Zucche Ornamentali o Decorative

Zucche Ornamentali

Quante volte siamo rimasti affascinati da quelle cucine stile country dove tra tovaglie a quadri e pentole di rame, spiccano allegre e colorate le zucche? Lanterne per Halloween, lampade, ciotole, vasi le zucche ornamentali si rivelano oggetti originali, ecologici e biodegradabili. Si tratta di veri e propri oggetti decorativi tanto belli che è un peccato mangiarli.

E infatti non sempre si possono mangiare. Stiamo parlando delle zucche ornamentali o decorative.

La zucca è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae. E’ originaria dell’America Centrale.

Le zucche ornamentali a maturazione presentano una polpa durissima e di poca quantità. Se essiccate, risultano cave tanto da contenere dei liquidi, per questa caratteristica in passato da queste zucche venivano ricavati dei contenitori per l’acqua o il vino.

Le zucche ornamentali sono caratterizzate da steli striscianti, foglie larghe ed espanse, hanno forme e colori estremamente vari e sono perfette per la creazione di composizioni autunnali. Se tenute in casa possono anche essere seccate, così da farle durare fino alla stagione successiva.

Le diverse varietà differenziano in base alla loro dimensioni: le zucche più piccole (tonde, a pera, a spirale e a turbante) sono adatte a tanti tipi di decorazione, hanno una maturazione di 90 giorni e si possono usare immediatamente dopo la loro raccolta; le zucche più grandi invece shanno tempi di maturazione più prolungati (circa 150 giorni) e una volta raccolte, occorre seguire un particolare procedimento di essiccazione.

Zucche Ornamentali

Classificazione botanica

La zucca ornamentale è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee.

Principali varietà

Ci sono diverse varietà di zucche ornamentali che differiscono per taglia, forma, buccia, colore. Vediamo le principali varietà.

Lagenaria siceraria longissima

E’ una varietà rampicante che produce frutti molto lunghi. Questa varietà viene coltivata soprattutto in Sicilia ed è ideale, da far crescere anche come pianta ornamentale su pergole, recinzioni e altre strutture simili.

Lagenaria siceraria a collo di cigno

Lagenaria siceraria

Come suggerisce il nome questa varietà si distingue per i frutti a collo ripiegato. Ha la buccia di colore verde intenso. E’ molto apprezzata a scopo ornamentale per la caratteristica forma e per l’originale colore della buccia dei frutti che presenta macchie bianche di varie dimensioni.

Lunga Butternut o Violina

Lunga Butternut

E’ caratterizzata da una buccia rugosa con costolature e da una la polpa di colore giallo-arancio dal sapore gradevolmente dolce. Il frutto è a forma di pera, e misura 30-35 cm di lunghezza, ha un peso di circa 1 kg. Si conserva a lungo mantenendo inalterate le sue qualità gustative.

Marina di Chioggia

Questa varietà produce un frutto grosso e schiacciato ed ha una buccia molto bitorzoluta di colore verde grigio. La polpa è giallo-arancio ed ha un sapore ottimo, è consistente e priva di fibrosità. Si presta benissimo ad essere cotta al forno. E’ facile da conservare.

Trombetta d’Albenga

Trombetta d’Albenga

Si tratta di una pianta a portamento strisciante, è rampicante e produce un frutto lungo e ricurvo con buccia liscia di colore nocciola che diventa chiaro a maturazione avvenuta. Questa varietà di zucca si consuma quando il frutto non è maturo ed è di colore verde chiaro.

Tonda Delica

Questo è un ibrido a ciclo precoce con ottima conservabilità. Produce un frutto appiattito con buccia di colore verde scuro e polpa di colore giallo carico. Ha un sapore decisamente dolce. I frutti pesano circa 1/1,5 kg.

Zucche decorative

Consigli per la coltivazione delle zucche ornamentali

Le zucche ornamentali si coltivano esattamente come quelle commestibili: la coltura si esegue a fine aprile, tramite semina diretta in piena terra o mettendo a dimora le piantine con pane di terra. Si tratta di piante molto vigorose, a portamento sarmentoso e con tralci lunghi anche parecchi metri, pertanto è opportuno tenere una distanza di almeno due metri l’una dall’altra.

Si può decidere di lasciare strisciare a terra le piante oppure di farle crescere con portamento rampicante quindi su recinzioni e pergolati, ottenendo uno straordinario effetto decorativo.

Il ciclo colturale delle zucche ornamentali è annuale e si adattano alla coltivazione in tutta Italia.

Coltivazione in vaso

Zucche decorative

E’ possibile coltivare la zucca ornamentale in vaso facendole arrampicare vicino a graticci o griglie.

Coltivazione in piena terra

Le zucche ornamentali richiedono terreni freschi, profondi e ben drenati per scongiurare il rischio di marciumi alle radici o al colletto. In primavera nei mesi di aprile-maggio, dopo aver preparato accuratamente il terreno dell’orto con la vangatura, con la concimazione minerale e organica, con la zappatura e con l’ affinamento finale si procede alla semina.

E’ possibile impiegare semi dell’annata precedente o di anni passati (restano attivi anche per 3-4 anni) posizionandone 2-3 in buche distanziate tra loro 2m x 1m, ad una profondità di 3-4 cm. Le buche devono essere molto distanti tra loro perché la pianta di zucca ha un grande sviluppo ed occupa repentinamente lo spazio a disposizione. Dopo una quindicina di giorni nasceranno le piantine e se ne terrà solo 1 per buca optando per quella più sviluppata e robusta. Durante la coltivazione si dovranno estirpare le piante infestanti, si dovrà irrigare nei periodi più caldi e a concimare periodicamente.

Coltivazione in terrazzo

Le zucche ornamentali sono rampicanti e possono essere coltivate in terrazzo usando un sostegno. Occorre tenere presenti le esigenze della pianta quindi scegliere un’esposizione soleggiata.

Zucche Ornamentali

Temperatura

La coltivazione delle zucche ornamentali è favorita in climi miti, con temperature attorno ai 10 e i 20 gradi. La temperatura ideale è quella superiore a 5-7°C, ottimale quella estiva di 25-30°C.

La zucca si coltiva a primavera inoltrata, quando non c’è più il rischio di gelate, che nuociono alla pianta.

Luce

Affinché le zucche ornamentali assumano il loro tipico colore brillante hanno bisogno di molta luce e illuminazione. Quindi è bene esporre le zucche al sole diretto per gran parte della giornata.

Terriccio

Il terreno ideale per le zucche ornamentali dev’essere ben concimato e ricco di sostanze organiche, morbido e ben drenato. Si può arricchire il terreno con letame maturo e compost.

Annaffiatura

La pianta della zucca va annaffiata la mattina ogni volta che il terreno è asciutto. Si deve evitare di bagnare le foglie. Le dimensioni che la zucca raggiunge durante la crescita sono inversamente proporzionali alla quantità d’acqua di cui ha bisogno.

Zucche Ornamentali

Moltiplicazione

Ad inizio primavera, si può seminare in semenzaio usando vasetti dal diametro piccolo (7-8 cm) riempiti di terriccio adatto alla semina. Si devono colloare due semi per ciascun vasetto ad una profondità di circa 3 cm, sempre con la punta rivolta verso il basso per evitare che marciscano. La temperatura non deve scendere al di sotto dei 16-18°. Una volta che il pericolo gelo sarà scampato, si può trapiantare la pianta nell’ orto in buchette di torba o compost.

Concimazione

le zucche ornamentali hanno bisogno di una buona dose di macronutrienti e micronutrienti. Occorre quindi aggiungere al compost molto potassio (K), per questo è ottimo mischiare cenere a volontà nel compost, oppure impiegare borlande (residui di lavorazione delle barbabietole)

Parassiti e altre malattie

Le zucche ornamentali esattamente come le altre varietà impiegate a scopo alimentare sono soggette a varie malattie fungine o crittogame e ai comuni parassiti animali che preferiscono le colture ortive e le piante ornamentali.

Come le altre cucurbitacee, come anguria, melo, zucchino, cetriolo, le zucche sono sensibili agli attacchi dell’oidio o mal bianco che si manifesta in caso di clima troppo umido econ una polvere bianca sulle foglie e porta alla marcescenza dei frutti, anche dopo la raccolta.

Altro problema comune alle altre cucurbitacee è la ruggine che forma vistose macchie scure sulle foglie.

Le zucche possono manifestare la peronospora, una malattia che porta la pianta di zucca a morte rapida. Inoltre le piante possono subire attacchi da parte degli afidi che si annidano soprattutto sui teneri germogli. Altri problemi legati ad una cultura errata sono quello del marciume delle radici, causato dalle eccessive annaffiature e dai ristagni idrici e del marciume del colletto (Pitium), malattia crittogamica che si manifestano in primavera e agisce solo a temperature sotto i 15 gradi e se c’è molta umidità.

Zucche Ornamentali

Curiosità

La zucca ornamentale si presta a molteplici usi decorativi e in teoria potrebbe anche essere mangiata, tuttavia, avendo poca polpa ed essendo questa piuttosto insapore, è consigliabile puntare su zucche da consumo che sono decisamente più gustose.

Le zucche ornamentali sono tantissime e si differenziano per forma, dimensione, colore e tipo di buccia.

Alcune varierà di zucca ornamentale maturano più precocemente, altre invece hanno una maturazione più lenta: ad esempio le zucche di piccole dimensioni maturano in circa 90 giorni mentre quelle di grandi dimensioni maturano in circa 150 giorni.

Le zucche decorative sono commestibili?

Alcune varietà di zucche decorative sono commestibili e anche ottime, ma altre non si mangiano e vengono coltivate unicamente a scopo decorativo.

Tossicità e uso erboristico

La zucca è un ortaggio perfetto per le diete ipocaloriche, vanta inoltre diversi suoi benefici: combatte diabete e ipertensione,contrasta i radicali liberi, protegge il sistema circolatorio e contiene molti sali minerali.

Zucche Ornamentali

Come conservare le zucche ornamentali ?

Per la conservazione delle zucche ornamentali occorre prima fare seccare adagiandole senza sovrapporle dentro una cassetta in legno o su una superficie grigliata. Le zucche vanno inoltre ruotate ogni due settimane per fare in modo che si asciughino in modo uniforme. Si possono anche appendere per il picciolo all’aperto ma forse è più facile e pratico tenerle su un davanzale a temperatura ambiente e lontano da ambienti umidi. Vanno quindi lasciate in un luogo asciutto, lontano dal sole diretto e vanno girate spesso per scongiurare il rischio che la superficie a contatto con il contenitore marcisca.

Se la zucca dovesse iniziare a decomporsi occorre scartarla subito. Dopo circa un mese il peso specifico della zucca si alleggerirà e la zucca diventerà sempre più leggera e secca. Il colore tenderà a sbiadire pur mantenendo le sue caratteristiche iniziali. Quando agitandola si sente il ‘rumore dei semi secchi’ allora la zucca è pronta. Una volta seccata la zucca dura diversi anni

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.