutrizionali o a scarsa illuminazione.

Se le foglie si decolorano si probabilmente la pianta riceve poca luce e va quindi spostata

Se si nota la presenza di macchie sulla pagina inferiore delle foglie ecco che siamo in presenza di cocciniglia ed in particolare della cocciniglia farinosa che si può eliminare con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool o lavando la pianta in vaso con un acqua e sapone neutro e risciacquandola.

Se si nota la presenza di piccoli animaletti biancastri sulla pianta siamo in presenza di afidi che si trattano con antiparassitari specifici.

Curiosità

Il simbolo rappresentato dal Coleo è il sortilegio, infatti la straordinaria colorazione del suo fogliame sembra una vera e propria magia, l’accostamento delle tinte in una sola foglia è  vario e imprevedibile.

Il nome di questa pianta deriva dalla parola greca “koleos” che significa guaina e si riferisce ad una particolarità della struttura interna della corolla.

I primi esemplari di Coleo furono portati in Europa verso la fine del Settecento, ma la fortuna di questa pianta ebbe inizio soltanto mezzo secolo fa, quando nei giardini si impose il colore.

Il Coleo e le sue proprietà terapeutiche

C’è  una specie di Coleus, il Coleus forskohlii che contiene una sostanza, la foskolina usata nella medicina ayurvedica per ottenere diversi preparati utilizzati per combattere i crampi muscolari e allo stomaco, la pressione sanguigna, le allergie, l’asma e la depressione.

Inoltre favorisce  la perdita di peso in quanto aumenta la concentrazione dell’AMPc (AMP ciclico) all’interno delle cellule il messaggero cellulare che attiva numerosi enzimi tra i quali quelli lipostatici ossia quelli che stimolano la lipolisi ed il rilascio dei lipidi incrementando quindi la combustione dei grassi.

Coleus

 

Coleus (Coleo)

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Allora votalo!
[Voti Totali: 40 Media: 4.5]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
26Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
14Email this to someone
email

2 pensieri su “Coleus o Coleo (Solenostemon)

  1. E' UNA PIANTA FAVOLOSA!!!!! TUTTAVIA RICHIEDE ESTREMA ATTENZIONE PER LA CURA, PERCHE' GIA' VERSO LA FINE DELL'AUTUNNO DOVREBBE ESSERE TRASFERITA IN CASA, IN AMBIENTE LUMINOSO , PERCHE' E' MOLTO SENSIBILE ALLE VARIAZIONI TERMICHE STAGIONALI

    GRAZIE !!!! CIAOOOOOOOOO
    TOSCA.

  2. Io l’ho dimenticata in terrazzo e si è fatta tutto l’inverno al freddo; praticamente morta è risorta l’estate successiva

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.