Haworthiopsis

Haworthiopsis
Haworthiopsis

Chi ama le piante grasse non può restare indifferente al fascino dell’Haworthiopsis, un genere di 18 succulente nane originarie dell’Africa meridionale e presenti in Sudafrica, Namibia e Swaziland.

Le specie del genere crescono in una varietà di habitat e in un’ampia fascia di altitudine che va dai 30 a 1 800 metri sul livello del mare. Sono diffuse sia nelle regioni con precipitazioni invernali ed estive, sia nelle aree in cui le precipitazioni possono verificarsi in qualsiasi periodo dell’anno.

Si tratta di vere e proprie succulente in miniatura caratterizzate da foglie coriacee, con un’epidermide spessa e dura che permette alle piante di sopravvivere a lunghi periodi di siccità e di resistere agli incendi.

Le foglie a rosette molto particolari, perfette per giardini e per contenitori.

Queste piante perenni hanno una vita abbastanza lunga e in coltivazione possono sopravvivere fino a diversi decenni.

Le specie del genere Haworthiopsis possono essere solitarie o pollonanti e formare densi ciuffi e alcune possono spostarsi per mezzo di stoloni sotterranei. Alcune specie sono prive di fusto, mentre altre hanno le foglie disposte in modo compatto attorno a fusti allungati lunghi fino a 40 cm.

Le Haworthiopsis producono infiorescenze sottili e filiformi, generalmente non ramificate, erette o portate ad angolo.

I fiori hanno un labbro superiore e uno inferiore con punte ricurve e sono generalmente bianchi o biancastri, rosa o marroni.

La fioritura avviene per lo più in primavera e in estate nell’emisfero meridionale, ma non sono rare fioriture sporadiche, soprattutto in coltivazione. I frutti sono capsule a tre camere che si seccano e si aprono per rivelare il piccolo seme nero e angolare. Sebbene alcune specie abbiano una crescita relativamente rapida, altre sono molto più lente a raggiungere la maturità.

I piccoli fiori sono impollinati da mosche proboscide o api. Pertanto, quando le piante vengono disturbate e spezzate, iniziano a radicare di nuovo, per formare nuove piante.

Principali specie

Nel genere Haworthiopsis sono riconosciute 18 specie, eccone alcune.

Haworthiopsis attenuata

Haworthiopsis attenuata
Haworthiopsis attenuata- foto di S MoltenoCC BY-SA 4.0 Deed

L’Haworthiopsis attenuata, è una piccola specie originaria della provincia del Capo Orientale, in Sudafrica. Si tratta di una delle specie di Haworthiopsis più comunemente coltivate.

È caratterizzata da foglie corte disposte in rosette di 6-12 cm di diametro. Le foglie succulente sono affusolate e presentano bande di tubercoli bianchi. La specie si suddivide e si riproduce facilmente; in natura forma grandi ciuffi. È molto apprezzata come pianta d’appartamento, grazie alla sua resistenza alla siccità e alla rusticità generale.

Haworthiopsis coarctata

Haworthiopsis coarctata
Haworthiopsis coarctata- foto di Albert SNCC BY-SA 4.0 Deed

Questa specie è originaria della provincia del Capo Orientale, in Sudafrica, ed è naturalizzata in Messico. È una delle specie di Haworthiopsis comunemente coltivate come ornamentali. Nel suo habitat naturale cresce in grandi ciuffi, con lunghi fusti ricchi di robuste foglie succulente. Normalmente è di colore verde scuro, ma a volte acquisisce un ricco colore rosso porpora quando è in piena luce solare.

Haworthiopsis fasciata

Haworthiopsis fasciata-foto di Abu ShawkaCC BY-SA 4.0 Deed

Originaria della provincia del Capo Orientale, in Sudafrica è una specie rara in coltivazione. È alta meno di 10 cm e presenta foglie di forma triangolare, verdi con strette strisce bianche crestate all’esterno. All’estremità della foglia si trova una spina non acuta. I fiori estivi compaiono in ottobre e novembre, all’estremità di un’infiorescenza.

Haworthiopsis glauca

Haworthiopsis glauca
Haworthiopsis glauca

Questa specie è caratterizzata da foglie succulente appuntite di colore blu chiaro disposte densamente lungo i fusti. I fusti si ramificano dalla base e la pianta può formare dei ciuffi. Le foglie di questa specie possono essere incurvate,oppure verticali ed erette, o distese. In alcune varietà le foglie presentano leggeri tubercoli.

Haworthiopsis longiana

Haworthiopsis longiana
Haworthiopsis longiana

Si tratta di una specie diffusa nella parte meridionale delle Province del Capo del Sudafrica.

Haworthiopsis reinwardtii

Haworthiopsis reinwardtii
Haworthiopsis reinwardtii

Originaria della provincia del Capo Orientale del Sudafrica, è una delle specie di Haworthiopsis che viene comunemente coltivata come ornamento. È caratterizzata da fusti che raggiungono i 20 cm di altezza, con una rosetta basale di foglie carnose a macchie bianche disposte a spirale e racemi di fiori tubolari bianco-rosati in primavera. La pianta si propaga fino a formare una stuoia, per mezzo di propaggini liberamente prodotte, anch’esse un comodo mezzo di propagazione.

Haworthiopsis limifolia

Haworthiopsis limifolia
Haworthiopsis limifolia- foto di KENPEICC BY 3.0 Deed

Questa specie è originaria dell’Africa meridionale ed è stata descritta per la prima volta nel 1910.
È una specie relativamente diffusa, con diverse varietà conosciute, tra cui arcana, gigantea, glaucophylla, keithii, striata, ubomboensis.

Haworthiopsis koelmaniorum

L’Haworthiopsis koelmaniorum è diffusa nel Mpumalanga, una delle province settentrionali del Sudafrica.

Haworthiopsis granulata

Questa specie cresce nelle Province del Capo del Sudafrica.

Haworthiopsis tessellata

Haworthiopsis tessellata
Haworthiopsis tessellata- foto di
Krzysztof Ziarnek, KenraizCC BY-SA 4.0 Deed

Questa specie è a crescita lenta e raggiunge i 15 cm di altezza. È una pianta priva di fusto, con foglie dalla forma quadrata sulla superficie superiore e piccoli denti lungo i margini. Le foglie sono verdastre, formano una rosetta e diventano rossastre in pieno sole. I fiori sono bianchi e piccoli, in infiorescenza.

Haworthiopsis venosa

Haworthiopsis venosa
Haworthiopsis venosa- foto di Abu ShawkaCC BY-SA 4.0 Deed

Raggiunge gli 8-60 cm di altezza ed è caratterizzata da rosette senza stelo con 12-15 foglie carnose, triangolari, lanceolate, di colore verde scuro, che presentano alcune linee verde chiaro lungo le superfici superiori e piccoli denti lungo i margini.

Haworthiopsis nigra

Haworthiopsis nigra- foto di Albert01SNCC BY-SA 4.0 Deed

L’Haworthiopsis nigra è originaria delle province di Western e Eastern Cape, in Sudafrica.
Sviluppa tipicamente le sue foglie in tre livelli (anche se alcune varietà hanno una disposizione fogliare multipla). Le foglie, di colore verde molto scuro fino al nero brunastro, sono ricoperte da tubercoli scuri e sono disposte densamente lungo i fusti.

Haworthiopsis pungens

Succulenta prolifera e caulescente, è caratterizzata da foglie lisce e appuntite di colore verde scuro, che crescono in cinque (e occasionalmente tre) file. Forma ciuffi diffusi.
Il nome della specie “pungens” significa “a punta acuminata” e si riferisce alla forma delle foglie.

Haworthiopsis scabra

Haworthiopsis scabra
Haworthiopsis scabra- foto di S MoltenoCC BY-SA 4.0 Deed

Si tratta di una specie di pianta succulenta fiorita delle regioni aride delle province di Western e Eastern Cape, in Sudafrica.
È una specie molto variabile, con diverse varietà ben distinte. Il nome “scabra” significa “ruvida”, ma solo la varietà tipo ha davvero foglie ruvide. Le sue foglie crescono tipicamente a tre livelli (trifarie), anche se alcune varietà hanno una disposizione delle foglie a cinque livelli. Molte varietà hanno una disposizione a spirale delle foglie.

Haworthiopsis viscosa

Haworthiopsis viscosa
Haworthiopsis viscosa-foto di Krzysztof ZiarnekCC BY-SA 4.0 Deed

Sviluppa tipicamente le sue foglie succulente appuntite in tre colonne. Si propaga dalla base e può formare grandi zolle.
Si tratta di una specie relativamente variabile, di cui si riconoscono diverse varietà regionali.

Haworthiopsis bruynsii

Haworthiopsis bruynsii
Haworthiopsis bruynsii- foto di Abu ShawkaCC BY-SA 4.0 Deed

Si tratta di una specie rara endemica di una piccola area delle province del Capo Orientale in Sudafrica.
Si presenta come una rosetta solitaria, raramente sfalsata, e tende a crescere leggermente sottoterra, con solo le punte delle foglie piatte e tronche che appaiono sulla superficie del terreno.
È estremamente insolita in quanto, pur assomigliando molto alle haworthie “retuse”, è in realtà un membro del genere Haworthiopsis, completamente diverso, e sembra essere un caso di evoluzione parallela in un ambiente simile.

Fioritura

L’ Haworthiopsis fiorisce soprattutto in primavera e in estate regalando fiori a due labbra.

Consigli per la coltivazione dell’Haworthiopsis

Haworthiopsis
Haworthiopsis

Le specie del genere sono estremamente variabili sia in portamento, che nella colorazione e nella tubercolatura delle foglie, forme e dimensioni. Questa variabilità, unita alla particolarità ed alla bellezza di queste succulente, fanno dell’Haworthiopsis, un genere molto popolare tra i collezionisti di piante grasse. Queste piante sono pertanto ampiamente coltivate e commercializzate in tutto il mondo. Sono anche spesso utilizzate in orticoltura come piante da vaso o in piccoli giardini rocciosi. Si tratta di piante che si adattano meglio al giardinaggio se coltivate in contenitore.

Nelle zone non soggette a gelo e con una minore piovosità, alcune specie come l’ attenuata, la coarctata, la glauca e la limifolia possono essere coltivate con successo in giardini rocciosi, se piantate in zone riparate tra le rocce, dove con il tempo formeranno dei ciuffi o dei grappoli.

Anche se la maggior parte delle specie sono resistenti e tollerano il pieno sole, fioriscono anche in posizioni semi-ombreggiate, ma sono necessarie condizioni di luce più intensa per far si che i colori delle foglie risaltino.

Altre specie, la bruynsii e la koelmaniorum, sono adatte solo alla coltivazione in vaso e vanno tenute al riparo. Le Haworthiopsis non sono piante difficili da coltivare, ma, trattandosi di piante grasse, è bene tenere presenti alcune importanti condizioni. .

Coltivazione in vaso

È consigliabile coltivare queste succulente in vasi di terracotta riempiti con un substrato ben drenato. Nel momento in cui la pianta cresciuta eccessivamente si può procedere al rinvaso in primavera o all’inizio dell’estate trasferendo la pianta in un vaso leggermente più grande riempito con terriccio fresco. Il rinvaso è anche il momento giusto per prelevare le talee per la propagazione.

Coltivazione in piena terra

Haworthiopsis
Haworthiopsis

In aree prive di gelo e con precipitazioni ridotte, alcune specie possono essere coltivate con successo se piantate in zone riparate tra le rocce, dove con il tempo formeranno dei grappoli.

Coltivazione in terrazzo

le specie allevate in vaso possono decorare terrazzi e balconi.

Temperatura

Le Haworthiopsis amano le temperature più calde in estate e fresche in inverno ma non sopportano le temperature inferiori ai 5°C quindi nei periodi più freddi è bene spostare la pianta in un luogo riparato e riservare la coltivazione in piena terra alle zone caratterizzate da clima mite.

Luce

Anche se la maggior parte delle specie tollera il pieno sole, le Haworthiopsis prosperano anche in posizioni semi-ombreggiate. Tuttavia, sono necessarie condizioni di luce più intensa per far risaltare la colorazione delle foglie. Si possono posizionare accanto ad una finestra.

Terriccio

Il terreno adatto per queste piante è quello formulato per le succulente, oppure si può prepare una miscela di vasi ben drenante. Il terreno va miscelato con pomice, argilla e terriccio per consentire il drenaggio e prevenire il marciume radicale.

Annaffiatura

Come per tutte le piante grasse, il problema principale dell’Haworthiopsis è l’ecessiva irrigazione. Quando la crescita è più attiva in primavera e in autunno, è bene irrigare abbondantemente le Haworthiopsis, ed aspettare che la parte superiore del terreno si asciughi prima di annaffiare nuovamente. In inverno le piante vanno irrigate molto meno in quanto la loro crescita rallenta notevolmente.

Moltiplicazione

Le Haworthiopsis si coltivano principalmente e facilmente da talee di fusto o prelevando le propaggini dalla pianta madre.

Come propagare le Haworthiopsis per talee di fusto
Le talee di fusto possono essere prelevate durante i periodi più caldi dell’anno, si lasciano asciugare per un paio di settimane e si piantano poco profondamente in un terreno ben drenato. Le talee piantate devono essere irrigate con parsimonia finché la pianta non ha attecchito e non mostra segni di crescita.

Come propagare le Haworthiopsis per propaggini
Le propaggini vanno rimosse quando le piante hanno iniziato a sviluppare le radici. I ciuffi più vecchi possono essere divisi in piante singole e ripiantati.

Come propagare le Haworthiopsis per seme
Le specie di Haworthiopsis possono essere propagate anche per seme, anche se spesso è necessaria l’impollinazione artificiale e lo sviluppo delle piantine richiede molto tempo. I semi devono essere seminati in primavera in una miscela fine di sabbia e corteccia compostata, spruzzando leggermente ogni giorno per mantenere la superficie leggermente umida. La germinazione può iniziare dopo 2 settimane e le piantine possono essere trapiantate in vasi individuali dopo il primo o il secondo anno.

Concimazione

Queste succulente sono a crescita lenta e non richiedono molto fertilizzante. Tuttavia, per una crescita ottimale, si può somministrare solo un fertilizzante diluito e solo durante la stagione di crescita attiva. È bene evitare le concimazioni estive, in quanto le piante di Haworthiopsis hanno un periodo di riposo di 6-8 settimane.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Haworthiopsis
Haworthiopsis

Le piante del genere difficilmente vengono attaccate da parassiti tipici delle succulente. L’unica eccezione è rappresentata dalle cocciniglie che, tuttavia, possono essere facilmente rimosse. Nel momento in cui terreno resta troppo umido, si può verificare il marciume radicale, un problema comune per le Haworthiopsis con conseguente arresto della crescita, riduzione delle dimensioni della pianta, appassimento delle foglie.

Classificazione botanica

L’Haworthiopsis è un genere di piante succulente famiglia delle Asphodelaceae, alla sottofamiglia delle Asphodeloideae, alla tribù delle Aloeae. Il genere era precedentemente incluso in Haworthia.

Alla tribù delle Aloeae appartengono anche i generi Aloe e Gasteria. Invece nella sottofamiglia delle Asphodeloideae troviamo la Kniphofia e l’Eremoro.

Curiosità

Alcune specie sono utilizzate dai guaritori tradizionali come rimedio spirituale per allontanare il male, oltre che come purificatori del sangue e cure contro tosse, eruzioni cutanee, scottature e ustioni.

Viene usata anche come pianta per allontanare gli spiriti maligni. Storicamente è stata usata anche in tempo di guerra, perché si credeva che rendesse i guerrieri impavidi.

Viene anche usata negli incantesimi d’amore.

Gordon Rowley ha fatto nascere il genere nel 2013.

Il nome generico “Haworthiopsis” si riferisce all’aspetto simile di queste piante alle Haworthias e al fatto che in precedenza erano incluse nel genere Haworthia.

Il suffisso “-opsis” significa “somiglianza”, da cui il nome del genere, che significa “come Haworthia”.

Tossicità e/o Uso Erboristico

Le specie di Haworthiopsis sono generalmente considerate non tossiche per l’uomo e gli animali.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.