Beaucarnea

Beaucarnea o Pianta MangiaFUMO

Classificazione botanica

La Beaucarnea, è una sempreverde nota come pianta mangiafumo, qualcuno la chiama anche Piede d’Elefante per la base molto grossa. Fa parte della famiglia delle Ruscaceae, (Agavaceae) ordine delle Asparagales.  Detta anche Nolina.

Caratteristiche generali

La Beaucarnea è originaria delle zone calde e asciutte dell’America centrale.
Si tratta di una pianta a crescita lenta caratterizzata da un fusto che nella parte della base ha un rigonfiamento che serve alla pianta come una sorta di brocca immagazzinare l’acqua.
A

lla sommità del fusto troviamo un ciuffo di foglie lunghe (possono raggiungere anche i due metri di lunghezza) e sottili (circa 2,5 cm) e ricurvate verso il basso di un colore verde intenso. Sono raramente compaiono i fiori.

La Beaucarnea ha la particolarità di essere dioica, troviamo sia piante maschili” che “piante femminili”.

Beaucarnea_recurvata

Beaucarnea Recurvata

Pianta vera PIANTA MANGIAFUMO - BEAUCARNEA NOLINA Ø 14 CM -
EUR 18,10 EUR 18,10
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Dettagli >>
Pianta vera PIANTA MANGIAFUMO - BEAUCARNEA NOLINA tronco singolo
EUR 27,70 EUR 27,70
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Dettagli >>
Pianta vera verde da interno PIANTA MANGIAFUMO - BEAUCARNEA NOLINA-BEAUCARNEA
EUR 70,60 EUR 70,60
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Dettagli >>

Principali specie

Il genere Beaucarnea non comprende molte specie. otto di queste sono endemiche del Messico. Tra le principali specie troviamo:

Beaucarnea recurvata

La Beaucarnea recurvata è la specie più diffusa e più coltivata. L’aggettivo recurvata deriva dalle foglie ricurve. E’ originaria del Messico ed è anche nota come “Ponytail Palm” proprio perché ricorda la Palma.
Si tratta di una specie che nel suo paese d’origine è un vero e proprio albero: raggiunge un’altezza fino a 15 m ed un diametro fino a 3 m; Le sue foglie possono raggiungere una lunghezza di un metro e mezzo e una larghezza fino a 2 cm. I fiori giallo pallido possono raggiungere una larghezza fino a 1 metro.
Altre specie sono: Beaucarnea gracilis, Beaucarnea stricta, Beaucarnea longifolia.

Beaucarnea gracilis
questa specie possiede il caratteristico fusto carnoso rigonfio alla base (a forma di bottiglia) alla sommità del quale si forma una corona di foglie larghe 1,5 cm. e lunghe 50-70 cm., con i margini ruvidi e dal colore grigio-verde. Quando fiorisce produce grappoli apicali di fiori rossi.

Beaucarnea longifolia
Ha foglie sottili che possono arrivare a misurare anche più di un metro di lunghezza.

Beaucarnea stricta
E’ caratterizzata da foglie con margini ruvidi, aggettanti e rigide.

Consigli per coltivare la Beaucarnea

Non è particolarmente difficoltoso coltivare la Beaucarnea, si può anche procedere alla coltivazione in vaso. E’ importante fare attenzione alle temperature che non devono essere troppo rigide: durante l’inverno occorre accertarsi che la temperatura non scenda sotto i 10 gradi.

Esposizione

Fondamentale è l’esposizione della pianta che ha necessità di ricevere luce abbondante durante tutto l’anno. è una pianta non particolarmente difficile da coltivare che può essere allevata tranquillamente in vaso ed in appartamento richiedendo solo delle temperature invernali non troppo rigide. Infatti è importante che durante la stagione fredda non scendano sotto i 10 °C e d’estate possono raggiungere anche i 30°C, assicurando il giusto grado di umidità ambientale.

L’elemento fondamentale per una buona crescita della Beaucarnea è la luce che deve essere abbondante in tutto l’arco dell’anno. La piana può essere posta anche al sole diretto.

Occorre porre attenzione alle correnti d’aria fredda e, nel contempo, è importante assicurare un buon ricambio d’aria.

Durante l’inverno si dovrebbe porre la pianta in una sorta di riposo vegetativo in un luogo fresco, con temperature che si aggirano intorno ai 10-12°C.

La Beaucarnea può essere coltivata anche all’aperto a patto che il clima sia  caldo e secco.

Beaucarnea Recurvata

Beaucarnea recurvata, detta anche Nolina, Pianta Mangiafumo o Piede d’Elefante

Innaffiatura

Si deve iniziare ad annaffiare la pianta di Beaucarnea a partire dalla primavera e si deve continuare per tutta l’estate. Ma tra una annaffiatura e l’altra è opportuno attendere che il terriccio si asciughi tra e si devono evitare ristagni idrici nel sottovaso.

Se avete dubbi su quando innaffiare, meglio farlo una volta di meno, che una volta di più…

La mattina presto si possono fare delle nebulizzazioni alla chioma per creare un microclima umido attorno alla pianta.

Durante autunno-inverno le annaffiature devono essere gradualmente sospese perché la pianta utilizza l’acqua immagazzinata nella base del fusto.

Nel caso in cui la pianta sia collocata in ambienti con temperature superiori ai 15°C  annaffiate si tanto in tanto la pianta anche se in misura inferiore rispetto alle annaffiature estive.

Terreno e rinvaso

La Beaucarnea si rinvasa durante i mesi primaverili ma solo se il vaso è troppo piccolo per la pianta.
Si deve usare un terriccio formato da 2 parti di terreno fertile, 1 parte di torba e 2 parti di sabbia grossolana per consentire il drenaggio dell’acqua di irrigazione.
La parte gonfia del fusto non deve essere interrata. E’ meglio usare vasi di terracotta ripsetto a vasi di plastica perché permettono alla pianta una maggiore respirazione.

Concimazione

La Beaucarnea è caratterizzata da una crescita lenta per questo si concima poco.

Basta una concimazione di una volta al mese per primavera ed estate. Il concime deve essere di buona qualità, liquido e va diluito nell’acqua delle annaffiature. Deve contenere azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) ferro (Fe), manganese (Mn), rame (Cu), zinco (Zn), boro (B), molibdeno (Mo), tutti microelementi fondamentali per una crescita equilibrata.

Le dosi vanno dimezzate rispetto a quanto indicato nella confezione.  Potete anche utilizzare concime specifico per piante grasse.

Fioritura

La fioritura della Beaucarnea è rara nei nostri climi, avviene solo nelle piante di una certa età.
Si tratta di piante dioiche ci sono, cioè, sia “piante maschili” (piante che portano solo fiori maschili) che “piante femminili” (piante che portano solo fiori femminili).

Potatura

Le foglie della Beaucarnea che via via si seccano o si danneggiano vanno rimosse.

Moltiplicazione

La Beaucarnea si propaga dai germogli basali o da seme.
Nella scelta della tecnica di moltiplicazione si deve tenere in considerazione che la moltiplicazione per seme non garantisce di ottenere delle piante uguali alle piante madri.

Moltiplicazione per germogli basali

Nella base della pianta di Beaucarnea si formano dei germogli basali che si possono prelevare dalla pianta madre e che vanno piantati in vasetti singoli di 10 cm usando la stessa composizione che si usa per le piante adulte.
Durante questo periodo i vasi vanno tenuti ad una temperatura di 24°C e il terreno va mantenuto costantemente umido. Il vaso deve essere posizionato in un luogo ombreggiato.
I primi germogli sono il segnale che la pianta, a questo va trattata come una pianta adulta.

Moltiplicazione per semi

I semi devono essere seminati nel periodo di febbraio-marzo in terreno formato da terriccio fertile e da una sabbia grossolana o, in alternativa, da perlite. Visto che i semi non sono particolarmente grandi, per vanno spinti sotto il terriccio aiutandovi con un pezzo di legno piatto o versandoci sopra del nuovo terriccio.

Il contenitore dei semi deve essere tenuto in un luogo ombreggiato con una temperatura che si aggira attorno ai 20-21°C e, se possibile, si può fornire un riscaldamento basale per favore la radicazione.
Il terriccio deve essere mantenuto costantemente umido (si può utilizzare un vaporizzatore per inumidire il terriccio) fino al momento della germinazione.

Per garantire una corretta temperatura e per evitare il disseccamento del terriccio il contenitore deve essere coperto con un foglio di plastica trasparente oppure con una lastra di vetro. Questa copertura deve essere comunque rimossa quotidianamente per il controllo dell’umidità del terreno e per eliminare la condensa.
Quando i semi hanno germogliato, si deve togliere il coperchio e si deve aumentare la quantità di luce che crescerà con la crescita delle piantine. Quando le piante sono abbastanza grandi si devono trapiantare usando in terriccio che si usa per le piante adulte.

Parassiti e malattie

Le Beaucarnea non è una pianta particolarmente soggetta a malattie.

Comparsa di macchie sulle foglie
La cocciniglia potrebbe intaccare la pagina inferiore delle foglie in tal caso la i può rimuovere con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool oppure si può lavare la pianta con un acqua e sapone neutro. La pianta va poi accuratamente risciacquata. Nei casi più gravi o per le piante all’aperto si possono utilizzare gli specifici antiparassitari.

Curiosità

La particolarità di questa pianta è rigonfiamento alla base che funge da scorta idrica. Questa caratteristica ne definisce anche il valore commerciale che aumenta con l’aumentare del rigonfiamento

La Beaucarnea in natura può divenire un vero e proprio albero e può raggiungere la bellezza di un’altezza di 10 m di altezza. Il suo rigonfiamento può arrivare a 3,5 metri di diametro
In Messico la Beaucarnea è una pianta protetta. Trattandosi di piante dioiche è facile creare squilbrio e mettere a rischio l’impollinazione.

Perché si chiamano Piante Mangiafumo?

Le beaucarnee sono note con il nome pianta mangiafumo; un nome che ha spesso tratto in inganno, tanto che è stata regalata anche ai fumatori pensando che riuscisse a “mangiare”/neutralizzare il fumo passivo, in realtà questo nome deriva dal fatto che le beaucarnee fanno parte delle poche piante che sopravvivono agli incendi.

Dove comprare la Beaucarnea, detta anche Nolina:

Potete comprarla oline e farvela spedire comodamente a casa da questi siti

Pianta di Beaucarnea in vaso

L'hai trovato interessante? Allora votalo!
[Voti Totali: 170 Media: 4.4]
Ti è piaciuto? Allora Condividilo:
Share on Facebook
Facebook
31Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

12 pensieri su “Beaucarnea

  1. Articolo molto interessante e chiaro per la cura della Beaucarnea.
    A questo proposito vorrei chiedervi un consiglio, infatti da qualche mese ho una Beaucarnea che ho comprato in un supermercato.Il mio consiglio che chiedo a voi é se posso travasare la pianta in un vaso in vetro di forma cilindrica con Ø di 14.5cm e 25cm di altezza.
    Lei sta in un vaso in plastica nera di Ø 14cm.
    Inoltre, essendo la chioma formata da 8-9 germogli, posso eliminare le prime foglie (foglie che sono in un ottimo stato) in modo da liberare i ciuffi con le foglie piú lunghe?
    Che noto essere di un verde piú chiaro dovuto forse alla loro giovane etá o alla poca luce.
    Grazie in Anticipo

    • Puoi trapiantarla tranquillamente, non è una grande differenza mi sembra di capire….

      Se le foglie sono in ottimo stato lasciale stare dove sono. Toglile solo se seccano o se sono sciupate.
      La pianta ha bisogno di molta luce, questo si.

      • Grazie Luca,
        fa niente se per caso vi é acqua in eccesso dentro il vaso…non avendo fori per defluire all’esterno essendo in vetro?

        • Non è l’ideale questo… quasi mai…
          prova magari a mettere uno spesso strato di argilla espansa ed evita che l’acqua raggiunga le radici.

          • Infatti, questo lo avevo pensato e quindi limito le innaffiature aspettando che prima si asciughi il substrato di argilla e la stessa terra visto che posso vedere il suo stato…Giusto?
            Cmq grazie ancora!
            PS: Ti terrò aggiornato nel tempo 🙂

  2. buongiorno ho un problema con la mia pianta che ha molti anni ed e’ alta circa 1,60 da terra e tutte le foglie che vanno in giu come una parrucca. Da qualche mese ha iniziato ad afflosciarsi sempre di piu’ e le foglie a seccare ed io le ho staccate ma ora e’ proprio spoglia come una testa con pochissimi capelli. Quale potrebbe essere il problema?
    grazie

    • Mi dicevano che la Nolina ogni tanto subisce sto processo di disseccamento delle foglie e che potrebbe essere normale.

      In generale non vogliono molta acqua, vogliono una posizione Luminosa, ma non con i raggi del sole diretti. Amano anche che gli si spruzzi la chioma….

    • Anch’io ho notato dopo il problema descritto da PATRIZIA. La mia pianta ha trenta anni ed è la prima volta che si verifica una perdita rilevante delle foglie. Avete notizie su come intervenire?

  3. Ho una Beaucarnea recurvata adulta, di oltre 25 anni, con le foglie ormai quasi completamente secche. E' possibile salvarla? Che tentativi posso fare? L'ho sempre tenuta a studio a temperatura ambiente e per tutti questi anni non ci sono stati problemi. Spero di cuore che qualcuno mi aiuti, anche perchè sono molto affezionato a questa pianta. Vi ringrazio anticipatamente.
    • Pare che sia normale che ogni tanto perda le foglie…

      L’ha mai trapiantata in questi anni? Provi a farlo, vuole poca acqua e ogni tanto qualche nebulizzazione delel foglie.

  4. Beaucarnea di 34 anniBuongiorno, la mia Beaucarnea ha 34 anni ed è alta oltre 2m. Qualche anno fa dal piede della pianta si è sviluppato un nuovo ramo. Recentemente il vecchio ramo ha fatto come agave quando sta morendo. Ha buttato fuori una parte nuova di verde chiaro, mai vista prima, mentre le foglie della pianta si sono afflosciate. Come devo comportarmi? Tagliare la parte morente e lasciare solo il ramo nuovo? Vi ringrazio anticipatamente.
  5. Rami secondariSalve Ho una Beaucarnea non so quanti anni possa avere , ma è alta circa un metro e un diametro basale di circa 30cm. È costituita da un solo ramo principale. Mi chiedevo eventuali rami secondari spuntano da soli o a seguito di un eventuale processo di potatura?

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add your own review

Rating

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.