Lampranthus

Lampranthus tenuifolius
Lampranthus tenuifolius- foto di KENPEICC BY-SA 3.0

Il lampranto, nome scientifico Lampranthus, è una piccola pianta perenne e succulenta originaria dell’Africa meridionale dove cresce in particolare nelle zone aride.

Il Lampranthus è un grande gruppo di succulente con fiori molto attraenti, simili a margherite, che sbocciano tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate. Hanno fiori vivaci, a volte iridescenti, nei toni del rosa e del viola e, più raramente, dell’arancione o del rosso. Amano le condizioni soleggiate e nella maggior parte delle specie i fiori si aprono al sole.

Di altezza contenuta, è caratterizzate da foglie aghiformi, lisce ed allungate, con forma triangolare o cilindrica e di colore verde-grigio.

In primavera, da aprile a maggio, il lampranto si ricopre di vivaci fiori che somigliano a margherite e che sfoggiano una vasta gamma di colori: rosso, arancione, giallo, rosa e magenta o variopinti.

I fiori hanno un comportamento denominato nictinastia, ovvero si chiudono al calare del sole o ai cambi di temperatura.

Durante l’estate questa succulenta offre solo la sua bella vegetazione di foglie. Le specie appartenenti al genere possono essere coltivate come piccoli arbusti, come copertura del terreno o come piante rampicanti.

Le specie appartenenti al genere Lampranthus sono spesso confuse dai generi affini, come Ruschia e Delosperma. La distinzione sta nelle capsule dei semi che, in tutti i generi affini al Lampranthus, prestano generi con valvole triangolari che, nel momento in cui si bagnano, si aprono esponendo le camere dei semi. Ogni valvola in una capsula di Lampranthus è invece caratterizzata da due ali, su entrambi i lati, ma da nessun corpo di chiusura visibile. Una differenza con il Delosperma, sta nel fatto che i semi nelle camere dei semi di Lampranthus sono in parte coperti da una membrana e talvolta hanno anche peduncoli visibili.

Classificazione botanica

Il Lampranthus è un genere di piante succulente della famiglia delle Aizoaceae, della sottofamiglia delle Ruschioideae e della tribù delle Ruschieae, la stessa a cui appartengono i generi Conophytum, Delosperma, Dinteranthus, Fenestraria, Lithops.

Principali specie

Esistono oltre 100 specie appartenenti al genere Lampranthus, tutte originarie dell’Africa meridionale e tutte perenni. Eccone alcune

Lampranthus tegens

Questa succulenta è pianta facile da coltivare, tollera la siccità. È caratterizzata da un ramo centrale allungato e più lungo dei rami laterali che sono, appunto, più corti e radicanti ai nodi.

Il ramo principale misura fino a circa 6 mm di diametro, il colore è grigio-marrone.

La Lampranthus tegens fiorisce in tarda primavera. Il nome della specie deriva dal latino e significa “che copre” o “che nasconde”, probabilmente in relazione alle sue abitudini di crescita, che coprono e nascondono il terreno.

Lampranthus amoenus

Lampranthus amoenus
Lampranthus amoenus-foto di Abu ShawkaCC BY-SA 3.0

Si tratta di un arbusto perenne succulento a crescita rapida, con portamento eretto e arrotondato, che misura un’altezza di 60 centimetri e che vanta un fusto robusto e ben ramificato.

Le foglie sono da verdi a blu-verdi glauche e succulente, più o meno cilindriche, con una punta morbida. I fiori, diurni, hanno un diametro di 30-40 mm e compaiono in tre all’apice dei rami in agosto-settembre. Il colore può essere rosa,malva,viola ed in rari casi bianco. Una delle peculiarità dei fiori è quella di essere iridescenti e luminosi.

Questa pianta è presente in natura dalla Penisola del Capo a Malmesbury, nella provincia del Capo occidentale del Sudafrica, cresce in pendii rocciosi e nelle le pianure sabbiose, principalmente nel tipo di vegetazione Atlantis Sand Fynbos. Vive in pieno sole e cresce in terreni con un ottimo drenaggio.

Il nome specifico amoenus è di origine latina e significa “piacevole” o “delizioso”.

Lampranthus tenuifolius

Lampranthus tenuifolius
Lampranthus tenuifolius- foto di KENPEI CC BY-SA 3.0

Questa specie ha portamento strisciante, vanta una crescita relativamente rapida e longeva. Si ramifica diffusamente, con rami lunghi fino a 20 cm. Le foglie sono erette sono strette e lunghe circa 15-40 mm ed hanno un diametro di 1-2 mm.

Produce grandi fiori rosa-violacei in tarda primavera, cioè in ottobre-novembre che, come la maggior parte delle specie di Lampranthus, si aprono di giorno e si chiudono di notte. I fiori producono capsule piene di semi grandi come una capocchia di spillo. Se bagnate, le capsule si aprono e i semi vengono rilasciati.

In nome della specie tenuifolius deriva dalle parole latine tenuis che significa slanciato e folium che significa foglia, in riferimento alle foglie slanciate.

Lampranthus bicolor

Il Lampranthus bicolor è caratterizzato da un portamento arbustivo eretto e rigidamente ramificato. Cresce fino a circa 30 cm di altezza. Presenta foglie più o meno cilindriche fino a tre lati, lunghe 12-35 mm e con punte rossastre.

I fiori hanno un diametro massimo di 35 mm e sono portati singolarmente o in grappoli di 2 o 3 all’apice dei rami. I petali sono di colore giallo brillante sulla superficie superiore e rosso-arancio sotto. Alla fioritura seguono i frutti carnosi.

Il nome specifico bicolor ossia “bicolore” in riferimento all’effetto bicolore dei petali, che sono gialli sopra e rossi sotto.

Lampranthus hoerleinianus

Lampranthus hoerleinianus
Lampranthus hoerleinianus- foto di Krzysztof Ziarnek, KenraizCC BY-SA 4.0

Il Lampranthus hoerleinianus è un arbusto succulento eretto e poco radicato, caratterizzato da un apparato radicale fibroso.

Nel suo habitat naturale può raggiungere un’altezza di 1 m e può vivere fino a 10 anni mentre in coltivazione può raggiungere un’altezza di soli 75 cm e vivere fino a sei anni.

Presenta foglie ascendenti, semicilindriche e fiori con un diametro di 40-45 mm. Il colore dei fiori è variabile e va dal viola brillante alla malva, al rosa e occasionalmente al bianco.

Cresce bene in terreni relativamente ricchi, ben drenati e argillosi.

Le piante possono essere coltivate in vaso o piantate in gruppi in giardino. Va piantato in un luogo soleggiato, altrimenti non fioriranno bene.

Un’avvertenza: questa specie non deve essere piantata in terreni argillosi e non deve essere annaffiata troppo, soprattutto durante il periodo di riposo vegetativo.

L’epiteto specifico hoerleinianus è tributo ad Hörlein, direttore della Consolidated Diamond Mines (CDM) di Lüderitzbucht, che assistette Dinter nella sua spedizione botanica nel Namib meridionale nel 1922.

Lampranthus roseus

Lampranthus roseus
Lampranthus roseus- foto di Forest & Kim StarrCC BY 3.0

Questa specie cresce fino a 60 cm di altezza, ed è caratterizzata da foglie semicilindriche.

In tarda primavera-inizio estate i cespugli si ricoprono di fiori brillanti, quasi iridescenti, di un colore variabile dal bianco al rosa pallido, dal magenta al viola. Ogni singolo fiore ha un diametro di circa 40 mm.

Il nome della specie roseus si riferisce ai fiori di colore rosa.

Lampranthus affinis

Il Lampranthus affinis è un arbusto di grande effetto e di facile coltivazione, caratterizzato da grandi fiori rosa pallido, si tratta di una specie che fiorisce anche in condizioni di ombra.

Si distingue facilmente dalle altre specie per i suoi grandi fiori e per le capsule dei semi che rimangono aperte. Nelle altre specie si richiudono una volta che sono di asciutte.

Vanta una crescita rapida, arriva a misurare un’altezza di 40 centimetri, è caratterizzato da fusti cilindrici, legnosi, di colore grigio che hanno un diametro che misura fino a 12 mm. I grandi fiori sono portati in cime alle estremità dei rami principali durante la tarda primavera. Ogni fiore è largo fino a 70 cm ed è di colore rosa chiaro o bianco.

Il nome della specie affinis in latino significa imparentato o simile e si riferisce alla sua stretta affinità con Lampranthus coralliflorus e Lampranthus productus.

Lampranthus aureus

Lampranthus aureus
Lampranthus aureus – foto di Derek KeatsCC BY 2.0

Si tratta di una delle piante grasse più colorate. è un piccolo arbusto eretto e ben arrotondato che cresce fino a circa 40 x 50 cm. Le foglie sono appaiate, libere o leggermente fuse alla base, ed hanno un colore verde scuro.

L’aspetto più interessante della pianta sono i suoi fiori di un arancione incredibilmente brillante e lucido. Sono portati singolarmente o in grappoli su steli corti, hanno un diametro di 60 mm e compaiono a partire da agosto.

Il Lampranthus aureus è più adatto alle zone con precipitazioni invernali ed estati calde. Le piante non prosperano in aree soggette a periodi prolungati di gelo. Sopportano molto bene la siccità e non hanno bisogno di molte cure.

Per ottenere i migliori risultati si possono utilizzare in piccoli gruppi direttamente in giardino o in cassette da finestra e piccoli contenitori in luoghi soleggiati. Si può affiancare questa specie particolare con altre specie affini in gruppi di colore singolo o misto.

Lampranthus haworthii

Il Lampranthus haworthii è popolare nell’industria orticola. Le piante sono molto appariscenti e resistenti.

Questa specie vanta un portamento alto e robusto e da metà luglio a metà settembre sfoggia grandi fiori rosa , bianchi o viola chiaro.

Arriva a raggiungere i 70 centimetri di altezza ed è caratterizzata da foglie con forma cilindrica e colore verde-bluastro. I fiori hanno un diametro di 70 mm e sono portati su uno stelo lungo da 20 a 40 mm.

Si consiglia di combinare questa specie con altre specie affini in gruppi misti o monocolore. Altre specie dai colori vivaci sono Lampranthus multiradiatus, Lampranthus aureus e Lampranthus reptans.

Fioritura

Questa bella pianta fiorisce dalla tarda primavera regalando fiori simili a margherite che sfoggiano una grande varietà di colori: arancione, rosa, bianco, viola, rosso, giallo, magenta.

I fiori sono impollinati da molti insetti, come api, vespe e coleotteri. Durano una settimana e poi sono immediatamente sostituiti da altri capolini.

Consigli per la coltivazione del Lampranthus

Il Lampranthus è facile da coltivare e veloce nella crescita. È una pianta ideale per essere utilizzata in contenitore o nelle aiuole del giardino.

Coltivazione in vaso

Questa succulenta è perfetta per essere allevata in vaso, cosi da essere facilmente riposta nei mesi più freddi. Usate un terriccio molto ben drenato.

Coltivazione in piena terra

Lampranthus roseus
Lampranthus roseus- foto di DinkumCC BY-SA 3.0

Nei climi miti sono preziosi il Lampranthus può arricchire giardini rocciosi ed aiuole. Se si intende coltivarlo all’aperto è opportuno seminare i semi dopo l’ultima gelata di primavera, in una zona soleggiata del giardino, in un terreno che vanta un ottimo drenaggio.

Al momento della semina si deve aggiungere del concime.

Coltivazione in terrazzo

Il Lampranthus è perfetto per decorare terrazzi e balconi. Può essere allevato in vasi, ciotole e cassette.

Temperatura

Questa pianta non tollera il freddo eccessivo, nelle zone caratterizzate da inverni rigidi può essere coltivato  solo in contenitore da tenere all’aperto in primavera-estate, in alternativa, va trattato come un’annuale.

Tollera solo brevi periodi di gelo.

Luce

Ama stare al sole, che è necessario alla pianta sia per stimolare la fioritura che per far schiudere i fiori.

Terriccio

Il Lampranthus cresce bene in substrati asciutti e poco fertili, l’ideale è un terriccio per piante grasse, che abbia un ottimo drenaggio.

Annaffiatura

Lampranthus aureus
Lampranthus aureus – foto di Forest & Kim StarrCC BY 3.0

Queste succulente immagazzinano grandi quantità di acqua, che gestiscono sapientemente nei periodi di siccità.

Amano crescere in terreni asciutti e vanno pertanto irrigate solo in caso di periodi di siccità prolungati. In vaso è meno resistente all’aridità. Il terriccio deve restare appena umido e non deve essere mai fradicio.

Moltiplicazione

Il Lampranthus può essere propagato in estate per talea o per seme.

Se si opta per la talea, vanno prelevate talee lunghe 5-10 cm dagli apici dei germogli. Si eliminano quindi le foglie inferiori e si mettono in contenitori con sabbia umida o terriccio sabbioso. Si tengono in un ambiente con una buona umidità fino a che non si formano le radici.

La semina può avvenire in qualsiasi momento sulla superficie di un terreno leggero e sabbioso. Si tiene quindi il contenitore alla luce a una temperatura superiore a 15°C. Nel giro di 3 settimane i semi germinano. Le piantine si trasferiscono quindi in vaso in un terreno sabbioso in una zona soleggiata.

Concimazione

La concimazione mensile si esegue nel periodo da aprile a settembre, usando un prodotto per piante succulente.

Potatura

In autunno è opportuno potare la pianta eliminando i fusti rovinati o secchi.

Abbinamenti con altre piante

Lampranthus aureus
Lampranthus aureus – foto di ConsultaplantasCC BY-SA 4.0

Considerando il periodo di fioritura, che per il lampranto inizia ad aprile, si può dare un senso di continuità, abbinando questa succulenta al Drosanthemum che fiorisce a fine primavera, al Carpobrotus i cui fiori sbocciano ad inizio estate,  al Mesembryanthemum che fiorisce in estate ed al Delosperma la cui fioritura persiste fino all’autunno inoltrato.

Altri consigli per la cura

Le piante di Lampranthus amano il pieno sole ed un terreno ben drenato. Vanno protette dalle gelate.

Se allevate in vaso, occorre irrigare con parsimonia durante i mesi invernali e più generosamente in estate.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Il Lampranthus può essere colpito dalla peronospora, che si può controllare spruzzando un fungicida generico per giardini all’inizio della primavera prima della fioritura.

Curiosità

Lampranthus amoenus
Lampranthus amoenus

Il nome del genere “Lampranthus” in greco significa “fiori splendenti” in riferimento ai fiori grandi e luminosi delle diverse specie che generalmente compaiono in estate e ricoprono interamente le piante.

Le piante vengono impollinate dagli insetti principalmente dalle api quando i fiori sono completamente aperti.

Un adattamento per la sopravvivenza delle specie è l’abbondanza di semi prodotti. I semi vengono rilasciati per mezzo di valvole alate che si aprono quando sono bagnate. In queste valvole ci sono strati di membrane che assicurano che i semi non vengano rilasciati tutti in una volta. Se ciò avvenisse e non ci fossero piogge successive, le piantine morirebbero tutte, compromettendo la sopravvivenza stessa di una specie rara.

Più semi ci sono, maggiori sono le possibilità di germinazione e, in definitiva, di sopravvivenza della specie.

Tossicità  e/o uso erboristico

Lampranthus aureus e Lampranthus spectabilis contengono mesembrenolo e bassi livelli di alcaloidi.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Bibliografia

South African National Biodiversity Institute: Lampranthus

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.