Calla (Zantedeschia)

calla

Eleganza, bellezza, purezza, semplicità, sono le caratteristiche principali della Calla, nome comune che indica la Zantedeschia.

Molto apprezzata per l’eleganza e la bellezza, la Calla è una pianta priva di fusto, la sua crescita avviene direttamente da un rizoma sotterraneo, una sorta di fusto perenne che funge da organo di riserva. E’ caratterizzata da grandi foglie sagittate verde intenso e fiori inbutiformi, caratterizzata da rizomi carnosi e dai colori splendidi. Il fiore è senz’altro l’ elemento più caratteristico: la spata, cioè una foglia trasformata, ha l’aspetto di un unico grande petalo dalla curvatura inbutiforme variamente colorato a seconda della specie.

Il genere Zantedeschia, più conosciuto come Calla, include piante originarie delle paludi del sud Africa. In queste zone le piante hanno una crescita spontanea in particolare nelle zone fra l’equatore e Capo di Buona Speranza. Si tratta di una pianta largamente coltivata e molto apprezzata che viene soprattutto usata come fiore reciso. Può raggiungere un’altezza di un metro e mezzo.

Calla (Zantedeschia)
Calla (Zantedeschia)

Classificazione botanica

La calla, nome comune della Zantedeschia, fa parte della famiglia delle Araceae ed al genere Zantedeschia che comprende sette specie a radice rizomatosa, in grado di raggiungere un’altezza di oltre un metro, la più nota è la Zantedeschia aethiopica.

I suoi nomi comuni sono Calla e Giglio del Nilo.

Principali specie

Le specie di Cantedeschia si possono suddividere tra specie a fioritura precoce e specie a fioritura tardiva, vediamole. Tra le specie a fioritura precoce citiamo le seguenti.

Zantedeschia aethiopica

E’ la specie più comune, si tratta della classica Calla bianca. La sua altezza può arrivare al metro. Si caratterizza dalle foglie verde scuro, in netto contrasto con il colore della spata. Le foglie sono lunghe e larghe possono raggiungere i 50 cm di lunghezza ed i 25 cm di larghezza. Il fiore, che come vedremo più avanti non è quello che comunemente crediamo, è lo spadice, è di colore giallo ed è avvolto dalla spata bianco crema che arriva ad una lunghezza di 25 cm.

Zantedeschia
Zantedeschia

Zantedeschia schwarzwalder

La Zantedeschia schwarzwalder si distingue per il fiore di colore blu scuro, abbracciato da foglie con screziature bianche.

Calla - Zantedeschia 'Schwarzwalder'
Calla – Zantedeschia ‘Schwarzwalder’ (foto di Bakker)

Tra le specie a fioritura tardiva troviamo:

Zantedeschia albomaculata (Z. albomaculata )

Questa specie è caratterizzata da foglie raggruppate in mazzetti che possono arrivare a misurare 50 cm di lunghezza. Le foglie hanno macchioline bianco argentate.

I “fiori” (le virgolette per distinguere i fiori reali da quelli che comunemente chiamiamo fiori) sono bianchi o color panna e presentano la gola si un rosso cupo che avvolge lo spadice.

Zantedeschia albomaculata
Zantedeschia albomaculata – foto di Kurt Stüber 1caliban.mpiz-koeln.mpg.de/mavica/index.html, CC BY-SA 3.0

Zantedeschia elliottiana

La Zantedeschia elliottiana è caratterizzata da foglie cordate e screziate di bianco che raggiungono una lunghezza di 45 cm. I “fiori” sono lunghi 10 cm, e hanno una spata giallo oro che avvolge lo spadice di colore giallo intenso.

 Zantedeschia Elliottiana
Zantedeschia Elliottiana – foto di beautifulcataya (CC BY-NC-ND 2.0)

Zantedeschia rehmanii

Calla Zantedeschia rehmannii
Calla Zantedeschia rehmannii – foto di Zantedeschia rehmanniiCC BY-NC-ND 2.0


La Zantedeschia rehmanii è una specie perenne che fiorisce durante l’estate caratterizzata da spata il cui colore può variare dal rosa al rosso che avvolge lo spadice giallo.

Alcune offerte per acquisti:

Fioritura

La fioritura della Calla dipende dalle specie: quelle a fioritura precoce fioriscono tra febbraio e maggio e quelle a fioritura tardiva , fioriscono tra marzo e ottobre. Dopo la fioritura e dopo la fecondazione del fiore, quando la pianta è in preparazione per la formazione di frutto ed i semi, lo spadice ritorna di colore verde e poi anche il fusto appassisce e muore.

Consigli per la coltivazione della Calla

La Calla si può utilizzare in vasi e cassette oppure in piena terra in giardino per realizzare bordure di aiuole e vialetti o per riempire un’aiuola. Si può allevare all’aperto per tutto l’anno nel Centro-Sud, va protetta con una buona pacciamatura al piede nel Nord Italia in inverno. Nella coltivatazione in vaso va ritirata in serra fredda sull’arco alpino e l’alto Appennino.

Coltivazione in vaso

Se la Calla è coltivata in vaso tra un rizoma e l’altro occorre lasciare minimo 20 cm di spazio.

Il rinvaso dipende dalla specie, in quelle a fioritura precoce avviene a fine agosto inizio settembre e in quelle a fioritura tardiva avviene a febbraio. I rizomi vanno sistemati ad una profondità di circa 10 cm.

Coltivazione in piena terra


I rizomi devono essere piantati in un suolo ricco (un terriccio universale per piante d’appartamento di buona qualità), oppure nel fango di vasche non molto profonde, coprendo bene, per mezzo del substrato, le gemme apicali.I rizomi devono essere sufficientemente distanti tra loro, per consentire alle grandi foglie di avere uno sviluppo corretto.

Zantedeschia
Zantedeschia

Temperatura

La tecnica colturale, che per quel che concerne la temperatura, varia a seconda delle specie e della fioritura.

Le specie a fioritura precoce devono essere tenute a temperature che si aggirano sui 15°C tra febbraio e maggio, ossia durante i mesi in cui avviene la fioritura.

Durante gli altri periodi la pianta deve stare a temperature inferiori, che sia aggirano sui 10°C.

Le specie a fioritura tardiva che fioriscono tra marzo e ottobre devono stare a temperature sui 20°C.

Luce

La Zantedeschia ama la luce ma non deve stare al sole diretto. Si deve scegliere una posizione luminosa, vive bene anche in mezz’ombra ma può fiorire un po’ meno.

Terriccio

In piena terra, la Calla si adatta bene a quasi tutti i suoli, purché siano ben drenati. In vaso si può usare un substrato del tipo per piante da fiore, ricco di torba e di compost, sempre molto ben drenato.

Annaffiatura


La Zantedeschia va annaffiata pochissimo nel il periodo in cui è sprovvista di fiori perchè appassiscono e le foglie iniziano ad ingiallire (ossia nel periodo che va da giugno a gennaio per le specie precoci e nel periodo che va da ottobre a febbraio per le specie tardive)

Va annaffiata in modo graduale durante il periodo di crescita delle foglie e dei fiori (ossia nel periodo che va da febbraio a maggio per le specie precoci e nel periodo che va da aprile a ottobre per le specie tardive).

Va annaffiata abbondantemente durante la fioritura.
La Zantedeschia ama gli ambienti umidi quindi è opportuno spruzzare le foglie facendo attenzione a non bagnare i fiori.

Calla (Zantedeschia)
Calla (Zantedeschia)

Moltiplicazione


La moltiplicazione della Zantedeschia avviene per divisione dei rizomi.Generalmente si moltiplica al momento del rinvaso, che, per le specie a fioritura precoce, coincide con fine agosto- inizi di settembre e per le specie a fioritura tardiva con febbraio. Si prelevano i rizomi e li si pone ad una profondità di circa 10 cm.

Si può interrare il rizoma intero o lo si può dividere in più parti ognuna delle quali deve essere provvista di minimo due germogli. Le superfici di taglio devono essere trattate con prodotti a base di zolfo.I germogli vanno piantati in piccoli vasetti (con un diametro fino a 10 cm) ad una profondità di circa 10 cm con un terriccio composto da terra fertile e torba. Il vaso va collocato in un ambiente caldo con temperature che si aggirano sui 20-25°C .I nuovi germogli potranno essere rinvasati in un vaso più grande quando raggiungono un’altezza minima di 20 cm. A questo punto si può utilizzare lo stesso terreno per piante adulte.

Concimazione

Calla (Zantedeschia)
Calla (Zantedeschia)

Durante il ciclo vegetativo si devono apportare i nutrienti necessari alle piante. Si può applicare un fertilizzante liquido per piante fiorite.In sostanza la fertilizzazione è concentrata per pochi mesi all’anno: per le specie precoci nel periodo da febbraio a giugno per le specie tardive nel periodo da aprile ad ottobre.

Trattandosi del periodo della fioritura, è opportuno somministrare un concime che abbia un titolo maggiore in potassio, fondamentale per lo sviluppo dei fiori.Per garantire lo sviluppo adeguato delle foglie si deve spruzzare il fertilizzante con l’acqua nel momento fresco della giornata. E’ da evitare il totale essiccamento del substrato, in particolare quando il vaso ha una ridotta dimensione.Per avere piante robuste, folte e molto decorative, nelle condizioni climatiche ottimali i recipienti possono rimanere indisturbati per diversi anni.

Potatura


La Zantedeschia non si pota, ci si limita ad eliminare le foglie che mano mano si seccano onde evitare che siano veicolo di malattie parassitarie.
Per farlo occorre utilizzare un attrezzo pulito e disinfettato

flower-998659_960_720

Abbinamenti con altre piante

In vaso la Calla sta bene da sola, se allevata attorno ad un corso d’acqua si presta ad accostamenti con giunchi e altre piante da riva. Le calle sono perfette per la realizzazione di cespugli fioriti. Si abbinano a numerose piante annuali e si possono anche inserire in bordure e cespugli insieme a piante perenni. La zantedeschia bianca può essere considerata come una pianta perenne, e può essere abbinata a hemerocallispeonie, eccetera.

Altri consigli per la cura

Dopo la fioritura la Zantedeschia indipendentemente dalla specie deve stare a riposo per un periodo di circa tre mesi durante il quale la si deve annaffiare di tanto onde non far seccare il terriccio e durante il quale non va fatta alcuna concimazione.

Parassiti malattie ed altre avversità

La Zantedeschia può essere soggetta e colpita da parassiti e malattie, vediamo quali:

Perdita di colore delle foglie
Un disturbo causato dal terriccio troppo asciutto e che si risolve regolando le annaffiature

Parti bruciate nelle foglie
un disturbo causato dall’esposizione al sole diretto e che si risolve spostando la pianta in una posizione dove riceve luce ma non sole diretto.

Macchie sulla pagina inferiore delle foglie

La Zantedeschia può essere infestata dalla cocciniglia, in particolare la cocciniglia farinosa che si può eliminare con un pezzetto di cotone imbevuto di alcool denaturato o lavando la pianta con un acqua e sapone neutro. Nelle infestazioni gravi si possono usare degli antiparassitari specifici

Ingiallimento foglie con punteggiature gialle
La Zantedeschia può essere infestata dal ragnetto rosso, un acaro che se trascurato può divenire molto dannoso. In caso di infezione grave si deve intervenire con acaricidi specifici.

Piccoli animaletti su tutte le parti verdi
La Zantedeschia può essere infestata dai pidocchi che si combattono usano antiparassitari specifici.

Curiosità

Calla (Zantedeschia)
Calla (Zantedeschia)

La calla comparve in Europa per la prima volta nel 1731 e il nome Zantedeschia lo deve al botanico italiano Francesco Zantedeschi (1773-1846) al quale fu dedicata. In realtà però questa pianta è conosciuta in tutto il mondo con il nome di calla dal greco kalos «bello». Prima di cambiare nome era conosciuta con il nome di Richardia.

Tossicità

L’intera pianta di calla è tossica in quanto contiene cristalli insolubili di ossalato di calcio ad azione irritante che provocano un dolore bruciante alle mucose con infiammazione e possibile edema locale, ed eventuali sintomi gastrointestinali dopo l’ingestione.

Se la pelle  entra in contatto con succhi cellulari della calla si deve lavare abbondantemente la cute con acqua e sapone; nel caso degli occhi recarsi subito dopo al pronto soccorso.

Se bambini o animali domestici masticano foglie o fiori o rizomi di calla, sciacquare la bocca con acqua corrente e somministrare un gastroprotettore, quindi recarsi dal pediatra o dal veterinario.

Linguaggio dei fiori

Una pianta così elegante non può che raffigurare la nobiltà. Regalare la calla dunque equivale a rappresentare un sentimento di stima e per rafforzare un’amicizia. Ma la calla è anche simbolo di purezza, di nuova vita. Per questo motivo, questo fiore, nel colore bianco viene inserito nel bouchet delle spose.

La calla è stato il fiore del periodo artistico Liberty. Veniva riprodotto e considerato come il fiore che rappresentava la linearità.

Katharine Hepburn  interpretando la parte di Randall Terry nella pellicola cinematografica ‘Palcoscenico’ (‘Stage Door’, 1937) diretto da Gregory La Cava così descrive questi fiori “Le calle sono di nuovo in fiore. Un fiore strano, adatto a qualsiasi occasione. Le ho utilizzate il giorno del mio matrimonio, e ora le ho poste qui in memoria di qualcuno che è morto“. Una spiegazione che ben riassume la versatilità di questa pianta che, significando anche nuova vita, la si vede anche nei cimiteri ad indicare, appunto, una nuova vita.

Dove acquistare rizomi e piante di Calle

Acquista le calle su Amazon
Acquista le calle su eBay

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 64 Media: 4.3]

Se vuoi fare una domanda, falla pure sul gruppo FACEBOOK (clicca qui) Un pensiero su “Calla (Zantedeschia)

  1. Ho una calla in vaso che tengo in casa, di sera sulle punte appaiono felle gocce simile a acqua ma dense cosa e’?

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.