Carissa macrocarpa o grandiflora

Carissa macrocarpa o grandiflora
Carissa macrocarpa o grandiflora- foto di LazaregagnidzeCC BY-SA 3.0

Nota anche come Gelsomino africano, la Carissa macrocarpa o grandiflora è un arbusto sempreverde originario dell’Africa tropicale e meridionale.

È conosciuta anche come Prugna del Natal.

Ha un portamento cespuglioso, compatto e ricadente. Generalmente in natura non supera i tre metri. È caratterizzata da foglie ovate, carnose e lucide, di colore verde scuro e da rami provvisti di spine biforcute. Dalla primavera all’autunno fiorisce regalando fiori profumatissimi a forma di stella, sono cerosi e sono di colore bianco.

Alla fioritura seguono i frutti di forma sferica, che sono prima di colore verde e poi virano al rosso.

Classificazione botanica

La Carissa macrocarpa è una specie del genere Carissa della famiglia delle Apocynaceae.

Fioritura

Carissa macrocarpa o grandiflora
Carissa macrocarpa o grandiflora- foto di Forest & Kim StarrCC BY 3.0

La Carissa macrocarpa fiorisce dalla tarda primavera fino all’inizio dell’autunno ricoprendosi di fiori bianchi a forma di stella, dalla consistenza cerosa e dal profumo simile a quello del Gelsomino, questa peculiarità le è valsa il soprannome di Gelsomino africano.

Durante la notte, il profumo si intensifica, mentre di giorno i candidi fiori della Carissa attirano molte api e farfalle.

La fioritura dura mesi.

Consigli per la coltivazione della Carissa macrocarpa

La Carissa grandiflora è una pianta facile da coltivare che può essere usata sia per scopi ornamentali che per creare siepi impenetrabili. Produce fiori molto profumati con i quali si possono creare essenze per erboristeria e profumeria. Può essere anche coltivata in vaso per le zone a clima invernale.

La Carissa macrocarpa tollera bene i venti salmastri, questo la rende un’ottima scelta per le aree costiere.

Coltivazione in vaso

La pianta ben si presta anche alla coltivazione in vaso. Può essere anche usata come pianta da appartamento per il potere decorativo conferito dalle foglie lucide, dalla forma dei rami e dal portamento espanso. Nella bella stagione fa notevole effetto sui terrazzi e balconi.

Coltivazione in piena terra

Nelle zone caratterizzate da inverni lunghi e rigidi è bene orientarsi per la coltivazione in vaso. Nelle zone con inverni miti si può scegliere di coltivare la pianta in piena terra. Si deve scegliere una zona in pieno sole.

Pianta da siepe

Carissa macrocarpa o grandiflora
Carissa macrocarpa o grandiflora- foto di Forest & Kim StarrCC BY 3.0

La Carissa macrocarpa ha delle lunghe spine che la rendono idonea per essere usata per la creazione di siepi anti intrusione che tengono lontani animali indesiderati, ma anche nelle bordure arbustive.

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi.

Temperatura

Questa pianta ha una scarsa resistenza al freddo e tollera fino a -3°C.

Luce

Carissa macrocarpa o   grandiflora
Carissa macrocarpa o grandiflora- foto di Marco Schmidt CC BY-SA 2.5

La Carissa macrocarpa predilige le esposizioni in pieno sole o di poche ore di ombra pomeridiana. La fioritura e il numero di frutti è inversamente proporzionale alle ore che la pianta trascorrerà in ombra.

Terriccio

Necessita di un terriccio asciutto e ben drenato.

Annaffiatura

Riesce a sopportare anche la siccità siccitose, si può quindi intervenire sporadicamente, quando il terreno è completamente secco. Nella stagione invernale le annaffiature andranno ulteriormente ridotte e riservate solo alle giornate non troppo fredde.

Moltiplicazione

Può essere propagata per semina o per talea semilegnosa.

In primavera si preleva dalla pianta madre un rametto semilignificato che andrà interrato. Una volta che si formano le radici si può procedere alla messa a dimora definitiva orientandosi per una zona calda e luminosa al riparo dalla luce diretta del sole.
Nel momento in cui la pianta raggiunge un’altezza di cinque centimetri, la si può esporre in pieno sole. Applicando questo metodo di propagazione, la Carissa macrocarpa produrrà frutti entro i primi due anni.

I semi germogliano da due a quattro settimane dopo la semina. Lo sviluppo delle piantine è inizialmente molto lento. Le piante coltivate dai semi producono frutti entro i primi due anni.

Concimazione

La Carissa macrocarpa gradisce leggere concimazioni durante il periodo della crescita e della fioritura.

Potatura

Questa pianta non richiede potature particolari, se non quelle volte a contenere le dimensioni della pianta o darle un aspetto più compatto. La potatura si può fare alla fine dell’inverno così da non compromettere la fioritura e la fruttificazione nei mesi seguenti.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Teme particolarmente l’attacco della cocciniglia. Nel momento in cui si intravedono i sintomi di un possibile attacco da parte di parassiti e malattie occorre intervenire tempestivamente con trattamenti mirati.

Curiosità

In Africa è una pianta alimentare tradizionale.

Tossicità e/o uso erboristico

I frutti contengono buone quantità di Calcio, ma soprattutto Potassio e Vitamina C

I frutti possono essere consumati freschi oppure impiegati per preparare macedonie e confetture. La polpa dei frutti di Carissa macrocarpa è ricca di proprietà benefiche per il suo alto contenuto di vitamina C, antiossidanti, magnesio, potassio e ferro.

Fatta eccezione per il frutto, tutte le parti della pianta di Carissa macrocarpa sono velenose. All’interno della polpa dei frutti ci sono una decina di semi che devono essere eliminati prima della consumazione, dal momento che sono tossici.

La Carissa macrocarpa è parente stretta dell’oleandro: entrambi appartengono alla famiglia delle Apocynaceae, nome che deriva dal greco e che significa “lontano dal cane”, proprio per evidenziare che l’ingestione di alcune parti delle piante può essere dannosa per la salute di animali o persone.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.