Potentilla

Potentilla fruticosa
Potentilla

È nota con il nome comune di Cinquefoglia, la Potentilla è una pianta erbacea che ricorda la pianta di fragola. In base alla specie può essere annuale o perenne e può avere portamento arbustivo.

Gli arbusti sono piccoli cespugli la cui altezza non supera gli 80 centimetri. Sfoggiano una vegetazione compatta e ramificata, caratterizzata da foglie caduche finemente frastagliate, il cui colore varia, in base alla specie, dal verde chiaro al blu glauco, con riflessi leggermente argentati sul retro per la presenza di una sottile peluria. Presenta fusti semi-legnosi, molto sottili e fittamente ramificati.

Fiorisce tra maggio ed ottobre regalando fiori che somigliano a rose selvatiche o a fiori della fragola. I fiori contano 5 petali che possono essere di colore bianco, giallo, rosa o rosso in diverse tonalità. Se i fiori appassiti non vengono rimossi, alla fine del periodo vegetativo compariranno dei frutti, acheni, anch’essi decorativi.

Delle oltre cinquecento specie presenti in natura, alcune sono coltivate a scopo ornamentale per decorare le aiuole o le fioriere proprio per le dimensioni contenute che generalmente non superano i 50 centimetri di altezza.

Alcune specie di Potentilla sono spontanee in Italia.

Classificazione botanica

La Potentilla è un genere che appartiene alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia Rosoideae.

Nella sottofamiglia Rosoideae vi trovano anche i generi della Rosa, il Geum, la Kerria, ma anche la Fragalia (quelle che producono le Fragole) e il Rubus (che contiene ad esempio la specie Rubus idaeus che produce il lampone)

Principali specie e varietà

Il genere comprende circa 500 specie, ci sono inoltre tantissimi cultivar e ibridi orticoli dai colori più disparati. Tra le specie e varietà più utilizzate per il giardinaggio troviamo le seguenti:

Potentilla fruticosa

Potentilla fruticosa
Potentilla fruticosa

Una pianta arbustiva, originaria delle nostre Alpi Marittime che arriva a misurare un’altezza fino a 80 centimetri ed una larghezza fino a 60.

È caratterizzata da foglie frastagliate e da fiori a forma di coppa, semplici numerosi, gialli, arancio o rossi che sbocciano in maggio-settembre. Vanta una ramificazione fitta.

Potentilla erecta

Potentilla erecta
Potentilla erecta

La Potentilla erecta è nota anche con il nome comune Cinquefoglia tormentilla. Cresce soprattutto in collina e montagna, fino al piano alpino. In Italia è presente in quasi tutte le regioni , ma è più diffusa nelle regioni centro-settentrionali.

Si tratta di una piccola pianta di altezza media, caratterizzata da fiori gialli a quattro petali. Può essere confusa con la Potentilla anglica che si diversifica solo per il numero dei petali (talvolta sono 5) e da pochissimi altri particolari.

È caratterizzata da foglie basali dotate di un lungo picciolo e divise in 3-5 foglioline palmate. Fiorisce abbondantemente da aprile ad agosto.

Potentilla reptans

Potentilla reptans
Potentilla reptans – foto di PmauCC BY-SA 4.0

Un’altra specie molto diffusa sul nostro territorio è la Potentilla reptans, nota come cinquefoglia comune. È caratterizzata dai fiori a cinque petali di colore giallo oro, da foglie basali verdi lungamente peduncolate e profondamente pennate, divise in 5 o raramente 7 lobi oblungo-ovati.

Potentilla nitida

Potentilla nitida
Potentilla nitida – foto di Rüdiger Kratz, St. IngbertCC BY-SA 3.0

Il suo nome comune è Cinquefoglia delle Dolomiti, è caratterizzata da un portamento prostrato e da delicati fiori rosati. È l’unica specie del genere con fiori rosa.

Potentilla alba

 Potentilla alba
Potentilla alba – foto di Meneerke bloem CC BY-SA 3.0

La Potentilla alba, comunemente nota come cinquefoglio bianco, è originaria dell’Europa centrale e orientale. Presenta fiori bianchi a cinque petali che sbocciano in primavera, fine aprile – giugno in grappoli sciolti. Può verificarsi una modesta fioritura ripetuta in autunno.

Potentilla anserina

Potentilla anserina
Potentilla anserina – foto di AiwokCC BY-SA 3.0

Comunemente chiamata erba d’argento o cinquefoglio d’argento presenta fiori solitari a 5 petali di colore giallo brillante che sbocciano singolarmente da giugno ad agosto su steli privi di foglie.

Tutte le parti di questa pianta sono commestibili. Le foglie possono essere aggiunte a insalate o stufati o utilizzate per preparare interessanti tisane. Le radici possono essere arrostite, aggiunte a zuppe o stufati o bollite.

Potentilla atrosanguinea

Potentilla atrosanguinea
Potentilla atrosanguinea – foto di Krzysztof GolikCC BYSA 4.0

La Potentilla atrosanguinea è caratterizzata da fiori a cinque petali, simili a rose, di colore rosso rubino che sbocciano in primavera.

L’epiteto specifico deriva dal termine latino atrosanguineus che significa rosso sangue scuro, in riferimento al colore dei fiori.

Potentilla gracilis

Potentilla gracilis
Potentilla gracilis – foto di Kor!AnCC BY-SA 3.0

La Potentilla gracilis è una vigorosa perenne originaria di una varietà di habitat: prati, foreste aperte, radure, bordi delle strade, argini dei torrenti, praterie, zone pedemontane, deserto di sagebrush e aree alpine fino a 9.000 metri di altitudine. Da giugno a luglio fiorisce regalando fiori simili a rose, di colore giallo chiaro o brillante.

Potentilla rupestris

Questa specie è originaria dell’Europa e dell’Asia centrale ed è caratterizzata da fiori bianchi a 5 petali con corona centrale di stami gialli. I fiori sbocciano in maggio-giugno in grappoli ramificati.

L’epiteto specifico significa amante delle rocce. Si tratta di una specie perfetta per la creazione di siepi

Potentilla fruticosa ‘Goldfinger’

Potentilla fruticosa 'Goldfinger'
Potentilla fruticosa ‘Goldfinger’-foto di David J. StangCC BY-SA 4.0

La Potentilla fruticosa ‘Goldfinger‘ fiorisce in estate da giugno ad ottobre con fiori gialli abbondanti che attraggono le farfalle. È caratterizzata da foglie color verde fresco ed è ideale per formare siepi,

Potentilla fruticosa ‘Abbotswood’

Questa varietà arriva a misurare fino ad 1 metro di altezza. Fiorisce in estate da giugno ad ottobre regalando fiori bianchi abbondanti. È una pianta poco esigente ideale per formare siepi ma anche ottima da piantare in gruppi.

Potentilla fruticosa ‘Red Ace’

Questa varietà arriva a misurare fino a 60cm di altezza. Fiorisce in estate da maggio fino ad ottobre, producendo fiori rossi abbondanti. È caratterizzata da foglie color verde fresco.

Si tratta di una pianta poco esigente in grado di adattarsi bene a tutti i tipi di terreno e che resiste bene alla siccità. Si tratta della pianta ideale per comporre siepi e si rivela ottima da piantare in gruppi. È adatta per creare siepi, sia formali che informali.

Potentilla ‘Goldfinger’

Si tratta di una varietà classica caratterizzata da bellissimi fiori giallo oro. Arriva a misurare l’altezza di un metro.

Fioritura

I fiori della Potentilla ricordano quelli della rosa selvatica e della fragola.

La pianta fiorisce con una certa continuità dall’inizio dell’estate ad autunno inoltrato.

Consigli per la coltivazione della Potentilla

Potentilla
Potentilla

La Potentilla  è molto facile da coltivare e per svilupparsi e fiorire necessita di poche cure, può essere piantata in esemplare singolo o a gruppi, in macchie di arbusti o in bordure fiorite.

Coltivazione in vaso

Questa pianta può essere coltivata anche in vaso.

Nella scelta del vaso si deve optare per vasi con un diametro minimo di 25 cm. Si impiega una miscela terrosa a base di terra vegetale e del terriccio da piantagione in parti uguali.

Gli esemplari in vaso vanno concimati da marzo a ottobre, ogni quindici giorni usando un prodotto liquido per piante fiorite.

Le annaffiature si eseguono quando il substrato è completamente secco anche in profondità.

Il rinvaso si esegue generalmente ogni due o tre anni, nel momento in cui le radici fuoriescono dai fori.

Coltivazione in piena terra

Potentilla
Potentilla

Le piantine di Potentilla vanno messe a dimora in autunno, da settembre a maggio, escluso il periodo del gelo, in modo che le radici possano iniziare il loro sviluppo prima dell’arrivo del periodo vegetativo.

Crescono in qualsiasi buona terra da giardino ben drenata che in estate resti fresca, meglio scegliere una posizione al sole anche se questa pianta tollera le esposizioni semi-ombreggiate.

Una volta ben sistemate, la Potentilla sopporta facilmente i periodi di siccità che hanno solo il limite di bloccare la fioritura.

Si prepara il terreno con una buona vangatura volta a levare i sassi e le erbacce. In questa fase si aggiungere del letame compostato per arricchire il terreno. Prima della messa a dimora si immerge la pianta in un secchio d’acqua qualche minuto per reidratare la zolla.

Si scava una buca profonda e larga 40/50 cm sul cui fondo va creato un buon strato drenante, è bene aggiungere qualche manciata di stallatico maturo. Dopo aver inserito le piante si compatta e si irriga abbondantemente con circa 10/15 litri d’acqua in modo che la terra si assesti naturalmente.

Pianta da siepe

Questa pianta è adatta per la creazione di siepi basse, che non superino i 70 centimetri di altezza. Per creare una siepe gli esemplari devono essere distanziati dai 40 agli 80 cm, in base alla dimensione definitiva che devono raggiungere.

Coltivazione in terrazzo

Potentilla erecta
Potentilla Bianca

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi esposti al sole.

Temperatura

La Potentilla vive all’aperto tutto l’anno in tutta Italia, al sole o a mezz’ombra.

Sopporta il freddo, arrivando a tollerare temperature fino a quindici gradi sotto lo zero. Sopporta anche il caldo intenso ed il vento, meno la salsedine.

Nonostante la sua tolleranza verso le basse temperature è opportuno prevenire eventuali danni derivanti dal gelo attraverso un’adeguata pacciamatura da fare intorno al fusto con foglie secche.

Luce

La Potentilla va coltivata in un luogo particolarmente luminoso dove la pianta possa ricevere luce solare sia diretta. Cresce anche a mezz’ombra.

Terriccio

Si tratta di una pianta che si adatta a qualsiasi substrato anche suoli poveri, sabbiosi o sassosi, purché non acidi, ma preferisce terreni fertili e ben drenati.

Prima della messa a dimora, è opportuno creare uno spesso strato drenante con della ghiaia per favorire il drenaggio.

Annaffiatura

La Potentilla va irrigata regolarmente durante la sua prima estate per favorire l’attecchimento.

Una volta ben attecchita in piena terra, sopporta anche qualche periodo di siccità.

Moltiplicazione

Potentilla
Potentilla

La Cinquefoglia può essere propagata per talea, divisione, margotta o per seme.

La talea va preferibilmente preparata tra l’autunno e l’inverno prelevando i rami vigorosi e con un buon diametro ed evitando i rami troppo fini. La lunghezze minima deve essere 10 centimetri.

Le talee tagliate vanno conservate in un luogo fresco ed umido fino a primavera e quindi vanno interrate per farle radicare in un mix di sabbia e terriccio, da tenere sempre leggermente umido. La radicazione è generalmente abbastanza veloce.

La margotta si esegue sfruttando le radici che si formano nei nodi dei lunghi rami che si inserirscono sotto il livello del terreno.

La divisione si esegue preferibilmente in autunno estraendo i soggetti e dividendoli in più parti, tutte con radici ben sviluppate.

Concimazione

La Potentilla vive bene anche in suoli estremamente poveri. Tuttavia per incentivare la fioritura si può concimare in due periodi ben distinti: uno, alla fine dell’inverno scegliendo o tra il concime organico o tra concime granulare a lento rilascio; l’altro alla fine dell’estate usando un concime specifico per rose.

Potatura

Entro marzo, all’inizio della vegetazione, si può eseguire una potatura di pulizia eliminando i rami morti, i germogli deboli o intrecciati e tagliando i rami vigorosi di un terzo.

In estate, con la diminuzione della fioritura si dovrebbe tagliare leggermente l’estremità degli steli fioriti per favorire lo sviluppo di germogli fioriferi.

Sulle piante più vecchie la cui potatura è stata trascurata, è possibile eseguire una potatura più drastica in inverno tagliando tutti i rami a qualche centimetro dal terreno. Entro la primavera cresceranno e nuovi rami vigorosi che fioriranno durante l’estate.

Abbinamenti con altre piante

Potentilla
Potentilla

La Potentilla si abbina benissimo ad ogni tipo di arbusto: spiree, weigelia, abelia, lavatere, caryopteris, rose arbustive.
Volume ridotto e abbondante fioritura, rendono le potentille perfette per essere coltivate tra macchie di fiori perenni per dare loro volume.

Altri consigli per la cura

In caso di fioritura poco abbondante può rivelarsi utile aggiungere concime per rose o letame compostato. È consigliabile mescolare al terreno un po’ di sabbia per impoverire il suolo.

La massiccia presenza di materiale decomposto e la conseguente abbondanza di azoto provocano una crescita vigorosa del fogliame a discapito della fioritura.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Questa pianta non teme malattie e parassiti. Uno dei rischi maggiori è il marciume radicale che si manifesta se il terreno non è sufficientemente drenante.

Curiosità

Potentilla
Potentilla

Il nome Potentilla deriva dal temine latino “potentia” che significa potenza e forza. La desidenza diminutiva “illa”, fa assumere alla parola un significato letterario di “grande potere in una piccola pianta”. 

Questo è probabilmente attribuibile al fatto che anticamente la Potentilla era impiegata per estrarne dei tannini a scopo terapeutico. Le due specie più ricche di tannini sono la Potentilla erecta e la Potentilla anserina.

Tossicità  e/o uso erboristico

Questa pianta ha proprietà astringenti, febbrifughe e debolmente antispasmodiche.
Nella medicina popolare è impiegata in caso di diarrea, emorragie nasali, infiammazioni gengivali.

L’industria cosmetica usa questa pianta per produrre creme antirughe.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori la Potentilla rappresenta l’amore materno. Questo significato è legato ad una peculiarità della pianta: quando piove le foglie si richiudono sopra il fiore come a volerlo proteggere, esattamente come farebbe una madre con il proprio figlio.


Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 4 Media: 4.5]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.