Un orto verticale sul terrazzo

come realizzare un orto verticale sul terrazzo

Orto verticale sul terrazzo: tanta bontà in pochissimo spazio (foto cristina.sanvito CC BY 2.0)

Come realizzare un orto verticale sul terrazzo? Per sfruttare al meglio limitati spazi per creare un piccolo orto non è semplice, ma neanche impossibile. L’orto verticale fai da te è realizzabile con pochi accorgimenti e garantirà sempre buoni risultati.

Che cos’è e come realizzare un orto verticale sul terrazzo?

Tanti vasi e fioriere sistemate in modo tale da occupare meno spazio possibile all’esterno dell’abitazione: ecco come può essere descritto un orto verticale sul terrazzo. Una soluzione perfetta per coltivare verdure e ortaggi anche in città, quando non si ha a disposizione un ampio spazio verde da sfruttare.

Piccoli orti pensili che non sfruttano l’orizzontale superficie del terrazzo o di un più piccolo balcone e che possono portare ad eccellenti risultati di coltivazione. Realizzare un orto verticale significa avere sempre a portata di mano ortaggi “coltivati in casa” e valorizzare le pareti esterne con il verde di piante selezionate accuratamente.

Grandi vantaggi che nascono dalla possibilità di sfruttare spazi verticali, anche piccoli, fungendo da alternativa e valida soluzione alle classiche tecniche di coltivazione.

Non è più cosa rara imbattersi in piccole oasi verdi che si affacciano dai balconi dei piccoli appartamenti delle grandi città: orti verticali realizzati seguendo i consigli di esperti o creati seguendo alcune semplici regole che rientrano nel manuale del “fai da te”.

Questa piccola guida ha proprio lo scopo di fornire utili consigli e diverse idee per dar vita ad un orto verticale sul terrazzo con le proprie mani.

Il segreto per il successo è seguire delle semplici regole, ma anche dar libero sfogo alla propria creatività, perché importante è creare non solo un qualcosa di utile, ma anche bello dal punto di vista estetico. I giardini e gli orti verticali possono valorizzare in modo incredibile gli angoli più nascosti degli spazi esterni, ottimizzando la superficie che si ha a disposizione.

Che sia uno spazio destinato alla coltivazione di sole piante aromatiche o un piccolo orto dove far crescere specie vegetali normalmente consumate non importa. Quello che realmente conta è assicurare alle piante uno spazio con idonee caratteristiche per un loro regolare sviluppo, sistemandole in modo armonioso per soddisfare anche la secondaria esigenza decorativa.

Le diverse tipologie di orto verticale sul terrazzo

Per realizzare un orto verticale è possibile utilizzare dei kit già completi, da sistemare appoggiati alla parete e da riempire (vasi e vaschette già pronti all’uso) con del buon terriccio nel quale mettere a dimora le piante desiderate.

(Vedi le offerte per Kit per orto verticale su Amazon)

Non è l’unica soluzione, perché si può ricorrere anche al fai da te, costruendo un orto verticale adattandolo alle specifiche caratteristiche dello spazio a disposizione. Le soluzioni già confezionate e pronte all’uso attirano maggiormente l’attenzione, ma la soddisfazione che si può avere costruendo i supporti per i vasi con le proprie mani e vedere negli stessi crescere gli ortaggi piantati con cura non ha paragoni.

Come scegliere i contenitori per un orto verticale sul terrazzo e come sistemarli?

Lo scopo è quello di ottenere una solida scaffalatura modulare, sulla quale sistemare più ampie vaschette o un numero maggiore di piccoli vasi. Sono infinite le strade che si possono percorrere seguendo l’idea di realizzare un orto verticale fai da te, personalizzandolo per soddisfare specifiche esigenze di spazio e coltivazione. Di seguito sono indicate le diverse soluzioni prefabbricate (molto valide) e alcune idee per creare da zero (riciclando anche materiali destinati ad essere buttati tra i rifiuti) un ordinato insieme di contenitori a parete per sistemi a cascata o a colonna.

Vedi anche l’articolo Vasi per il Giardino Verticale.

Orto verticale con contenitori già predisposti

Tra le possibili configurazioni sono proprio gli scaffali in legno, in plastica o in ferro ad occupare il primo posto della lista. Realizzati per sostenere un numero più o meno alto di vasetti e da fissare alla parete, rappresentano la cosiddetta soluzione chiavi in mano. Basterà semplicemente scegliere la perfetta collocazione, per sfruttare intelligentemente la luce del sole e garantire alle piante un valido riparo, e procedere al riempimento dei contenitori.

Molto utili sono anche le fioriere a cascata, che occupano pochissimo spazio e che rappresentano una valida alternativa alle più rigide e semplici scaffalature per piante.

Le più ampie fioriere, già predisposte con struttura utile per creare un ordinato orto verticale, rappresentano la più semplice soluzione per coltivare diverse tipologie di piante. Sono semplici da installare e occupano pochissimo spazio. Le fioriere per orto verticale in foto si possono acquistare direttamente online cliccando qui.

Orto verticale sul terrazzo con pallet e bancali

Una semplicissima pedana in legno può diventare una perfetta struttura per sostenere contenitori nei quali piantare piccole piante. È una economica soluzione fai da te, perché è possibile procurarsi una pedana a costo zero andando in un qualsiasi magazzino o grande negozio, dove le stesse sono lasciate in un qualche angolo a marcire.

Non sono quasi mai riutilizzate e chiederle in dono significa quasi fare un favore a chi le possiede: meno ingombro per loro e nessuna azione per lo smaltimento, grande vantaggio per chi deve realizzare un orto verticale sul terrazzo. La struttura del pallet è perfetta per sostenere diverse tipologie di vasi, ma dovrà essere fissata con attenzione alla parete scelta, così da non avere sorprese alla prima folata di vento.

Di seguito un video con un tutorial

puoi acquistare bancali usati su eBay

Orto verticale fatto di mensole

Quante mensole avete in casa? Sicuramente tante. Sono utili, vero? Negli ambienti domestici possono essere utilizzate per soddisfare svariate esigenze, sostenendo libri, splendide cornici con foto e qualsiasi altro piccolo elemento dell’arredamento.

All’esterno, invece, possono essere sfruttate (quelle in legno trattato per resistere agli agenti atmosferici) per cerare uno straordinario orto verticale. Sistemando le mensole in modo sfalsato si recupererà tantissimo spazio dove collocare i vasi per le proprie piantine, andando anche a creare un angolo verde davvero elegante e caratteristico.

mensole per orto verticale sul terrazzo

Piccole mensole dove poggiare i vasi con piante aromatiche o simili. Belle, semplici, leggere e facilissime da fissare. Qui potete trovare la descrizione dell’elegante supporto mostrato in foto

Orto verticale a scaletta

Questa è un’altra soluzione consigliata per creare un piccolo orto ordinato e bello dal punto di vista estetico. Scegliendo degli scaffali sfalsati (la struttura è praticamente identica a quella di una normale scala), si potranno disporre vasi e più grandi cassette per coltivare le specie desiderate. Anche se è una delle soluzioni più belle dal punto di vista estetico, è anche quella che occupa più spazio: più lo scaffale è alto, maggiore sarà la dimensione della base.

Orto verticale con scaffalatura a scala

Una delle soluzioni più eleganti per valorizzare al meglio un grande terrazzo con un ordinato orto verticale. Ogni vaso è al suo posto e si ha la grande possibilità di spostarli agevolmente per qualsiasi scopo. Dai un’occhiata più da vicino a questo straordinario sistema per orti o piccoli giardini verticali.

Vasi da parete per un elegante orto verticale

Nessuna mensola o scaffale, ma dei grandi vasi rettangolari da fissare direttamente alla parete con solide staffe in ferro. Si può creare una parete più ordinata, sistemando i vasi con maniacale attenzione alle distanze, oppure riempire gli spazi in modo disordinato, così da ottenere un impatto visivo davvero straordinario. In ogni caso l’effetto sarà spettacolare, con la possibilità di creare anche un mini orto verticale.

orto verticale con vasi da parete

Vaschette di varie dimensioni da fissare direttamente al muro, pronte ad accogliere diverse piante. Le soluzioni più belle (clicca qui per visualizzarle) sono quelle con decorazioni vistose, utili per valorizzare qualsiasi parete del terrazzo.

Orto verticale fai da te con casette o grondaie

Vi piace vivere fuori dagli schemi? Procuratevi delle cassette di legno (quelle che normalmente sono utilizzate per il trasporto di frutta e ortaggi) e fissatele con il fondo alla parete. Una mensola in stile country, molto particolare, sarà pronta a sostenere piccoli vasi non troppo pesanti (è questo l’unico limite di questa soluzione). Anche sezioni di vecchie grondaie possono tornare utili quando si ha intenzione di realizzare un orto verticale sul terrazzo fai da te. Le stesse si trasformeranno in eleganti fioriere da fissare a supporti in legno (anche i prima citati pallet) o al muro creando appositi supporti. Davvero belle!

Cosa coltivare in un orto verticale sul terrazzo?

Veniamo al dunque: quali sono le varietà di ortaggi e verdure più adatte a tale tipologia di coltivazione in vaso?
Non tutte le piante riescono a svilupparsi in modo ottimale quando coltivate in più ristretti spazi, ma sono tante le specie perfette per colorare un bellissimo orto verticale. Sono da preferire gli ortaggi che si sviluppano limitatamente in larghezza e che non raggiungono altezze che possono creare difficoltosa la loro coltivazione in spazi limitati.

Quindi, ampio spazio alle piante aromatiche, ma anche ravanelli, lattughe, barbabietole, pomodori, peperoni e zucchine rampicanti da sistemare con attenzione per evitare scomodi intrecci durante la loro crescita. Le piante non dovranno trovare nessuno ostacolo sul loro cammino e non dovranno creare ombra sulle specie vicine.
Il consiglio principale per scegliere le piante da coltivare in un orto verticale è quello di sistemare solo pochi esemplari di ortaggi rampicanti o con portamento cespuglioso, che mai dovranno rientrare nella famiglia degli ortaggi perenni. Questi, infatti, sono sconsigliati perché necessitano di più cure e periodici rinvasi, nonché di uno spazio più esteso.

vasi per rampicanti per orto verticale sul terrazzo

Se avete intenzione di coltivare solo specie rampicanti, vi consigliamo di scegliere delle ampie vaschette complete di supporto posteriore per far crescere le piante in altezza. Potete trovare questo prodotto qui.

Consigli di coltivazione per l’orto verticale sul terrazzo

Non possiamo dare delle precise direttive su cosa fare e cosa non fare, perché ogni pianta ha specifiche esigenti colturali. Però, è sempre possibile dare degli utili consigli (in linea generale) per prendersi cura dell’orto verticale:

  • corretta esposizione:

gli ortaggi hanno bisogno di tanta luce, ma possono essere anche danneggiati dai diretti raggi del sole nelle ore più calde della giornata. Il consiglio è quello di scegliere un angolo del terrazzo ben esposto alla luce solare, ma abbastanza riparato. Inoltre, le esigenze di luce cambiano da specie a specie, quindi meglio mettere a dimora nello stesso punto delle piante con simili caratteristiche colturali.

  • Disposizione delle piante:

orto verticale non è sinonimo di giungla. Per ottenere dei buoni risultati l’unica cosa da fare è piantare un numero limitato di ortaggi, assicurando agli stessi uno spazio utile per la crescita. Altra regola per la corretta disposizione prevede che le piante che si sviluppano maggiormente in altezza, mai dovranno essere sistemate dinanzi a piante più piccole, che così non vedranno la luce del sole. In ultimo, si consiglia di mettere a dimora nello stesso contenitore specie a ciclo rapido (come lattughe, ravanelli, rucola, prezzemolo), separandole dalle piante a crescita più lenta e vigorosa.

  • Terriccio e concimazione:

dato che lo spazio di crescita è limitato e coltivare in vaso gli ortaggi è più difficoltoso di una normale coltivazione in piena terra, scegliere un terriccio di ottima qualità è un buon punto di partenza per ottenere eccellenti risultati. Il substrato scelto potrà essere arricchito con stallatico maturo o con un concime minerale a lenta cessione.

  • Irrigazione:

operazione non semplice da effettuare quando si parla di orto verticale sul terrazzo, perché è importantissimo non creare ristagni idrici pericolosi per le piante. Per l’annaffiatura si può utilizzare tranquillamente l’acqua del rubinetto, da lasciar riposare nell’innaffiatoio per qualche ora, portando il cloro ad evaporare a causa dell’alta temperatura.

L’irrigazione dovrà essere abbondante subito dopo la messa a dimora, indipendentemente dalla specie. In seguito, intervenire solo quando il substrato si presenta asciutto nello strato più superficiale.

Le necessità idriche degli ortaggi scelti non saranno mai uguali ed è per questo motivo che si consiglia di sistemare nella stessa vaschetta solo quelli che possono essere annaffiati in modo analogo. Creare un piccolo impianto a goccia è un ottimo modo per non correre pericoli di alcun genere, potendo controllare sempre la quantità di acqua da somministrare, evitando di inzuppare troppo il terreno.

cosa coltivare in un orto verticale sul terrazzo

Tante sono le specie che si possono coltivare tranquillamente in vaso per creare un bellissimo orto verticale sul terrazzo

I grandi vantaggi di un orto verticale sul terrazzo

L’orto verticale è diventato un vero e proprio must delle moderne soluzioni green dell’architettura urbana. Bello e utile!
Quali sono i vantaggi nel realizzare un bellissimo orto sul proprio terrazzo? 4 motivi per creare una colorata parete di ortaggi:

  • protezione efficiente per i muri esterni della casa;
  • isolante termico e acustico naturale: fissare un alto scaffale completo di tanti vasi con piante di ortaggi sul muro esterno significa aumentarne lo spessore, con incredibili vantaggi per quanto riguarda la protezione dai caldi raggi solari estivi e dal freddo invernale. Una barriera naturale per limitare anche i decibel dei rumori cittadini.
  • Un orto verticale sul terrazzo migliora la qualità dell’aria: una funzione da prendere seriamente in considerazione quando si vive in città. Inoltre, godere di un piccolo spazio verde sul proprio terrazzo aiuta anche a ritrovare il buon umore, donando agli occhi una verde vista nel bel mezzo di un diffuso grigio urbano. Quindi, oltre che purificare l’aria e abbellire gli spazi esterni, l’orto verticale è utile anche per promuovere il benessere mentale, fungendo da piccola oasi dove concedersi qualche ora di relax, dando libero sfogo alla propria creatività e dedizione.
  • Possibilità di consumare sempre ortaggi freschi e genuini.
come realizzare in orto verticale sul terrazzo

Un piccolo orto verticale sul terrazzo per tanti prodotti di stagione sempre freschi (nociveglia dall’Appennino Emiliano, Italia [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons)

Attrezzi utili per prendersi cura di un orto verticale sul terrazzo

Gli attrezzi indispensabili per divertirsi nella coltivazione di tante specie nel proprio orto verticale sono pochi: un piccolo rastrello, una paletta da utilizzare come zappa e un innaffiatoio (con diversi diffusori per variare la tipologia di irrigazione) possono bastare per le normali operazioni di sistemazione del terreno e messa a dimora delle piante.

Gestire un orto verticale non è per niente difficile, ma dobbiamo segnalare un requisito essenziale che ogni aspirante contadino cittadino deve assolutamente avere: la pazienza. Non sempre le specie scelte porteranno nel breve termine dei grandi risultati: ogni specie dovrà essere coccolata a lungo.

Quanto costa realizzare un orto verticale?

Facciamo un po’ di conti!

Sommando la spesa per l’acquisto degli scaffali (che si azzera quando si riciclano vecchi bancali o cassette di legno) al prezzo degli attrezzi prima descritti si otterrà un risultato con una cifra a dir poco ridicola.

Vi consigliamo di dare un’occhiata alle migliori strutture per orti verticali e alle diverse tipologie di vasi: cliccate qui per scoprire un mare di offerte!

Libri consigliati

Aspettate un attimo: ecco anche alcune letture consigliate per realizzare un orto verticale sul terrazzo partendo da zero.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
3Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.