Viola

Viola
Viola

Fiorivi, sfiorivano le viole
E il sole batteva su di me
E tu prendevi la mia mano
Mentre io aspettavo

Questa canzone di Rino Gaetano è una dei tanti testi (canzoni e poesie) riferiti alla Viola.

La Viola è il più grande genere della famiglia delle Violaceae ed è diffuso nelle zone temperate, subtropicali e tropicali di tutti i continenti. La stragrande maggioranza delle sue specie si trova nell’emisfero settentrionale temperato ma se ne trovano anche in aree molto differenti tra loro, come le Hawaii, l’Australasia e le Ande.

Alcune specie sono perenni, altre annuali e altre ancora sono piccoli arbusti. Possono avere il fusto visibile oppure lo stesso può non vedersi al di sopra del terreno.

Misurano generalmente un’altezza che va da 10 a 20 centimetri. Possiedono foglie a forma di cuore o di rene, talvolta smerlate oppure lineari o palmate.

La Viola viene coltivata a scopo ornamentale per i suoi fiori che sfoggiano una grandissima varietà di colori.

Contano cinque petali: quattro rivolti verso l’alto o a forma di ventaglio, ed uno inferiore largo e lobato che punta verso il basso.

Una delle caratteristiche che consente di distinguere le diverse specie sta nella forma dei petali e nella loro disposizione.

Dopo la fioritura si producono capsule che possono avere pochi o molti semi. Nel momento in cui si seccano le capsule espellono i semi con una forza considerevole fino arrivando fino distanze di diversi metri.

Una peculiarità di alcune viole è il profumo dei fiori che contiene terpeni ed un composto chetonico chiamato ionone, che desensibilizza i recettori del naso in modo temporaneo impedendo la percezione di qualsiasi altro profumo fino a quando i nervi non si riprendono.

Classificazione botanica

Viola
Viola

Il genere Viola appartiene alla famiglia delle Violaceae.

Principali specie

È un genere veramente molto vasto, include oltre 400 specie erbacee annuali o perenni e anche suffruticose. Vediamone alcune:

Viola tricolor

Viola tricolor
Viola tricolor

Si tratta di una specie largamente diffusa in Europa, che cresce come pianta selvatica e perenne.

Si tratta della progenitrice della viola del pensiero coltivata (ovvero la Viola × wittrockiana), ed è per questo motivo nota anche come viola del pensiero selvatica proprio per distinguerla dalla varietà ibrida che è molto diffusa a scopi ornamentali. Produce fino a 50 semi alla volta.

È caratterizzata da fiori viola, blu, gialli o bianchi e da foglie alterne. Ha un portamento strisciante e rampicante e raggiunge un’altezza massima di 15 cm. Ha una radice rizomatosa con radichette sottili. Il fusto è acolico ossia resta a filo del terreno.

La fioritura avviene da aprile a settembre, Si tratta di una pianta commestibile.

Viola cornuta

Viola cornuta
Viola cornuta

È una specie di pianta da fiore della famiglia delle Violaceae originaria dei Pirenei e della Cordigliera Cantábrica della Spagna settentrionale, dove cresce un’altitudine di 1.000-2.300 metri.

Si tratta di una pianta perenne temperata sempreverde a crescita bassa e con portamento tappezzante, che raggiunge i 50 cm di altezza.

È caratterizzata da foglie ovate di colore verde medio con denti arrotondati e da masse di delicati fiori viola chiaro all’inizio dell’estate.

Il fiore è composto da cinque petali a forma di cinghia con uno sperone sottile, il colore va dal viola, al giallo, al rosso, all’arancione, al violetto o al blu. La fioritura avviene a partire da marzo fino a settembre. La rigogliosa fioritura avviene da marzo a ottobre.

Questa pianta ha ottenuto l’Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.

Viola gracilis

Si tratta di una specie perenne originaria dell’Europa che cresce formando densi tappeti. La si trova nei boschi erbosi di montagna e nei prati alpini. Si può trovare anche tra le rocce.

Presenta foglie che sono da ovate a oblunghe e che misurano una lunghezza di 2-3 cm. La fioritura avviene tra maggio ed agosto e regala fiori che possono essere di colore giallo o viola, ma che non sono mai bicolori.

Viola lutea

Viola lutea
Viola lutea- foto di TigerenteCC BY-SA 3.0

Questa specie è originaria dell’Europa centrale e nord-occidentale, dalle isole britanniche all’Austria. Arriva a misurare un’altezza di circa 20 centimetri.

Presenta fiori con un diametro di 20-35 mm, tipicamente gialli, anche se alcuni individui possono avere fiori blu, viola o a macchie.

Ci sono due sottospecie molto particolari: la Viola lutea subsp. calaminaria, diffusa nei Paesi Bassi più meridionali e nel Belgio orientale, e la Viola lutea subsp. Westfalica.

Viola hederacea

Viola hederacea

Viola hederacea foto di Harry Rose CC BY 2.0

Questa specie è una tappezzante decidua da sottobosco. La fioritura avviene per gran parte dell’anno dalla primavera all’autunno.

Regala piccoli fiori bianchi sfumati in modo evidente e venati di viola al centro.

Viola labradorica

Viola labradorica
Viola labradorica foto di Winfried BruenkenCC BY-SA 2.5

Si tratta di una specie sempreverde, tappezzante caratterizzata da foglie scur violacee e fiori viola intenso che sbocciano in primavera.

Viola mammola

Viola mammola
Viola mammola – foto di OnderwijsgekCC BY-SA 2.5 NL

Nota anche come Viola odorata, si tratta di un’erbacea perenne originaria dell’Europa meridionale, e presente in quasi tutta Europa. In Italia è diffusa in particolare al Nord e al Centro, dalla pianura alla zona montana, dove cresce ai margini dei boschi, nelle siepi, in luoghi erbosi e selvatici su suoli argillosi umiferi e freschi, piuttosto ricchi in composti azotati, dal livello del mare a circa 1200 metri.

Misura circa 10 cm di altezza, ed è priva di fusto ma dotata di stoloni che emettono radici.

È caratterizzata da foglie piuttosto piccole, ovali o cuoriformi, dal lungo picciolo, di un intenso verde.

Viola del pensiero

Viola del pensiero
Viola del pensiero

Questo ibrido, nota anche come Pensée o Pansè, è una delle piante da fiore più conosciute e coltivate per la fioritura, è disponibile in qualsiasi periodo dell’anno ed è sempre molto duratura.

Il nome scientifica è Viola x wittrockiana.

La Viola tricolor, da cui deriva, si trova spontanea anche da noi in Italia.

Fioritura

Questa pianta fiorisce in primavera regalando abbondanti fiori di svariati colori. La fioritura spesso prosegue anche fino all’autunno.

Consigli per la coltivazione della Viola

Viola
Viola

Per quel che concerne la coltivazione, la Viola non ha grandi pretese.

Si adatta bene a qualsiasi ambiente, ma se si decide di metterla a dimora in piena terra è meglio preparare il terreno già in estate aggiungendo dello stallatico. Può essere piantata tutto l’anno. Le piantine vanno interrate a 15 centimetri di distanza l’una dall’altra.

Coltivazione in vaso

La Viola può essere coltivata anche in vaso.

Il terreno deve essere fertile , umido ma mai zuppo e va mescolato ad una parte di sabbia per favorire il drenaggio. Va collocata in una posizione dove possa ricevere la luce del sole e va irrigata regolarmente ma con moderazione poiché soffre i ristagni idrici, che favoriscono marciumi radicali. In inverno va protetta dal freddo.

Il rinvaso si esegue al termine dell’inverno usando un contenitore più grande del precedente. Occorre rimuovere la pianta dal suo contenitore con delicatezza ed interrarla in una buca che sia larga e profonda il doppio del pane di terra che avvolge le radici.

Infine si compatta il terreno fino al colletto della pianta e si annaffia moderatamente.

È bene utilizzare dei contenitori di terracotta che favoriscono il passaggio dell’aria

Coltivazione in piena terra

Viola
Viola

Si può eseguire il trapianto in piena terra nel momento in cui le piantine hanno radicato ed emesso almeno  2-3 foglie.

Il trapianto si fa a pochi centimetri di profondità, in buche che distano tra loro circa di 10-15 cm per garantire uno sviluppo armonioso e per ottenere una copiosa fioritura.

Pianta da siepe

Alcune specie del genere si adattano alla creazione di piccole siepi che non solo hanno un alto valore estetico ed ornamentale, ma che fungono anche da schermo. A questo scopo si presta bene a la viola odorata, che ha uno stelo lungo 15 centimetri e che produce fiori viola profumatissimi. Per la creazione di siepi la distanza tra le piante deve essere di 25 centimetri circa.

Coltivazione in Terrazzo

Gli esemplari allevati in vaso possono decorare terrazzi e balconi

Temperatura

Si tratta di una pianta mediterranea e tropicale, quindi sopporta bene le alte temperature ma si adatta bene anche a quelle basse.

Luce

Necessita di un’esposizione in pieno sole o a mezz’ombra. L’esposizione al sole diretto garantisce una fioritura rigogliosa, mentre con quella a mezz’ombra è favorito lo sviluppo delle foglie.

Terriccio

La Viola preferisce terreni leggeri, soffici e ben drenati.

Il substrato ideale è composto da terra, torba e sabbia, con un apporto di torba che deve essere il doppio di quello della sabbia e della terra. In alternativa si può impiegato terriccio per piante a fiore.

Annaffiatura

Le irrigazioni vanno distribuite con regolarità, aumentando le somministrazioni in estate e diradandole in inverno.

Moltiplicazione

Questa pianta si riproduce sia sessualmente che vegetativamente. I fiori più grandi sono impollinati dagli insetti, mentre i fiori più piccoli, attuano l’autoimpollinazione. I semi cadono e germinano vicino alla pianta madre.

Moltiplicazione per talea

Le talee dei germogli laterali si fanno ad inizio estate prelevando i germogli laterali ed interrandoli in una cassetta con terriccio misto ad un’uguale quantità di sabbia da mantenere sempre umido fino a radicazione delle talee. Il contenitore si sistema in un angolo ombreggiato fino alla comparsa di nuove foglioline.

Concimazione

Non necessita di eccessiva nutrizione. Il concime ideale è composto da azoto, fosforo e potassio, da somministrare durante la stagione vegetativa.

Potatura

La cimatura degli steri fioriti stimola l’emissione di nuovi getti. Vanno lasciati a fine fioritura solo se si vogliono raccogliere i semi da usare per la semina nella primavera seguente.

Abbinamenti con altre piante

La Viola può essere abbinata a piante a fioritura primaverile come giacinti, muscari, fresie, narcisi, tulipani.

Altri consigli per la cura

È necessario evitare i ristagni idrici, non si devono bagnare le foglie ed p bene eliminare via via le foglie appassite per evitare che possano veicolare malattie fungine. I trattamenti con i prodotti specifici vanno eseguiti solo in caso di effettiva necessità.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Viola
Viola

Questa pianta è piuttosto resistente, tuttavia può essere attaccata da parassiti. Quando si manifesta qualche macchia sulle foglie o le stesse appaiono arricciate è necessario intervenire tempestivamente. La Viola può essere colpita anche dalla ruggine e dal mal bianco che può essere debellato con lo zolfo o con l’uso di insetticidi specifici.

Curiosità

Le Viole sono coltivate a scopo ornamentale ma anche per le sue proprietà fitoterapiche per curare varie affezioni della pelle, dall’acne alla dermatite atopica, dalla crosta lattea alla psoriasi.

In cosmesi le essenze estratte dalla viola del pensiero, dalla viola mammola e dalla viola tricolor, sono usate per produrre creme depurative e profumi aromatici e freschi.

Tossicità  e/o uso erboristico

Viola
Viola

Le viole sono commestibili e sono impiegate sia per abbellire i piatti che come ingredienti.

In pasticceria l’essenza di viola è usata per aromatizzare dolci e i fiori per rendere più gradevole il sapore di alcune bevande, ad esempio il tè.

In particolare il sapore della Viola tricolor  richiama le note di menta, si tratta di un ingrediente usatodagli chef per insaporire le insalate, ma anche primi piatti, aperitivi e cocktails.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Linguaggio dei fiori

La Viola rappresenta l’amore ed il romanticismo.

La Viola del pensiero in particolare è il fiore degli innamorati ed è ideale per essere regalata negli anniversari.

Bibliografia:

  • Fuller, Rodney, Pansies, violas & violettas: the complete guide, Crowood, 1990, ISBN 1852237481

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.