Pennisetum setaceum

Pennisetum setaceum
Pennisetum setaceum Fireworks

Il Pennisetum setaceum è una graminacea perenne originaria dell’Africa, del sud-est asiatico e del Medio Oriente.

È un’erba a crescita rapida, produce foglie verdi lineari e strette che arrivano a misurare un’altezza alte fino a 1,20 metri.

È caratterizzata da fusti, rigidi e sottili, sulle quali crescono infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm, composte da numerose spighette che compaiono da luglio a settembre, rosa scuro che con la maturazione gradualmente schiariscono creando così una varietà di sfumature di colore sulla stessa pianta. L’aspetto del ciuffo ricorda lo spruzzo d’acqua di una fontana, da cui il nome comune pianta fontana.

Viene coltivata come pianta ornamentale per l’attraente fogliame e le spighe fiorite.

In Italia si è naturalizzata nelle regioni a clima mite come Sicilia, Sardegna e Calabria. È stata introdotta nel 1938 dall’Orto botanico di Palermo per essere sperimentata come pianta da foraggio e si è diffusa rapidamente nei litoranei siciliani dove ha trovato un habitat ideale.

Classificazione botanica

Il Pennisetum setaceum è una specie del genere Pennisetum della famiglia delle Poaceae.

Principali varietà

Esistono varietà ornamentali molto decorative. Ecco alcuni esempi:

Pennisetum setaceum “Rubrum”

Pennisetum setaceum Rubrum
Pennisetum setaceum Rubrum- foto di David J. StangCC BY-SA 4.0

Questa varietà è caratterizzata da foglie rosso porpora e da un portamento morbido. Cresce bene nei climi mediterranei mentre nelle zone più fredde è coltivata come annuale o necessita di una protezione nei mesi invernali.

È caratterizzata da una crescita veloce, tuttavia è adatta anche per essere coltivata in vaso.

Vanta una fioritura molto scenografica caratterizzata da spighe grosse e morbide. Fiorisce ad estate inoltrata.

Si abbina molto bene alle rose inglesi.

Pennisetum setaceum “Fireworks”

Questa varietà cresce generalmente fino a 3-4 metri di altezza. È caratterizzata da foglie arcuate variegate con strisce longitudinali di colore bordeaux, rosa caldo, verde e bianco. A giugno sbocciano i vistosi e soffici fiori, di colore bordeaux-porpora, in spighette.

Le spighe dei fiori sono attraenti dal punto di vista ornamentale, ma non producono semi vitali. Questa cultivar è stata scoperta in Pennsylvania, nella primavera del 2004.

Fioritura

Pennisetum setaceum
Pennisetum setaceum- foto di Krzysztof Ziarnek, Kenraiz CC BY-SA 4.0

Il Pennisetum setaceum fiorisce in estate. La fioritura è una delle peculiarità di questa pianta ed è caratterizzata da infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm.

Le infiorescenze possono essere recise e fatte seccare in un luogo aerato, asciutto e poco illuminato, e poi usate per le composizioni di fiori secchi.

Consigli per la coltivazione del Pennisetum setaceum

Il Pennisetum setaceum può essere allevato come esemplare singolo o in gruppo.

Supera l’inverno solo nelle regioni con clima più favorevole. Il fogliame e la fioritura rendono questa graminacea perfetta nelle bordure.

Preferisce una posizione in pieno sole o in ombra parziale e deve essere collocata in zone protette da venti forti.

Le piante possono avere bisogno di un sostegno o di un altro tipo di palo e devono essere collocate Fornite acqua costante per tutta la stagione di crescita. alta 0,5-1 m Si tratta di una graminacea perenne, semirustica, con ciuffi di foglie ruvide, lineari.

Coltivazione in vaso

Questa pianta può essere allevata anche in vaso. Si deve considerare che cresce velocemente, pertanto nel momento in cui le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature occorre effettuare il rinvaso, ad inizio primavera.

I risultati migliori in vaso si ottengono accostando almeno 2 piante.

Coltivazione in piena terra

Pennisetum setaceum
Pennisetum setaceum- foto di LazaregagnidzeCC BY-SA 4.0

Il Pennisetum setaceum si mette a dimora nel mese di aprile, in una posizione soleggiata e riparata. Il terreno deve essere ben drenato. Si piantano in aprile, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate.

Si possono realizzare eleganti bordure mantenendo una distanza tra le piante di circa 40 cm.

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi. Si deve scegliere una posizione riparata dal vento.

Temperatura

Il Pennisetum setaceum è una pianta che supera l’inverno solo nelle regioni con inverni non rigidi.

Tollera infatti il caldo ma soffre a temperature inferiori ai 3°C.

Nelle zone più fredde, dalla fine dell’autunno è quindi necessario isolare le radici con della pacciamatura di paglia e foglie secche.

Luce

Questa graminacea preferisce posizioni soleggiate o semi ombreggiate.

Terriccio

Si adatta a qualsiasi tipo di terreno ma preferisce quelli leggermente umidi, fertili e ben drenati. Il substrato ideale ha un pH neutro, è formato da  terriccio universale misto a pomice ed è ricco di Humus o stallatico.

Annaffiatura

Si tratta di una pianta che resiste alla siccità, tuttavia è necessario irrigare regolarmente durante l’estate in particolare gli esemplari giovani e quelli coltivati in vaso.

Moltiplicazione

Pennisetum setaceum
Pennisetum setaceum

Il Pennisetum setaceum può essere moltiplicato per seme e per divisione dei cespi.

La semina si esegue in primavera tra marzo-aprile interrando i semi in un substrato specifico e mettendoli a germinare in un luogo ad una temperatura fissa di 18°C. Una volta che è avvenuta la germinazione, si lasciano irrobustire le piantine in un luogo luminoso e riparato fino alla messa dimora definitiva.

La moltiplicazione per divisione dei cespi si esegue ad aprile su piante che abbiano almeno 4 anni. I cespi più vigorosi si estraggono, si dividono e si ripiantano subito in buche ben lavorate e concimate. Poi si annaffia.

Concimazione

Gli esemplari giovani necessitano già dal momento della messa a dimora di nutrienti.

Per questo il fondo della buca va arricchito con stallatico ben maturo o con concime specifico per graminacee. In primavera e fino alla fioritura si dovrà fornire concime organico granulare volto a stimolare il ricaccio delle nuove foglie ed ottenere dei cespugli vigorosi. Anche subito dopo la potatura la pianta necessita di una concimazione.

Potatura

Le foglie secche vanno potate a 5-10 cm dal suolo. La potatura drastica porta la pianta a ricacciare nuove e vigorose foglie nella primavera seguente. Si esegue a fine inverno sia per eliminare rami secchi o danneggiati, sia per consentire alla pianta di crescere rigogliosamente

L’eliminazione delle foglie essiccate è importante sia per motivi estetici sia per scongiurare il rischio che si diffondano malattie fungine

Abbinamenti con altre piante

Il Pennisetum setaceum può essere abbinato a miscanthus, perovskia, rudbeckia, sedum, amsonia, aster, echinacea.

Altri consigli per la cura

Nelle zone più fredde , dalla fine dell’autunno e per tutto l’inverno è bene proteggere le radici alla base del terreno usando una pacciamatura di paglia.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Il Pennisetum setaceum è una pianta molto rustica e anche piuttosto longeva e difficilmente viene attaccata da parassiti animali. Se il terreno di coltivazione non è ben drenato o è troppo compatto può soffrire di marciume radicale.

Curiosità

Il nome del genere deriva dal termine latino ‘penna’ che significa ‘piuma’ e ‘seta’ che significa ‘setola’ in riferimento ai fiori che sono caratterizzati da lunghe setole piumose.

L’epiteto specifico significa ‘setolato’.

Tossicità  e/o uso erboristico

La pianta non è tossica ma è opportuno prestare attenzione all’infiorescenza che può penetrare nelle cavità orali e nella pelle degli animali raggiungendo anche le mucose, le orecchie e in alcuni casi i bronchi, rivelandosi altamente pericolosa e provocando effetti anche gravi.
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.