Genista lydia (Ginestra della Siria o ricadente)

Ginestra della Siria
Genista lydia – foto di Cephas CC BY-SA 3.0

La Genista lydia, nota con il nome comune di Ginestra della Siria, è una ginestra arbustiva, perenne, a foglia caduca, originaria dell’Europa sud orientale e della Siria. É una pianta bella e funzionale: non solo ha un alto potere decorativo ma si usa anche per rinsaldare le scarpate.

La caratteristica principale di questa specie è quella di essere nana, quindi di prestarsi molto bene alla coltivazione in vaso. Ha dimensioni ridotte, cresce poco in altezza, ha un portamento appena ricadente con numerosi rami spinosi, che assumono il colore grigio-verde, che presentano delle piccole foglie, lineari dello stesso colore della pianta.

La Genista lydia vanta un’abbondante fioritura primaverile che riempie la pianta di fiorellini di un intenso colore giallo oro. La sua altezza generalmente non supera i 50/70 cm, ma generalmente misura 40 cm o meno, mentre la larghezza è contenuta; è compresa tra 50 e 90 cm. Conta numerosi rami di colore grigio-verde, che portano foglie piccole, lineari e rade dello stesso colore. Affinchè la pianta raggiunga il suo massimo sviluppo occorrono circa 5-10 anni.

Viene coltivata per il portamento ricadente e flessuoso come tappezzante. Perfetta per le aiuole rialzate, per i giardini rocciosi e per i giardini mediterranei o per rivestire le scarpate. Si tratta di una pianta piuttosto specie rustica, che si adatta facilmente a diversi tipi di terreni.

Classificazione botanica

Genista lydia
Genista lydia – foto di A. BarraCC BY-SA 3.0

La Genista lydia è una specie del genere Genista della famiglia delle Fabaceae o Leguminosae. Il genere comprende circa 75 specie di piante arbustive e suffruticose, rustiche e di facile coltivazione.

Fioritura

La fioritura della Genista lydia avviene nel periodo di MaggioGiugno. In questo periodo la pianta si riempie di mazzi terminali fitti di fiorellini giallo-vivo.

Consigli per la coltivazione della Genista lydia

La Genista lydia è coltivata per il suo potere decorativo. Colora con i suoi fiori gialli, parchi e giardini, ma si presta soprattutto per essere coltivata contro i muri, per coprire le scarpate e per i giardini rocciosi.
In particolare si rivela idonea alla coltivazione in vaso.

Coltivazione in vaso

Il portamento ricadente di questa pianta la rende adatta alla coltivazione in vaso. Quando allevata in contenitore è consigliabile sottoporla, ogni anno, dopo la fioritura, ad una potatura di mantenimento, allo scopo di favorirne la fioritura e conservarne l’aspetto ordinato e fresco. Le piante infatti con il tempo tendono ad assumere un aspetto legnoso e disordinato ed a fiorire con minor profusione. E’ quindi necessario tagliare tutti i rami in modo drastico, anche fino a un quarto della loro lunghezza, così da stimolare le piante a produrre getti nuovi e a fiorire copiosamente l’anno seguente. Il rinvaso si dovrà fare ogni due anni tenendo sempre presente che la trama radicolare non deve assolutamente avere alcun tipo di trauma. Fare quindi molta attenzione nel momento in cui si sfila la pianta dal vaso.

Coltivazione in piena terra

Questa pianta si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche ai terreni più difficili compresi quelli rocciosi. Si tratta di una pianta molto utile a livello ambientale in quanto può migliorare terreni degradati o nudi rendendoli abitabili da altri vegetali. Si rivela utile anche per consolidare terreni scoscesi.

Spesso è usata come pianta tappezzante.

Una cosa che è imprescindibile è la cura delle radici. Nel caso si decida di piantare delle ginestre nel proprio giardino è necessario porre particolare attenzione alla messa a dimora. É estremamente importante non rovinare le radici in quanto questo può arrivare ad uccidere la pianta. Se si vuole, quindi, metterla a dimora è consigliabile optare per le piante in vaso in modo tale che sia possibile compiere questa operazione in modo tale che le radici rimangano intatte. Una volta messa a dimora la pianta non ha bisogno di ulteriori maneggi .
L’operazione di messa a dimora è preferibile farla o nel mese di ottobre o nel corso di tutta la primavera.

Coltivazione in terrazzo e davanzale

L’aspetto ricadente della Genista lydia la rende perfetta per essere allevata su davanzali e terrazzi.

Temperatura

La Ginestra della Siria ama i climi caldi e asciutti ma non ha bisogno di protezioni contro il freddo, può infatti resistere anche a –8°C, se coltivata in piena terra.

Luce

Genista lydia
Genista lydia – foto di Cephas – CC BY-SA 3.0

La Genista Lydia ama le posizioni in pieno sole ma sta bene anche all’ombra ed alla penombra. Si tratta di una pianta rustica che tollera vento, siccità e terreno calcareo.
L’esposizione rispetto ai punti cardinali non è fondamentale si adatta infatti a tutte le posizioni.

Terriccio

Si adatta a qualsiasi tipo di terreno purché sia ben drenato.

Annaffiatura

Se la Genista Lydia vive in piena terra è necessario bagnare saltuariamente durante i mesi vegetativi, all’incirca nel periodo che va da aprile a ottobre. Quanto allevata in vaso è necessario bagnare regolarmente nel periodo che va da marzo a ottobre. Ha una buona tolleranza alla siccità.

Genista lydia
Genista lydia – foto di Franz Xaver CC BY-SA 3.0

Moltiplicazione

Si moltiplica nel mese di giugno, mettendo a radicare in una miscela di torba e sabbia talee della lunghezza di 5-10 cm e facendo attenzione a lasciare una porzione del ramo portante.

Concimazione

Gli arbusti durante il periodo primaverile sviluppano nuovi germogli e preparano i fiori. Già alla fine dell’inverno si deve quindi aggiungere al terreno ai piedi delle piante una buona dose di humus o di stallatico maturo, oppure del concime granulare a lenta cessione.
 

Potatura

Oltre la potatura a fine estate per contenere lo sviluppo, la Genista Lydia va potata a fine inverno prima della ripresa vegetativa per stimolare i nuovi getti. In qualsiasi momento dell’anno vanno eliminati i rami secchi, malati o rovinati.

Altri consigli per la cura

La pianta di Genista lydia presenta una notevole tolleranza ai lunghi periodo di siccità. Non richiede di particolari esigenze in merito all’innaffiatura. Per vegetare al meglio necessita di una posizione esposta.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Genista lydia
Genista lydia – foto di Franz XaverCC BY-SA 3.0

Durante il periodo primaverile questa pianta può essere soggetta ad infestazioni da afidi o da funghi. I funghi, infatti amano il clima umido e vanno combattuti con un fungicida sistemico. Per ciò che riguarda gli afidi l’unico modo per debellarli è l’impiego di specifici insetticidi.

Curiosità

Le ginestre erano graditissime ai greci e ai romani che le coltivavano in abbondanza per attirare le api e per ricavare così il miele.

In Spagna, erano molto amate per il loro delicato profumo e la fibra delle radici era usata per produrre cordame per navi.

Nell’area mediterranea i rami spogli erano usati per realizzare le scope. Il re Enrico II d’Inghilterra fu nominato il Plantageneto (planta genista) in memoria dello stemma della sua famiglia, un ramo di ginestra. In Francia il re Luigi IX fondò l’ordine della ginestra. Secondo la tradizione siciliana la ginestra è considerata pianta non gradita; la leggenda narra che il rumore delle sue fronde agitate dal vento abbia disturbato Gesù mentre pregava nel giardino dei Getsemani.

Tossicità  e/o uso erboristico

La pianta non è tossica né per l’uomo né per gli animali
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori, la Genista lydia riprende il significato della Ginestra: è simbolo di umiltà e modestia. Si tratta infatti di una pianta che cresce anche in terreni estremamente aridi.

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 2 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.