Motosega elettrica o a scoppio: come scegliere la migliore per te

La motosega è un attrezzo indispensabile per chi deve occuparsi della potatura o il taglio di un albero. Viene infatti utilizzata dai boscaioli in sostituzione della sega manuale, la quale richiede un impegno fisico nettamente superiori e prevede tempi per concludere il lavoro ben più lunghi.

Ovviamente una buona motosega non è ad uso esclusivo di un boscaiolo. Anche tu puoi averne bisogno se hai un giardino o un terreno abbastanza grande da ospitare alberi. Non solo, può servirti per esempio se hai una stufa a legna e perciò vuoi ottimizzare i tempi del taglio dei tronchi. I modelli di motoseghe che puoi trovare in commercio sono tantissimi ed è per questo che nasce la guida che hai davanti. Il mio scopo oggi è quello di guidarti nella scelta della migliore motosega.

Il primo punto da affrontare perciò è il seguente. Meglio una motosega elettrica o a scoppio? Analizziamo subito questo aspetto, per poi passare alle caratteristiche tecniche.

Motosega elettrica o a scoppio?

Esistono tantissimi modelli e tipologie di motoseghe, però tutti alla fine possono essere catalogati sotto una delle due grandi sottocategorie, ovvero quelle delle motoseghe elettriche e delle motoseghe a scoppio. Qual è la differenza?

Motosega elettrica: le caratteristiche

Una motosega elettrica, detta anche elettrosega, è la più comune motosega che puoi comprare. Funziona a corrente e per metterla in moto devi collegare il cavo a una presa elettrica così da ottenere l’energia necessaria.

Senza dubbio è molto più ecologica e con un minor impatto ambientale. A differenza di quella a scoppio non produce fumi tossici e non inquina. È più semplice da maneggiare ed è anche più leggera.

Rientrano sotto questa categoria anche le motoseghe a batteria. Sono elettriche, però ricavano l’energia proprio dalla batteria. Il limite più grande in questo caso è la durata e non è consigliata per esempio se pensi di passare diverse ore a lavorare nel bosco.

Motosega a scoppio: le caratteristiche

Una motosega a scoppio invece, a oggi tra le più apprezzate, funziona a benzina. La maggior parte delle persone opta per questo modello perché è decisamente più comodo. Il motivo è semplice e intuitivo. Incontrare ovviamente una presa elettrica in mezzo a un bosco è impossibile. Servirebbe portarsi un generatore di energia dietro. Con il modello a scoppio basta semplicemente ricordarsi di far rifornimento di benzina ed eventualmente, portarsi una tanica di riserva.

Meglio elettrica o a scoppio?

Ciò però non significa che tutti hanno bisogno di una motosega a scoppio. Potresti infatti non aver bisogno di andare in aperta campagna a tagliare alberi. La motosega come ti ho accennato prima puoi utilizzarla anche nel garage di casa e solo per tagliare delle misure idonee pezzi di legno già precedentemente tagliati. Oppure se il tuo giardino è particolarmente piccolo e il cavo è più che sufficiente per permetterti di lavorare e potare gli alberi.

Perché acquistare una motosega elettrica quando quella a scoppio è più versatile? Esiste un perché in verità. La motosega elettrica prima di tutto è decisamente più silenziosa di quella a scoppio e non ha nemmeno bisogno di una manutenzione particolare. Ritengo che sia adatta a chi ne fa un uso occasionale e magari capita di tenerla ferma anche per diverse settimane o mesi.

La motosega a scoppio, al contrario, è pensata per un uso professionale, per chi deve andare in aperta campagna a tagliare o potare gli alberi e ha bisogno di uno strumento potente per poter intervenire sugli alberi più robusti.

La motosega elettrica è adatta invece a che ne deve fare un uso occasionale e hobbistico, non ha bisogno di allontanarsi molto dalla presa di corrente e non necessita di una potenza elevata.

Come scegliere la motosega migliore per te

Come hai potuto capire già da questo primo paragrafo, che serve a spiegarti le differenze tra una motosega elettrica e una a scoppio, non si può parlare della migliore motosega in senso assoluto, ma piuttosto quella che riesce a soddisfare meglio le tue esigenze e il tipo di lavoro per cui ti serve.

Esistono ovviamente altri elementi da prendere in considerazione quando si parla di motoseghe. Primo tra tutti è senza dubbio la potenza.

La potenza di una motosega

La potenza della motosega ti dice qual è la dimensione massima del tronco che puoi potare. Si deduce tranquillamente che, più è potente una motosega, e maggiore è la fatica che può sopportare in fase di potatura o di taglio di un albero.

Non è necessaria una motosega particolarmente potente se per esempio desideri solo poter tagliare delle giuste dimensioni dei tronchi, magari comodamente nel garage di casa tua. Serve invece una potenza nettamente superiore se hai bisogno di ripetere le operazioni di potatura spesso e in giardini o terreni piuttosto ampi.

Dimensioni della lama

Anche le dimensioni della lama devono essere tenute in considerazione quando si acquista una motosega, sia essa elettrica o a scoppio. Questo accade perché una lama molto grande può avere poco senso se tutto ciò che vuoi fare è tagliare ogni tanto la legna per il caminetto o cimentarti in qualche opera di bricolage. È fondamentale invece se lavori con la motosega o comunque, devi tagliare grandi rami.

Meccanismo di sicurezza

Non si scherza con la motosega. Nemmeno quando sono tanti anni che la padroneggi alla perfezione. Perciò se stai per acquistare un nuovo modello, assicurati come prima cosa che possieda il freno catena, ma anche la sicura per l’acceleratore e una impugnatura che protegge dalle vibrazioni e che potrebbe perciò farti scivolare via dalle mani la motosega. Il freno a catena per esempio fa sì che, in caso di contraccolpo, la catena si fermi immediatamente.

Dimensioni della motosega

Una motosega piccola ti consiglio di prenderla in considerazione se non previ di svolgere grandi e ricorrenti lavori di potatura. Hai un piccolo giardino, gli alberi non sono tanto grandi o semplicemente ti serve per tagliare la legna a una pezzatura inferiore. Ideale anche per i lavori fai da te. Una motosega più grande e potente invece è perfetta per i lavori un po’ più intensivi e frequenti, ma anche per tagliare i tronchi. Ovvio che se devi lavorarci per più tempo, ti suggerisco di valutare i modelli professionali che sono potenti e pensati per i lavori prolungati e intensivi a che permettono di abbattere anche gli alberi più grandi.

Conclusioni

Hai appena visto quali sono le differenze tra una motosega elettrica e una a scoppio, ma anche quali caratteristiche hai bisogno di tenere in considerazione al momento dell’acquisto. In questo modo hai tutti gli strumenti per valutare quale prodotto scegliere per evitare di comprare un prodotto che non fa al caso tuo.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.