Aubrezia

Aubrezia
Aubrezia

L’Aubrezia (o Aubretia, o anche Aubreta) è una tipica pianta perenne originaria del Mediterraneo orientale e dell’Asia sud-occidentale con una vasta area di diffusione che include le zone montane del Bacino Mediterraneo, l’Italia e la Persia.

Il genere comprende circa dodici specie di erbacee perenni rupicole, che crescono per lo più sulle rupi e i suoli calcaree.

E’ una pianta di piccole dimensioni che non supera i 10 -15 cm di altezza, con portamento strisciante o ricadente, e per questo compone dei cespi folti e compatti che strisciano sul terreno tappezzandolo o che ricadono con bell’effetto dai muretti o dalle rocce.

E’ rustica e vanta un’abbondante fioritura; i fiori di colore rosa-lilla, porporini o blu-violaceo coprono letteralmente la vegetazione. L’Aubretia è caratterizzata da un fusto legnoso alla base e da foglie opposte, piccole e tondeggianti, persistenti ovato-lanceolate o romboidali, di colore grigio verdastro e coperte da una densa peluria.

I frutti sono silique oblunghe. I semi, piccolissimi, sono molto fertili, si possono raccogliere e usare per ottenere nuove piante per semina nella primavera seguente.

Classificazione botanica

Aubrezia
Aubrezia –Paul SmithCC BY-SA 3.0


L’Aubrezia, nome scientifico Aubretia, è un genere appartenente alla famiglia delle Cruciferae.

Principali specie e varietà

Il genere conta circa 12 specie ma sul mercato ci sono moltissimi ibridi e varietà per uso orticolo di cui non si conosce la provenienza. Ecco alcune specie.

Aubrieta deltoidea

Aubrezia deltoidea

Aubrezia deltoidea – Jerzy Opioła CC BY-SA 3.0

La specie più nota è l’Aubrieta deltoidea, probabilmente è tra i progenitori delle numerose varietà orticole. Ha l’areale maggiore che spazia dalla Sicilia, alle isole greche, alla penisola balcanica, all’Anatolia. Si tratta di una specie molto variabile anche in natura, sia per dimensioni che per portamento e colore dei fiori.

Aubretia cascade blu

E’ una varietà perenne che vienee coltivata come tappezzante nei giardini rocciosi e come ricadente su muretti e nei cesti sospesi. Forma folti cuscini floreali che misurano 15 cm di altezza. Fiorisce nel periodo che va da aprile a giugno producendo bellissimi fiori azzurri.

Aubretia gracilis cascade Royal violet

Questa varietà è alta 10/15 cm ed in pieno vigore vegetativo forma folti cuscini verdeggianti che nel periodo della fioritura si ricoprono di tantissimi piccoli fiori di colore violetto. E’ perfetta per ricoprire muretti, per i giardini rocciosi e per essere coltivata in vaso.

Aubretia ‘Argeonteovariegata’

Si tratta una varietà con portamento a cuscino o ricadente caratterizzata da foglie marginate di bianco, che contrastano con i fiori singoli rosa malva.

Fioritura


L’Aubrezia fiorisce abbondantemente ad inizio primavera o ai primi di giugno a seconda del clima. In Italia si può iniziare a vedere fiore da aprile a maggio, in questi mesi la pianta produce numerosissimi, piccoli fiorellini di colore rosa, viola o blu. L’Aubretia fiorisce meglio in posizioni soleggiate, purché le radici rimangano al fresco.

Consigli per la coltivazione dell’Aubrezia

E’ una pianta di facile coltura e adatta a qualsiasi terreno, anche calcareo o sassoso purché di buona fertilità e fresco nella stagione primaverile-estiva.

Cresce bene in esposizioni soleggiate o a mezz’ombra. Pur non avendo particolari esigenze in merito al terreno, preferisce un substrato ben drenato e nutriente.

Coltivazione in vaso

L’Aubrezia può essere coltivata anche in vaso. E’ altamente decorativa in vasi di legno o pietra, dove crea cuscini molto ornamentali. Nella coltivazione in vaso è necessario porre particolare attenzione all’irrigazione della pianta, evitandoi ristagni idrici che possono portare al marciume radicale, con conseguente deperimento della pianta. Il rinvaso va fatto in primavera quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

Coltivazione in piena terra

L’Aubrezia è particolarmente adatta ai giardini rocciosi, come tappezzante, per comporre bordure, su muretti a secco e scarpate sassose. Le piante vanno messere dimora quando la temperatura è mite, creando buche distanti tra loro 20-30 cm.

Coltivazione in terrazzo

L’effetto a cascata di questa pianta la rende perfetta per coprire balconi e ringhiere.

Temperatura

Essendo una pianta rustica che vive nelle zone prealpine si adatta molto bene alle basse temperature, e resiste anche alle gelate invernali, tollera molto bene anche il caldo.

Luce

Aubrezia
Aubrezia

La posizione migliore per coltivare l’Aubrezia è quella soleggiata e, se il clima è caldo-asciutto, a mezzo sole. I raggi diretti del sole le sono necessari per poter ottenere una fioritura abbondante.

Ma le radici devono restare all’ombra delle rocce che funge da protezione per la pianta. Proprio per questo motivo, muretti e giardini rocciosi rappresentano i luoghi ideali per la crescita di questa pianta, poiché garantiscono una piena esposizione al sole ma lasciano le radici al riparo dell’ombra.

Terriccio

La pianta preferisce un terreno sciolto, soffice, leggero e soprattutto ben drenato.  Ad esempio si può usare terriccio da compostaggio mescolato con sabbia,  terra da giardino e lapillo. L’Aubretia ama  particolarmente i terreni calcarei.
Fate molta attenzione al drenaggio dell’acqua, queste piante temono i ristagni idrici.

Annaffiatura

Le annaffiature devono essere moderate e regolari, si devono evitare ristagni idrici e lunghi periodi di siccità. Non si deve esagerare con l’acqua altrimenti si sviluppano troppe le foglie a discapito dei fiori. Il terreno deve mantenere un grado di umidità adeguato.

Moltiplicazione

L’Aubretia può essere moltiplicata per seme, per talea e per divisione.

In caso di semina, questa deve essere fatta nei mesi di febbraio-marzo, in semenzaio all’aperto in primavera o in serra. Nel momento in cui si sono formate le radici più robuste, si piantano  in vasi di circa 8 cm di diametro (una pianta in un vaso). Si interrano quindi i vasi all’aperto e, in settembre-ottobre, si trapiantano a dimora.

Se si opta per la moltiplicazione per talea, questa va prelevata in agosto-settembre: dopo aver potato le piante adulte (in luglio-agosto, dopo la fioritura) si coprono i cespi con un miscuglio di torba e sabbia.
Le piante-madri formano allora dei germogli che si possono utilizzare come talee: vanno piantate in un cassone freddo in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.
In primavera si piantano le talee radicate una ad una in vasi di circa 8 cm di diametro, dove si lasciano crescere fino al momento della messa a dimora.

Se si moltiplica la pianta per divisione, si deve operare in autunno e in primavera, quando si può procedere alla divisione dei cespi, ponendo subito a dimora le porzioni praticate.

Concimazione

Durante il periodo estivo è bene intervenire ogni 15-20 giorni, usando un fertilizzante per piante da fiore, diluito all’acqua di annaffiatura.

Potatura

Per conservare l’aspetto compatto della vegetazione si possono eliminare i fiori appassiti con una rapida cimatura.

Altri consigli per la cura

E’ consigliabile effettuare un trattamento di prevenzione verso la fine dell’inverno usando insetticida ad ampio spettro ed un fungicida a base di zolfo e rame per evitare l’attacco di afidi e malattie fungine.

Parassiti, malattie ed altre avversità

L’Aubrieta non si ammala facilmente. Ma in primavera potrebbe essere attaccata da afidi e malattie fungine (in particolare la ruggine bianca causata dal fungo Albugo candida che causa pustole bianche polverulente sulle foglie e sui fusti delle piante colpite). Nel caso di funghi trattare con anticrittogamici a base di rame.

Curiosità

L’Aubrezia per il portamento della vegetazione e per le belle tonalità dei fiori questa perenne è preziosa nei giardini rocciosi ma si presta anche per bordure, piccole aiuole o per molti altri scopi.

Deve il suo nome a un naturalista francese, Claude Aubriet, famoso per le sue illustrazioni su piante e animali.

Tossicità  e/o uso erboristico


L’Aubrezia non è tossica né per l’uomo né per gli animali.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Per acquistare Piante o Semi di Aubrezia

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 49 Media: 4.3]

Se vuoi fare una domanda, falla pure sul gruppo FACEBOOK (clicca qui) 6 pensieri su “Aubrezia

  1. Buona sera
    Cortesemente vorrei conoscere la disponibilità e il costo di piante di Aubrezia colore blu e fucsia in vasetti.
    Me ne occorrerebbero circa 12 piantine.
    Grazie
    Roberto

  2. Buongiorno,
    ho un vaso di aubrezia, questa primavera appena l’ ho scoperta dal telo protettivo era tutta verde e piena di fiori. Adesso invece è tutta secca con le foglie secche e alcune sulle punte verdi. Giornalmente è irrigata e più o meno settimanalmente do un concime per piante ornamentali. Il vaso è esposto al sole solo per poche ore al mattino. L’ anno scorso era tutta verde e rigogliosa
    Quale può essere il problema ?

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.