Giardini privati e Giardini Aperti: una risorsa per il territorio

I giardini privati sono un’inestimabile ricchezza per il territorio in cui si trovano e per le persone che possono goderne: valorizzano le meraviglie della terra e regalano quei momenti di puro benessere e magia che solo la natura è capace di creare.

In questa intervista per la Rubrica Passione Giardinaggio, ti raccontiamo dei giardini privati e ti portiamo in Friuli Venezia Giulia, alla scoperta di Giardini Aperti, un’importante manifestazione che si ripete ormai da anni con gran successo.

Abbiamo chiesto all’associazione Amici in Giardino di raccontarci l’evento da loro organizzato.

Giardini privati

#1. Perché i giardini privati sono una risorsa per il territorio?

I giardini sono una grande risorsa in generale, la nascita di tanti giardini frutto di passione, dedizione, lavoro da parte di appassionati giardinieri che vogliono creare per sé e per il mondo circostante un piccolo paradiso sono un dono per tutti e un arricchimento per l’ambiente.

#2. In che modo possiamo valorizzare i giardini privati e il territorio in cui si trovano?

Per crescere sano e bello un giardino richiede tanto lavoro e impegno economico, fatiche che si arricchiscono di soddisfazione grazie al sostegno morale di occasionali curiosi estimatori. Ecco perché molti di noi partecipano all’apertura dei giardini prevista per domenica 19 maggio in occasione di Giardini Aperti.

Inoltre quasi tutti, compatibilmente con i propri impegni, amiamo soddisfare richieste di ulteriori visite preannunciate. Dagli incontri si impara reciprocamente, si confrontano esperienze e informazioni, spesso si scoprono sensibilità sconosciute e emozioni che il giardino riesce a suscitare rendendoci più ricchi e felici.

#3. Domenica 19 maggio in Friuli Venezia Giulia si svolgerà la decima edizione di Giardini Aperti. Ci racconti di cosa si tratta, a chi è si rivolge l’evento e perché è interessante parteciparvi ?

Aprire il proprio giardino a coloro che desiderano vedere quale miracolo di bellezza si possa scoprire dietro i tanti muri e cancelli normalmente chiusi, è stato lo stimolo che ha ispirato alcuni soci del Circolo amatoriale Amici in Giardino a dare vita a questo evento, ormai arrivato alla decima edizione.

L’intento è stato di coinvolgere tutti coloro che desideravano aprire il proprio giardino al pubblico una o due volte l’anno, a maggio che è il mese che più facilmente poteva valorizzare le visite.

Subito c’è stata una soddisfacente partecipazione con molti dei soci-giardinieri del Circolo come iniziatori di una tradizione. Anno dopo anno il numero dei giardini aperti è aumentato, allargandosi a tutte le provincie del FVG, e sono aumentati notevolmente anche i visitatori provenienti dall’Austria, dalla Slovenia e dal Veneto.

Negli ultimi anni anche i giardini si sono arricchiti di qualche intrattenimento: piccole mostre, musica, esposizioni di oggetti attinenti natura e giardino.

Per i proprietari vedere la gioia e lo stupore degli sconosciuti ospiti è una grande gratificazione, così come poter condividere e influenzare l’ entusiasmo per questa immensa passione che è il giardinaggio.

Negli anni, che vi fosse il sole o la pioggia, gli iscritti hanno aperto nel giorno stabilito e i visitatori non si sono fermati nemmeno di fronte a situazioni climatiche infelici, a conferma di come l’intuizione dei soci che ancora gratuitamente portano avanti con decisione e impegno l’organizzazione dell’evento sia stato vincente.

Alle risorse messe a disposizione dai volontari di Amici in Giardino per rinnovare ogni anno la manifestazione per fortuna si aggiunge un sensibile sponsor nel vivaio Susi Garden, guidato da Giovanni e Suzanne, che da anni produce e coltiva in vaso piante per il giardino e l’orto di una clientela sempre più ricca di appassionati e conoscitori.

Curiosità e attenzione per specie e interesse, nuove o insolite con impegno nel costruire e coltivare piante antiche e spesso dimenticate, vere e proprie collezioni di rose, viole antiche, hydrangee, pelargoni, erbacee perenni che ritroviamo nei giardini visitabili a Giardini Aperti.

L’apertura del proprio angolo di Paradiso è un gran gesto di generosità e accoglienza dove natura e dedizione premiano ospiti e ospitanti. Se vuoi partecipare e trovare gli indirizzi dei giardini visitabili visita il nostro sito web.

 

Giardino Privato

#4. Vi sono altre manifestazioni simili sul territorio italiano?

In alcune città italiane eventi similari sono apparsi negli ultimi anni: Bologna, alcuni borghi, ma non mi risulta che altre regioni per ora aprano i giardini privati coinvolgendo un’intera regione.

Altro è l’impegno rivolto all’apertura annuale di giardini storici o pubblici. Le modalità sono diverse, ma credo, comunque, che l’importante sia sensibilizzare la popolazione alla conoscenza dei valori del territorio in cui si vive.

5) Perché è importante che ognuno di noi si prenda cura del proprio giardino?

Non so se è importante, sono certo che fa bene alla salute fisica e mentale, all’ambiente cementificato e trascurato, al rapporto con un mondo naturale che è sempre più ignorato ed estraneo.

Inoltre il giardinaggio è conoscenza e comprensione del mondo di cui facciamo parte, ci rimettiamo in sintonia con i tempi che la natura impone, impariamo la pazienza e il senso dello scorrere del tempo.

Ricordiamo come la natura possa essere matrigna e impariamo a rispettarla. Guardiamo con occhi nuovi spesso stupiti e incantati i miracoli che si perpetuano nonostante i nostri errori: il giardino ci premia dentro le mura e fuori sulle colline, sulle montagne al lago e al mare senza tregua, instancabile. E il mondo in cui viviamo ci sorride.

5) Ci suggerisce 3 consigli per curare e valorizzare al meglio il nostro giardino

Cura, passione esperienza! Non voglio parlare di mal di schiena, di brutte sorprese o delle molte risorse spese, il piacere di coltivare un giardino si può solo vivere e condividere.

Perseverare e chiedere aiuto quando non si sa o non si può diventa spesso necessario, guardarsi in giro, imparare da chi ne sa di più e visitare tutti i giardini possibile in Friuli e nel mondo. Aprire il proprio giardino significa confrontarsi con esperienze diverse e crescere condividendo esperienze e scambiandosi piante, talee e semi.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.