Come Funzionano le Serre Fotovoltaiche

serre fotovoltaiche

Sempre più persone stanno riconoscendo i vantaggi dell’utilizzo dell’energia rinnovabile e da tantissimi anni i pannelli solari sono la principale applicazione che permette di sfruttare l’energia solare in ambito domestico. Ma questa fonte di energia ha trovato interessanti risvolti anche nel settore dell’agricoltura fai da te o professionale.

Il fotovoltaico applicato all’agricoltura

La luce del sole non è solo un altro tipo di luce, ma trasporta anche energia termica. Pertanto, quando la luce solare passa attraverso un materiale come il vetro, una parte di essa viene convertita in energia termica.

L’energia solare può essere utilizzata per molti scopi, dalla produzione di acqua calda al riscaldamento domestico, ma non solo. Nel settore delle serre, le serre fotovoltaiche sono diventate una realtà interessante per molti agricoltori, perché garantiscono una perfetta ottimizzazione dei costi energetici e un’alta efficienza, oltre al totale rispetto dell’ambiente.

Come funzionano e come sono fatte le serre fotovoltaiche

Le serre fotovoltaiche hanno un aspetto simile alle normali serre, con la differenza che prevedono l’installazione di speciali pannelli solari che hanno lo scopo di trattenere parte del calore assorbito e distribuirlo in maniera bilanciata.

L’eccedenza di energia elettrica prodotta può essere immagazzinata, per essere utilizzata nei giorni più freddi oppure può essere rivenduta all’Enel.  

Qualsiasi tipo di serra fotovoltaica presenta una sorta di tetto a falda, che può essere realizzato in vetro trasparente o in film di polietilene. I pannelli vengono orientati a sud in modo che possano prendere luce diretta.

Molto diffusi nei moduli moderni i pannelli semitrasparenti con vetri fotovoltaici a celle cristalline, che rappresentano uno splendido esempio di integrazione architettonica. I pannelli solari sono installati sul tetto, che produrrà energia per tutte le attività, dall’aria condizionata all’interno della serra fotovoltaica all’irrigazione.

Naturalmente, essendo un sistema off-grid, ovvero autosufficiente ed elettricamente isolato dalla rete di distribuzione di energia elettrica, necessita di apposite batterie per il fotovoltaico. Lo scopo di queste batterie è quello di accumulare tutta la corrente prodotta dai pannelli solari per renderla disponibile nei giorni in cui il sole non è presente ad alimentarli.

Le batterie a materiale assorbente vetroso, meglio note come Batterie AGM, sono le più utilizzate in questo campo perché offrono una durata di tre volte superiore rispetto a batterie convenzionali grazie alla loro maggiore densità di potenza. Inoltre, funzionano bene alle temperature più fredde e, grazie alla loro bassa resistenza interna, possono essere caricate e scaricate più rapidamente di altre.

Non sono necessari grandi spazi per installare una serra fotovoltaica: esistono anche dei moduli pensati per essere posizionati in un semplice giardino, o addirittura sul balcone. In questo modo anche chi occupa ristretti spazi metropolitani può pensare da sé al proprio fabbisogno.

I vantaggi del fotovoltaico nelle serre

L’uso dell’energia solare per le serre presenta numerosi vantaggi per gli agricoltori. Prima di tutto, lo spazio è ottimizzato affinchè la superficie per le attività agricole, orticole o di vivaio non venga ridotta in alcun modo.

C’è poi tutta una serie di vantaggi economici perché, la serra fotovoltaica, riduce nettamente i costi di gestione ordinaria. Ultimo ma non meno importante, è un metodo ecologico e non inquinante. Vediamo nell’ordine come il fotovoltaico sta rivoluzionando l’agricoltura.

Prevenzione delle emissioni di gas serra

Il vantaggio dell’utilizzo di una serra solare è che non si avranno le emissioni di serra tipiche di una serra normale. La maggior parte di questi gas è generalmente tossica per le piante al suo interno. Utilizzando l’energia solare, tali gas saranno assenti poiché l’energia solare è generalmente pura. Ecco perché la tecnologia dell’energia solare è così preziosa.

Risparmi

Una serra di solito consuma molta energia per mantenere le temperature più appropriate, l’illuminazione e altri processi critici che rendono efficace una serra. Un costo non indifferente a livello di consumi. Inoltre, quando si verifica un’interruzione dell’alimentazione, come un’interruzione di corrente, le colture potrebbero risentirne. Tuttavia, quando si dispone di una serra a energia solare, l’intero gioco cambia, perché non sei soggetto ad ulteriori spese.

Maggiore efficacia ed efficienza

Quando si utilizzano altri tipi di fonti di energia, è richiesto anche buon sistema di controllo della temperatura all’interno della serra. Nelle serre a energia solare, tuttavia, è possibile regolare le impostazioni di temperatura in modo che si regolino da sé. Inoltre, è possibile installare prese d’aria sul tetto in modo che i sensori facciano aprire automaticamente il tetto ogni volta che c’è troppo calore. L’energia solare immagazzinata durante i giorni caldi può essere anche sfruttata per compensare la temperatura dei giorni più freddi.

Puoi posizionare la tua serra fotovoltaica ovunque

Questa nuova tecnologia a energia solare ti consente di costruire la tua serra in qualsiasi posizione tu voglia. Infatti, quando si utilizza l’elettricità, si è costretti a posizionare la serra solo in luoghi in cui è facile avere collegamenti elettrici. Ciò è particolarmente vantaggioso per le persone che vivono in aree rurali in cui la fornitura di elettricità non è sempre garantita.

Quali sono i costi delle serre fotovoltaiche

I prezzi delle serre solari variano dai 1000€ ai 2000€ al kilowatt, ma il prezzo può variare in base ad una serie di fattori. Il primo è il gestore da cui acquistiamo i pannelli solari, il secondo dipende dal tipo e dalle dimensioni del pannello. Ne esistono di diversi ognuno con specifiche capacità in kilowatt che consentono un guadagno diverso.

Ma l’investimento iniziale deve considerare anche il costo del terreno, il prezzo del tipo di modulo scelto e della struttura di ancoraggio e fissaggio e la spesa per la messa in opera. Se dobbiamo costruire delle strutture a terra ex novo i prezzi si alzano molto.

Per quanto riguarda i rendimenti, la produzione di energia elettrica dipende ovviamente dalla zona climatica in cui viene installata: è chiaro che al sud ci sia più insolazione rispetto ad altre regioni, ma orientare la serra a sud permette di produrre il 40% in più rispetto ad un impianto orientato a nord.

Facendo una media possiamo dire che il tempo di recupero della spesa si aggira intorno ai 10 anni. La serra fotovoltaica dunque è una soluzione ecologica non soltanto per gli agricoltori professionisti, ma anche per quei giardinieri stagionali che vogliono nutrirsi di prodotti genuini coltivati personalmente.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.