Euryops

Euryops chrysanthemoides
Euryops chrysanthemoides- foto di Meneerke bloemCC BY-SA 3.0

Il genere Euryops è arbusto originario in particolare dei siti rocciosi dell’Africa meridionale, con alcune specie che si trovano in altre parti dell’Africa e nella penisola arabica.

È molto apprezzato per la lunga fioritura che, in alcune specie, dura fino a giugno.

L’Euryops ha dimensioni che variano in base alla specie, da 60 centimetri ad oltre un metro e mezzo di altezza.

I suoi fiori gialli somigliano molto a quelli delle margherite mentre il fogliame argenteo ricorda quello delle felci.

Classificazione botanica

L’Euryops è un genere appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

Principali specie

Il genere Euryops conta un gran numero di specie, eccone alcune

Euryops abrotanifolius

Euryops abrotanifolius
Euryops abrotanifolius – foto di Abu ShawkaCC BY-SA 4.0

L’Euryops abrotanifolius è adatta per le bordure miste eventualmente abbinata ad una pianta a crescita più bassa davanti per nascondere la sua base spoglia e senza foglie. È anche molto decorativa in vaso.

Euryops chrysanthemoides

Euryops chrysanthemoides
Euryops chrysanthemoides

È originaria del Sudafrica (Provincia del Capo Orientale e KwaZulu-Natal) dove cresce lungo le coste, le rive dei fiumi e ai margini delle foreste fino a 1500 m di altitudine.

Si tratta di un arbusto molto ramificato di forma arrotondata, che arriva a misurare un metro e mezzo di altezza. Presenta foglie alterne raggruppate all’estremità dei rami che possono essere da ellittiche a obovate, pennatosette, di colore verde scuro lucido.

È una specie rustica che sopporta fino a -10°C.

La fioritura avviene in primavera ed in autunno, ma con il clima adatto fiorisce anche in modo continuativo.

Euryops tysonii

Euryops tysonii
Euryops tysonii -fot di James GaitherCC BY-NC-ND 2.0

Si tratta di un arbusto da giardino, caratterizzato da un bel fogliame, da vistosi fiori gialli che colorano il giardino per tutta l’estate.

È molto ramificato, ha un’ altezza che arriva fino al metro e mezzo. Presenta fusti strettamente frondosi, e da foglie piatte, coriacee e ravvicinate che ricoprono i rami in modo ordinato: erette all’estremità dei rami, estese orizzontamene verso l’esterno un po’ più in basso e piegate all’indietro verso la base.

I fiori solitari somigliano a margherite e sono di un giallo brillante.

Il periodo di fioritura va da settembre a maggio.

Euryops pectinatus

Euriops pectinatus
Euriops pectinatus- foto di Forest Starr and Kim StarCC BY-SA 3.0

Presenta fogliame grigio e un portamento arrotondato. Nelle regioni a clima mite fiorisce dall’autunno alla primavera.

Vedi la scheda completa dell’Euryops pectinatus.

Euryops virgineus

Euriops virgineus
Euriops virgineus-foto di KENPEICC BY-SA 3.0

Misura un’altezza fino a 80 centimetri. È caratterizzata da un portamento molto compatto e da un fogliame è molto decorativo. Regala fiori piccoli, gialli, profumati.

Euryops acraeus

Euryops acraeus
Euryops acraeus- foto di Ghislain118CC BY-SA 3.0

È una specie rustica originaria delle montagne Drakensberg del Sudafrica.

È un arbusto sempreverde nano e arrotondato che arriva a misurare fino a 30 centimetri sia di altezza che di larghezza.

Presenta foglie blu-argento e masse di fiori gialli compositi in primavera ed estate.
La fioritura avviene all’ inizio dell’ estate quando la pianta regala capolini giallo argento.

Ha ottenuto il premio della Royal Horticultural Society per il merito del giardino.

Fioritura

Da metà primavera all’autunno l’Euriops produce continuativamente bei fiori dorati a forma di margherita.

Consigli per la coltivazione dell’Euriops

Euriops
Euriops

Questa pianta è molto apprezzata per le sue fioriture.

In Italia è ideale per tutto il Centro-Sud e sulle coste, è infatti particolarmente indicato per le zone marine. Ma alcune specie sono resistenti anche al freddo delle zone interne.

Coltivazione in vaso

L’Euriops può essere coltivato anche in vaso. Nella scelta del contenitore si deve optare per un contenitore grande sul cui fondo va posto uno spesso strato drenante sul fondo.

Cresce vigorosamente per questo generalmente il rinvaso è annuale da effettuarsi al termine dell’inverno.

Coltivazione in piena terra

Il momento ideale per la messa a dimora è l’autunno, nelle regioni a clima mite altrimenti è meglio aspettare la fine dell’inverno quando il rischio di gelate è scongiurato.

La buca deve essere larga e profonda il doppio del vaso e sul fondo va creato uno spesso strato drenante con della ghiaia. Si chiude il tutto con un substrato per piante fiorite miscelate a sassolini e sabbia.

Non ama gli espianti, quindi è bene scegliere da subito una posizione definitiva.

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi.

Temperatura

Dipende dalle specie. In generale si tratta di una pianta semirustica, che è sensibile al gelo, per questo al Nord nei mesi freddi va ricoverata all’interno e può essere trattata come pianta annuale.

Può rivelarsi utile anche una pacciamatura. Cresce bene nelle aree temperate, se le temperature scendono sotto i -5°C possono verificarsi dei primi danni.

Luce

Questa pianta dà il meglio se allevata in posizioni soleggiate e in climi caldi.

L’esposizione ideale è a Sud ed a Ovest.

Terriccio

In generale vanno bene tutti i tipi di terreno, tuttavia lo preferisce ben drenato, sassoso o un po’ sabbioso.

Meglio evitare terreni estremamente argillosi e compatti che possono provocare marciumi radicali, in particolare durante i mesi più freddi.

Annaffiatura

Si tratta di una pianta poco esigente, quando è collocata è pressoché autonoma ma nei primi tempi va irrigata settimanalmente.

Il terriccio deve restare appena umido, ma non deve mai essere fradicio.

Moltiplicazione

Euriops
Euriops

L’Euriops si propaga per seme e per talea.

La moltiplicazione per talea si esegue dalla primavera all’estate tagliando al di sotto di un nodo un rametto di circa dieci centimetri. Lo si pone in una composta di torba e sabbia (o perlite) in ugual misura, e si tiene all’ombra per circa 60 giorni. Le talee vanno poi traferire in una composta molto leggera. La primavera successiva saranno pronte per l’impianto.

I semi vanno invece seminati in autunno o in primavera-estate, in un terreno ben drenato.

Concimazione

Questa pianta necessita di concimazioni regolari da aprile all’autunno ogni 15 giorni.

Si tratta di una pianta a lunga fioritura e per questo è indispensabile un apporto costante di nutrienti.

Potatura

L’Euriops tende ad allargarsi, quindi per mantenere la forma è opportuno potarla a fine fioritura.

Le piante giovani non hanno bisogno di potature, è infatti sufficiente la pulizia dai fiori appassiti.

Abbinamenti con altre piante

Questo arbusto si può abbinare con erbacee perenni e annuali da fiore di taglia bassa, o con bulbose di piccola e media taglia.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Verso la fine dell’inverno è bene praticare un trattamento fungicida impiegando prodotti a base di zolfo e rame, per scongiurare il rischio lo sviluppo dei più comuni parassiti fungini.

Curiosità

Il nome Euryops pare essere una contrazione delle parole greche eurys che significa “largo” e opsis che vuole dire “occhio”, probabilmente in riferimento ai grandi capolini rispetto alle foglie strette.

Tossicità  e/o uso erboristico

La maggior parte delle specie di Euryops secerne resina dal fusto e dai rami, che, in passato, era molto apprezzata per le sue presunte proprietà medicinali. Veniva usata come sostituto della gomma e per conservare il cuoio di stivali e selle.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.



Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 3 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.