Azalea

Rhododendron

L’Azalea appartiene alla famiglia delle ericacee e il genere, o meglio il sottogenere, è composto da molte specie di ibridi di cui è abbastanza difficile definire i caratteri per i numerosi incroci avvenuti tra azalee e i rododendri.

Le azalee (che  è sinonimo di Rododendro o Rhododendron) sono delle splendide piante diffuse un po’ in tutto il mondo e molto apprezzate per le loro splendide fioriture.

Le foglie sono caduche, piccole, ovali, talvolta pelose e brune nella pagina inferiore, di colore verde vivo.

Esistono oltre  500 specie di Rhododendron.

Sono arbusti sempreverdi di eccezionale bellezza, a foglie persistenti o decidue, rustici o delicati.

 

Alcune specie hanno taglie piuttosto modeste (chiamate propriamente azalee) altre sono arboscelli  con fiori più grandi (considerati i rododendri).

Esistono comunque alcune differenze tra azalea e rododendro:

  • i rododendri sono arbusti  grandi, alti fino a 4 m, con grandi foglie persistenti, anche se esistono varietà di piccola dimensione. I  fiori portati da robusti piccioli con petali consistenti e carnosi e provvisti di costolature sulla parte esterna e con 10 stami;
  • le azalee sono di mole ridotta, adatte alla coltura in vaso e in genere perdono le foglie in inverno; inoltre i loro fiori hanno solo 5 stami.

I fiori hanno colori molto vivaci e diversificati nelle tonalità: rosso, rosa, bianco, azzurro e possono sbocciare isolati o riuniti in infiorescenze.

Solitamente i fiori dei rododendri sono più grandi di quelli delle azalee.

L’azalea non è una vera e propria pianta da appartamento anche se è una delle piante che fa maggiormente piacere avere in casa per la ricca fioritura e gli stupendi colori.

Osservando pochi ma precisi accorgimenti si può conservare il fiore più al lungo e, inoltre, sperare che torni a fiorire.

Azalaea Rosa

Fioritura

La fioritura è molto decorativa e avviene dalla fine della primavera fino all’estate.

I fiori, a forma di campanula allungata, sono riuniti a gruppi di due o tre, oppure in mazzi molto ricchi: il colore varia dal bianco al viola, dal giallo all’arancio, dal rosa al porpora al rosso, la fioritura avviene di solito in primavera, o anche in estate per alcuni ibridi tardivi; però, mediante opportuna forzatura in serra, i floricoltori riescono a far fiorire le azalee anche durante il perdiodo invernale, tra Natale e Capodanno

Acqua

Le annaffiature devono essere frequenti ma non troppo abbondanti: meglio bagnare anche due volte al giorno un bicchiere d’acqua per volta che inzuppare eccessivamente il terreno.

Irrorare il fogliame può essere un sistema valido per dare alle azalee la necessaria dose di umidità ambientale ma è indubbio che, spruzzando le foglie, si rischia di sciupare i petali, si potrà eventualmente limitare la spruzzatura alla parte inferiore del cespuglio.

Ridurre le somministrazioni in autunno-inverno specie se le temperature si abbassano notevolmente.

Evitare i ristagni idrici.

La pianta ama anche le nebulizzazioni della chioma.

Non ama il calcare, meglio non usare acqua dura quindi,   utilizzate possibilmente acqua piovana o acqua demineralizzata.

Luce

Può sopportare anche posizioni soleggiate, ma è consigliabile esporle a mezz’ombra.

Temperatura

Le azalee non amano il caldo eccessivo, la temperatura non deve superare i 15 gradi.

Genere abbastanza rustico, quindi si adatta a qualsiasi clima, da evitare le forti gelate che possono danneggiare la pianta.

Terriccio

L’azalea coltivata in vaso ha necessità di terreno soffici e ben areati e soprattutto  acidi, privi di calcare, in quanto è una pianta molto sensibile alla presenza di calcio e magnesio nel terreno e nell’ acqua di irrigazione.

Predilige terreni sani, privi di calcare, ricco di sostanza organica decomposta, leggero e ben drenato.

In commercio esistono terricci appositi per piante acidofile che vanno bene.

Concime

A primavera, quando i geli non  sono più da temersi, occorre portare le azalee all’aperto, almeno nelle ore diurne, a mezz’ombra, concimando con un pò di fertilizzante minerale solubile a base di urea

 

Altri Consigli per la Coltivazione dell’Azalea

Caduti i fiori le azalee vanno subito trasportate al fresco ma non al freddo, bagnando molto meno, continuando a irrorare il fogliame e rimuovendo un pò il terreno.

Se il locale in cui è stato trasportato il vaso ha una temperatura inferiore ai 15 gradi è meglio coprire la pianta durante la notte con un sacchetto di plastica.

La moltiplicazione avviene per talee semilegnose, in estate, impieganto getti dell’anno lunghi 15 cm con una gemma apicale a fiore; per propaggine su piante adulte utilizzando dei rami flessibili.

Per le specie in vaso, rinvasare ogni 2 anni circa.

Problemi ed Avversità

Se le foglie ingialliscono e tendono a cadere, può essere colpa del terriccio NON acido o dell’acqua dura (con molto calcare)
Se compaiono  macchie brune su foglie e fiori, può significare che la temperatura ambiente è troppo alta ed è troppo secca.  Arieggiare e nebulizzate l’ ambiente.

Se le foglie perdono lucentezza, si afflosciano e avvizziscono  può essere colpa di un fungo, cosidetto Marciume del Colletto (Phytophthora Cactorum). E’ grave  e se in fase avanzata conviene gettare tutta la pianta con il vaso.

Curiosità

Con il nome Azalea si indicano numerose piante ornamentali che botanicamente appartengono al genere Rhododendron.

Pianta originaria dell’Asia, Europa e America, dove vivono in zone boscose e umide di alta montagna, dove vegetano spontaneamente accanto a corsi d’acqua e in posizioni ombreggiate, ad altitudini anche elevate.

Molto apprezzata per le fioriture molto decorative, sono utilizzate in modo particolare per decorare giardini, ma possono essere anche coltivati con buoni risultati in vasi.

Esiste però anche un genere Azalea procumbens; alta poco più un palmo e spontanea sulle nostre montagne.

 

I suoi bei fiori, specialmente quelli bianchi, vengono spesso impiegati per la preparazione di cesti nuziali, per la decorazione delle chiese in occasione di cresime, comunioni e battesimi.

Linguaggio dei Fiori

Nel linguaggio dei fiori l’azalea simboleggia la temperanza.

Rhododendron 2

 

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 13 Media: 4.5]
oppure sentiti libero di Condividerlo
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
2Email this to someone
email

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.