Reineckea carnea

Reineckea carnea
Reineckea carnea

Il suo fiore ricorda quello della Liriope muscari, è la Reineckea carnea una vigorosa e sempreverde, unica specie del genere Reineckea, originaria di Cina e Giappone.

Ha un portamento strisciante tappezzante. E’ caratterizzata da una robusta radice rizomatosa che si espande al suolo in orizzontale, creando tappeti di ciuffi di foglie con un alto potere decorativo, alti 30-50 centimetri.

Le foglie, coriacee e persistenti anche in inverno, sono strette e lineari e presentano un apice acuminato rivolto verso il basso. Sono glabre, lucide, lunghe circa 35 centimetri e di un colore verde brillante.

La pianta da inizio autunno produce fiori gradevolmente profumati e raggruppati in infiorescenze a spighe portate da steli rosso-porpora che appaiono alla base delle foglie. I fiori hanno la corolla formata da 5 petali di colore lilla-rosa che contornano vistosi pistilli.

I frutti sono bacche sferiche di colore rosso che maturano in estate avanzata. All’interno delle bacche sono racchiusi i piccoli e fertili semi.

La pianta cresce spontanea nelle zone boschive, in tutti i luoghi freschi e umidi, dai 100 ai 3000 metri di quota dalla Georgia fino alla Carolina. In Europa, Italia compresa, è coltivata a scopo ornamentale come perenne.

Classificazione botanica

Reineckea carnea
Reineckea carnea

La Reineckea carnea appartiene al genere Reineckea della famiglia delle Asparagaceae.

Principali varietà

Si tratta dell’unica specie del genere Reineckea.

Della specie ci sono diverse varietà come la Reineckea carnea “Giant Fairy”, una varietà rara molto più alta della specie, molto resistente, che forma tappeti che sembrano “erba” gigante e che in autunno produce spighe di fiori profumati, rosa lilla.

Altra varietà è la Reineckea carnea Variegata, caratterizzata da un fogliame a strisce bianche.

Fioritura

Reineckea carnea
Reineckea carnea – foto di Baldhead1010CC BY-SA 3.0


La Reineckea fiorisce dalla tarda estate fino all’autunno, da agosto a settembre inoltrato. I fiori sono profumati e sono riuniti in infiorescenze a spighe su steli rosso-porpora. Hanno la corolla composta da 5 petali di colore lilla-rosa che circondano  i pistilli.

Consigli per la coltivazione della Reineckea

Reineckea carnea
Reineckea carnea – foto di Krzysztof GolikCC BY-SA 4.0

La Reineckea carnea è una pianta che vanta una buona resistenza al freddo intenso e la sua coltivazione è adatta sia al vaso che alla piena terra dove risulta perfetta posizionata in ombra e dove ben si presta come coprisuolo.

Si adatta a tutti i tipi di terreno. E’ una pianta adatta all’ombra che va coltivata in un terreno drenato, fertile, ma che, una volta ambientata, è in grado di tollerare bene il secco e diffondersi velocemente.

La Reineckea carnea è largamente usata nei parchi pubblici e nei giardini privati per la realizzazione di aiuole fiorite o bordure nelle zone più ombreggiate.

Coltivazione in vaso

Si coltiva facilmente in vaso. I rizomi vanno impiantati in vasi sufficientemente larghi e profondi riempiti con terriccio umifero e ricco di sostanza organica. I vasi vanno poi collocati in zone a mezz’ombra o al riparo dei raggi diretti del sole durante mesi estivi.

Questa sempreverde ha bisogno di spazio per potersi allargare e sviluppare in modo vigoroso, occorre quindi rinvasarla nel momento in cui le dimensioni del vaso non sono più adeguate a contenerla o quando le sue radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Il periodo migliore per il rinvaso è la primavera.

Coltivazione in piena terra

É la sua collocazione ideale. La Reineckea carnea è adatta per realizzare aiuole o bordure. Si devono collocare le piante in buche ben lavorate, soffici, ad una distanza di circa 40 centimetri l’una dall’altra.

Temperatura

Reineckea carnea
Reineckea carnea – foto di Ed ShEd ShawCC BY-NC-SA 2.0

La Reineckea carnea non teme il freddo e resiste anche alle temperature di circa -15° C. Si tratta, infatti, di una pianta erbacea perenne in grado di sopportare le temperature più rigide, che va a riposo vegetativo durante la stagione invernale e che riprende la fase di vegetazione all’aumentare delle temperature.

Luce

Preferisce un’esposizione semi-ombreggiata o ombreggiata.

Terriccio

Il terreno ideale deve essere fertile, ricco di sostanze organiche e ben drenato, meglio se misto a sabbia,

Annaffiatura

Quando è coltivata in piena terra sono sufficienti le acque piovane e si deve intervenire solo nei periodi di prolungata siccità. In vaso, è invece necessario intervenire regolarmente fornendo apporti idrici, quando il terreno è completamente asciutto, nel periodo che va da marzo ad ottobre. In autunno-inverno si devono ridurre le annaffiature al minimo indispensabile, con cadenza mensile se il terreno tende a diventare arido

Moltiplicazione

Reineckea carnea
Reineckea carnea – foto di Scott ZonaCC BY-NC 2.0

La Reineckea carnea può essere propagata per seme in primavera o per divisione dei cespi o dei rizomi.

Moltiplicazione per seme

La semina si esegue in primavera in semenzaio con un substrato specifico, umido e a temperatura costante di 18° C

Moltiplicazione per per divisione dei cespi

Questa tecnica garantisce esemplari identici alla pianta originale e si fa in autunno o primavera. Vanno estratte dal terreno le piante forti e rigogliose e vanno divisi i ciuffi tagliando i rizomi grandi e carnosi in porzioni che abbiano radici ben sviluppate. Vanno quindi rinvasati singolarmente i rizomi divisi o interrati al momento in buche scavate nelle aiuole del giardino.

Concimazione

Ad inizio primavera ed in autunno è necessaria una concimazione volta a stimolare la ripresa vegetativa e la fioritura. La concimazione si esegue somministrando alla base dei cespi del concime organico liquido o in forma granulare a lenta cessione che sia bilanciato in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K).

Potatura

Man mano che appassiscono i fiori è necessario recidere gli steli che li portano. Se si vogliono far maturare i semi per produrre nuove piante di Reineckea carnea, se ne può lasciare qualcuno. A fine fioritura vanno eliminate tutte le foglie secche, lasciando solo quelle basali.

Abbinamenti con altre piante

La Reineckea carnea è una pianta ideale per il sottobosco, dove può essere coltivata in piccoli gruppi o in grandi tappeti e per le aiuole. Si abbina con piante di Liriope, con i Narcisi, con l’Hosta, con le piante di Waldsteinia.

Altri consigli per la cura

Per avere piante di Reineckea forti e rigogliose è indispensabile evitare i ristagni idrici in piena terra e in vaso. Si possono proteggere le radici dal freddo eseguendo alla base del terreno una pacciamatura con paglia o foglie secche. Per evitare che le lumache rovinino le foglie si può a spargere un po’ di cenere di legna intorno al colletto.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Si tratta di una pianta ornamentale molto rustica che difficilmente subisce gli attacchi di afidi e cocciniglia ma che soffre il marciume radicale provocato dai ristagni idrici se il terreno non è ben drenato. Le foglie più tenere sono apprezzate dalle lumache.

Curiosità

La Reineckea carnea ha una buona capacità di assorbire l’ammoniaca.

L’epiteto generico le è stato assegnato in onore del botanico tedesco Heinrich Julius Reinecke (1799-1871). L’epiteto specifico deriva invece dal latino carneus (càrneus, di carne e quindi simile alla carne) in riferimento al colore dei fiori.

Tossicità 

Non è una pianta elencata nella lista delle piante velenose per cani e gatti o per l’uomo .

Dove acquistarla

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.