Felce di Boston (Nephrolepis Exaltata)

Nephrolepis exaltata

Le nefrolepidi appartengono alla famiglia delle Polipodiacee e sono le cosidette “felci comuni”.

La più coltivata è la Nephrolepis exaltata ‘Bostoniensis’, comunemente chiamata Felce di Boston, con lunghe fronde ricurve di consistenza leggermente cartacea e con i margini seghettati.

Troviamo poi la Nephrolepis tesselata, con fronde di colore verde molto intenso e gambi sottili e nerastri e la Nephrolepis cordifolia con portamento abbastanza eretto.

Luce ed Esposizione

Predilige posizioni obreggiate, evitare i raggi diretti del sole, soprattutto durante le ore più calde della giornata.

Acqua

Queste piante vanno annaffiate con regolarità, ogni 2-3 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma aspettando che il substrato si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra. Evitare i ristagni idrici.

Temperatura

Sopporta bene sia le alte che le basse temperature.

Concime

Durante il periodo vegetativo intervenire con un concime a lenta cessione, la cui azione dura per circa quattro mesi.

Altri Consigli per la Coltivazione della Felce di Boston

Predilige terreni torbosi e ben drenati.

Si moltiplica prelevando le spore, che si producono al di sotto del fogliame.

Gli esemplari coltivati in vaso tendono ad allargarsi, e quindi si consiglia di rinvasarle ogni 2-3 anni, utilizzando un vaso leggermente più ampio del precedente.

Curiosità

Pianta originaria dell’Africa e del Sudamerica.

E’ una pianta d’appartamento di facile coltivazione, tra l’altro possiede delle proprietà molto apprezzabili:

Nephrolepis

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 25 Media: 4.4]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.