Peperoncino Medusa

Peperoncino Medusa
Peperoncino Medusa Jeremy Keith CC BY 2.0

Un nome insolito per un peperoncino non trovate? Andiamo a conoscere il Peperoncino Medusa e anche a capire il perché del suo bizzarro nome.

Il peperoncino Medusa è una varietà di peperoncino ornamentale dolce che produce frutti lunghi e sottili dai colori vivaci che ricordano nella forma, proprio la Medusa nella mitologia greca  i cui capelli erano serpenti. I suoi frutti infatti crescono curvi e rivolti in diverse direzioni.

A differenza della maggior parte degli altri peperoncini ornamentali, i peperoni Medusa sono molto delicati ed hanno una piccantezza che varia da 1 a 1.000 unità nella scala Scoville.

Si tratta di una varietà nana, che forma cespugli di un’altezza massima di 10 cm e che produce frutti conici, lunghi circa 5 cm e diametro di 0,5 cm, con l’apice rivolto verso l’alto, inizialmente di colore avorio, quindi giallo arancio, ed infine rosso brillante.

I colori dei frutti virano dall’avorio al verde, al giallo, all’arancio fino ad arrivare al rosso a maturazione completata.

Classificazione Botanica

Il Peperoncino Medusa è una cultivar di peperoncino della specie Capsicum annuum

Fioritura

La Stagione di fioritura è l’estate.

Consigli per la coltivazione del Peperoncino Medusa

Questa cultivar di peperoncino viene spesso coltivata a scopo ornamentale. Se avete un piccolo spazio nel vostro giardino, o terrazzo, da destinare a questo prodotto la coltivazione è piuttosto semplice e la pianta si adatta su tutto il  territorio italiano.

Peperoncino Medusa
Peperoncino Medusa Atilin CC BY 3.0

Coltivazione in vaso

Il Peperoncino Medusa può essere coltivato in vaso. Occupa poco spazio ma regala un’esplosione di colori dal grande impatto visivo. E’ perfetto per balconi, davanzali, terrazzi anche laddove lo spazio è ristretto. Una singola pianta può produrre da 40 a 50 frutti, e regala contemporaneamente l’intera gamma di colori.

Coltivazione in piena terra

Questo Peperoncino può essere coltivato anche in piena terra in piccole aiuole Per ottenere una colorazione ottimale dei frutti, l’impianto dovrebbe essere posizionato in pieno sole. La pianta cresce robusta e prolifica, ha una portamento di albero cespuglioso compatto, è ben ramificata e raggiunge l’altezza 25 cm. Tenete presenti questi dati per trovare la location migliore per lei nel vostro orto.

Temperatura

Il Peperoncino Medusa è abbastanza sensibile alle basse temperature pertanto si consiglia la coltivazione come pianta annuale e si consiglia la messa a dimora ad inizio della primavera.

Luce

La pianta richiede un’esposizione in pieno sole, ma è bene ripararla  durante le ore più calde dell’estate . L’ esposizione è fondamentale per i frutti.

Terriccio

Il Peperoncino Medusa richiede un substrato ricco di sostanza organica che sia ben drenante in quanto i ristagni idrici sono molto nocivi per l’apparato radicale.

Per la coltivazione in vaso è consigliabile usare una miscela di torba bionda e bruna con l’aggiunta  di fertilizzante.

Annaffiatura

Durante l’estate la pianta va annaffiata ogni 2-3. E’ importante fare asciugare il substrato tra un’annaffiatura e l’altra.

Moltiplicazione

La riproduzione avviene per seme. I semi vanno sistemati in un semenzaio a primavera. IL semenzaio va collocato in luogo riparato e con temperatura costante di circa 18°C evitando di spostare le piantine in posizioni di pieno sole fino a che non sono ben sviluppate.

Concimazione

La primavera è anche il periodo migliore per la concimazione. Un concime liquido e ricco di potassio da somministrate diluito nell’acqua delle annaffiature aiuterà la pianta  a produrre di un gran numero di peperoncini. Inizialmente si può intervenire ogni 12 giorni circa, con la nascita dei frutti si può passare ad ogni 7 giorni.

Potatura

Il Peperoncino Medusa non si pota, è sufficiente l’asportazione delle parti secche.

Peperoncino Medusa
Peperoncino Medusa daryl_mitchell CC BY-SA 2.0

Parassiti, malattie ed altre avversità

Tra i nemici più temuti ci sono la mosca bianca, i lepidotteri, gli afidi, i tripidi, gli acari.

Si può intervenire con prodotti specifici biologici, ma la prevenzione è essenziale.

Le foglie indicano lo stato di salute della pianta. Le foglie gialle indicano una mancanza di luce o un’eccessiva innaffiatura, le foglie scottate indicano un’errata acclimazione o un’esposizione al sole errata, le foglie sbiadite indicano una mancanza di sostanze nutrienti nel terriccio. In caso di foglie accartocciate forse la pianta è coltivata in un terriccio troppo secco, o è eccessivamente esposta al sole eccessiva e dunque ha troppo caldo oppure siamo in presenza di parassiti.

Curiosità

La piccantezza dei Peperoncini Medusa è molto mite  quasi  impercettibile e tollerabile da chiunque.  Il loro sapore è dolce e possono quindi rappresentare un’alternativa ai classici peperoncini di piccantezza più elevata in molte ricette. Si possono anche gustare crudi nelle insalate o grigliati.

La colorazione dei peperoncini Medusa passa da un bianco avorio ad un rosso intenso, con sfumature di giallo e arancio in mezzo. Una pianta può avere dozzine di peperoncini a diversi livelli di maturazione, l’effetto è molto scenografico ed altamente decorativo.

Tossicità  e/o Uso Erboristico

La pianta di  Peperoncini Medusa non è una pianta tossica e i frutti sono commestibili sia crudi che cotti.

 “Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Linguaggio dei Fiori

Il peperoncino è un porta fortuna, regalatelo quindi come simbolo di buon augurio.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.