Poinciana (Caesalpinia)

Dinesh Valke CC BY-SA 2.0

La Poinciana  (Caesalpinia) è una pianta esotica originaria delle isole Barbados. Si tratta di un grande arbusto che con qualche potatura può essere foggiato ad alberetto; ha foglie minute e fiori leggiadri, riuniti in bei grappoli apicali e di colore giallo con stami rossi ben evidenti.

E’molto ornamentale ed è conosciuta anche con nome di uccello del paradiso (con riferimento alla specie Caesalpinia gilliesii) per i suoi bellissimi fiori.

La pianta, forma grandi cespugli ma viene per lo più allevata ad albero e la sua altezza generalmente si aggira intorno ai 4/5 metri a seconda della quantità di precipitazioni

Ha  il fusto eretto e non molto robusto che  si ramifica dando vita ad una chioma espansa e tondeggiante.

I rami sono di colore verde – rossastro e sono ricoperti da numerose foglie composte di colore verde brillante.

Caesalpinia Arun Prabhu CC BY-ND 2.0

 

Classificazione botanica

Il genere  Caesalpinia appartiene alla  famiglia delle Fabaceae che comprende arbusti, piccoli alberi e suffrutici, diffusi nelle regioni tropicali e subtropicali,

Principali specie

La  Caesalpinia comprende diverse decine di specie che, a seconda degli autori varia da . da 70 a oltre 150.

Eccone alcune:

Caesalpinia bahamensis ​

E’ una specie originaria dei Caraibi, in particolare delle Bahamas e di Cuba, E’ un grande arbusto spinoso che cresce nei terreni paludosi sulle coste basse, lungo i fiumi. La sua altezza è di circa 1,5-2 m, ma può arrivare ad essere un piccolo albero alto fino a 4 m.

Presenta  foglie pinnate  lunghe fino a 30 cm, con 2-4 paia di pinnae con 3-6 foglioline. Produce dei  fiori che  sono raccolti in racemi più lunghi delle foglie. Il frutto è un bacello lungo 5-8 cm, che una volta maturo  diventa marrone. 

Caesalpinia echinata

Ha un tronco eretto, grigio scuro, ricoperto di spine(echinata significa “con spine”), in particolare nei rami più giovani. E’ caratterizzata  da foglie sono composte paripennate, di un bel colore verde brillante.

Produce  fiori che nascono in grappoli eretti, vicino all’apice dei rami. Hanno  quattro petali gialli e uno più piccolo  rosso e sono profumati; I frutti sono bacche di color marrone, coperte da lunghe e affilate spine e contengono da 1 a 5 semi a forma di disco.

Caesalpinia echinata mauroguanandi CC BY 2.0

Caesalpinia gilliesii (Uccello del Paradiso)

Caesalpinia gilliesii  Stan Shebs CC BY-SA 3.0

È una specie spontanea nelle regioni calde temperate  dell’Argentina e dell’Uruguay.

Nei climi d’origine è generalmente sempreverde; altrimenti è parzialmente spogliante.. Non tollera le  gelate inferiori a −7 °C. la sua altezza arriva a 1-4 m di altezza, a seconda della quantità di precipitazioni. In coltivazione difficilmente supera i 3 m e fiorisce solo quando è alta meno di 1 m. I fiori sbocciano in estate.

Caesalpinia pulcherrima

Caesalpinia pulcherrima Leonora (Ellie) Enking CC BY-SA 2.0

 

La Caesalpinia pulcherrima è uno splendido arbusto tropicale originario del Guatemala e del sud del Messico, ma molto presente in tutta l’area tropicale, E ’conosciuto anche come fiore pavone, uccello del Paradiso rosso, uccello del Paradiso messicano, orgoglio delle Barbados, flamboyant-de-jardin. La sua altezza arriva  a 3 m, ma nei  climi miti può diventare un sempreverde di dimensioni più ragguardevoli. Ha foglie bipinnate, di lunghezza di  20-40 cm. E’ il simbolo floreale delle Barbados.

Fioritura

La Poinciana fiorisce estate a partire da aprile inoltrato fino ad ottobre inoltrato.

Agli apici dei rami, durante il periodo della fioritura spuntano bellissime infiorescenze a pannocchie formate da tanti fiori riuniti in grappoli.

I fiori sono disposti in racemi lunghi fino a 20 cm, ogni fiore ha cinque petali giallo pallido con 10 lunghi ed evidentissimi stami color cremisi. I frutti, a legume, sono densamente ricoperti da un fitto e corto tomento rossastro.

Dai fiori, gradevolmente profumati, con corolla  a cinque petali di colore giallo carico, spuntano lunghi stami di colore rosso vivo.

A fine fioritura o contemporaneamente ai fiori fanno la comparsi i frutti dei particolari baccelli appiattiti contenenti dei semi scuri.

 rjayar CC0 Creative Commons

Consigli per la coltivazione della Caesalpinia

La Caesalpinia  può essere coltivata in vaso o in piena terra. Considerate che gli appassionati di giardinaggio sostengono a ragion veduta che in vaso è piuttosto ingestibile quindi è senza dubbio preferibile la coltivazione in piena terra.

La messa a dimora della Caesalpinia  va effettuata nel periodo autunnale o alla fine dell’inverno. Dato che la Poinciana ha un apparato radicale poco profondo e il fusto esile è consigliabile sostenerla con tutori fino almeno 2-3 anni di vita.

Coltivazione in vaso

Se coltivata in vaso occorre optare per un contenitore  profondo, nel quale andranno messe  palline d’argilla sul fondo e terriccio fertile e leggero. Il ristagno d’acqua è molto dannoso per le radici.

Pianta da siepe

La Caesalpinia  è  perfetta per essere coltivata in giardini domestici e può essere piantata in gruppi per formare una siepe. Quindi se avete un giardino potete optare per questa soluzione che attirerà molte farfalle. Piantatela possibilmente nella zona più calda del  giardino e secca d’inverno (ricoprite la pianta con cannette di bambù e la base con sempreverdi e foglie cosicchè l’acqua non ristagni).

CC0 Creative Commons sarangib

Temperatura

La  Caesalpinia sopporta bene sia le alte che le basse temperature. Quando le temperature scendono troppo è opportuno  intervenire proteggendo gli arbusti più sensibili, ricoprendo le radici con foglie secche o paglia.

Luce

La  Caesalpinia predilige esposizioni in pieno sole,tenetela in un luogo luminoso

Terriccio

La  Caesalpinia pur adattandosi al comune terreno da giardino preferisce i terreni sciolti, ricchi di sostanza organica e ben drenati .

Annaffiatura

La  Caesalpinia va annaffiata regolarmente, lasciando sempre che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra. Le piante allevate in piena terra si accontentano delle piogge e vanno annaffiate solo nei periodi di prolungata siccità. Gli esemplari giovani e quelli allevati in vaso richiedono regolari apporti idrici e sempre quando il terreno è completamente asciutto.

Moltiplicazione

La Poinciana in qualsiasi periodo dell’anno si può riprodurre  per semina. I semi vanno messi a germinare in un terriccio misto specifico. Nel momento in cui le nuove piante diventano sufficientemente  vigorose allora si possono coltivare in contenitori singoli fino al momento del trapianto. Per assisterealla fioritura bisogna aspettare almeno 2-3 anni.

Concimazione

Per favorire lo sviluppo della nuova vegetazione e dei fiori utilizzare in primavera un concime ricco di azoto e potassio. Si può intervenire periodicamente, con concimi liquidi o in polvere diluiti all’acqua di annaffiatura ogni 20-25 giorni.

Potatura

Dopo la fioritura  o a fine inverno alleggerire la chioma accorciando i rami dell’anno e quelli rovinati dal freddo.

Altri cosigli per la cura

Utilizzare un terreno profondo, permeabile e fertile. Per moltiplicare queste piante si deve ricorrere alla semina e chi desidera ottenere una pronta fioritura deve reperire dei soggetti già cresciuti e predisposti in vasi; il trapianto va eseguito in primavera. Utilizzare dei tutori per sostenere le specie arbustive o arborescenti, almeno nei primi anni. Per tutte le specie conviene eseguire a fine inverno o nel mese di aprile un’energica potatura in modo da accorciare i rametti che anno fiorito. Nelle zone con clima freddo necessita di qualche protezione invernale, con teli di tessuto non tessuto e con una pacciamatura basale di foglie secche o paglia.

Parassiti malattie ed altre avversità

La Caesalpinia   non tollera i ristagni idrici occorre quindi regolare attentamente le annaffiature e, soprattutto, occorre coltivare la pianta in un terreno ben drenato. Se coltivata in vaso si deve porre dell’argilla o della perline in fondo al vaso.

La cattiva manutenzione della pianta può portare a problemi alla stessa quindi occorre attenersi alle poche regole di coltivazione per avere una pianta forte e sana.

Se si nota la presenza di piccole formazioni fioccose sulla pianta la pianta potrebbe avere subito l’attacco della cocciniglia farinosa, fate la prova del nove grattando  grattando  con un’unghia le formazioni, che verranno via facilmente.

La Cocciniglia farinosa può essere  eliminata strofinando con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool oppure lavando accuratamente la pianta con acqua e sapone neutro, si deve strofinare delicatamente e poi sciacquare abbondantemente  per eliminare tutto il sapone.

Curiosità

Pianta originaria dell’America australe. Queste piante si possono utilizzare come cespugli o piccoli alberetti da piantare isolati o a gruppi. Alcune specie sono molto apprezzate come piante ornamentali

Tossicità

Lac aesalpinia pulcherrima, nota anche come “Orgoglio delle Barbados” o “Fiore del pavone”, ha  semi che contengono tannini e la loro ingestione causa vomito e diarrea che, di norma, rientrano nell’arco di 24 ore.

Linguaggio dei fiori

Il fiore della Poinciana simboleggia l’amore non corrisposto.

Articoli correlati che possono interessarti

Ti piace l'articolo? Allora votalo! Usa i commenti e dicci cosa migliorare.
[Voti Totali: 10 Media: 4.6]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
7Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
3Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.