Medinilla

Medinilla magnifica
Medinilla magnifica – foto di Alberto SalgueroCC BY-SA 3.0

Dona un tocco esotico alle nostre case, si tratta di una spettacolare pianta esotica, diffusa in Italia da circa due decenni come pianta d’appartamento.

La Medinilla è un arbusto originario dell’Asia orientale, dei Cylon, delle Filippine, dell’Africa tropicale e delle isole Mascatene, Marianne e Ladrones.

È un arbusto a portamento eretto, in alcuni rari casi rampicante che arriva a misurare un’altezza di 2 metri. Presenta grandi foglie verdi-grigie, ovali e carnose, opposte e profondamente nervate.
Produce in successione fiori rosa-porpora riuniti in racemi terminali penduli che misurano una lunghezza di 40-50 centimetri. I fiori contano cinque petali rosa e sono protetti da 2-3 file di brattee rosa.

Ogni infiorescenza ha moltissimi fiori e la loro sbocciatura che avviene in successione porta all’allungamento del racema e all’allontanamento dalle brattee che col il trascorrere del tempo si aprono tipo ali.

Classificazione botanica

La Medinilla è un genere che appartiene alla famiglia delle Melastomatacee

Principali specie

Ecco alcune delle principali specie del genere.

Medinilla magnifica

Medinilla magnifica
Medinilla magnifica – foto di Kor!AnCC BY-SA 3.0

Questa specie è la più nota del genere, è originaria delle Filippine, è chiamata anche “orchidea filippina” o “uva rosa”. Arriva a raggiungere un metro e mezzo sia di diametro che di altezza.

Presenta foglie grandi che misurano fino a 30 centimetri. Le foglie sono opposte, coriacee ed hanno venature depresse.

Produce fiori rosa-porpora che misurano una lunghezza di circa 40-50 centimetri e che sono protetti da 2-3 file di brattee rosa e che restano sulla pianta anche per tutta l’estate.

In casa rappresenta un ottimo elemento decorativo.

Va collocata in posizione luminosa evitando i raggi solari diretti che potrebbero ustionare le foglie delicate. È indicata ad esempio dietro una finestra schermata da una tenda leggera.

Medinilla curtisii

Si tratta di una specie originaria di Sumatra che arriva a misurare fino a 1,5 metri. È caratterizzata da foglie oblunghe che hanno, sulla pagina superiore, la lamina verde e su quella inferiore bruna. I fiori sono bianchi e carnosi e sono portati da un peduncolo rosso corallo.

Medinilla javanensis

Una specie originaria di Giava caratterizzata da fiori rosa.

Medinilla sedifolia

Medinilla sedifolia
Medinilla sedifolia

Proviene dal Madagascar questa specie che presenta rami a portamento strisciante. Nei nostri climi è raro che fiorisca.

Fioritura

Il punto forte della Medinilla è certamente rappresentato dai suoi fiori che sono davvero molto particolari.

Generalmente sono penduli, il loro colore varia dal bianco al rosa, al rosso corallo, al porpora cupo.

La fioritura avviene con temperature che vanno dai 18 ai 26 °C Ogni infiorescenza dura almeno 15 giorni.

Consigli per la coltivazione della Medinilla

Medinilla magnifica
Medinilla magnifica

Nonostante l’aspetto particolare che potrebbe fare pensare ad una coltivazione complicata, la Medinilla non è difficile da coltivare.

Il terriccio deve sempre risultare umido, ma è necessario evitare i ristagni idrici nel sottovaso. Si deve quindi irrigare solo quando necessario, verificando il tasso di umidità.

Coltivazione in vaso

Medinilla
Medinilla

La Medinilla va allevata in un vaso che abbia un diametro sufficiente a contenerla. Si deve considerare che le piante giovani vanno rinvasate annualmente facendo attenzione a non spezzare i rami molto delicati.

Poi sarà sufficiente rinvasare ogni tre anni e sempre al termine del periodo di fioritura. Si può impiegare un terriccio per piante da fiore, stendendo sul fondo del contenitore uno strato di argilla espansa o ghiaia, così da scongiurare il rischio di ristagni idrici e conseguenti marciumi radicali.

Si possono rivelare utili dei tutori volti a sostenere gli steli che si sovraccaricano nel momento in cui la pianta è in piena fioritura

I vasi possono essere tenuti in una zona della casa che sia lontana dalle correnti d’aria e che abbia un ambiente caldo umido. Bagno, cucina, veranda.

Coltivazione in piena terra

Le esigenze in tema di temperature della Medinilla ne rendono possibile solo la coltivazione in vaso nelle nostre zone.

Coltivazione in terrazzo

Se le temperature lo permettono la Medinilla può essere tenuta in terrazzo facendo attenzione che non sia esposta a correnti d’aria. Il periodo ideale per spostare la pianta all’aperto è tra maggio avanzato e metà settembre, all’ombra luminosa.

Temperatura

Si tratta di una tipica pianta d’appartamento che richiede una temperatura che si attesta sui 20/25°C.

Non deve essere esposta a temperature inferiori ai 16°C.

Nei mesi invernali, quando la pianta entra in riposo vegetativo, ama temperature più basse, sui 16/18°C che, con la riduzione delle annaffiature, stimolano la produzione di nuove infiorescenze.

Luce

La posizione ideale per la Medinilla è luminosa, in buona luce evitando però il sole diretto, che brucia foglie e brattee fiorali, lontano da correnti d’aria fredda

Terriccio

La Medinilla necessita di un substrato formato per metà da terra da giardino, e per metà da terriccio d’erica (o per acidofile), torba e sabbia.

Annaffiatura

La Medinilla va annaffiata frequentemente ma non eccessivamente, così da mantenere al terriccio una costante freschezza, condizione che è facile monitorare scavando leggermente la terra in superficie per poter controllare gli stati inferiori.

Si deve considerare che al termine della fioritura la pianta entra in riposo vegetativo e le annaffiature si possono quindi ridurre in inverno per poi riprenderle regolarmente nel momento in cui appariranno i primi boccioli.

Nei mesi più caldi è consigliabile vaporizzare e foglie ogni 2-3 giorni, evitando di bagnare i fiori che potrebbero rovinarsi.Meglio usare acqua non calcarea (ad esempio quella piovana) e a temperatura ambiente.

Il calcare porta le foglie ad ingiallire, e l’acqua troppo fredda può stressare la pianta.

Moltiplicazione

La Medinilla può essere propagata per talea. Le talee di legno semimaturo si mettono a radicare, in ambiente riscaldato (20-21 °C) in un contenitore coperto con plastica o vetro. La radicazione, generalmente , si verifica in 3-4 settimane.


Concimazione

Ogni 7 giorni, dal momento della comparsa dei boccioli alla fine della fioritura, è bene concimare con estratto di alghe diluito in acqua oppure usando un fertilizzante liquido per piante da fiore.

Potatura

La Medinilla non necessita di potature, è sufficiente eliminare le foglie appassite e, al termine della fioritura, recidere gli steli florali appassiti. Si possono anche tagliare i rami più lunghi fino a metà della loro lunghezza al termine della fioritura.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Le adeguate cure colturali rappresentano il primo passo per avere una crescita sana. La pianta può essere colpita dal ragnetto rosso che trova terreno fertile in ambienti caldi e secchi. Se ne può pertanto prevenire la comparsa nebulizzando le foglie e mantenendo alta l’umidità ambientale

Se si nota che le foglie appassiscono e che la pianta che non fiorisce probabilmente la Medinilla non riceve luce a sufficienza, oppure riceve troppa acqua o, ancora, l’ aria è troppo secca o le temperature sono troppo basse.


Curiosità

Medinilla magnifica
Medinilla magnifica

Il nome scientifico Medinilla ricorda José de Medinilla y Pineda, governatore spagnolo delle isole Ladrones e Marianne, dove le medinille sono assai diffuse.

Le prime notizie sull’esistenza di queste piante dalle stupende infiorescenze, giunsero in Europa all’inizio dell’Ottocento, ma la loro diffusione come piante ornamentali iniziò solo nel 1929, quando venne introdotta sul mercaro la specie Medinilla Scrtechinii che è tra le più apprezzate per la bellissima e abbondante fioritura.

Linguaggio dei Fiori

Il messaggio nascosto tra i petali della medinilla è “il tuo splendore è senza fine”, un significato simbolico che riflette perfettamente l’appariscente bellezza di questi fiori, considerati nelle Isola della Sonda i fiori delle spose.

Infatti durante la cerimonia nuziale, le fanciulle recano in mano un fascio di medinille, alla fine della cerimonia le corolle vengono offerte agli dei del mare.

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 19 Media: 4.3]

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l'informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Se vuoi fare una domanda, falla pure sul gruppo FACEBOOK (clicca qui) Un pensiero su “Medinilla

  1. E' una pianta stupenda molto ornamentale che mette di buon umore perche attraverso i suoi meravigliosi fiori vedi tutto ….rosa peccato che si trovi da pochi fiorai !

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.