Clivia

Fiori Clivia Miniata

Clivia Miniata

Fiori Clivia Miniata

Fiori Clivia Miniata

Classificazione botanica

La Clivia è originaria del Sud Africa, è una pianta sempreverde caratterizza da fiori e da foglie molto belle.
Fa parte della Famiglia delle Asparagales (Amarillidacee)

Caratteristiche generali

E’ un Genere di piante Monocotiledoni, che si coltivano in vaso (in casa o in serra).

Nelle zone a clima temperato le clivie possono essere piantate all’aperto in una posizione particolarmente protetta.

Il fiore è sostenuto da un fusto che si erige al centro della pianta. Sull’apice del fusto si sviluppano dei fiori di colore arancione, a forma imbutiforme. O

gni singolo soggetto può arrivare a portare 40-50 fiori ogni fusto. I suoi frutti sono delle bacche rosse.

La clivia è una pianta sempreverde che sviluppa un grande apparato radicale composto da radici rizomatose piuttosto spesse e carnose occupano quello che è lo spazio a loro disposizione ma esaltando la fioritura della pianta

Da adulta la clivia produce numerosi polloni utili per la riproduzione del la pianta.

Le foglie che partono dal bulbo, sono di forma nastriforme con punta ottusa e di colore verde molto intenso, possono superare il metro di lunghezza ed arrivare ad una larghezza di 5-7 cm.
I fiori, tubolari o imbutiformi, ricadenti o diritti, sono riuniti in infiorescenze portate da un lungo stelo che nasce al centro della rosetta di foglie in primavera. Il numero dei fiori è variabile, va dai 20 ai 60. Generalmente il colore è rosso-arancio ma ci sono anche fiori gialli o colore albicocca. Anche se i fiori durano pochi giorni, la fioritura è lunga e rigogliosa perché vengono comunque rigettati continuamente.

I frutti della clivia, delle carnose bacche rosse, hanno una maturazione che dura parecchi mesi

klivie-384359_960_720

Principali specie

Esistono poche specie di Clivia  tra le quali ricordiamo:

CLIVIA NOBILIS
La Clivia nobilis, originaria del Sud Africa, è la specie che per prima è stata classificata nel 1828 da Lindley.
Fra le diverse specie è quella a crescita più lenta infatti se si moltiplica per seme, impiega circa 6 anni per arrivare alla fioritura. I fiori sono tubolari, rossi-aranciati con l’apice verde, penduli, riuniti in infiorescenze (circa 15-20 fiori per infiorescenza) portate da uno scapo fiorale più corto rispetto alle altre specie.
Le foglie sono grandi (30-80 cm di lunghezza e 2-5 cm di larghezza) di un bel verde intenso.
Le bacche sono di colore rosso brillante a maturità ed impiegano circa 9 mesi per maturare.

CLIVIA MINIATA

Si tratta di una specie endemica del Sud Africa la cui classificazione è datata 1854, trent’anni dopo circa la Clivia nobilis. La clivia minata ha dimensioni medie, la sua altezza non supera i 40-50 cm di altezza. ha fiori diversi rispetto alle altre specie, sono infatti grandi, di colore arancio brillante, imbutiformi, aperti e rivolti verso l’alto, la fioritura avviene nel periodo che va da agosto a novembre.
Le foglie ,tipiche della specie, sono nastriformi, incurvate verso l’esterno ed hanno un colore verde intenso.
Di questa specie sono state trovate delle varietà a fiori gialli come la C. miniata citrina.

CLIVIA CAULESCENS
La Clivia caulescens è originaria del Sud Africa, la sua classificazione risale alla metà del 1900.
La Clivia caulescens ha fiori penduli di colore rosso-aranciato screziati di giallo e con le punte verdi.
ha foglie sottili ed aguzze che raggiungono una lunghezza di 60 cm ed una larghezza di 6 cm.
La sua altezza può arrivare fino a due metri e la sua larghezza a 40 cm.

CLIVIA MIRABILIS
La Clivia mirabilis originaria del Sud Africa, è caratterizzata da foglie molto grandi, verde intenso, la cui misure possono raggiungere una lunghezza di 1,2 m e una larghezza di 5 cm.
Possiede fiori pendenti, di colore rosso aranciato con la punta verde.
Le su bacche maturano in un lasso di tempo molto lungo che va dai 4 ai 7 mesi.

CLIVIA ROBUSTA
La classificazione della Clivia robusta è recente, risale infatti al 2004. Si differenzia dalla Clivia nobilis e dalla Clivia caulescens per i suoi fiori, meno pendenti ma più curvi, di colore rosso aranciato scuro con le estremità verdi. Di solito l’infiorescenza conta dai 15 ai 40 fiori per infiorescenza.
La Clivia Robusta inn natura può raggiungere dimensioni davvero notevoli raggiungendo i 2 m di altezza.

CLIVIA CYRTANTHIFLORA
La Clivia cyrtanthiflora è il risultato dell’ incrocio tra la Clivia nobilis e la Clivia miniata. Ha bellissimi fiori imbutiformi e pendenti di colore rosso. Si possono trovare varietà con fiori di colori giallo e arancio.

CLIVIA GARDENII
La Clivia gardenii, originaria dell’Africa meridionale, produce lunghe foglie opposte dal cui centro della rosetta sorge uno stelo alla cui sommità si sviluppano le infiorescenze con un numero di fiori che vai dai 10 ai 20, di colore giallo-arancio, rosa salmone con bordature verdi.

clivia-miniata-167169_960_720

Consigli per coltivarla

Le clivie non hanno una buona rusticità, tant’è che generalmente la loro coltivazione avviene in luoghi protetti e la coltivazione all’esterno avviene solamente in zone con i climi caldi ed umidi.
Le temperature ideali per la coltivazione della clivia sono 21 °C durante l’estate ( anche sino a 28°C con un giusto grado di umidità), e 13-15 gradi minimo durante l’inverno.

Tipo di terreno
Le clivie sviluppano un grande apparato radicale esaurendo rapidamente la terra del vaso, tuttavia non necessita di frequenti rinvasi che tra l’altro pregiudicherebbero la fioritura. Il rinvaso avviene solitamente ogni 2 anni quando le radici non hanno più spazio disposizione.
Il vaso non deve essere troppo grande, al massimo 20 cm di diametro . Al modesto quantitativo di terra si aggiungono frequenti concimazioni e rinnovi dello strato superficiale di terra.
Per il rinvaso si deve usare del buon terriccio di bosco, corteccia di pino di dimensioni medie miscelati a sabbia grossolana che facilita il drenaggio dell’acqua, fondamentale per le clivie.

Esposizione
la clivia preferisce la luce ma non il sole diretto.

Un buon metodo per comprendere la necessità di luce della pianta è quello di regolarsi con la disposizione delle foglie:: più sono disposte verticalmente, più la pianta necessita di luce.
La clivia ama l’aria (non le correnti d’aria fredde però) e si può posizionare all’aperto ì quando le temperature superano i 15°C.

Annaffiature
la clivia va annaffiata abbondantemente dal periodo primaverile fino a quello autunnale. Il terriccio deve rimanere costantemente umido ma occorre evitare i ristagni idrici nel sottovaso.
Durante i mesi invernali la clivia va annaffiata con moderazione, in questo periodo occorre limitarsi a mantenere il terriccio appena umido.
quando si annaffia bisogna prestare particolare attenzione a non lasciare residui di acqua nella parte centrale della rosetta di foglie.
Le foglie vanno nebulizzate regolarmente e per mantenere l’ambiente umido la pianta si può disporre la pianta su un sottovaso riempito di ciottoli e d’acqua.

Concimazione
La clivia va concimata ogni 5 giorni a patire dalla primavera fino al termine dell’estate. Il concime liquido va diluito nell’acqua di irrigazione.
Il concime ottimale deve contenere azoto, fosforo, potassio, ferro, manganese, rame, zinco, boro, molibdeno.

clivia-592786_960_720

Fioritura

La fioritura della Clivia avviene dall’inizio della primavera. I fiori durano solo pochi giorni ma vengono rigettati continuamente così si può avere una fioritura duratura.
I fiori sono riuniti in infiorescenze portate da un lungo stelo che cresce al centro della rosetta di foglie.
Se le piante sono allevate in serra durante l’inverno la fioritura inizia da novembre.

Moltiplicazione

La Clivia si moltiplica per divisione della pianta o per seme.
La moltiplicazione per seme non da la certezza di ottenere piante uguali a quella madre, quindi è una tecnica sconsigliata a chi ha intenzione di ottenere un determinato e preciso tipo di pianta.

  • per divisione della pianta
    Si può moltiplicare la clivia all’inizio della primavera, quando si rinvasa. Si deve togliere la pianta dal vaso e si devono liberare le radici dalla terra, si procede alla separazione delle diverse piante (per ognuna ci dovrebbero essere minimo 6 foglie) avendo cura di non danneggiare le radici utilizzando un attrezzo sterilizzato.
    Le parti divise si piantano in vasetti del diametro di poco più di 10cm nel terriccio che si utilizza con le piante adulte. Il terriccio deve essere precedentemente bagnato perchè dopo il rinvaso occorre aspettare una settimana per la prima annaffiatura. Il tutto deve riposare in un luogo con semi ombra a circa 16°C. Dopo la radicazione la pianta si può spostare in una posizione più luminosa e la si può trattare come pianta adulta.
    Generalmente passano due stagioni prima che pianta madre e piante figlie rifioriscano
  • per seme 
    Quando i semi di Clivia sono raccolti dai frutti della pianta possedete, occorre ripulirli dalla polpa e vanno immediatamente seminati (il periodo giusto è la tarda primavera o l’estate) in una composta che abbia una parte di terriccio fertile ed una parte di sabbia grossolana.
    I semi di clivia sono piuttosto grandi quindi occorre interrarli per metà della loro lunghezza in vasi di circa 10 cm di diametro. Ogni seme deve avere il suo vaso
    I vasetti devono essere tenuti alla luce ad una temperatura intorno ai 21°C o anche più. Il terriccio deve essere costantemente umido fino a quando la pianta germoglia.
    Generalmente i semi germogliano dopo 6-8 settimane, se la pianta è abbastanza grande può essere trapiantata in quello che sarà il suo vaso definitivo.
    Con la moltiplicazione per seme occorreranno diversi anni prima di assistere ad una fioritura.

Potatura

Quando i fiori seccano vanno eliminati e al termine della fioritura si è conclusa va tagliato con una cesoia sterile tutto lo stel fiorale dalla base.
Anche le foglie danneggiate vanno eliminate.

Parassiti e malattie

La clivia non è particolarmente soggetta a malattie. Tra i problemi più comuni troviamo questi:

Ingiallimento foglie
errate irrigazioni possono portare all’ingiallimento del fogliame. Occorre regolarle per risolvere il problema.

Macchie scure sulle foglie
La cocciniglia si manifesta con macchie brune sul fogliamente. Si possono eliminare con cotone ed alcol, con acqua e sapone (risciacquando attentamente) o con antiparassitari specifici.

Curiosità

Tutte le parti della Clivia sono tossiche se ingerite in gran quantità.

La scoperta della Clivia risale al 1815 e il merito va a William J. Burchell che la raccolse presso il Great Fish River in sud Africa. Nel 1828 John Lindley procedette alla classificazione della Clivia con il nome di Clivia nobilis ad omaggiare lady Charlotte Florentine Clive duchessa di Northumberland che le aveva coltivate nel suo giardino per prima.

Linguaggio dei fiori

Per il suo aspetto rigoglioso la Clivia  simboleggia la generosità.

Chi regala una Clivia può voler dichiarare di volere un appuntamento.

Fiori Clivia Miniata

Fiori Clivia Miniata

 

 

 

 

 

Clivia 2

 

 

 

Clivia

 

Se poi siete amanti di questi fiori, esiste un libro in inglese osannato da tutti gli appassionati interamente dedicato alle Clivie: CLivias di Harold Koopowitz

Se vi interessano semi o piante, ecco dei link utili per acquistare online:

 

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 83 Media: 4.4]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
29Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
9Email this to someone
email

3 pensieri su “Clivia

  1. rinvasobuongiorno ,ottimo articolo,vorrei un' informazione.ho appena aquistato due clivie,vaso piccolo di cr 10cm di diametro,con stelo pronto alla fioritura.,devo cambiarle di vaso? posso metterle assieme? grazie alessandra
  2. AiutoBell'articolo!Coplimenti!Completo e utile... Qualcuno mi ha regalato oggi una clivia.Ci sono delle foglie che hanno macchie gialle-marroni in punta(come una bruciatura).Elimino solo la parte ingiallita con delle forbici, o devo eliminare l'intera foglia? Grazie per l'aiuto!

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add your own review

Rating

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.