Festuca glauca

Festuca glauca
Festuca glauca -foto di Toby HudsonCC BY-SA 3.0

Nota con il nome comune di festuca blu, la Festuca glauca è una graminacea sempreverde originaria dell’Europa. È caratterizzata da foglie filiformi di colore blu-grigio erette che formano cuscini erbosi densi e tondeggianti molto decorativi che ricordano un porcospino.

Durante il periodo della fioritura sugli steli rigidi emergono infiorescenze a spighette lunghe circa 25 cm composti da piccolissimi e numerosissimi fiori di colore verde con leggere sfumature porpora-violacee. Ai fiori seguono i semi di colore smeraldo, piccoli ed oblunghi e con un’ottima capacità di germinazione.

Classificazione botanica

La Festuca glauca è una specie del genere Festuca della famiglia delle Poaceae o Graminaceae, Sottofamiglia delle Pooideae, Supertibù delle Poodae, Tribù delle Poeae, Sottotribù delle Loliinae.

Il genere comprende diverse specie di piante erbacee perenni diffuse in tutta Europa.

Principali varietà

La specie conta diverse varietà. Eccone alcune

Festuca glauca “Blauglut”

È una varietà longeva e resistente a malattie e siccità ed è caratterizzata da un fitto ciuffo di foglie filiformi, leggermente carnose e lisce al tatto, di colore azzurro glauco, con riflessi argentati.

Generalmente non supera i 30 /40 cm di altezza. Fiorisce ad inizio estate, regalando fiori riuniti in una piccola spiga di colore grigio-azzurro con riflessi argentei.

In autunno assume un color bruno ed è sorretta da lunghi fusti che danzano alla minima brezza.

È perfetta per essere allevata in fioriere e bordure, lungo vialietti e ai bordi dei marciapiedi.

Festuca glauca “Elijah blue”

Festuca glauca Elijah blue
Festuca glauca Elijah blue-foto di David J. StangCC BY-SA 4.0

Questa varietà vanta un portamento a ciuffi compatti che arrivano a misurare 30 cm che diventano anche 80 quando è fiorita, ed un’ornamentale colorazione ornamentale blu-grigio. Si tratta di una varietà rustica che necessita di un’esposizione in pieno sole e di un terreno asciutto.

Festuca glauca “Uchte”

Si tratta di una graminacea sempreverde, che vanta un portamento a ciuffi compatti ed una colorazione del fogliame blu-grigio.

È una varietà rustica che necessita di un’esposizione in pieno sole ed un terreno asciutto. Fiorisce da giugno a luglio producendo fiori sterili che non disseminano.

Fioritura

La Festuca glauca fiorisce in estate nel periodo di giugnoluglio. I fiori sbocciano sui sottili fusti e sono raccolti in infiorescenze verdi lunghe circa 25 cm.

Consigli per la coltivazione della Festuca glauca

 Festuca glauca
Festuca glauca -foto di Arthur ChapmanCC BY-NC 2.0

Questa graminacea ornamentale può essere sfruttata come pianta da bordura o per coprire piccole aree di terreno. Ben si presta anche nei giardini rocciosi abbinata ad altre erbe ornamentali.

Preferisce terreni mediamente asciutti e ben drenati, ed ama un’esposizione in pieno sole dove ottiene il colore migliore del fogliame anche se tollera l’ombra leggera.

In inverno, nelle regioni a clima molto rigido, il fogliame perde il particolare colore blu-grigio ed assume un color giallo dorato. 

Coltivazione in vaso

La Festuca glauca si può coltivare in vasi. Nella scelta del contenitore si deve optare per vasi larghi e profondi.

Il terreno deve essere miscelato a materiale drenante.

Le irrigazioni per gli esemplari allevati in vaso dovranno essere più frequenti rispetto a quelle delle piante allevate in piena terra, ma è bene annaffiare sempre con moderazione e solo quando il terreno è completamente asciutto.

Il rinvaso si esegue in primavera quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio del vaso, indicativamente ogni 2-3 anni.

Per l’operazione di rinvaso si usa un contenitore leggermente più grande del precedente e del nuovo terriccio ricco di sostanza organica.

Coltivazione in piena terra

Festuca glauca
Festuca glauca

La messa a dimora si fa a settembre. Le buche devono essere distanti tra loro 40-50 cm e devono essere precedentemente ben lavorate e ben drenate.

Dopo il trapianto si procede con un’abbondante annaffiatura per fare in modo che le radici attecchiscano velocemente.

Se si coltiva come copertura del terreno, è bene mantenere una densità elevata, poiché le zolle non si espandono molto verso l’esterno e per evitare che le infestanti trovino spazio per crescere tra le zolle.

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi. Anche in questo caso si devono rispettare le esigenze colturali della pianta, e quindi scegliere una posizione dove possa ricevere le adeguate ore di sole.

Temperatura

La Festuca glauca teme il caldo eccessivo ma resiste anche alle temperature al di sotto dei -20° C.

Luce

Questa pianta preferisce i luoghi soleggiati ma si sviluppa abbastanza bene anche in quelli semiombrosi.

Terriccio

La Festuca glauca preferisce un terreno soffice e ben drenato, non tollera i terreni troppo ricchi di materia organica, quelli umidi e molto pesanti.

Annaffiatura

Si tratta di una graminacea che non ha bisogno di particolari irrigazioni e che si accontenta delle piogge, sopportando anche periodi di siccità seppur non troppo prolungati.

In caso di stagioni particolarmente siccitose è opportuno irrigare sporadicamente il terreno attorno al cespo di foglie, avendo cura di bagnare il substrato in profondità, e lasciandolo ben asciugare tra un’irrigazione e l’altra.

Moltiplicazione

 Festuca glauca
Festuca glauca -foto di StefanoCC BY-NC-SA 2.0

La propagazione della Festuca glauca può essere fatta per seme o per divisione dei cespi.

Moltiplicazione per seme

La semina si esegue in primavera nel mese aprile, in un terreno leggero mantenuto costantemente umido fino a quando compaiono i germogli. Nel momento in cui le piantine sono abbastanza grandi per poter essere maneggiate, vanno trasferite in vasi singoli fino alla messa a dimora definitiva.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

La propagazione per divisione dei cespi si esegue ogni due-tre anni quando le parti centrali delle piante tendono ad ingiallire.

Il periodo adatto è tra settembre e aprile. Si estrae il cespo dal terreno e si divide il pane radicale in più porzioni con radici ben sviluppate. Le singole porzioni vanno messe a dimora subito e vanno irrigate abbondantemente.


Concimazione

Per garantire una crescita ottimale della pianta durante la primavera si deve fornire, ogni 15 giorni circa, del concime specifico aggiunto all’acqua di annaffiatura. In autunno è invece necessario fornire del concime organico maturo a lenta cessione per le piante verdi.

Potatura

Per favorire l’infoltimento e per rimuovere le foglie appassite la Festuca glauca si pota a 5 cm dal terreno, sollevando i ciuffi di foglie morte e tagliandoli con un attrezzo specifico. Le infiorescenze secche si tagliano prima della maturazione dei semi così da evitare che cadendo sul terreno si autoseminino.

Abbinamenti con altre piante

Gli abbinamenti ideali per la Festuca glauca sono la Calamagrostis, l’Imperata cilindrica, il Panicum, il Pennisetum, il Miscanthus.

Altri consigli per la cura

Festuca glauca
Festuca glauca -foto di Arthur ChapmanCC BY-NC 2.0

Si tratta di una pianta a bassa manutenzione, una pianta molto autonoma che non necessita di trattamenti antiparassitari.

Occorre solo fare attenzione al marciume delle radici garantendo un buon drenaggio dell’acqua.

Si tratta di piante con una vita breve che richiedono frequenti divisioni. Il fogliame della pianta può diminuire notevolmente in caso di estati calde e umide.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Tutte le varietà di Festuca glauca sono molto resistenti agli attacchi parassitari. Tra le malattie fungine occorre solo prevenire il marciume redicale.

Curiosità

Il nome del genere deriva dal latino che significa ‘fuscello’ ad indicare la forma delle foglie.

La Festuca glauca, insieme a tante altre varietà, è stata una delle  piante simbolo all’Expo 2015 di Milano.

Tossicità  e/o Uso Erboristico

La Festuca glauca non è una pianta tossica.
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.