Pandorea

Fiore di Pandorea jasminoides
fiore di Pandorea jasminoides

La Pandorea è una pianta rampicante sempreverde originaria dell’Australia, della Malesia, della Nuova Guinea e della Nuova Caledonia.

La specie più diffusa come pianta ornamentale è la Pandorea jasminoides.

Cresce molto rapidamente arrivando a raggiungere anche 4-5 metri di altezza. È caratterizzata da fusti sottili, molto ramificati, di colore verde brillante. Presenta foglie imparipennate disposte a coppie opposte, con forma lanceolata, spesse e coriacee, di colore verde scuro lucido.

La fioritura della Pandorea avviene in primavera e si protrae fino all’autunno. I fiori rosa chiaro e fucsia all’interno, sono a forma campanulata, hanno la corolla allargata suddivisa in cinque lobi.

Alla fioritura seguono i frutti, ovali e ricchi di piccoli semi scuri.

Classificazione botanica

La Pandorea è un genere che appartiene alla famiglia delle Bignoniaceae.

Alla stessa famiglia appartengono i generi Catalpa, Campsis, Bignonia, Podranea (Podranea ricasoliana), Pyrostegia (Pyrostegia venusta), Tecoma (Tecoma capensis).

Principali specie

Il genere conta poche specie, la più diffusa come ornamentale è la P. jasminoides.

Pandorea pandorana 

Pandorea pandorana
Pandorea pandorana – foto di CasliberCC BY-SA 3.0

Originaria della Papuasia e della Nuova Guinea. Si tratta di una specie molto vigorosa che fiorisce in primavera regalando fiori imbutiformi il cui colore va dal dal bianco crema al bordeaux, con l’interno che può essere bianco crema, giallo-arancio o marrone.

Ha foglie composte simili a felci, le cui singole foglioline hanno un bordo smerlato, e racemi meno appariscenti di piccoli fiori bianco crema con gola viola o rosa.

La specie è adatta a pareti riparate, ad esempio i balconi, ma può essere coltivata anche in vaso con un supporto adeguato.

Da maggio a ottobre, la pianta va posizionata in un luogo riparato e soleggiato. Il terreno deve essere ricco di sostanze nutritive e umido.

Pandorea floribunda

È una specie endemica dell’Australia orientale. È simile alla Pandorea pandorana, ma le foglioline sono a forma di uovo,ed i fiori sono di colore che va dal giallo pallido al crema.

Cresce in foreste, boschi e foreste pluviali dal livello del mare fino a un’altitudine di 1.200 metri.

In tarda primavera produce fiori di colore giallo pallido di forma tubolare molto appariscenti, la cui lunghezza può variare dai 4 ai 40 cm. I fiori hanno una leggera peluria interna mentre all’esterno sono totalmente glabri.

Pandorea jasminoides

Pandorea jasminoides
Pandorea jasminoides

È la specie più diffusa nei giardini.

Nota anche come Bignonia jasminoides, si tratta di una specie originaria dell’Australia.

È un rampicante legnoso sempreverde e vigoroso, caratterizzato da foglie lucide di colore verde scuro lunghe da 12 a 20 cm. Ogni foglia è composta da 4-7 foglioline con foglie da lanceolate a ovate.

Dalla tarda primavera all’estate produce fiori bianchi o rosa pallido a forma di tromba con il centro peloso.

I fiori sono a forma di campana, hanno la corolla composta da cinque petali di colore rosa, e presentano sfumature fucsia nella parte centrale, in alcune varietà sono bianchi.

Ai fiori seguono i frutti. Cresce nei terreni umidi e ben drenati, ama il pieno sole o la penombra.

Ci sono diversi cultivar tra cui la Pandorea jasminoides ‘Alba’ caratterizzata da fiori bianchi, la Pandorea jasminoides ‘Lady Di’ caratterizzata da fiori bianchi con la gola giallo aranciato.

Fioritura

Pandorea jasminoides
Pandorea jasminoides

La  Pandorea fiorisce in primavera e tra la fine dell’estate e l’autunno.

Consigli per la coltivazione della Pandorea

La Pandorea può essere coltivata all’aperto nelle zone a clima mite, in pieno sole o in ombra parziale. È ideale da far arrampicare sui pergolati.

Nelle zone caratterizzate da inverni rigidi può essere allevata in vaso cosi da metterla al riparo quando le temperature scendono.

Coltivazione in vaso

Gli esemplari allevati in vaso vanno rinvasati annualmente in primavera. Il terreno deve essere fertile, tendenzialmente acido e ricco di sostanza organica.

Coltivazione in piena terra

La coltivazione in piena terra va riservata alle zone a clima mite. Il terreno deve essere fertile, ricco di sostanza organica e ben drenato.

Pandorea
Pandorea

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi. È necessario scegliere una posizione riparata dal vento e che sia esposta al sole.

Temperatura

La Pandorea teme il gelo, quindi non tollera gli inverni prolungati e troppo freddi.

Per questo la coltivazione in piena terra va riservata solo nelle regioni a clima mite, altrimenti meglio coltivarla in vaso e ripararla dal freddo intenso. Le temperature ottimali rientrano tra i 18 ed i 25 gradi.

Luce

Questa rampicante ama il sole, quindi è necessario scegliere una posizione soleggiata. Va tenuta al riparo dalle correnti d’aria.

Terriccio

La Pandorea ha bisogno di un terreno acido che sia ricco di sostanze organiche. È fondamentale in drenaggio, necessario affinché la pianta cresca sana e forte.

Annaffiatura

Pandorea floribunda
Pandorea

Per quel che concerne le irrigazioni è bene distinguere tra gli esemplari giovani che vanno annaffiati regolarmente e quelli adulti che necessitano di annaffiature solo nel momento in cui il terreno è asciutto.

Moltiplicazione

La Pandorea può essere propagata per seme o per talea.

La semina si esegue a maggio tenendo i semi in un luogo riparato fino a che non avviene la germogliazione (generalmente avviene in circa due settimane), poi possono essere spostate all’esterno.

Se si opta per la propagazione per talea, in primavera o in autunno si devono prelevare i rami che andranno tenuti in vasi con torba e sabbia. Nel momento in cui avviene la radicazione le piante possono essere messe a dimora.

Concimazione

La Pandorea va concimata durante il periodo della fioritura con un fertilizzante liquido contenente dosi bilanciate di potassio, fosforo e azoto.

Potatura

La potatura stimola la fioritura. In autunno è necessario ringiovanire i rami, tagliandoli di alcuni centimetri.

Altri consigli per la cura

La Pandorea sviluppa un apparato radicale forte e penetrante e non dovrebbe essere piantata vicino a condutture sotterranee.

Parassiti, malattie ed altre avversità

La Pandorea è molto sensibile alle malattie da funghi come il mal bianco, provocate dalla troppa umidità e dalle eccessive annaffiature che portano la pianta ad avere problemi di marciumi radicali.

La Pandorea può essere inoltre attaccata dagli afidi, in tal caso è necessario eseguire dei trattamenti specifici.

Curiosità

Il genere Pandorea è stato descritto nel 1838 da Stephan Endlicher inizialmente come sezione del genere Tecoma.

Il nome del genere è un riferimento a Pandora della mitologia greca che aprì un vaso liberando tutti i mali dell’umanità, in riferimento alle capsule con molti semi prodotte dalle specie di Pandorea.

Tossicità  e/o uso erboristico

Questa rampicante non è tossica né per l’uomo né per gli animali.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.


Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 2 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.