Peperoncino Hot Lemon o Lemon Drop

Peperoncino hot lemon
Peperoncino hot lemon prilfish CC BY 2.0

Il Peperoncino Hot Lemon noto anche come Lemon Drop, e Ají limon, (letteralmente significa “goccia di limone”) è una cultivar di peperoncino della specie Capsicum baccatum, originaria delle Ande Peruviane ed dove è noto  con il nome di Kellu Uchu.

Si presenta comea una pianta dal portamento ad alberello compatto, è caratterizzato da una forma conica, misura circa 60 millimetri di lunghezza e 12 millimetri di larghezza e presenta qualche piega e arricciamento sul fusto e di colore giallo intenso. La pianta si sviluppa in altezza ed è molto ramificata. Le foglie sono strette e verdi scuro, i petali possono avere dei colori verdi – biancastri e possono presentare macchie di colore giallo – verdi.

Si tratta di una pianta molto produttiva: nell’arco di un anno può produrre circa 100 frutti. I giorni che passano tra la fecondazione dei fiori e la maturazione dei frutti è di circa 80 giorni. Inoltre, il nome deriva anche dal suo sapore agrumato e dal suo retrogusto al sapore di limone

È una cultivar molto impiegata in cucina e la si può assaporare nei piatti a base di pesce, nelle salse e nelle insalate.

La sua popolarità è andata via via crescendo ed esattamente come altre cultivar della specie era noto Occidente già primi anni 90.

Ad un anno dalla coltivazione, se la terra è particolarmente fertile, le piante di Peperoncino Hot Lemon possono arrivare a misurare dai 1.50 metri a 2 metri di altezza ai 50 – 70 centimetri di larghezza.

La peculiarità del peperoncino Hot Lemon è il colore giallo acceso, anche nel gusto è particolare perché ha un leggerissimo, quasi impercettibile retrogusto di limone.

Parlando di peperoncini non si può omettere il dato relativo alla piccantezza che, in questo caso, nella scala Scoville / SHU è 30.000

Classificazione Botanica

Peperoncino hot lemon
Peperoncino Hot Lemon Richard Elzey CC BY 2.0

Il Peperoncino Hot Lemon, nome scientifico Capsicum annuum, appartenente alla famiglia delle Solanacee, è una pianta annuale.

Fioritura

Se il clima non è troppo freddo il Peperoncino Hot Lemon può anche fiorire più volte durante l’anno

Consigli per la coltivazione del Peperoncino Hot Lemon

Non è una pianta di difficile coltivazione.

Coltivazione in Vaso

Il Peperoncino Hot Lemon può essere coltivato in vaso, considerate che se la pianta si trova in un vaso troppo piccolo, non crescerà molto, ma farà egualmente frutti.

Da pianta annuale può diventare perenne, se spostata e ben tenuta in casa. Per il vaso è opportuno preparare un buon terriccio considerando che la pianta predilige terreni leggeri, ricchi di azoto che contribuiscono a rendere il sapore più piccante.

Avere un vaso in terrazza o sul davanzale è un ottimo modo per avere a disposizione un ingrediente prezioso per le vostre ricette ma è anche un ottimo modo per decorare la vostra terrazza. Il giallo dei frutti di questa varietà di peperoncino è altamente scenografico.

Coltivazione in Piena Terra

Dalla fine di Marzo fino alla fine di Maggio si può procedere con la messa a dimora delle piantine. Nell’orto considerate una distanza tra le file di 70 cm e tenete presente che per ogni metro quadrato ci stanno 3 piante. Per la vostra pianta scegliete una buona esposizione al sole.

Temperatura

Questo peperoncino, come tutta la specie, è piuttosto sensibile  alle basse temperature, proprio per questo  motivo  si consiglia la coltivazione come pianta annuale e si indica come periodo migliore per la messa a dimora l’inizio della primavera quando il rischio gelate è scongiurato.

Luce

Il peperoncino è una pianta che ama il sole, per cui è necessario scegliere posizioni soleggiate sia nell’orto che nel balcone.

Terriccio

Predilige terreni leggeri, senza ristagni di acqua. Non necessita di concimazioni organiche e minerali.

Peperoncino hot lemon
Peperoncino Hot Lemon User:Carstor CC BY 2.0

Annaffiatura

Occorre irrigare con regolarità perché  la pianta ha bisogno di  molta acqua, ma soffre i ristagni idrici che vanno assolutamente evitati.

Moltiplicazione

Il Peperoncino Hot Lemon, cosi come altri peperoncini della famiglia (vedi Peperoncino Jalapeno), si riproduce per seme. In primavera possono essere sistemati  i semi in un semenzaio che andrà collocato in luogo riparato e con temperatura costante di circa 18°C. Prima di spostare le piantine in posizioni di pieno sole è opportuno attendere che siano ben sviluppate, perché la luce diretta del sole potrebbe danneggiarle. Il peperoncino ha bisogno  di tanta luce, ma non durante le prime fasi dello sviluppo. Il passaggio da posizioni più riparate a luoghi in pieno sole deve essere pertanto graduale.

Concimazione

Se si vuole intervenire con l’impiego di concimi, è meglio farlo con quelli specifici che aumentano la qualità del ph del terreno e favoriscono la crescita di una pianta più vigorosa e produttiva.

Si può procedere alla concimazione anche in diluizione nell’acqua, una volta a settimana, impiegando concimi liquidi oppure granulare a lenta cessione.

Potatura

Le piantine di peperoncino non hanno bisogno di veri e propri interventi di potatura, in quanto hanno uno sviluppo abbastanza controllato. E’ sufficiente un’occasionale pulizia per asportare parti secche.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Il Peperoncino Hot Lemon può essere attaccato da acari, dalle coccinelle, dagli afidi, dalle mosche bianche, dalle cimici. Tra i sintomi si sono la perdita di vigore della pianta, la presenza degli insetti e delle loro uova.

I trattamenti possono essere effettuati a seconda del caso sia in maniera chimica che in modo naturale, in momenti diversi dell’anno. Se le foglie tendono ad accartocciarsi, forse il terriccio è troppo secco o la pianta è esposta in modo eccessivo e al sole o al  caldo. Se invece le foglie diventano gialle potrebbero essere un problema opposto, ossia la pianta potrebbe soffrire di scarsa esposizione solare.

Peperoncino Hot Lemon

Curiosità

Il Peperoncino Hot Lemon è originario del continente americano come altre piante della sua stessa famiglia, le melanzane, le patate ed i pomodori. Della sua introduzione in Europa dobbiamo ringraziare Cristoforo Colombo che ne portò con sé i primi esemplari al rientro dal suo secondo viaggio.

Il suo nome deriva dall’acceso colore giallo limone che assume a maturazione avvenuta e naturalmente alla piccantezza del frutto, che raggiunge quasi 30.000 Unità Scoville.

In cucina il peperoncino hot lemon si sposa molto bene con piatti di carne bianca o pesce. il suo impiego è previsto particolarmente nei piatti dai colori accesi, solitamente  a base di pesce. La sua peculiarità visiva fa sì che venga impiegato anche per la preparazione delle salse e per la consumazione nelle insalate.

Le dimensioni del peperoncino variano dai 4 ai 7 cm, e al suo interno non sono presenti semi in abbondanza (dieci circa per frutto).

Chi lo assaggia lo descrive  come dolce, leggermente piccante e dal sapore agrumato.

Il livello di piccantezza, secondo la scala Scoville, è misurato in 30.000, ovvero nella media, forse perchè attenuato leggermente da questo profumo agrumato, lievemente percettibile.

La pianta è bella da vedere e quindi la si coltiva anche solo per il risultato estetico, non solo per l’uso culinario.

Tossicità  e/o uso erboristico

Le qualità Peperoncino Hot Lemon vanno al di la del gusto e della bellezza: questo peperoncino è ricco di principi attivi. La capsaicina è una sostanza in grado di stimolare il flusso sanguigno, contrasta gli effetti dell’artrite e dei dolori muscolari, abbassa il colesterolo, attiva il metabolismo, contribuisce a tenere il peso sotto controllo e combattere l’insorgere dei batteri.

Per la sua piccantezza, un uso eccessivo può dare problemi di irritabilità all’apparato gastrico per cui è da limitare se si è soggetti a gastriti, ulcere e gatrointerite.

Il Peperoncino Hot Lemon è ricco di vitamine delle famiglie A, B, C, E, K e di sali minerali, lecitina, bioflavonoidi e carotenoidi. In 100 grammi di peperoncini ci sono oltre 200 grammi di vitamina C.

Come per ogni frutto, verdura e spezia, le vitamine si possono acquisire soprattutto quando sono fresche, perchè essendo sostanze volatili, la loro concentrazione diminuisce drasticamente quando i frutti vengono essiccati.

“Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Linguaggio dei Fiori

Il peperoncino da che mondo è mondo è un simbolo di fortuna e anche un potente talismano per scacciare gli eventi sfavorevoli.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.