Hymenocallis

Hymenocallis è un genere di piante che fa parte della colorata e numerosa famiglia delle Amaryllidaceae. Sono più di 50 le specie conosciute che possono essere coltivate in vaso, all’aperto o in appartamento, o direttamente in piena terra. Non è difficile coltivare queste bulbose tropicali nel nostro Paese, ma è importantissimo mettere a dimora i bulbi in un substrato leggero e drenante, nonché procedere a regolari interventi di annaffiatura. I fiori del Giglio Ragno, altro nome con cui vengono identificate alcune specie di Hymenocallis, sono davvero spettacolari: bianchi e con le estremità leggermente ricurve. L’originale eleganza e il dolce profumo sono i principali punti di forza di questi fiori.


Datura

Una pianta con bellissimi fiori e un fogliame decorativo, ma molto velenosa: questa è la Datura, conosciuta anche Trombone del Diavolo, Erba del Diavolo o Erba delle Streghe. La copiosa fioritura di ogni specie appartenente a questo genere consente di valorizzare grandi giardini o terrazzi quando coltivata in vaso. Rustica? Non proprio. Coltivare la Datura è semplice, ma è sconsigliata una coltivazione in piena terra quando si vive in zone dove l’inverno porta con sé basse temperature e gelate.


Brugmansia

La Brugmansia è una pianta affascinante: portamento arbustivo e grandi fiori dal delicato profumo. Le specie appartenenti all’omonimo genere hanno origini tropicali e subtropicali e possono raggiungere anche considerevoli dimensioni quando coltivate in piena terra. Non è difficile prendersene cura e regalano sempre uno spettacolo davvero straordinario. Il clima mediterraneo è perfetto per la coltivazione del “trombone degli angeli”.


Lampade e luci per coltivare le piante indoor

Coltivare le piante indoor non è più un problema con le sofisticate lampade a led. Dai vecchi sistemi a incandescenza si è passati alle lampade HID, per poi attraccare nel sicuro porto dei LED. La coltivazione indoor non è un campo esclusivo in cui operano solo esperti professionisti, ma con le giuste tecniche, qualche accortezza in più rispetto ai tradizionali metodi di coltivazione e con i migliori sistemi di illuminazione è possibile ammirare meravigliose fioriture durante tutto l’anno o mangiare delle ottime verdure anche fuori stagione.


Che differenza c’è tra Genere, specie, sottospecie, varietà e cultivar?

È facile fare confusione quando si parla di classificazione botanica. Genere, specie, sottospecie, varietà, cultivar, ibrido sono termini che possono portare fuori strada i meno esperti, ma fondamentali per capire le differenze tra le diverse piante e collocarle, classificandole, in un preciso gruppo. Facciamo un po’ di chiarezza e cerchiamo di capire le differenze tra le varie categorie, senza allontanarci troppo dalla nomenclatura scientifica utilizzata.


Ornithogalum (Ornitogallo)

L’Ornithogalum è una bulbosa da fiore apprezzata per le bellissime fioriture e per la facilità di coltivazione. Al genere appartengono numerose specie, alcune originarie del continente europeo, altre originarie dell’Asia e dell’Africa. L’eleganza dei fiori della Stella di Betlemme è unica ed è proprio per questo motivo che sono ampiamente utilizzati per la creazione di composizioni e bouquet da sposa. Una pianta ornamentale davvero affascinante, in grado di trasformare qualsiasi spazio all’aperto.


mirto

Mirto (Myrtus Communis)

Il Myrtus Communis, la più conosciuta specie di Mirto, è una pianta che cresce spontanea nelle regioni più calde del nostro Paese. Valorizza la macchia mediterranea con i suoi colori ed il suo intenso profumo. Una pianta ben conosciuta anche nell’antichità: tante le leggende del mondo greco, tanti i significati nell’Antica Roma. Una pianta dalla selvaggia bellezza, ma che può essere coltivata con facilità anche nel giardino di casa o direttamente in grandi vasi quando le condizioni climatiche lo permettono. Il Mirto è una pianta affascinante dalla quale si ricava non solo un ottimo liquore: tanti gli usi delle foglie e delle bacche anche in cucina.


Coltivazione Stevia Rebaudiana

Stevia rebaudiana

La Stevia rebaudiana è la specie più diffusa del genere di riferimento. Ha incredibili proprietà ed è conosciuta come il più salutare dolcificante naturale in grado di sostituire in tutto e per tutto lo zucchero. È una pianta che può essere facilmente coltivata anche a casa, sia in vaso che in piena terra. Non ama le basse temperature e le gelate invernali, ma per il resto sono davvero poche le accortezze da tenere per avere delle piante sane e… buone. La Stevia è davvero incredibile.


come coltivare il Fiordaliso

Fiordaliso

Biennale rustica, coltivata anche come annuale. Il Fiordaliso (Centaura Cyanus) è una pianta che cresce spontaneamente anche nelle regioni italiane che si affacciano sul Mediterraneo. È una specie facilissima da coltivare e che in primavera riesce ad incantare con i suoi spettacolari fiori azzurri o blu. Negli anni, tante sono state le ibridazioni ottenute da numerose varietà orticole a fiori grandi, semidoppi, semplici o doppi. In vaso o in giardino? Nessun problema, con pochissime accortezze è possibile coltivare questa specie in qualsiasi luogo e con ottimi risultati.


coltivazione iris

Iris

L’Iris è una pianta rizomatosa con fiori eleganti e delicati a 6 petali, setosi e vellutati, e sorretti da steli rigidi. Facile da coltivare: sono tantissime le specie e le varietà che si adattano perfettamente al clima del nostro Paese per una coltivazione in vaso o in piena terra. Iris: un fiore meraviglioso e simbolo della città di Firenze.


come e quando rigenerare il prato

Come rigenerare il prato, alcuni consigli

Quando e come rigenerare il prato? Per avere un giardino perfetto, con fiori sparsi in ogni angolo e un vigoroso prato verde, è opportuno portare a termine delle operazioni ben precise. Dopo il freddo inverno o dopo una calda estate il prato può mostrare alcuni segni di sofferenza: ingiallimento e zone diradate sono i principali campanelli di allarme che fanno capire che il momento di correre ai ripari è arrivato.


coltivazione akebia

Akebia

L’Akebia è una pianta comune in Cina e Giappone e che nel nostro continente è giunta solo a metà del 1800. È particolarmente apprezzata per la facilità di coltivazione, per la sua rusticità e per il suo elegante aspetto ornamentale. Una pianta rampicante sempreverde con bellissimo fogliame e che produce fiori color porpora e frutti di grandi dimensioni commestibili.


come coltivare l'Eucomis

Eucomis

Eucomis è un genere di bulbose di origine africana di solito abbastanza rustiche: si è scoperta da poco una loro predisposizione anche per la coltivazione in ambienti dal clima continentale (sempre con le giuste precauzioni). L’ Eucomis è una pianta facile da coltivare sia in vaso che in giardino. Non necessita di particolari attenzioni. La sua caratteristica principale? La bella infiorescenza a spiga ricca di piccoli fiorellini e sormontata da piccole foglie che la rende simile al comune Ananas.


come coltivare la begonia

Begonia

La Begonia è un genere che comprende moltissime specie a cui sono da aggiungere varie migliaia di forme orticole, varietà e ibridi. Alcune specie sono di notevole interesse per la particolarità e bellezza del fogliame, altre per le copiose fioriture. Sono piante erbacee da fiore o da fogliame decorativo, annuale o perenne, a radici fibrose o tuberose. Possono crescere fino a 30-40 cm di altezza. Attualmente sono descritte circa 1500 specie e 18000 cultivar. Coltivarle non è per niente un’ardua impresa.


coltivazione tritoma o Kniphofia

Tritoma o Kniphofia

Il genere Kniphofia (o Tritoma) comprende specie erbacee, perenni, vigorose e che tendono a infoltirsi rapidamente. Hanno un apparato radicale ben sviluppato con radici carnose e foglie basali riunite in grandi ciuffi. I fiori tubolosi e tipicamente rivolti verso il basso sono riuniti in spighe apicali sorrette da lunghi fusti eretti e alti anche più di 1 mt. Sono piante molto apprezzate per il fogliame decorativo e per gli accesi colori dei fiori. Le Kniphofia sono facilissime da coltivare e si adattano perfettamente al clima del nostro Paese


come e quando annaffiare le piante

Come e quando annaffiare le piante

Sapere come e quando annaffiare le piante è indispensabile per tutelarle al meglio e ottenere un meraviglioso fogliame e incantevoli fiori. Sono tante le cose da considerare: specie coltivata, esposizione ai raggi del sole, tipologia di coltivazione (vaso o piena terra), condizioni ambientali e anche la tipologia di vaso utilizzato. Ogni pianta ha particolari esigenze da rispettare, ma è possibile apprendere alcune tecniche generali per innaffiare le piante che abbelliscono il giardino, la casa o il terrazzo.


Cryptanthus in Vaso

Cryptanthus

Il genere Cryptanthus (famiglia delle Bromeliaceae) comprende diverse specie che possono essere coltivate facilmente come piante ornamentali da appartamento. Qualche piccola accortezza deve essere presa solo per quanto riguarda la corretta esposizione alla luce e l’umidità ambientale. Le Cryptanthus sono specie originarie del Sud America, quindi le basse temperature e un clima troppo secco non sono condizioni ideali per la coltivazione.


come coltivare il melo ornamentale da fiore

Melo ornamentale da fiore

Il melo ornamentale da fiore è apprezzato per dare un tocco di colore a grandi giardini. Le specie e le varietà più conosciute solitamente superano i 3 metri di altezza, ma ci sono anche tanti ibridi dalla più controllata crescita che possono essere coltivati anche in vaso. Il melo ornamentale è una pianta resistente e facilissima da coltivare anche nelle più fredde regioni del nostro Paese. Durante la primavera si ricopre di delicati fiori dalle più delicate tonalità di colore, nelle stagioni fredde è solito indossare, come accessori eleganti e di immenso valore, piccoli frutti che restano sui rami a lungo.


annaffiatura agatea

Agatea o Agathea (Felicia amelloides)

L’ Agatea è una graziosa pianta sempreverde e dal cespuglioso portamento, molto fiorifera e ornamentale. Come suffrutice presenta rametti lignificati alla base, sui quali si sviluppano foglie oblunghe e persistenti. I capolini sono piuttosto piccoli, ma molto eleganti. I fiori, con un disco centrale giallo, come nelle comuni margheritine, si colorano di un caratteristico azzurro chiaro. L’Agathea non ha particolari pretese ed è facilissimo coltivarla sia in vaso che in piena terra.


come realizzare in orto verticale sul terrazzo

Un orto verticale sul terrazzo

Realizzare un orto verticale sul terrazzo è davvero semplice. Sfruttando strutture e scaffali già perfetti per ospitare un numero variabile di contenitori, ovvero fissando al muro vaschette e vasi di diversa forma e dimensioni, è possibile ottenere un risultato straordinario per avere ortaggi sempre freschi. Un orto fai da te sul terrazzo? Ottima idea!