Hyssopus Officinalis (Issopo)

issopo

Pianta perenne a portamento cespuglioso i cui fusti sono fitti, esili, eretti e quadrangolari. Le foglie sono piccole, di forma oblungo-lanceolata, con evidente nervatura. I fiori sono azzurro-violetti, più raramente bianco-rosei, e compaiono in estate all’ ascella delle foglie più alte.

FIORITURA: La fioritura avviene in giugno.

LUCE: Questa pianta richiede decisamente una posizione molto soleggiata.

ACQUA: L’ issopo necessita di scarse annaffiature e teme molto i ristagni idrici.

TEMPERATURA: Predilige i climi miti, non tollera affatto temperature rigide.

CONCIME: Utilizzare concime ternario complesso.

CONSIGLI: Facilmente coltivato, l’ issopo si moltiplica per seme e si autosemina spontaneamente. Scegliete un sito esposto al sole, drenato, possibilmente da neutro ad alcalino. Per questa aromatica consigliamo la semina in semenzaio e poi il trapianto delle piantine in primavera, al comparire della quarta foglia. Più semplice è la riproduzione per divisione dei cespi (marzo-aprile) e per talea (agosto-settembre). All’ inizio della nuova stagione, verso la fine di marzo, tagliate a 10-15 cm di altezza le piante per rinnovare il vigore.

CURIOSITA’: Pianta originaria dell’ Europa, Asia. L’ issopo ha virtù pettorali, carminative, depurative e cicatrizzanti. A scopo medicinale trova impiego per la cura di tosse, catarri, asma, raffreddore; agevola la digestione e combatte il meteorismo. In cucina conferisce ai cibi un piacevole sapore amarognolo e piccante. Viene utilizzato per insaporire carni, minestre e frittate o per aromatizzare aceti e liquori.

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 3 Media: 3.3]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.