Lisianthus o Eustoma

Eustoma

Lisianthus (By Rameshng [CC BY-SA 3.0], from Wikimedia Commons)

Il Lisianthus, o Eustoma, è un fiore dal semplice aspetto, elegante e profumato.

È impossibile non essersi mai imbattuti nei delicati colori di questo fiore, ampiamente utilizzato in composizioni floreali dal grande fascino. Originario del Sud degli Stati Uniti e del Messico (clima tropicale), è giunto nel Vecchio Continente nell’800, attirando l’attenzione di tutti nel Giardino di Glasgow.

Dopo la scoperta, avvenuta nel XIX secolo e la sua prima apparizione agli occhi del grande pubblico, il Lisianthus è diventato uno dei fiori più apprezzati a livello europeo e mondiale. Dalla Scozia alla Francia, per poi arrivare nel nostro Paese, dove ha letteralmente stregato milioni di persone. L’Eustoma è molto utilizzato per creare bouquet da sposa eleganti e raffinati, forte anche del messaggio legato al significato del fiore: è il fiore dell’amore.

Il Lisianthus è spesso etichettato come un fiore molto difficile da coltivare, ma non è questa la più corretta delle definizioni.

E’ un fiore molto delicato, ma non per questo impossibile da coltivare. Le piante di Eustoma, che appartengono alla famiglia delle Gentianaceae, possono essere coltivate praticamente ovunque, sia per dare un tocco di delicato colore agli ambienti domestici, sia per trasformare un angolo del giardino in un elegante paradiso colorato.

Attenzione, questo non significa che si riesce ad adattare perfettamente a qualsiasi tipologia di clima, poiché il Lisianthus riesce meglio a svilupparsi in quelli che sono i climi temperati. È questa l’unica difficoltà legata alla sua coltivazione, cioè assicurare alla pianta un clima mai troppo rigido. Il consiglio è quello di sfruttare l’eleganza del fiore in quella che può essere la coltivazione in vaso domestica, in modo tale da azzerare i rischi derivanti da piogge forti o gelate.

Il Lisianthus (Eustoma) è una pianta erbacea semi rustica, annuale o perenne (dipende se coltivata in vaso in appartamento o all’esterno in piena terra), che tra le sue principali caratteristiche, oltre che l’indiscussa eleganza del fiore, ha una crescita abbastanza lenta.

Si presenta con esili steli floreali (anche questa caratteristica può essere un problema quando si parla di coltivazione in piena terra), che possono raggiungere i 50 cm di altezza. La pianta cresce compatta e proprio sugli esili steli di colore verde chiaro fanno la loro apparizione i bellissimi fiori con petali profumati e graziosi.

Classificazione botanica

Regno: Plantae;
Clade: Angiosperme;
Clade: Eudicotiledoni;
C.:Asteridi;
Ordine: Gentianales;
Famiglia: Gentianaceae;
Genere: Eustoma (Lisianthus)

Principali specie e varietà

Al genere Eustoma appartengono due specie, entrambe molto conosciute e che vantano una grande diffusione.

Eustoma Grandiflorum (Lisianthus russellianus)

È sicuramente questa la più popolare delle due specie, originaria del Messico e di alcune regioni dell’America del Sud (oggi vanta una grande diffusione in Giappone e Nuova Zelanda). È praticamente impossibile resistere al fascino di questa pianta: basta posare solo per un attimo lo sguardo sugli attraenti fiori, per essere sedotti come sotto l’effetto di un potente filtro d’amore.

Il Lisianthus russellianus, proprio per la bellezza della sua fioritura, è molto utilizzato come fiore reciso, per la creazione di straordinarie composizioni floreali.

L’Eustoma Grandiflorum è una pianta molto delicata, per la quale si consiglia una coltivazione in vaso in luoghi chiusi. Perfetta per dare un tocco di raffinata eleganza a qualsiasi angolo della casa. In giardino, nel nostro Paese, è difficilissimo coltivare questa specie. Solo nelle regioni costiere, dove il clima è mite anche d’inverno, è possibile fare una prova di coltivazione in piena terra.

I fiori sono grandi e di vario colore (sono tantissime le cultivar tra le quali è possibile scegliere, tutte con le medesime caratteristiche, ma con colori diversi), con petali profumati e raccolti in una leggera nuvoletta.

La fioritura del Lisianthus russellianus avviene in estate.

Lisianthus grandiflora

Eustoma grandiflorum – Lisianthus russellianus (foto CC BY 2.0)

Eustoma (Lisianthus) exaltatum

Specie erbacea perenne o annuale con steli che possono raggiungere anche i 70 cm di altezza. Le foglie, di colore verde chiaro, sono opposte e abbastanza larghe (fino a 4cm).

I fiori sono molto delicati e si differenziano leggermente dalla specie prima indicata, poiché si presentano con una maggiore apertura, che li rende ancor più delicati e leggeri. I colori sono vari, ma la varietà più diffusa è quella che presenta petali sulle tonalità del viola. Per il resto ha le medesime caratteristiche della specie prima descritta.

Lisianthus exaltatum

Eustoma exaltatum (foto CC BY-NC-ND 2.0)

Fioritura

La fioritura del Lisianthus avviene solitamente in estate e dire che la stessa è uno spettacolo sublime è, a volte, anche riduttivo. Abbiamo già parlato di fiori dall’elegante fioritura (vedi Dendrobium nobile), ma questa volta non smettiamo di sorridere mentre osserviamo il fiore di Eustoma. Lasciando da parte la varietà di colori, è la forma del fiore a catturare l’attenzione e sedurre chi si trova al cospetto di questa delicata pianta.

Fiori leggeri e con petali leggermente profumati, per alcuni aspetti simili alle Rose. Anche questa volta Madre Natura ha deciso di sorprenderci e farci capire quanto siamo fortunati a vivere in mondo così bello.

Piccolo consiglio: per migliorare la qualità dei fiori e dare alla pianta la possibilità di fiorire in modo copioso, si consiglia di eliminare i boccioli più piccoli. L’Eustoma concentrerà tutte le sue forze su quelli più robusti, producendo fiori straordinari.

Consigli per la coltivazione del Lisianthus (Eustoma)

Non inseriamo tale pianta nel gruppo di quelle resistenti e facilissime da coltivare e neanche in quello delle piante che richiedono una lunga esperienza botanica. L’Eustoma si colloca a metà strada: pianta facile da coltivare in vaso, ma difficilissima da coltivare in giardino, per le specifiche esigenze climatiche.

Coltivazione in vaso

Per coltivare al meglio il Lisianthus in vaso si consiglia di utilizzare un contenitore di almeno 15cm di diametro da riempire con terriccio di ottima qualità, sostenuto da uno strato di sabbia di fiume. Il vaso con l’Eustoma deve essere necessariamente collocato in un ambiente con temperatura mite e quando spostato all’esterno durante le stagioni più calde, in luogo abbastanza riparato. Attenzione alla corretta esposizione: tanta luce, ma mai lasciare questa meravigliosa pianta ornamentale sotto i più cocenti raggi del sole.

Massima attenzione deve essere prestata alle correnti d’aria, che non sono tollerate dalla pianta.

I semi possono esser piantati da novembre a febbraio e a tale operazione deve seguire una corretta concimazione. Il terriccio deve essere mantenuto sempre umido fino a quando la pianta non germoglia.
Il rinvaso deve essere effettuato ogni 2/3 anni circa, utilizzando sempre vasi leggermente più grandi e nuovo terriccio, sabbia e torba.

Lisianthus - Eustoma coltivazione in vaso

Lisianthus in vaso (foto CC BY 2.0)

Coltivazione in piena terra

Come detto, il Lisianthus non è la pianta perfetta per essere coltivata direttamente in giardino. Solo in zone dove il clima è particolarmente mite per tutto l’anno è possibile sfruttare la raffinata eleganza dell’Eustoma per impreziosire un privato spazio verde.

Nel nostro Paese le condizioni climatiche, anche se abbastanza stabili in alcune zone costiere, comunque non garantiscono un livello di sicurezza adeguato per la coltivazione di questa pianta.

Coltivazione in terrazzo

Il Lisianthus, quando coltivato in vaso, può essere tranquillamente spostato all’esterno, in modo da valorizzare ampi terrazzi o balconi durante la primavera e l’estate. L’importante è posizionare il vaso in un punto ben riparato e mai sotto i diretti raggi del sole.

Temperatura

La temperatura ideale per la coltivazione del Lisianthus è di circa 20°C (dai 17°C ai 25°C). La pianta resiste bene anche a temperature inferiori, ma meglio evitare di scendere al di sotto dei 10°C (ecco perché si sconsiglia la coltivazione in piena terra).

Luce

L’Eustoma predilige una esposizione di mezz’ombra. La luce è importantissima per portare la pianta verso una meravigliosa fioritura, ma è meglio non esagerare. I raggi diretti del sole possono danneggiare la pianta. Per chi ha la possibilità (e la fortuna) di poter coltivare il Lisianthus in giardino, si consiglia di metterlo a dimora vicino a piante dal più alto fusto, in modo tale da sfruttare la condizione di luce filtrata offerta dalle stesse.

Terriccio

Il substrato perfetto per il Lisianthus è molto leggero e ricco di sostanze organiche. Si consiglia di creare sempre uno strato più in profondità di sabbia grossolana per aumentarne la capacità drenante, di fondamentale importanza specialmente quando l’Eustoma è coltivata in vaso. Un mix di due parti di terra, una di sabbia e una di torba è quello che ci vuole per questa pianta ornamentale.

Annaffiatura

Le irrigazioni del Lisianthus devono avvenire con regolare cadenza nel periodo primaverile e in estate. È importante, nelle stagioni indicate, mantenere il terriccio sempre leggermente umido, evitando di creare pericolosi ristagni idrici.

In inverno le annaffiature dovranno ridursi drasticamente in numero e per quanto riguarda la quantità di acqua. Possono bastare anche delle nebulizzazioni (con acqua demineralizzata), così da allontanare il pericolo del marciume radicale, sempre alto per questa pianta.

Moltiplicazione

La riproduzione del Lisianthus può avvenire per:

  • seme: la semina deve essere fatta in autunno o in inverno in semenzaio, sfruttando un ambiente con temperatura costante e mai inferiore ai 15°C. Il contenitore (riempito con specifica composta per semi) dovrà essere mantenuto sempre al riparo e coperto, mentre il terriccio sempre umido fino alla germinazione.
  • Per divisione dei cespi: in questo caso è meglio intervenire durante il periodo primaverile, piantando subito le nuove piante.

Tra le due è preferibile la moltiplicazione per seme, poiché in questo modo le probabilità di ottenere delle robuste piante, che offriranno un bellissimo spettacolo durante la fioritura, sono maggiori.

Concimazione

Il Lisianthus (Eustoma) necessita di interventi regolari di fertilizzazione durante la stagione primaverile e durante l’estate. Utilizzare un concime liquido per piante da fiore, da somministrare alla pianta ogni 20 giorni circa. Il concime (da diluire nell’acqua per l’innaffiatura) dovrà essere ricco di ferro e con percentuali più basse di fosforo, in modo tale da garantire alla pianta il supporto necessario per una bellissima fioritura.

coltivazione in piena terra Lisianthus

Eustoma exaltatum in piena terra (By Clarence A. Rechenthin [Public domain], via Wikimedia Commons)

Potatura

Si consiglia di intervenire una o due volte per la rimozione degli apici vegetativi sfioriti e le parti danneggiate. Con la cimatura il Lisianthus si rinforzerà e sarà subito pronto allo sviluppo di nuovi getti laterali.

Parassiti, malattie e altre avversità

Il marciume radicale, causato da un livello eccessivo di umidità del terreno e da ristagni di acqua, è il pericolo più grande quando si parla di coltivazione del Lisianthus. Quindi, meglio evitare di annaffiare abbondantemente la pianta, così da scongiurare l’attacco di pericolosi funghi.

Tra i parassiti che possono attaccare le specie appartenenti al genere Eustoma possiamo ricordare il ragnetto rosso (le foglie ingialliscono e si accartocciano), la cocciniglia e gli afidi, pericolosissimi quando la pianta è in fiore. In questo caso, quando l’attacco è particolarmente violento, meglio intervenire subito con specifici prodotti antiparassitari.

Curiosità

Il Lisianthus si è presentato al grande pubblico da poco tempo, come abbiamo già accennato nel primo paragrafo, e la sua coltivazione commerciale è iniziata solo negli anni ’80. Oggi il fiore reciso è ampiamente utilizzato per composizioni destinate a matrimoni, comunioni o simili eventi.

Il nome Eustoma deriva dal greco “eu” (bella) e “stoma” (bocca/apertura). Si fa diretto riferimento alla forma del fiore, che si apre in modo meraviglioso, grazie ai leggeri petali disposti in modo ordinato.

Tossicità

Il Lisianthus non rientra nella lista delle piante tossiche e pericolose.

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori al Lisianthus (Lisanto o Eustoma) è stato destinato il significato della grazia e dell’eleganza. Il suo stesso nome di origine greca fa diretto riferimento alla bellezza del fiore e alla sua bellissima apertura.

Le varietà sono tantissime e ad ogni colore corrisponde uno specifico significato. Regalare un fiore è sempre un gesto molto apprezzato, ma è meglio conoscere bene il loro significato. Per non sbagliare ricordiamo che:

  • il Lisianthus blu può essere utilizzato per chiedere perdono alla persona amata;
  • Il fiore viola o lilla simboleggia un amore sincero.
  • L’Eustoma con fiori gialli è simbolo di amore e di grande gelosia.
  • Il fiore rosa simboleggia un amore sincero appena sbocciato.
  • Il Lisianthus bianco è fiore simbolo dell’eleganza e della raffinatezza, molto utilizzato per bouquet e decorazioni varie. È uno dei protagonisti floreali del matrimonio.

Articoli correlati che possono interessarti

Ti piace l'articolo? Allora votalo! Usa i commenti e dicci cosa migliorare.
[Voti Totali: 0 Media: 0]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
4Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
3Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add your own review

Rating

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.