Iris barbati (sottogenere Iris)

Iris barbati
Iris barbati

Tra i tanti gruppi e sottogeneri del grande complesso genere Iris troviamo gli Iris barbati, un sottogenere di Iris rizomatosi (esattamente come gli Iris crestati e gli Iris non barbati) così chiamati per la loro “barba”: peli che si trovano sulla parte esterna dei tepali e che creano un particolare contrasto con il colore dei fiori.

Gli Iris barbati si distinguono, lo si comprende dal nome, per la “barba”, l’altezza dei fusti dei fiori, a seconda della varietà, varia tra i 20 centimetri ed il metro di altezza, le piante hanno foglie rigide e verticali. I fiori regalano una gamma di colori davvero molto ampia. Andiamo a conoscere le caratteristiche ma, per farlo, occorre fare un’ulteriore classificazione.

Di questo particolare gruppo c’è infatti un’ulteriore suddivisione in 6 gruppi che si distinguono per le dimensioni. Andiamo a conoscerli.

Iris barbati alti: arrivano a misurare oltre 70 centimetri di altezza, l’altezza media è attorno ai 90 centimetri, ma alcune varietà sono ancora più alte. Fioriscono da fine aprile ad inizio giugno e, proprio in base all’epoca di fioritura, vengono ulteriormente classificate come a fioritura precoce, a fioritura media o a tarda fioritura. La durata della fioritura dipende da quanti steli si gettano e quante gemme sono trasportate. I fiori che portano molte gemme, aprendosi in successione, possono regalare fioriture anche per 4 settimane.

Iris barbati alti in miniatura: la loro altezza è inferiore ai 70 centimetri di altezza. L’epoca di fioritura è la stessa degli iris barbati alti, ma gli steli sono più corti, i fiori sono più piccoli e per questo sono più adatti per essere coltivati in luoghi ventosi ed esposti alle intemperie. Sono perfetti come fiori recisi.

Iris Barbati da Bordura: non arrivano a misurare di 70 centimetri di altezza. Sono adatti per le bordure.

Iris barbati medi: anche la loro altezza non arriva ai 70 centimetri . La fioritura di questa classe inizia quando termina quella degli Iris nani e dura fino a quelle degli Iris barbati alti. Per questo sono perfetti per estendere la stagione di fioritura. Possono essere integrati in bordure miste.

Iris barbati nani: non arrivano a misurare i 40 centimetri di altezza. Hanno la fioritura precoce (fioriscono con narcisi e tulipani). Creano delle meravigliose macchie di colore.

Iris barbati nani in miniatura: sono ancora più piccoli, non arrivano a misurare i 20 centimetri di altezza. La loro fioritura è molto precoce (fioriscono subito dopo crochi). Necessitano di un periodo di freddo per fiorire adeguatamente. Sono piante resistenti alle intemperie e sono perfette nei giardini rocciosi.

Iris rifiorenti: alcune specie di Iris barbati rifioriscono dopo la stagione di fioritura iniziale, sono dunque rifiorenti. Il bis della fioritura richiede irrigazione e fertilizzazione supplementare, per questo la rifioritura non può essere garantita in quanto non dipende solo dal patrimonio genetico della pianta ma anche dalle esigenze colturali. Alcuni iris rifiorenti potrebbero essere un po’ meno resistenti alle gelate invernali

Classificazione botanica

Gli iris barbati sono un sottogenere del genere Iris, appartenente alla famiglia delle Iridaceae.

Principali specie

Iris barbati Iris Germanica
Iris Germanica- Foto di User:GinoMM –CC BY-SA 3.0

Gli Iris barbati conta diverse specie di iris, troviamo i comuni Giaggioli (Iris germanica), l’Iris florentina e l’Iris pallida.

Andiamo a scoprire le diverse specie:

Iris adriatica

Si tratta di una pianta perenne rizomatosa, originaria della Dalmazia della Croazia. E’ caratterizzata da foglie corte a forma di falce, da un gambo piccolo e da fiori che variano dal giallo al viola o viola. Raramente è coltivata come pianta ornamentale nelle regioni temperate.

Iris albertii

Iris barbati Iris albertii
Iris albertii foto di AhnodeCC BY 3.0

E’ una specie originaria dell’Asia centrale. Cresce allo stato spontaneo su steppe erbose ad un’altitudine compresa tra 200 e 2000 metri, in luoghi soleggiati o semi ombreggiati.

Arriva a misurare dai 40 a 50 centimetri di altezza. Le foglie sono a forma di spada. Fiorisce a maggio e spesso rifiorisce in autunno. Il colore dei fiori va dal lavanda al viola al rosso-brunastro, la barba è biancastra o celeste. Le fioriture durano da due a tre settimane.

Iris albicans

Iris albicans Iris barbati
Iris albicans

Questa specie di Iris cresce in molti paesi del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale. E’ stata successivamente introdotta in Spagna e poi in altri paesi europei.
Cresce fino a 30-60 centimetri di altezza. Le foglie sono di colore grigio-verde e a forma di spada. [I fiori sono grigi o argentati, bianchi o biancastri.

Iris alexeenkoi

Si tratta di una specie originaria delle montagne del Caucaso in Azerbaigian. Ha foglie verdi o grigiastre simili a erba, un gambo corto e sottile e 1-2 fiori nei toni del viola, viola-blu o blu. Viene raramente coltivata come pianta ornamentale nelle regioni temperate.

Iris aphylla

Iris aphylla
Iris aphylla – Foto di GrinCC BY-SA 3.0

Nota anche come iris senza foglie, iris da tavola è caratterizzata da foglie verde scuro o verde brillante, a forma di spada, che muoiono e svaniscono in inverno. Ha un fusto snello, con diversi rami e strisce verdi e violacee. Produce 3-5 grandi fiori, nei toni del viola brillante, viola, viola, blu scuro, blu-viola e viola scuro, che sbocciano tra la primavera e l’inizio dell’estate. Occasionalmente, rifiorisce in autunno, prima che si formi la capsula del seme. Viene coltivata come pianta ornamentale nelle regioni temperate.

Iris bicapitata

questa specie è endemica della penisola del Gargano, nel nord della Puglia. E’ stata a lungo confusa con la correlata ma più piccola Iris lutescens che si trova dall’altra parte della penisola italiana. Porta due fiori piacevolmente profumati all’apice di uno stelo di 30-40 centimetri, da cui il nome specifico. I fiori si aprono in successione di pochi giorni o anche insieme. Generalmente sono viola intenso ma esistono varianti di colore non comuni, con combinazioni di giallo, bianco e viola.

Iris croatica

Iris croatica Iris barbati
Iris croatica – Foto di Roberta F. –CC BY-SA 3.0

Si tratta di una specie barbuta rizomatosa di iris endemica della Croazia.

Ha steli ramificati e fiori viola scuro. Ha una barba di colore giallo biancastro, e le falde sono leggermente sfumate di rosso violaceo, come quelle dell’ Iris aphylla.

Iris florentina

Iris barbate, Iris florentina
Iris florentina – foto di AbrahamiCC BY-SA 4.0

Ecco la variante a fiore bianco dell’Iris germanica ora classificata come Iris germanica florentina. Viene coltivata come pianta ornamentale nelle regioni temperate quasi in tutto il mondo. L’Iris florentina è una pianta perenne rizomatosa originaria del sud dell’Europa, principalmente dall’Italia (compresa la città di Firenze) e dalla Francia.

E’ caratterizzata da uno spesso rizoma profumato di viola, da foglie semi-sempreverdi verdi o grigio-verdi simili a spade, da un alto gambo ramificato e da molti fiori che sono bianchi e sfumati o arrossati di blu, blu pallido o lavanda. Fiorisce in primavera o in estate. Viene anche coltivata per produrre radice di iris, una sostanza profumata utilizzata in profumi, saponi, detergenti per i denti e detersivi per vestiti.

Iris imbricata

Iris barbate, Iris imbricata
Iris imbricata- foto di Denis.prévôtCC BY-SA 3.0

L’Iris imbricata è originaria delle montagne del Caucaso, in Iran, Armenia, Azerbaigian e Georgia. Ha foglie larghe, simili a una spada, giallo verde o verde chiaro, un fusto sottile con rami, spate verdi gonfie e sovrapposte e produce 2-5 fiori gialli, giallo pallido o giallo verdastro.

Fioritura

Iris barbati, Iris germanica
Iris germanica


L’epoca della fioritura degli Iris barbati dipende dalla specie, alcune varietà possono ripetere la fioritura in estate o in autunno se ci sono i presupposti (terreno e clima ideale).

Per le specie rifiorenti occorre concimare dopo la fioritura primaverile (con concimi a basso titolo di azoto) e se l’estate é siccitosa è bene annaffiare.

I fiori sono di diversi colori: viola, blu, lavanda, gialli, bianchi a seconda della specie e della varietà. Anche la durata della fioritura varia in base alla specie, in alcuni casi può durare anche 4 settimane.

Consigli per la coltivazione degli Iris barbati

Iris barbati
Iris barbati

Le specie e le varietà che rientrano nel gruppo degli Iris barbati devono essere piantati dopo il periodo previsto per la fioritura. E’ consigliabile non porle a dimora in profondità, ma di proteggerle con un sottile strato di terra. E’ altresì indicato lasciare almeno 25 centimetri di distanza tra i rizomi.

Questo gruppo predilige un’esposizione in pieno sole, ogni 3-4 anni i rizomi devono essere dissotterrati e ripiantati ben spaziati tra loro.

Coltivazione in vaso

Gli Iris barbati possono essere coltivati in vaso, anche in questo caso è bene scegliere una collocazione che consenta di ricevere le adeguate ore di sole.

Coltivazione in piena terra

Iris aphylla
Iris aphylla – Foto di Jerzy OpiołaCC BY-SA 4.0

E’ consigliabile procedere con la messa a dimora delle nuove piante dalla metà alla fine dell’estate mantenendo una distanza di circa 25-30 centimetri gli uni dagli altri o anche più, in base alla dimensione delle radici. Una volta piantate le nuove piantine, è opportuno bagnare abbondantemente il terreno.

Prima della messa a dimora occorre immergere i rizomi in acqua per circa un’ ora.  Se non è possibile eseguire subito l’impianto subito, si possono porre in un terriccio per coprire le radice e tenerle in un luogo fresco. Se il terreno è ricco per i primi due anni si possono evitare le concimazioni, se invece è necessario concimare é meglio orientarsi per un concime con un basso apporto di azoto, per evitare malattie fungine.

Coltivazione in terrazzo

Potete tenere i vostri Iris barbati in terrazzo, in tal caso abbiate cura di scegliere una posizione che consenta alla pianta almeno mezza giornata di sole.

Temperatura

Iris barbate Iris aphylla
Iris aphylla – Foto di SalicynaCC BY-SA 4.0

Gli Iris tollerano generalmente le basse temperature ma non non tutte le specie hanno la stessa rusticità: alcune sono più resistenti, altre meno.

Durante l’inverno è meglio coprire il terreno con un po’ di corteccia, foglie o paglia per proteggere i rizomi e la base del cespo.

Luce

L’esposizione ideale per gli Iris barbati è in luoghi ben soleggiati per almeno metà giornata, ma ci sono specie e varietà che si adattano bene anche alla mezz’ombra.

Terriccio

Il terreno ideale per la messa a dimora degli Iris barbati , è fertile, con pH da neutro a leggermente acido e un drenaggio efficiente.

Se il terreno è molto argilloso, è necessario alleggerirlo con l’aggiunta di terriccio è ghiaia.

Annaffiatura

l’iris barbato non ha bisogno di annaffiature frequenti. Generalmente si accontenta dell’acqua piovana. Durante i periodi di siccità è sufficiente fornire un’irrigazione settimanale. In vaso si deve lasciare asciugare la terra per 3-4 giorni prima irrigare nuovamente.

Moltiplicazione

Iris barbata
Iris barbata

Per tutte le specie di Iris rizomatose, quindi anche per le iris barbate, la moltiplicazione agamica avviene alla fine dell’estate per divisione dei rizomi. L’operazione va eseguita su piante adulte che abbiano almeno 3-4 anni.

E’ molto utile per evitare il soffocamento del cespo che invecchiando può compromettere la fioritura. I rizomi si estraggono dal terreno e vanno divisi in tanti pezzi quanti sono “gli occhi” da cui nasceranno le nuove foglie. Vanno tagliate le vecchie foglie a circa metà della loro altezza e vanno poi interrati nuovamente i rizomi.

Concimazione

Le fertilizzazioni devono essere eseguite con concimi a basso contenuto di azoto e con una frequenza massima di due volte all’anno.

Potatura

Dopo la fioritura é  consigliabile tagliare gli steli fiorali alla base ed eliminare le foglie secche o macchiate, non vanno invece tagliate le foglie verdi per non compromettere le successive fioriture.

Altri Consigli per la cura

I ristagni idrici provocano i marciumi radicali, che possono portare anche alla morte della pianta. Si deve arieggiare il terreno per aiutare le radici a respirare ed evitare il compattamento del suolo. Ammendare con del compost migliora la struttura del terreno e aumenta la parte organica che fornisce nutrienti alle piante.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Iris perunika Iris barbati
Iris perunika – Foto di Roberta F. –CC BY-SA 3.0

Gli afidi possono trasmettere malattie, virus, debilitare la pianta e comprometterne la fioritura. Si possono inoltre manifestare macchie fogliari nei periodi umidi e piovosi.
Le ferite ai rizomi possono portare muffe e marciumi, se succede occore togliere la parte danneggiata e trattare con fungicidi specifici.

Curiosità

Nella mitologia greca, Iris o Iride scendeva sulla Terra per portare i messaggi che le venivano affidati, correndo veloce sull’arcobaleno. Viene rappresentata come una bella fanciulla alata e vestita con abiti dai colori brillanti.

Tossicità  e/o uso erboristico

Iris barbati
Iris barbati


Dal’Iris viene estartto un olio aromatico che in passato era usato per trattare le ulcere, la tosse e la febbre. L’iris vanta tantissime proprietà medicinali tra cui ringiovanire la pelle, e favorire il sonno.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Linguaggio dei Fiori

Un arcobaleno che porta buone nuove, ecco cosa simboleggiano gli iris barbati nel linguaggio dei fiori.

Associazioni dedicate agli Iris barbati

Agli iridi barbati sono dedicate associazioni in molte parti del mondo. Gli ibridatori cercano sempre nuove cultivar spesso ricevendo prestigiosi premi. Eccone alcuni.

Medaglia Dykes: E’ stato descritto come il premio Nobel per gli Iris. Si tratta del massimo riconoscimento per i migliori ibridatori dell’iride

Negli Stati Uniti: la Medaglia Caparne-Welch per il miglior Iris Barbato Nano in Miniatura; la Medaglia Cook-Douglas per il miglior Iris Barbato Nano; la Medaglia Knowlton per il miglior Iris Barbato da Bordura; la Medaglia Morgan-Wood per il miglior iris siberiano; la Medaglia Sass per il miglior Iris Barbato Medio; la Medaglia Williamson-White per il miglior Iris Barbato Alto in Miniatura; La Medaglia Wister per il miglior Iris Barbato Alto; Menzione d’onore; e il Premio di Merito.

Nel Regno Unito: il Premio di Merito Garden (AGM) dalla Royal Horticultural Society.

In Francia: i premi Franciris (Fleur de Lis).

In Italia: il Premio di Firenze (primo premio, il fiorino d’oro).

Dove comprare gli Iris Barbata

su eBay, trovi molte proposte di Iris Barbata

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 0 Media: 0]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.