Fiori finti: quando e come utilizzarli

Ebbene sì, esistono anche i fiori finti, che non tutti sanno apprezzare come e quanto dovrebbero. Chiaramente un fiore finto non può superare il confronto con il medesimo fiore vero, reale, con i suoi colori vibranti e a volte anche con il profumo intenso. Detto questo, anche nei negozi di piante e fiori se ne trovano vari sintetici, in plastica o in tessuto a seconda dei casi. Sono belli? Certo, soprattutto quando si sale di prezzo e si ammirano fiori finti di qualità, ben fatti, con finiture dipinte a mano da artigiani che si ispirano ai colori della natura. Sono utili? Anche a questa domanda dobbiamo rispondere affermativamente, ci sono infatti varie situazioni in cui le composizioni con fiori finti offrono varie caratteristiche particolarmente vantaggiose.

Composizione di fiori artificiali

Scegliere i fiori finti

Questo è il primo passo necessario per avere a disposizione fiori artificiali che siano in grado di simulare, realmente, quelli veri. Nei negozi che offrono questo tipo di prodotti se ne trovano di varie tipologie, non solo per quanto riguarda il prezzo, si spazia anche tra interi rami con fiori e foglie, o addirittura con frutti, e singoli grandi fiori, come rose o gerbere. Solitamente i fiori sintetici più cheap sono quelli in plastica, dall’aspetto artificiale e per nulla realistico; questo soprattutto quando si considerano boccioli e fiori sbocciati, se invece si desidera acquistare una pianta da interno sintetica, allora a volte i materiali plastici offrono la giusta consistenza e quell’aspetto coriaceo che solo certi ficus o alcune piante da appartamento regalano, anche in versione reale. Per quanto riguarda il classico mazzo di rose, il tessuto è il materiale che offre maggiori soddisfazioni nelle versioni sintetiche. Va posta poi particolare attenzione nel modo in cui i fiori sono dipinti; in molti casi un tocco finale a pennello, che va a enfatizzare le sfumature più fini, permette di ottenere un effetto che ricorda molto da vicino i colori vibranti dei fiori veri.

Composizione con fiori artificiali e candela

Perché usare i fiori finti

Veniamo alla questione fondamentale, non sempre i fiori veri sono la scelta migliore possibile. Si pensi ad esempio agli arredi di alcune sale d’aspetto o di alcuni ristoranti. Un tocco floreale o erbaceo dà quell’atmosfera più naturale e piacevole, che i comuni complementi d’arredo da soli non potrebbero dare. Allo stesso tempo però non tutti hanno la possibilità o il tempo di prendersi cura di fiori e piante; da un lato offrire ai clienti di un ristorante vari mazzi di fiori freschi, da sostituire periodicamente, può anche avere un costo non indifferente. Oltre a questo non tutti seguono con attenzione gli spazi, anche quelli all’interno della propria abitazione. Si pensi ad esempio a chi viaggia molto per lavoro, o anche ad alcune sale d’aspetto in cui si svolge solo la minima manutenzione necessaria. In queste situazioni una pianta in tessuto o in plastica, o un piccolo cestino di fiori finti di qualità risolvono al meglio la situazione.

Rose artificiali

Come usare i fiori sintetici

In commercio si trovano diverse varietà di fiori finti: ci sono vere e proprie piante d’appartamento, munite di vaso riempito di terra, o con un materiale che la simula; si trovano anche mazzi di fiori già pronti, così come vasetti con le primule che sembrano appena sbocciati o con dei “boschetti” di vario genere, dai rametti dell’erica fino ai tralci di orchidee. Ogni singola composizione di fiori finti svolge compiti differenti. Scegliere un prodotto di qualità, ben fatto e colorato in modo perfetto, permette di creare un punto di colore all’interno di un ambiente, rendendolo meno anonimo. C’è anche chi si trova a dover utilizzare i fiori sintetici in specifiche situazioni, perché risolvono una serie di problematiche. Ad esempio molti li usano nelle decorazioni per le tombe, perché non c’è estate torrida o gelido inverno che li possano rovinare.

fiori artificiali

La manutenzione dei fiori finti

Se è vero che i fiori finti rendono più semplice avere una decorazione in casa, è anche vero che una minima manutenzione va comunque fatta a questo tipo di accessori. Che si tratti di plastica o di tessuto, è necessario periodicamente spolverare i fiori finti, soprattutto se si trovano in bagno o in cucina, o in ambienti particolarmente umidi. Quelli in plastica si possono anche lavare, con acqua e sapone, avendo l’accortezza di verificare prima se il colore sia resistente all’acqua.

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.