Opuntia

opuntia

 

Classificazione botanica

L’ Opuntia appartiene alla Famiglia  delle Cactaceae  alla Sottofamiglia  delle Opuntioideae, alla Tribù  delle Opuntieae  ed al Genere Opuntia

Caratteristiche generali

Si tratta di un genere che comprende una grande varietà di piante tutte facenti parte della famiglia dei cactus;

L’ Opuntia possiede un apparato radicale carnoso che si sviluppa soprattutto in larghezza e meno in profondità, è  capace di colonizzare gli ambienti più impervi alla ricerca di acqua e di nutrimento. Sfoggia fiori brillanti e frutti carnosi spesso commestibili. I fiori solitari delle Opuntia sono molto appariscenti e alla loro sfioritura seguono dei frutti ovoidali che contengono parecchi semi.

Tollera qualsiasi tipo di clima, tanto da spingersi a colonizzare anche terre molto fredde come il Canada. Di questa pianta sono notevoli le dimensioni: alcune possono arrivare fino a 6 metri. Altre specie hanno invece rami striscianti alti poche decine di centimetri. Presenta rami cilindrici o globosi, molto spesso appiattiti a forma di pale (dette articoli). Le areole sono disseminate sui rami, e oltre alle spine, sono provviste di glochidi, piccoli e fastidiosi aculei dotati di microscopici denti che restano conficcati nella pelle e sono difficile da estrarre.

opuntia

Principali specie

Tra le specie più diffuse troviamo in primis l’Opuntia ficus-indica ma anche l’ Opuntia Bigelowii spesso presente nelle nostre case.

Di seguito l’elenco delle principali specie:

Opuntia aciculata

opuntia aciculata –  Ettrig CC BY-SA 4.0

Forma un cespuglio largo e alto al massimo 60-70 cm. ha le pale verde oliva con glochidi arancio.

Opuntia arenaria

Opuntia arenaria  – user:sadambio CC BY-SA 3.0

L’Opuntia arenaria può crescere nel terreno anche di sabbia pura. Ha rizomi lunghi fino a 1,5 m che danno origine a germogli fuori terra con piccoli cladodi di dimensioni 4-7 x 2-3 cm. Le piante (ciuffi) di cladodi possono essere di 20-30 cm di diametro e di circa 4-8 cm di altezza. I frutti sono piccoli, circa 2,5 cm.

Opuntia basilaris

Stan Shebs CC BY-SA 3.0

Originaria del Messico e degli Stati meridionali degli USA, ha articoli carnosi e ovaloidi quasi senza spine; i suoi fiori sono in prevalenza rosso-violacei.

Opuntia bigelovii

opuntia bigelovii

Cylindropuntia bigelovii è originaria degli Stati Uniti d’America sud-occidentali e del Messico nord-occidentale. In inglese è nota come teddy-bear cholla.

La pianta è completamente circondata da robuste spine che, da una certa distanza, le conferiscono un aspetto somigliante a quello di un peluche, da qui il suo curioso soprannome.

Opuntia brasiliensis

Opuntia brasiliensis  –  Kurt Stüber CC BY-SA 3.0

Opuntia brasiliensis è originaria del Sud America, dal Brasile (Paraíba occidentale, Pernambuco orientale e centro-meridionale, Alagoas, Sergipe, nord-ovest, nord-orientale e Bahia, nord-est e centro-meridionale Minas Gerais e Espírito Santo)

Opuntia bulbispina

Cactacea nana; forma gruppi striscianti. possiede spine radiali, le centrali più grandi.

Opuntia clavarioides

Comunemente chiamata “mano di negro” è una splendida opuntia dalle caratteristiche pale a forma di clava di colore verde-rossastro. Il nome deriva da Clavaria (una specie di fungo). Ha spine chiare, numerose e brevi. la si trova spesso con crestature dalle forme molto particolari e frequentemente è innestata su opuntie più robuste. In natura, ha una radice lunga a rapa.
Produce fiori lunghi 5-6cm di colore verde-bruno all’esterno, gialli all’interno ma la fioritura è molto rara.

Opuntia clavata

Opuntia clavata –   JerryFriedman CC BY-SA 3.0

L’ opuntia clavata è endemica del New Mexico negli Stati Uniti.

Opuntia corrugata

Piccola opuntia prostrata con segmenti subcilindrici, leggermente appiattiti. Possiede numerose spine corte e robuste, di colore rosso. Fiori arancioni. Cile e Argentina. Insolita e rara in coltivazione.

Opuntia dillenii

Opuntia dillenii –  Frank Vincentz CC BY-SA 3.0

Originaria delle Indie Occidentali, ha articoli lunghi e piatti di colore verde acceso che al sole assumono un rivestimento azzurrognolo, hanno spine robuste giallo-arancio, i fiori sono gialli e i suoi frutti commestibili hanno una colorazione rossa.

Opuntia elata

Opuntia elata –  Valerio Pillar CC BY-SA 2.0

Originaria del Brasile, cresce a cespuglio e raggiunge circa un metro di altezza; ha spine rade ed aghiformi, i fiori sono giallo-arancio.

Opuntia erinacea

Opuntia erinacea –  Stan Shebs CC BY-SA 3.0

L’Opuntia erinacea , il fico d’india del Mojave , è una specie appartenente alla famiglia delle Cactaceae , distribuita nei deserti del Mojave e del Grande Bacino. L’ Opuntia erinacea viene proposta da alcuni botanici come un allopoliploide derivante dall’ibridazione tra Opuntia diploursina e Opuntia basilaris .

Opuntia engelmannii

Opuntia engelmannii –   Stan Shebs CC BY-SA 2.5

Originaria del Texas, dell’Arizona e di una parte del Messico, cresce formando grandi cespugli, ha articoli rotondi di circa 30 cm e lunghe spine rossastre con punte bianche; i suoi fiori sono gialli.

Opuntia falcata

Opuntia falcata – Peter A. Mansfeld CC BY 3.0

Opuntia ficus-indica (fico d’India)

L’Opuntia ficus-indica, ovvero il “fico d’India”

E’ la specie più conosciuta e cresce spontanea in tutto il Mediterraneo. In lingua inglese viene chiamata indian fig, barbary fig o prickly pear mentre in spagnolo è nota sotto il nome di nopal o tuna. Le “foglie” carnose della pianta sono impiegate per l’alimentazione dei bovini in genere e anche per i porci (Messico, Africa, Australia, Brasile), mentre il frutto molto ricco di vitamina C viene trasformato in marmellata, sciroppo e anche in bevande alcoliche (in Messico: conche).

Opuntia fragilis

Opuntia fragilis –  CC BY-SA 2.0 Dornenwolf

Eriginaria del Sud America e del Messico, è una pianta nana, con ramificazioni molto delicate che cadono facilmente; i suoi fiori sono giallognoli.

Opuntia fulgida

Opuntia fulgida –   Mike CC BY-SA 4.0

E’ originaria dell’Arizona e del Messico settentrionale. In inglese è nota come jumping cholla.

Opuntia hystricina v. ursina

Opuntia invicta

Opuntia invicta –   Amante Darmanin from Malta CC BY 2.0

E’ un cactus che forma una stuoia che cresce circa 20-50 cm di altezza e fino a 2 m di diametro (o più) con steli robusti e spine formidabili molto larghe.

Opuntia leptocaulis

Opuntia leptocaulis

Di natura arbustiva, con un corto tronco, alta fino a 2 metri, con rami molto sottili. Ha spine chiare, lunghe fino a 5 cm, racchiuse in una guaina variabile in colore da quasi bianco a giallastro o rosso bruno, molto aguzza si conficca facilmente in ogni oggetto abbastanza morbido.

Opuntia linguiformis

Forma un alto cespuglio fino ai 2 metri, pale di colore verde oliva, spine e glochidi gialli. Produce fiori gialli che virano all’arancio.

Opuntia littoralis

Stan Shebs CC BY-SA 3.0

Opuntia macrocentra

E’ una pianta di piccola taglia con pale azzurre ricoperte di spine bianche dalla base rossa.
E’ molto resistente al freddo ed è in grado di superare inverni molto rigidi fino a -15°c, ma probabilmente può arrivare a -20°c.

Opuntia marnieriana

Opuntia microdasys

Originaria del Messico, è una pianta nana con articoli piatti e ovali, molto indicata alla coltura in vaso; ha areole con minuscole e finissime spine a cuscinetto molto penetranti al tatto, può avere fiori bianchi o gialli.

Opuntia Microdasys

Opuntia Microdasys

Opuntia miquelii

Si tratta di una specie  confinata ai deserti del nord del Cile.

Opuntia moelleri

Produce fiori verdi gialli ed è distribuita nel Nord America

Opuntia monacantha

Opuntia monacantha  –  Vince Alongi CC BY 2.0

Produce  bei fiori gialli con venatura esterna rossa, poche spine, articoli sottili non particolarmente grandi.

Opuntia nigrispina

L’habitat principale di questa specie è l’Argentina le province di Salta e Jujuy e nel sud della Bolivia. C’è anche una popolazione disgiunta a Tarapacá e Antofagasta, Cile e Oruro, in Bolivia. La specie è localmente abbondante nella sua principale area di distribuzione. Non è abbondante in Cile

Opuntia pentlandii

Il nome  Pentlandii onora il geografo e naturalista irlandese Joseph Barclay Pentland. Produce  fiori gialli o rossi che raggiungono lunghezze fino a 3 centimetri.

Opuntia polyacantha

Opuntia polyacantha –  CC BY-SA 2.0 Matt Lavin

Opuntia pycnacantha

Opuntia di taglia media con molte spine corte

Opuntia reticulata

Cactacea cespugliosa alta qualche metro formata da articoli non molto lunghi, con le areole collegate da linee più o meno larghe, grigio brune, un poco rilevate, che costituiscono un reticolo di poche maglie rade. Fiori gialli.

Opuntia robusta

Opuntia robusta – LazaregagnidzeCC BY-SA 4.0

E’ una pianta grassa di taglia medio-grande con fusti appiattiti e ovali (“pale”) coperti di spine; fiori gialli o rossi in estate; frutti commestibili.

Opuntia rutila f. mini

Produce fiori gialli o rosati.

Opuntia salmiana

Opuntia santamaria

Opuntia schottii

Questa specie è distribuita negli stati messicani di Coahuila, Nuevo Len, Tamaulipas e negli Stati Uniti, in Texas, ad altitudini da 700 a 1.200 m slm

Opuntia stricta

Opuntia stricta  –  Christian COGNEAUX CC BY-SA 3.0

Diffusa in Sud America, Nord America, America Centrale e Caraibi. È considerata una pianta invasiva in Sud Africa and Australia.

Opuntia subulata

Opuntia subulata –  User:DO’Neil CC BY-SA 3.0

Succulenta rigida a sviluppo arbustivo, che in natura raggiunge i 4 m di altezza, con fusto centrale del diametro di 6-10 cm, ramificato con articoli cilindrici laterali, di 6 cm di diametro, diretti verso l’alto. Sul fusto e sui rami sono presenti lunghi tubercoli e areole bianche e feltrose, sotto di esse nascono le foglie cilindriche, assottigliate in punta e ricurve, persistenti anche per più di un anno.

Opuntia subinermis

Originaria dell’Argentina, ha articoli rotondeggianti che amano la luce intensa, il colore varia da verde scuro a verde chiarissimo; i fiori sono giallo pallido.

Opuntia tomentosa

opuntia tormentosa

Opunzia con poche spine e un po’ di glocidi, articoli oblunghi e vellutati. Ha fiori rossi, invecchiando diventa un albero.

Opuntia tunicata

Opuntia tunicata –  Montgomery CC BY 3.0

Originaria del Messico e del Cile, ha articoli globulari o cilindrici con spine uncinate e rivestite di una membrana color giallo (da qui prende il nome tunicata), può un’altezza di un metro  nei luoghi di origine viene spesso usata come siepe difensiva; ha fiori gialli.

Opuntia verschaffeltii

E’ composta da parecchi fusti che hanno la base sotterranea, ma nel cespo che essi producono, è impossibile distinguere un fusto principale. In natura può raggiungere i 30 cm di diametro, ma in coltivazione divengono cilindrici e alti fino a 20 cm con un diametro di circa 2 cm.

Opuntia violacea

Opuntia violacea  – Photo by David J. Stang CC BY-SA 4.0

Cactacea arbustiva fino ad 1,50 metri di altezza e diametro. Articoli piatti con l’epidermide verde-blue violaceo. Spine sulle areole superiori gruno-rossicce, lunghe e flessibili.

Opuntia vulgaris

Opuntia vulgaris –  Drew Avery CC BY 2.0

Pianta succulenta, bassa, formata da cladodi appiattiti che determinano la ramificazione; essi rappresentano le foglie e assicurano alla pianta la fotosintesi clorofilliana; A partire dal quarto anno di crescita i cladodi lignificano e formano un vero e proprio tronco.

Opuntia zebrina f. reticulata

Si tratta di una forma alterata di Opuntia dillenii, ottenuta in Europa.

opuntia

Consigli per la coltivazione

Terreno

Il terreno adatto per la coltivazione dell’opuntia è  molto drenante e roccioso e, se coltivate in vaso, la terra deve essere concimata e mista a sabbia grossolana;

Esposizione

Le Opuntia devono essere esposte al sole diretto e devono avere clima secco ed asciutto, che non scenda sotto i 5 gradi. Durante l’inverno le opuntia possono essere tenute all’aperto a patto che  la temperatura risulti abbastanza fredda, intorno ai 6 gradi; in caso di temperatura più alta la pianta continuerebbe a crescere e le estremità risulterebbero molto fragili e deboli. Se la pianta resta al freddo troppo tempo  è inevitabile un deperimento generale. In interno è necessario assicurare loro molte ore di luce brillante.

Messa a dimora e rinvaso

Le piante possono essere coltivate anche ad altitudini che si aggirano intorno ai 750 metri.

Il vaso adatto per l’opuntia deve avere un’altezza intorno ai 30 centimetri e la terra deve essere ben drenante. Le Opuntia ficus-indica raramente necessitano di rinvaso. In ogni caso si deve utilizzare sempre un vaso leggermente più grande del precedente e non troppo profondo.

Annaffiatura

Necessitano di scarse annaffiature, soprattutto in inverno. E’ necessario proteggerle dall’umidità.Durante la stagione fredda le Opuntia non vanno annaffiate e si possono riprendere le annaffiature nel periodo che va da marzo ad ottobre ma solo  quando il terreno è eccessivamente secco ed arido.

Concimazione

Le Opuntia sono piante piuttosto selvatiche e quindi non è necessario concimarle. Nel caso si voglia comunque utilizzare un concime, occorre optare per concimi ricchi di fosforo e potassio e poco azoto. La concimazione deve essere fatta in primavera.

Riproduzione

La riproduzione è molto semplice e si può fare con seme o per talea di cima. Nel primo caso si  sotterra il seme in un mix di terra e sabbia in un ambiente con temperatura di circa 21 gradi. Nel secondo caso, la  cima va fatta asciugare inserendola nella sabbia;. Una volta che ha radicato va piantata in un vaso con il terriccio ricco di sabbia e rocce.

Potatura

Le Opuntia vanno potate tra maggio e giugno o tra agosto e settembre, togliendo i cladodi, e gli eventuali fiori per consentire alla pianta la produzione di nuove pale e nuovi fiori ed eventuali frutti nella stagione autunnale

Fioritura

Le Opuntia hanno fiori piuttosto vistosi, che ricordano una ruota e che spuntano singolarmente e frequentemente. Producono frutti spesso commestibili (il fico d’india è uno di questi).

Parassiti e malattie

Troppe irrigazioni provocano la spaccature delle pale delle Opuntia.

Tra i parassiti che colpiscono di più le Opuntia, ci sono la cocciniglia e la farfalla del Cactus.

Curiosità

Pianta originaria delle zone desertiche dell’America. Cresce spontaneamente nelle zone marittime del sud Italia. Cresce fino a sviluppare delle pale con spine da cui viene tratta la polpa usata in medicina per farne un prodotto da usare nella cura del corpo e nelle diete dimagranti o lipoassorbenti. I frutti del fico d’india si consumano freschi e sono ricchi di glucosio, fruttosio e vitamina c. Le Opuntia sono amate dalla cocciniglia ed è per questo che in alcune zone del mondo, Sud Africa e Messico, si coltivano per allevare la cocciniglia e per ricavarne l’acido carmico, un colorante naturale.

Opuntia foglia piccola

Opuntia ficus-indica

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Allora votalo!
[Voti Totali: 11 Media: 4.3]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
6Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Un pensiero su “Opuntia

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add your own review

Rating

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.