La temperatura

La maggior parte delle piante crescono bene nelle condizioni di calore delle case, nelle quali si cerca di mantenere una temperatura costante e gradevole. Ma le loro necessità cambiano durante l’ anno. Allora, come agire? Scegliendo esemplari che si adattano alle condizioni della tua casa e aumentando o riducendo le annaffiature e l’ umidità ambientale.

LE REGOLE D’ ORO:

Cercare di mantenere una temperatura costante e tiepida, è la situazione ideale per la maggior parte delle piante da interni.

– Compensare la temperatura con la luce e l’ umidità. Più fa caldo, più le piante hanno bisogno di luce e di umidità.

– Annaffiare le piante più spesso nelle abitazioni calde e meno in quelle fredde.

– Mantenere le piante lontane dalle correnti d’ aria generate dai caloriferi o dai condizionatori.

– Mantenere le piante lontane dalle fonti di calore, incluse quelle che necessitano di temperature molto alte.

– Trasferire le piante in un luogo più fresco se hanno bisogno di riposo durante l’ inverno e i termosifoni sono in funzione.

– Togliere le piante dai davanzali delle finestre quando la notte diventa rigida.

-Evitare i cambiamenti bruschi di temperatura.

MOLTO IMPORTANTE:

Verificare la temperatura dell’ abitazione con regolarità per assicurarsi che sia la più appropriata per le piante. La maggior parte degli esemplari da interni prosperano senza necessità di prendere provvedimenti quando si mantengono tra i 15 e i 21°C.

Questi sono alcuni esemplari che si adattano a ogni stagione

CAMPANULA: in inverno resiste fino a 8° C; in estate all’ esterno. CICLAMINO: in inverno preferisce stare a 10° C, 15 al massimo; la notte resiste fino a 5° C. In estate, tenerlo all’ aria aperta. CYPERUS: 12° C in inverno, anche meno con poche annaffiature. In estate , a temperatura ambiente. MONSTERA: fino a 10° C, anche meno se si riducono le annaffiature. In estate all’ aria aperta. FELCE: la temperatura ideale oscilla tra i 13 e i 15° C in inverno, ma resiste bene fino a 3° C se si riduce l’ annaffiatura. In estate, a temperatura ambiente ma con molta umidità. TRADESCANTIA: mantenere a 10° C, anche meno riducendo le annaffiature; a temperatura ambiente, d’ estate.

Cosa ne pensano i nostri lettori:
Ti è piaciuto l'articolo? Dagli un voto:
[Voti Totali: 2 Media: 2.5]
E ora Condividilo sui tuoi social preferiti:Share on Facebook11Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Rispondi