Thalictrum

Thalictrum
Thalictrum

Noto anche con il nome comune di “ruta dei prati”, il Thalictrum (talvolta italianizzato in talittro) è un genere di piante erbacee perenni da fiore originarie per lo più delle regioni temperate dove crescono in luoghi ombreggiati o umidi.

È bene precisare che, nonostante il nome comune, il non sono strettamente imparentate con la ruta vera e propria. Quest’ultima appartiene infatti alla famiglia delle Rutaceae, mentre il Thalictrum a quella delle Ranunculaceae.

Comunemente è chiamato anche Pigamo.

Il Thalictrum può misurare un’altezza variabile da pochi decimetri fino a oltre 1,5 metri.

È caratterizzato da radici fascicolate, in alcuni casi le radici sono tuberose. Ha un fogliame delicato di colore blu-verde glauco che ricorda quello delle felci, le foglioline sono suddivise in due o tre segmenti dentati.

Produce fiori piccoli, senza petali, prodotti in vistose infiorescenze dense, con numerosi stami lunghi, nei toni del viola, malva, bianco, verde acido, giallo o rosa.

Ci sono specie in cui i sepali sono simili a petali ma per lo più sono piccoli e cadono nel momento in cui il fiore si apre.

Classificazione botanica

Il Thalictrum è un genere della famiglia delle Ranunculaceae, sottofamiglia Thalictroideae, e l’unico genere incluso nella tribù delle “Thalictreae”.

Principali specie

Il genere Thalictrum conta circa 150 specie per lo più originarie delle regioni temperate.

Thalictrum alpinum

Thalictrum alpinum
Thalictrum alpinum – foto di Dinesh ValkeCC BY-SA 2.0

Si tratta di una specie originaria delle regioni artiche e alpine del Nord America e dell’Eurasia, tra cui l’Alaska, il Canada settentrionale e la Groenlandia.
Misura un’altezza fino a 5-25 cm.

Thalictrum aquilegiifolium

Thalictrum aquilegiifolium
Thalictrum aquilegiifolium – foto di Jerzy OpiołaCC BY-SA 2.0

Misura un’altezza fino a 100 cm ed una larghezza di 45 cm. All’inizio dell’estate porta grappoli di soffici fiori rosa in pannocchie a punta piatta. La Thundercloud è una varietà che misura un’altezza di circa 1 metro, caratterizzata da fiori doppi di colore rosa-lavanda portati su steli viola, è un eccellente fiore reciso.

Thalictrum delavayi

Thalictrum delavayi
Thalictrum delavayi – foto di SchnobbyCC BY-SA 3.0

Si tratta della specie maggiormente coltivata nei giardini britannici. È caratterizzata da fiori con stami crema e foglioline glauche che arrivano a misurare circa 120-140 cm, e aggiungono in estate morbidezza alle bordure. La varietà ‘Ankum’ si distingue per il suo fogliame eccezionale e gli scuri steli, mentre la varietà ‘Album’, è caratterizzata da fogliame verde pallido (meno vigoroso, che raggiunge al massimo 95-110 cm) e il delavayi ‘Hewitt’s Double’, che arriva a misurare 70-90 cm di altezza, è caratterizzata da fiori doppi. Thalictrum delavayi var. mucronatum produce graziosi fiori a forma di campana di colore rosa-lilla con stami color primula. Misura un’altezza di 2 metri.

Thalictrum flavum

Thalictrum flavum
Thalictrum flavum – foto di Krzysztof ZiarnekCC BY-SA 4.0

È caratterizzato da fiori soffici e vaporosi di un delicato giallo, che si ergono su un bel fogliame. La cultivar ‘Illuminator’ è caratterizzata da un fogliame giallo crema all’inizio che poi vira al verde, ideale per le bordure di inizio primavera. La subsp. Glaucum è invece una cultivar apprezzata per il suo bel fogliame grigio-blu e per i fiori gialli e spumosi. Misura un’alltezza di 1,5 metri.

Thalictrum kiusianum

Thalictrum kiusianum
Thalictrum kiusianum – foto di SB Johnny CC BY-SA 3.0

Questa specie raggiunge i 15 cm di altezza e ben si presta per essere coltivata in vaso dopo fiorire regalando, da giugno a ottobre, soffici fiori bianco rosati.

Thalictrum lucidum

Thalictrum lucidum
Thalictrum lucidum- foto di Stefan.lefnaerCC BY-SA 4.0

Presenta un fusto esile ed eretto ed è caratterizzato da steli verdi rigidi e scanalati e da un insolito fogliame verde lucido a forma di spina di pesce. Regala fiori profumati, vaporosi, di colore limone compaiono a luglio, quando le foglie sono già ingiallite.
Misura un’altezza di 2-3 metri.

Thalictrum Splendide White

Questo ibrido è il frutto dell’ incrocio tra la specie delavayi e la elegans. Produce una profusione di fiori bianchi scintillanti portati su steli eleganti sopra un fogliame simile all’aquilegia.
Misura un’altezza di 2 metri.

Thalictrum ramosum

Questa specie presenta steli neri e sottili e boccioli scuri che sovrastano minuscole foglie blu-verdi. Produce grandi fiori color lavanda che durano molto a lungo. Misura un’altezza di 30-40 cm.

Thalictrum ichangense

Thalictrum ichangense
Thalictrum ichangense- foto di peganumCC BY-SA 2.0

Si tratta di una piccola specie asiatica che misura un’altezza di soli 5 centimetri. Il fogliame ricorda quello di una begonia in miniatura.

Thalictrum ‘Anne’

Una varietà caratterizzata da steli sottili e neri ma comunque autoportanti. Il fogliame è verde-blu. I boccioli sono rosa e si tramutano in fiori bianchi. Misura un’altezza di 2,5 metri.

Thalictrum ‘Elin’

Thalictrum 'Elin'
Thalictrum ‘Elin’- foto di peganumCC BY-SA 2.0

Questa varietà è caratterizzata da steli alti e robusti e da un fogliame grigio-blu sfumato di viola. Produce fiori delicati color viola e crema. Misura un’altezza di 2,5 metri.

Thalictrum minus ‘Adiantifolium’

Una varietà piccola, che arriva a misurare un’altezza massima di 30-40 cm e che è caratterizzata da un fogliame delicato, che ricordaquello di una felce di capelvenere, che dura per tutta la stagione. Produce fiori insignificanti di colore giallastro.

Thalictrum thalictroides

Thalictrum thalictroides
Thalictrum thalictroides- foto di DcrjsrCC BY 3.0

Questa specie è caratterizzata da fiori bianchi o rosa circondati da una corona di foglioline. Fiorisce in primavera.

Thalictrum ‘Tukker Princess’

Questa è una varietà gigante caratterizzata da steli striati di rosa, grigio scuro e verde lime. I grandi fiori giallo tenue contrastano con il fogliame feltroso e glauco che persiste fino a novembre. Misura un’altezza anche di 3 metri.

Thalictrum ‘Black Stockings’

Un’introduzione recente che misura un’altezza di circa 2 metri e che è caratterizzata da steli neri scuri, che contrastano splendidamente con i fiori viola-lavanda e il fogliame delicato e smerlato.

Thalictrum rochebruneanum

Thalictrum rochebruneanum
Thalictrum rochebruneanum – foto di Michael WolfCC BY-SA 3.0

Cresce generalmente fino a 120-180 cm di altezza, ha un portamento slanciato, ed un aspetto arioso. Il fogliame color verde-bluastro ricorda quello delle Aquilegia. Regala fioriture molto particolari: delle nuvole di piccoli fiori penduli color lavanda-porpora con stami gialli a contrasto.

Thalictrum filamentosum

Thalictrum filamentosum
Thalictrum filamentosum -foto di bastus917CC BY-SA 2.0

Si tratta di una specie che produce piccoli fiori bianchi che sbocciano su steli rosso-verdi.

Thalictrum tuberosum

Thalictrum tuberosum
Thalictrum tuberosum – foto di Steve LawCC BY-SA 2.0

Questa specie è originaria dei Pirenei ed è caratterizzata da grandi fiori bianco-crema. Diversamente da altre specie del genere, cresce in pieno sole e in terreni poco drenanti.

Thalictrum kiusianum

Si tratta di una specie piccola che ben si adatta ai contenitori. In estate fiorisce regalando fiori blu-lavanda che compaiono appena sopra il fogliame basso.

Fioritura

Thalictrum
Thalictrum

La maggior parte delle specie fiorisce all’inizio o alla fine dell’estate, da giugno fino a settembre inoltrato regalando una fioritura spettacolare.

Consigli per la coltivazione del Thalictrum

La maggior parte delle specie proviene da situazioni umide e spesso ombreggiate, quindi tende a preferire questo tipo di condizioni anche in coltivazione. Il terreno ideale è umido, ben drenato e ricco di humus, mentre la posizione ideale è riparata, con o senza ombra.

Le specie più alte hanno spesso bisogno di un sostegno discreto.

Coltivazione in vaso

Ci sono specie che più di altre sono adatte per essere coltivate in vaso. Sul fondo del contenitore è bene mettere del materiale drenante.

Coltivazione in piena terra

Thalictrum
Thalictrum

La messa a dimora in piena terra si esegue in primavera o in autunno in base alla specie. Si pongono le piante in buche ben lavorate che distano tra loro oltre un metro. Per ottenere i migliori risultati è bene non impiantare più di 4- 5 piante per ogni metro quadrato. Per evitare che le piante si autoseminino è opportuno fare la decapitazione.

Coltivazione in terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono essere tenuti su terrazzi e balconi

Temperatura

Il Thalictrum cresce bene ovunque e resiste al gelo ed alle temperature al di sotto dei -20° C.

Luce

Questa pianta preferisce il sole o l’ombra parziale,

Terriccio

Il terreno ideale per Thalictrum è ricco, umido ma ben drenato.

Annaffiatura

Thalictrum
Thalictrum

Queste piante non amano la siccità quindi è bene irrigare soprattutto quando scarseggiano le piogge ed in particolare durante il primo anno.

Moltiplicazione

Questa pianta può essere moltiplicata per seme tra marzo-aprile o nel mese di settembre e per divisone dei cespi o rizomi, in primavera.

Con la moltiplicazione per seme semina la germinazione si ha dopo circa 3 settimane.

Con la propagazione per divisione dei rizomi si divide la pianta in cespi e si rimpiantano subito le nuove porzioni subito.

Concimazione

Nei mesi autunnali può essere utile somministrare dello stallatico ai piedi della pianta mentre in primavera si può fertilizzare con del concime granulare a lento rilascio specifico per piante verdi.

Potatura

Thalictrum
Thalictrum

Dopo la fioritura si possono tagliare gli steli, facendo attenzione alla potatura in quanto la linfa può irritare la pelle.Vanno accorciati i rami più lunghi ed eliminate le infiorescenze appassite.

Alla ripresa della vegetazione in primavera si può fare una seconda potatura per favorire l’emissione di nuovi getti fioriferi.

Abbinamenti con altre piante

Il Thalictrum può essere abbinato a piante perenni ed erbacee a fioritura tardiva. Ottimo accostamento anche con i tulipani, con l’ Actaea, l’Astilbe, le Hosta, i Trollius.

Altri consigli per la cura

Queste piante richiedono poca manutenzione, le specie più alte hanno bisogno di un sostegno, che può arrivare anche dai rami delle piante vicine.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Si tratta di piante rustiche e robuste che non sono soggette ad attacchi parassitari o a malattie.

Curiosità

Il nome del genere allude probabilmente alla fioritura precoce (”thallein” = rinverdire, mentre ”ictar” = presto) o al colore verde-gaio dei teneri germogli.

Tossicità e/o Uso Erboristico

Il Thalictrum contiene l’enzima pavina N-metiltransferasi, che modifica una varietà di alcaloidi benzilisochinolinici, tra cui l’alcaloide eponimo pavina. Si tratta di alcaloidi che vantano spesso una varietà di azioni farmacologiche, e che per questo sono sfruttati per uso medico, ma che possono avere una significativa tossicità. Il contatto con il fogliame può irritare la pelle, quindi è bene indossare dei guanti.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere periodicamente novità dal nostro sito.

* Ho letto l’informativa completa ed accetto di ricevere la newsletter di Edendeifiori.it (Obbligatorio)
Voglio essere aggiornato su offerte speciali ed occasioni. (Facoltativo)
Leggi Informativa Completa Privacy
L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Altri articoli che possono interessarti


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.