Corniolo da Fiore (Cornus florida)

Corniolo da Fiore (Cornus florida)
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di H. ZellCC BY-SA 3.0


La Cornus florida, nota con il nome comune di Corniolo da fiore, è un piccolo albero deciduo originario delle regioni dell’America settentrionale, In Italia la pianta cresce nelle zone montane degli Alpi e degli Appennini.

Allo stato spontaneo la pianta può diventare arbusto o un albero di medio- grandi dimensioni: può raggiungere anche i dodici metri di altezza mentre in coltivazione mantiene dimensioni contenute.

É caratterizzata da foglie ovali, di colore verde scuro che in autunno cambiano tonalità e diventano rosse. In primavera, il Corniolo da fiore produce delle infiorescenze molto vistose, formate da piccoli mazzetti di fiorellini bianchi. Ed è proprio la fioritura che appare in contemporanea alla comparsa delle foglie a rappresentare la peculiarità di questa pianta.

Durante l’estate la pianta produce anche delle tipiche bacche rosse di forma allungata che misurano circa un centimetro e che sono radunate in mazzetti. Le bacche si formano all’apice dei rami dove in primavera si era avuta la fioritura e raggiungono la maturazione durante l’autunno fino all’ inverno. 

Classificazione botanica

Corniolo da Fiore (Cornus florida )
Corniolo da Fiore (Cornus florida ) – foto di Stan Shebs CC BY-SA 3.0

Il Corniolo da Fiore, nome scientifico Cornus florida, è una specie che fa parte del genere Cornus, genere al quale appartengono anche il Cornus mas, il Corniolo sanguinello ed il Corniolo giapponese. Il genere appartiene alla famiglia delle Cornaceae.

Principali varietà

La Cornus florida è largamente impiegata dai giardinieri come pianta ornamentale sia per giardini che per terrazzi. Proprio per questo motivo sono stati creati numerosi ibridi e varietà che si diversificano per la colorazione delle foglie e per le brattee colorate. Le varietà della pianta più note e diffuse sono le seguenti:

Cornus florida var Cherokee chief

Questa varietà può arrivare a misurare sei metri di altezza. E’ caratterizzata da brattee di un bel rosso intenso.

Cornus florida var Daybreak

Una varietà che si distingue per il particolare colore grigio verde delle foglie che, con l’autunno, vedono i margini diventare rossi. Le brattee di questa varietà sono bianche.

Cornus florida var Clond nine

Si tratta di una varietà caratterizzata da brattee molto grandi di colore bianco sovrapposte tra loro.

Cornus florida var Rubra

Corniolo da Fiore (Cornus florida)
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di Glysiak CC BY-SA 3.0

In questa varietà le brattee sono di colore rosa e sono disponibii nel colore rosa vivo o rosso con margini del fogliame giallo.

Cornus florida var Rainbow

In base alla stagione la varietà Rainbow assume tonalità di colori diversi: in autunno diventa arancione, rosso e viola.

Fioritura

L’epoca di fioritura del Cornus florida è la primavera, il mese di maggio. I fiori possono essere rosa o bianchi in tonalità più o meno intense. La bellezza del Corniolo da fiore sta anche nel fogliame che assume colorazioni diverse a seconda del periodo dell’anno. Per una fioritura abbondante è consigliabile sistemare la pianta in un luogo assolato.

Consigli per la coltivazione del Cornus florida

Corniolo da Fiore (Cornus florida)
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di H. ZellCC BY 3.0

É una pianta molto rustica, che ben resiste alle basse temperature e che è facile da coltivare. In giardino può essere usata come pianta isolata, a siepe, o può essere riunita in piccoli gruppi per comporre una macchia di colore.

Trattandosi di un alberello di piccole dimensioni spesso viene piantumato in grandi vasi posizionati sul terrazzo. Nel mese di maggio spuntano i fiori accompagnati da grandi brattee colorate. Le foglie sono di colore verde scuro, in autunno si colorano di rosso prima di cadere.

Coltivazione in vaso

La Cornus florida può essere allevata sia in vaso che in piena terra. Ha una crescita lenta e non richiede pertanto un continuo rinvaso. Dato che può comunque assumere dimensioni importanti, è opportuno invasarla in un vaso di dimensioni adeguate.

Coltivazione in piena terra

Si pianta in pieno sole al nord, oppure in ombra parziale al sud o nei luoghi dove il sole molto caldo potrebbe danneggiare il fogliame. In  pieno sole si avrà una fioritura più abbondante.

Va piantato in autunno o in primavera sia come singolo esemplare che come piccolo raggruppamento, intorno alle case, vicino a cortili o prati.

Preferisce terreni non troppo asciutti, fertili, freschi, ricchi di humus, ben drenati, e leggermente acidi (valore ideale pH: 5 – 7). Prima di mettere la pianta a dimora, è bene scavare un’ampia buca e predisporre, sul fondo, del materiale drenante come l’argilla espansa. Si deve poi ricoprire con terriccio e sabbia grossolana.


Pianta da siepe

Cornus florida
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di Derek RamseyCC BY-SA 2.5

La Cornus florida è una pianta abbastanza rustica e viene usata isolata, a gruppi,  a macchie, o anche per realizzare  siepi libere.

Coltivazione in terrazzo

Il Corniolo da fiore ben si presta anche per abbellire i terrazzi ma anche ingressi e porticati. Un bel vaso con questo alberello conferisce eleganza e grazia ad ogni location.

Temperatura

La pianta preferisce un clima fresco e temperato, non ama il caldo eccessivo e ben sopporta le basse temperature. Essendo originaria delle zone montane, infatti, riesce a resistere bene al freddo.

Luce

Il Corniolo da fiore tollera bene il sole ma ama non i raggi diretti, va quindi sistemata in una zona ombreggiata nelle ore più calde della giornata.

Terriccio

Cornus florida allo stato spontaneo cresce in terreni freschi. Preferisce terreni umidi, organicamente ricchi, dotati di un PH che tende al sub-acido, mai secchi, senza ristagni.

Annaffiatura

Corniolo da Fiore (Cornus florida)
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di Liné1 CC BY-SA 3.0

Questa pianta durante il periodo della ripresa vegetativa (da marzo a ottobre) ha bisogno di abbondanti irrigazioni. Per scongiurare il rischio di ristagni idrici è opportuno sempre attendere che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e un’altra. Durante l’ inverno le irrigazioni dovranno essere sospese.

E’ importante annaffiare il Cornus florida al momento dell’impianto, per poi irrigare solo in caso di assenza o scarsità di piogge, durante la fioritura, e nelle prime settimane primaverili.

Durante l’estate invece le annaffiature devono essere più regolari, si deve evitare di lasciare la pianta completamente all’asciutto per periodi di tempo prolungati. E’ importante insistere con le annaffiature nel caso di esemplari coltivati in vaso.

Moltiplicazione

Corniolo da Fiore (Cornus florida )
Corniolo da Fiore (Cornus florida ) – foto di David J. StangCC BY-SA 4.0

La Cornus florida si può propagare per seme, per talea o per propaggine.

La scelta di propagare il Corniolo da fiore per seme non è molto usata per via della crescita molto lenta della pianta: i semi devono essere cresciuti in vaso per due o tre anni prima di poter mettere a dimora la pianta. Questo rappresenta un deterrente per chi desidera propagare con risultati più immediati.

Nella moltiplicazione per talea, nei mesi di luglio ed agosto si deve tagliare obliquamente un rametto lungo circa dieci centimetri e poi lo si deve inserire in un vaso che contiene torba e sabbia. Si trapianta poi nell’aprile successivo e si fa crescere 2-3 anni prima di metterlo definitivamente a dimora.

La moltiplicazione per propaggine si esegue generalmente nel mese di settembre e consiste nell’interrare un ramo della pianta curvandolo ma lasciandolo comunque attaccato alla pianta. Dopo due anni è possibile separare il ramo così interrato dalla pianta.

Concimazione

Il Corniolo da fiore è una pianta caratterizzata da una crescita lenta. Per velocizzarla verso la fine del periodo invernale si può distribuire un concime specifico per le acidofile.

Durante l’autunno è opportuno mantenere il suolo dove è coltivata la pianta il più soffice possibile, per questo è necessario concimare con materia organica, compost o stallatico stagionato.

Un ulteriore fonte di concime può essere fornito dalle foglie decomposte cadute a fine autunno.
Durante il periodo della ripresa vegetativa è opportuno aggiungere, all’acqua di irrigazione, del concime organico ogni tre settimane circa.

Potatura

Corniolo da Fiore
Corniolo da Fiore (Cornus florida ) – foto di Liné1 CC BY-SA 3.0

La pianta non ha bisogno di operazioni di potatura se non nel caso in cui i rami sono direzionati male o sono poco vigorosi.

Altri consigli per la cura

Per ottenere una fioritura abbondante durante il riposo invernale è opportuno potare i lunghi getti legnosi che si formano dopo la fioritura.

Il Corniolo da fiore è facilmente coltivabile in terreni con umidità media, media e ben drenati in pieno sole fino a mezz’ombra. La pianta beneficia di un pacciame che aiuta a mantenere le radici fresche e umide in estate.

Le radici della pianta sono molto superficiali, quindi, quando allevata in giardino, è opportuno fare attenzione a passare sopra con il tosaerba

Parassiti, malattie ed altre avversità

Corniolo da Fiore (Cornus florida)
Corniolo da Fiore (Cornus florida) – foto di Stan ShebsCC BY-SA 3.0

Il Corniolo da fiore è una pianta rustica e resistente ma se stressato, è suscettibile a diverse malattie come l’antracnosi di corniolo. Le piante sono suscettibili anche all’oidio, alle macchie fogliari, al cancro, al marciume radicale, alla ruggine fogliare.

È inoltre possibile che la pianta subisca l’attacco della cocciniglia; in tal caso è necessario intervenire rimuovendo l’insetto con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. Se ciò non risultasse sufficiente si deve ricorrere ad antiparassitari specifici. Un nemico della pianta è il ristagno idrico che porta al marciume radicale evitabile con un corretto drenaggio.

Curiosità

Il legno della Cornus florida è molto robusto, per questo veniva usato per la produzione delle teste delle mazze da golf o per ricavare taglieri per macellai. In passato si credeva che l’estratto derivante dalla corteccia della pianta potesse curare la rogna dei cani

I nativi americani usavano la corteccia e le radici in un rimedio per la malaria. La specie è stata utilizzata nella produzione di inchiostri, coloranti scarlatti e come sostituto del chinino. Il Cornus florida è il simbolo dello stato della Virginia, l’albero dello stato del Missouri ed il fiore dello stato della Carolina del Nord.

Nel 1915, quaranta alberelli di Corniolo furono donati dagli Stati Uniti al Giappone in occasione dello scambio di fiori del 1912-15 tra Tokyo e Washington.

Mentre i ciliegi in fiore sopravvissero alle successive relazioni aspre di questi due Paesi e sono la caratteristica principale del National Cherry Blossom Festival, tutti gli alberi di Corniolo a Tokyo morirono tranne quello che era stato piantato in una scuola superiore di agricoltura. Nel 2012, gli Stati Uniti hanno inviato 3.000 alberelli di Corniolo in Giappone per commemorare il centenario dei ciliegi di Washington. Speriamo che questi resistano.

Il nome del genere deriva dalla parola latina “cornu” che significa “corno” in probabile riferimento alla forza e alla densità del legno.

Tossicità  e/o uso erboristico

Corniolo da Fiore (Cornus florida )
Corniolo da Fiore (Cornus florida ) – foto di Björn SCC BY-SA 2.0

I frutti rosso vivo del Cornus florida sono amari e non commestibili per l’uomo, ma sono amati dagli uccelli.

Linguaggio dei Fiori

Nel linguaggio dei fiori il Corniolo simboleggia l’amore che sfida le avversità.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 4 Media: 4]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.