Scindapsus pictus

Scindapsus pictus
Scindapsus pictus – per la foto grazie a Floradania

Scindapsus pictus, chiamato comunemente anche pothos satinato o pothos argentato, è una delle piante d’appartamento più diffuse e facili da coltivare.

Originaria del sud-est asiatico, nel suo habitat nativo, si arrampica sui tronchi degli alberi tramite a delle radichette aeree. È una rampicante tropicale sempreverde che non tollera il freddo e che, per questo motivo dai noi è coltivabile in appartamento.
In piena terra arriva a misurare un’altezza di 3 metri, presenta foglie di colore verde opaco e ricoperte di macchie argentate. In coltivazione raramente fiorisce producendo fiori insignificanti.

È caratterizzata da foglie che possono essere in due forme diverse: quelle giovani sono ovali e intere, mentre quelle mature sono lobate. Le foglie sono satinate e di un colore che può essere da verde opaco a verde intenso sopra, più chiara e senza macchie sotto. Le foglie sono variegate L’intensità della variegatura dipende dalla cultivar.

Lo Scindapsus pictus è diverso dall’Epipreum e/o dal pothos comune, anche se sono molto simili tra di loro.

Una differenza tra Scindapsus pictus e il Pothos è la variegatura del fogliame.

La differenza principale tra i due generi sta nel numero di semi prodotti. Le specie di Scindapsus hanno un ovulo in ogni ovario, mentre quelle di Epipremnum ne hanno pochi. I semi dello Scindapsus sono arrotondati o leggermente reniformi. Le piante sono principalmente rampicanti con radici.

Lo Scindapsus pictus viene confuso anche con Philodendron silver.

Scindapsus pictus
Scindapsus pictus – per la foto grazie a Floradania

Classificazione botanica

Scindapsus pictus è una specie del genere Scindapsus della famiglia delle Araceae, sottofamiglia delle Monsteroideae, tribù delle Monstereae (la stessa tribù della Monstera e dell’Epipremnum, o pothos)

Principali varietà

Lo Scindapsus Pictus ha molte varietà, eccone alcune.

Scindapsus pictus ‘Argyraeus’

Misura mediamente un’altezza di 70 cm, è caratterizzata da foglie più piccole, di colore verde scuro. La variegatura presenta macchie argentee più definite, meno a chiazze e uniformemente distribuite. Le foglie hanno anche bordi argentati. Il nome della cultivar deriva dalla sua variegatura argentea

Scindapsus pictus ‘Silvery Ann’

È caratterizzata da foglie a forma di cuore di colore verde chiaro, molto variegate.

Scindapsus pictus ‘Exotica’

Questa cultivar presenta foglie lanceolate più grandi, di colore verde scuro, con ampie macchie argentate.

Altre specie di Scindapsus

La specie Scindapsus pictus è la più comune in coltivazione, ma al genere appartengono altre specie eccone alcune:

  • Scindapsus alpinus, proveniente da Sumatra
  • Scindapsus altissimus, originario del Queensland, New Guinea, Solomon Islands
  • Scindapsus beccarii, che proviene da Sumatra, Borneo, Peninsular Malaysia
  • Scindapsus carolinensis, una specie che arriva dal Chuuk Islands in Micronesia
  • Scindapsus coriaceus e Scindapsus crassipes native del Borneo
  • Scindapsus curranii, una specie che ha il suo areale nelle Philippines
  • Scindapsus cuscuaria, proveniente dal Nicobar Islands, Philippines, Maluku, Java
  • Scindapsus cuscuarioides, originaria della New Guinea
  • Scindapsus hederaceus, una specie che arriva da Indochina, Borneo, Java, Sumatra, Philippines
  • Scindapsus sumatranus e Scindapsus suffruticosus, due specie native del Sumatra
  • Scindapsus treubii, originaria del Peninsular Malaysia, Borneo, Java

Fioritura

Scindapsus pictus
Scindapsus pictus – per la foto grazie a Floradania

È raro che il Scindapsus pictus fiorisca in appartamento.

La fioritura avviene in estate, quando sbocciano spighe di piccoli fiori racchiusi in spate. Alla fioritura seguono piccole bacche. I fiori e le bacche compaiono raramente sulle piante da interno.

Consigli per la coltivazione dello Scindapsus pictus

Lo Scindapsus pictus è una pianta d’appartamento che richiede poca manutenzione.

Non tollera le temperature inferiori ai 13 gradi, per questo nelle regione italiane ne è consigliata la coltivazione in vaso.
Può essere usata come rampicante, in tal caso necessita di un sostegno che può essere un palo, un traliccio, altre piante, un muro o anche un mobile. Si attacca alle superfici attraverso le sue radici aeree. Rende molto in una fioriera sospesa, così che il suo fogliame scenda a cascata.

Coltivazione in vaso

Il rinvaso si esegue in primavera, generalmente ogni due anni, quando le radici emergono dai fori di drenaggio del vaso. Il contenitore deve essere più grande di circa uno o due centimetri rispetto al precedente e va riempito con un mix fresco di terriccio per interni.

Coltivazione in piena terra

Nelle nostre regioni è bene limitarsi alla coltivazione in vaso. Nella coltivazione in piena terra è bene scegliere una posizione in ombra parziale e un terreno fertile, umido ma ben drenato.

Temperatura

Scindapsus pictus
Scindapsus pictus – per la foto grazie a Floradania

Lo Scindapsus pictus tollera una temperatura minima di 13-15 gradi. Per questo è coltivata come pianta d’appartamento.

Luce

Questa rampicante ha bisogno di luce intensa, ma indiretta. Se esposta al sole diretto, le sue foglie perdono la tipica variegatura e si bruciano.
Può essere posizionata vicino ad una finestra ma protetta da una tenda che evita il contatto con i raggi diretti del sole.

Terriccio

Per gli esemplari allevati in vaso si può usare un terriccio commerciale per interni, che contiene sostanze nutritive e garantisce un buon drenaggio.

Annaffiatura

Prima di annaffiare è bene controllare che i primi due centimetri di terreno risultino asciutti. È opportuno evitare di irrigare eccessivamente e si deve procedere lentamente e in profondità usando acqua a temperatura ambiente.

Trattandosi di una pianta tropicale è bene mantenere un’umidità adeguata attorno alla pianta, anche mettendo il vaso su un sottovaso riempito di acqua e ghiaia che non sia in contatto con le radici della pianta.

Moltiplicazione

La propagazione può essere fatta per talea in primavera o all’inizio dell’estate, prelevando da una pianta delle talee con la punta di quattro centimetri e sistemandole in un vaso riempito con terriccio fresco per interni e con un buon drenaggio. Il terreno va mantenuto uniformemente umido e nella stessa posizione di luce indiretta della pianta madre. L’attecchimento avviene dopo circa un mese.

Concimazione

La pianta può essere concimata durante la stagione di crescita, dalla primavera all’autunno, con cadenza mensile usando un fertilizzante completo per piante d’appartamento, solubile in acqua.

Potatura

Le foglie danneggiate o morte possono essere tagliate e i rami che si allungano eccessivamente possono essere potati. La potatura della pianta favorisce la crescita di nuove foglie, può essere fatta in primavera, all’inizio della stagione vegetativa.

Altri consigli per la cura

nel fondo del vaso è opportuno porre uno strato drenante per scongiurare il rischio di marciumi radicali. Se la pianta accumula polvere si possono lavare le foglie con acqua.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Questa pianta difficilmente si ammala, ma potrebbe essere attaccata da squame o ragnetti, che possono levare meccanicamente lavando la pianta. In caso di attacchi massicci si può usare un apposito insetticida.

Curiosità

Il nome del genere deriva dal greco skindapsos, che ha diversi significati, tra cui “sui tronchi d’albero” in riferimento alle abitudini di crescita della pianta.

L’epiteto specifico dal latino significa ‘dipinto’ o ‘colorato’ in riferimento alla variegatura delle foglie.
Lo Scindapsus pictus ha la capacità di filtrare molti agenti inquinanti tra cui la formaldeide, presente nei tappeti e nei mobili.
La cultivar ‘Argyraeus’ ha ottenuto l’Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society

Tossicità e/o uso erboristico

Se masticata o ingerita, può causare irritazioni o gonfiore dei tessuti orali e di altre parti del tratto gastrointestinale.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy
L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.