Deutzia

Deutzia
Deutzia

Gli arbusti vantano un importante ruolo architettonico e rappresentano una grande risorsa per il giardino, hanno infatti molti vantaggi: dalla ricchezza di fiori per tutte le stagioni, alla capacità delle specie sempreverdi di ‘riempire’ i vuoti invernali, dalla bellezza autunnale, struggente, anche delle specie a foglia caduca al ridotto carico di lavoro che danno gli arbusti. Tutti questi vantaggi sono concentrati nella Deutzia, un genere che non ha il successo che meriterebbe di avere.

La Deutzia è un  genere le cui specie hanno distribuzione disgiunta: l’Asia orientale (dall’Himalaya al Giappone e alle Filippine), ed il Messico con i paesi limitrofi. Si tratta di arbusti decidui di taglia piccola o media, con foglie opposte, dentate, appuntite. I fiori sono generalmente bianchi o rosati, riuniti in corimbi o pannocchie portati sulla vegetazione dell’anno precedente.

La Deutzia viene impiegata in giardino per comporre cespugli espansi, oppure per la costruzione di siepi. Molte specie, soprattutto negli esemplari adulti, sono caratterizzate da una corteccia che tende a sfogliarsi. Presentano foglie semplici, opposte, da ovate a lanceolate, con margini dentati.

Questa pianta è coltivata per la vistosa fioritura: i fiori possono essere da bianchi a rosa carico, a coppa o a stella, presentano cinque petali e sono raccolti in cime, racemi, corimbi e pannocchie ascellari o terminali. Sono soprattutto rustiche, tranne poche specie tropicali. I frutti sono capsule secche.


La Deutzia viene spesso confusa con il ‘fior d’angelo’, ossia il Philadelphus. Tra i due generi ci sono alcune affinità, entrambi appartengono alla stessa famiglia, quella delle Hydrangeaceae ma ci sono delle differenze che riguardano le dimensioni dei fiori e la forma delle foglie.

In Italia il periodo di fioritura, è lo stesso ossia maggiogiugno. In entrambe le piante la corteccia si sfalda sui loro fusti in modo simile, il colore dei petali è generalmente bianco per entrambe. Ma i Philadelphus hanno fiori con quattro petali e quattro sepali, mentre le Deutzia ne contano cinque.

Le foglie di Deutzia sono caratterizzate dalla presenza di minuscoli dentini distribuiti in modo regolare come soldatini. Sono sempre opposte e con piccioli molto corti, mentre i fiori sono raccolti in cime, racemi o pannocchie che si sviluppano su getti ascellari o terminali.

Le foglie di tutte le specie su entrambe le pagine sono cosparse di centinaia di piccolissimi peli, a forma di stella, a tre, quattro, cinque o più punte e fortemente variabili nella forma: ogni specie è dotata di un personale modello, una peculiarità che è stata di grande aiuto nel lavoro di classificazione dei botanici.

Classificazione botanica

La Deutzia è un  genere che appartiene alla famiglia delle Hydrangeaceae. 

Principali specie

La Deutzia comprende una sessantina di specie di arbusti per lo più decidui. L’identificazione di molte specie è considerata difficoltosa, in quanto alcune specie differiscono per dettagli microscopici dei peli delle foglie o della struttura delle capsule dei semi. Ecco alcune delle principali.

Deutzia compacta 

Deutzia compacta
Deutzia compacta – foto di Krzysztof ZiarnekCC BY-SA 4.0

Questa specie è distribuita dal Tibet alla Cina meridionale passando per l’Assam. Si tratta un arbusto espanso, che arriva a misurare un’altezza di due metri.

Presenta foglie che possono essere da lanceolate ad inversamente lanceolate, eche sono lunghe fino a 6 centimetri. Il colore delle foglie è verde scuro nella parte superiore e grigio-verde in quello inferiore.

A metà estate la Deutzia compacta produce pannocchie di fiori a coppa con petali arrotondati, larghi circa un centimetro, bianchi o suffusi di rosa, profumati. ‘Lavender Time’ ha fuori rosa violetto.

Deutzia crenata ​

Deutzia crenata
Deutzia crenata – foto di Dalgial -CC BY-SA 3.0

Si tratta di una specie  originaria del Giappone e naturalizzata in Cina.

Presenta foglie opposte e dentate portate da brevi piccioli lunghi i rami.

Nei giardini viene soprattutto coltivata la forma a fiori doppi ‘Plena’. Anche ‘Candidissima’ presenta fiori doppi bianco puro. Produce racemi carichi di fiori, con corolle di 2 cm e petali lunghi e stretti .

Deutzia discolor 

Deutzia discolor
Deutzia discolor  – foto di Krzysztof ZiarnekCC BY-SA 4.0

E’ una specie nativa della Cina centrale. In passato era conosciuta anche con il sinonimo Deutzia vilmorinae.

Si tratta di un arbusto espanso con rami arcuati e foglie strettamente ovato-oblunghe, di colore verde scuro nella parte superiore e grigie in quella inferiore. Nella tarda primavera o all’inizio dell’estate produce grandi corimbi di 20-35 fiori che sono dapprima eretti, poi lievemente ricadenti per via del peso dei fiori stessi.

‘Major’ è di dimensioni maggiori e produce fiori bianchi sfumati di rosa.

Deutzia gracilis 

Deutzia gracilis
Deutzia gracilis – foto di AdamantiosCC BY-SA 3.0

Si tratta di una specie nativa della Cina centrale e del Giappone. E’ un arbusto eretto e cespuglioso caratterizzato da foglie da lanceolate a ovate, di un colore verde luminoso, che sono lunghe fino a sei centimetri.

Dalla primavera all’inizio dell’estate la Deutzia gracilis produce racemi eretti di fiori bianchi a stella, che misurano una larghezza fino a due centimetri e che sono profumati.

Tra le varietà ci sono ‘Nikko’ una varietà nana e piuttosto espansa e ‘Chardonnay Pearls’, che presenta spighe erette di fiori candidi e foglie giallo-verde.  Le sue peculiarità sono le dimensioni piccole, il portamento eretto, i pacemi stretti, i fiori bianchi, profumati e le foglie lanceolate di colore verde brillante.

Deutzia longifolia 

Deutzia longifolia
Deutzia longifolia – foto di Krzysztof ZiarnekCC BY-SA 4.0

Si tratta di una specie nativa della Cina centrale. E’ un arbusto espanso, che misura fino a 2 metri di altezza e che presenta rami arcuati e foglie lanceolate, grigio verdi, lunghe fino a 12 cm. Dall’inizio dell’estate produce dense pannocchie di fiori a stella, larghi fino a 2,5 cm, bianchi all’interno e rosati all’esterno.

La varietà ‘Veitchii’ presenta fiori più grandi. rosa-lilla con margini bianchi, portati a profusione. 

Deutzia monbeigii 

Questa specie è nativa del Tibet e della Cina meridionale. Ha un’altezza che supera di poco il metro. E’ caratterizzata da sottili rami arcuati e da piccole foglie lanceolate di colore verde scuro, pelose sulla pagina inferiore.

Dall’inizio dell’estate produce corimbi di fiori  a stella che misurano una larghezza di 1,5 cm, il cui colore va da bianco a rosa.

E’ stata raccolta per la prima volta intorno al 1920 da George Forrest che la dedicò al missionario francese Jean Thédore Monbeig.

Deutzia ningpoensis 

Deutzia ningpoensis – foto di MelburnianCC BY 3.0

Si tratta di una specie nativa della Cina centrale e sud-orientale. Ha un portamento aperto, alto tra 1 e 2 metri, ed è caratterizzata da foglie che sono da lanceolate a ovate, verde scuro, pelose nella pagina inferiore. Dall’inizio dell’estate produce densi corimbi di fiori bianchi a stella che misurano fino a 1.5 cm.di larghezza

Deutzia parviflora

Deutzia parviflora
Deutzia parviflora – foto di bastus917CC BY-SA 2.0

Originaria della Siberia orientale, della Cina settentrionale e della Corea, questo arbusto misura un’altezza fino a un metro e mezzo con rami eretti. E’ caratterizzata da foglie da ovato-ellittiche a ovato-lanceoloate, che misurano da 2,5 a 4 cm di lunghezza

Negli esemplari maturi, la corteccia tende a sfogliarsi.

La fioritura inizia già ad aprile, ed è caratterizzata da cime piatte di fiori bianco crema che ricordano quelli del biancospino.

E’ una specie molto rustica e abbastanza diversa dalle deutzie classiche.

Deutzia pulchra

Deutzia pulchra -foto di peganum CC BY-SA 2.0

E’ nativa di Taiwan e delle Filippine, ma è relativamente rustica. Si tratta di un arbusto eretto con rami arcuati e corteccia aranciata che tende a sfaldarsi. Ha foglie da lanceolate a strettamente ovate, grigio-verdi, pelose, lunghe fino a 10 cm. Nella tarda primavera e all’inizio dell’estate produce pannocchie di fiori a campana penduli, bianchi e sfumati di rosa, con vistosi stami gialli, larghi fino a 2 cm.

Deutzia purpurascens 

Una specie nativa del Tibet, della Cina meridionale e del Myanmar. E’ caratterizzata da rami eretti, coni getti che da giovani hanno un colore bruno chiaro. Le foglie sono da ovate a lanceolate, con superficie ruvida e misurano una lunghezza fino a 8 cm, con pagina inferiore grigiastra. Alla fine della primavera questa specie produce corimbi di fiori a stella con petali arrotondati e margini bianchi. Le macchie esterne sono da rosa a viola con l’ interno più chiaro, e con ampi filamenti violacei. Più che la specie è coltiva x kalmiiflora.

Deutzia scabra

Deutzia scabra
Deutzia scabra – foto di Jean-Jacques MILANCC BY-SA 3.0

Si tratta di una specie endemica del Giappone centrale e meridionale. E’ un arbusto eretto che arriva a misurare un’altezza di tre metri. E’ caratterizzata da rami arcuati, con la corteccia marrone che si sfalda e con foglie largamente ovate, con superficie ruvida, verde scuro, lunghe fino a 8 cm. Le foglie inferiori sono picciolate, mentre quelle sottese all’infiorescenza sono sessili. Dall’ inizio dell’estate produce pannocchie erette di fiori campanulati a stella, lievemente profumati, bianchi o rosa.

E’ rustica, resiste ai geli tardivi, fiori bianchi a corolla semplice.

Deutzia setchuenensis 

E’ una specie originaria della Cina meridionale. Arriva a misurare due metri di altezza, è caratterizzato da una corteccia marrone chiaro che si sfalda. Produce foglie da ovate a lanceolate, con punta smussata, grigio verdi, lunghe fino a 11 cm. Da metà estate porta grandi corimbi di fiori candidi a stella larghi fino a 1,5. La fioritura si protrae per varie settimane.

Ibridi di Deutzia

Sono inoltre disponibili diverse deutzie ibride.

  • Deutzia x lemoinei  ottenuta dall’incrocio tra Deutzia gracilis x  e Deutzia parviflora, caratterizzata da corimbi piramidali e dalla fioritura molto abbondante;
  • la Deutzia x elegantissima che è il risultato dell’incrocio tra Deutzia scabra x e Deutzia purpurascens, 1901, caratterizzata da corimbi di piccoli fiori rosa all’esterno e calici porpora;
  • la Deutzia x kalmiiflora, frutto dell’ibridazione tra Deutzia purpurascens x e Deutzia parviflora che presenta fiori rosa intenso più chiari all’interno.

Fioritura

Deutzia
Deutzia


La Deutzia fiorisce ad inizio estate nel periodo maggio-giugno producendo fiori in cime, racemi o pannocchie che contano 5 petali e 5 sepali.

Consigli per la coltivazione della Deutzia

Le Deutzia sono piante rustiche e facili da coltivare. Vegetano in ogni tipo di terreno, anche calcareo e raramente vengono attaccate da malattie e insetti. Non temono il freddo e possono vivere bene sia al sole che nella mezz’ombra.

L’unica attenzione da prestare è nel periodo estivo o in caso di siccità prolungata. In questo caso occorre intervenire con irrigazioni di soccorso o mantenendo pacciamato il terreno con paglia o foglie secche per evitare un inaridimento eccessivo.

Coltivazione in vaso

La Deutzia vive bene all’aperto in tutta Italia. Sopporta benissimo l’afa intensa e il freddo, mentre è sensibile alla salsedine.

Per la coltivazione in vaso si deve usare un contenitore abbastanza grande (50x50x50 cm), si deve stendere uno strato di 5 cm di argilla espansa sul fondo per migliorare il drenaggio dell’acqua. Si può impiegare un terriccio per piante da fiore, contenente gli elementi nutritivi per le prime settimane.

Si deve poi prevedere un ciclo di concimazione. In vaso, la concimazione è autunnale con un fertilizzante granulare per piante da fiore a lenta cessione, mentre in primavera si può optare per un concime liquido per piante fiorite, da miscelare con l’acqua per l’irrigazione nel periodo che va da aprile a luglio con cadenza bimensile.

In vaso invece occorre irrigare quando il terriccio è asciutto al tatto.

Coltivazione in piena terra

La messa a dimora della Deutzia si esegue dall’autunno a fine inverno, su un terreno da giardino fertile e fresco e col bel tempo.

Dopo la piantagione, occorre annaffiare generosamente se il clima è siccitoso In base alla zona climatica in cui è coltivata può essere piantata al sole, al nord, o la mezz’ombra, al centro-sud. Nelle aree calde, è bene collocarla in luoghi dove è protetta dal sole pomeridiano.  

Pianta da siepe

Deutzia si usa in giardino per formare cespugli espansi, oppure per la costruzione di siepi. Nel caso di formazione di siepi le piante vanno collocate a intervalli di 60-80 cm. 

Coltivazione in terrazzo

Le piante allevate in vaso possono decorare terrazzi e balconi. Se si sceglie una posizione assolata la fioritura sarà più abbondante, ma cresce bene anche in mezz’ombra.

Temperatura

La maggior parte delle specie vanta un’ottima resistenza al freddo, ma ce ne sono alcune che patiscono i climi troppo rigidi.

Generalmente la temperatura tollerata arriva sino a -15°C, la Deutzia scabra, la Deutzia. x hybrida e la Deutzia grandiflora arrivano a tollerare sino a -25°C. Deutzia staminea e Deutzia pulchra tollerano temperture sino a -5°C

Luce

Deutzia
Deutzia

La Deutzia gradisce esposizioni sia in pieno sole che in semiombra.

Terriccio

La Deutzia tollera praticamente tutti i tipi di suolo e di substrato, ma preferisce un terreno fertile, ricco di humus ben drenato e costantemente umido. 

Annaffiatura

Questo arbusto può contare sulle pioggie ma nei periodi di elevata siccità è necessario annaffiare con abbondanza. E’ bene mantenere il terreno leggermente umido, evitando i ristagni idrici

Moltiplicazione

La Deutzia può essere riprodotta per seme e per talea. Le specie vanno propagate da seme, mentre per le cultivar e gli ibridi si provvede con talee di legno tenero. Le talee si eseguono in primavera o in autunno prelevando germogli laterali che vanno messi poi a radicare in terriccio misto a sabbia.

A radicazione avvenuta le nuove piantine devono essere trasferite in vaso o in piena terra.

Concimazione

Se la Deutzia stenta a vegetare, è bene somministrare del concime polivalente in primavera e all’inizio dell’estate. A primavera inoltrata può essere utile la distribuzione di terriccio organico o letame stagionato.

Potatura

Dopo la fioritura si devono tagliare alla base i rami vecchi e cresciuti disordinatamente. Nella potatura è necessario ricordare che le infiorescenze si formano sui getti laterali dei rami dell’anno precedente e sono particolarmente abbondanti su legno giovane. La cima dei rami va potata solo se è stata danneggiata dal gelo.

Abbinamenti con altre piante

Deutzia
Deutzia

La Deutzia è indicata anche per le bordure di arbusti, abbinata ad altri cespugli da fiore come, Philadelphus e Kolkwitzia. Nelle bordure miste può essere abbinata ad erbacee perenni come le Anchusa o gli Agapanthus nani. La varietà Deutzia a fiore rosa-malva, ‘Mont Rose’ è perfetta accanto al Thalictrum aquilegifolium o all’Aquilegia.

Deutzia scabra può essere abbinata a Cotinus, Lonicera fragrantissima, Forsythia, Ribes sanguineum, Rosa rugosa, Weigela.

Altri consigli per la cura

Non necessita di grandi cure, in quanto tende a svilupparsi in modo corretto anche se viene lasciata a sé stessa. Preferisce terreni freschi, umidi e ben drenati. L’impianto si esegue dall’autunno a fine inverno. Si devono evitare le gelate invernali. Soprattutto occorre fare attenzione ai geli primaverili per Deutzia pulchra, Deutzia gracilis, Deutzia x lemoinei, Deutzia x rosea, Deutzia grandiflora.

Parassiti, malattie ed altre avversità

La Deutzia è una pianta rustica ma teme alcune malattie fungine come l’oidio. Può essere attaccata dagli afidi e delle larve della farfalla Gracilaria syringella. Le foglie attaccate da questi parassiti hanno  antiestetiche macchie scure

Curiosità

La Deutzia è originaria del sud est Asiatico e del Messico. E’ largamente apprezzata per il suo aspetto ornamentale e per i suoi bellissimi fiori il cui colore varia dal bianco al porpora. La sua crescita si adatta bene anche nelle zone di città inquinate. Il legno di questa pianta è molto resistente e viene impiegato in ebanisteria per svariati lavori.

Tossicità  e/o uso erboristico


La Deutzia non è tossica né per l’uomo né per gli animali.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 9 Media: 4.3]

Se vuoi fare una domanda, falla pure sul gruppo FACEBOOK (clicca qui) Un pensiero su “Deutzia

  1. Arbusto decorativo anche dopo la fioritura. La pianta sembra esente da malattie, belle le foglie, la potatura è possibile o visto la crescita esuberante è meglio spostarla? grazie

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.