Salvia Splendens

Salvia Splendens
Salvia Splendens

La Salvia Splendens, detta anche salvia splendente o salvia da fiore, è una pianta erbacea annuale perenne della famiglia delle Labiate originaria dell’America meridionale che cresce a un’altitudine inclusa tra 2.000 e 3.000 metri, dove le sono assicurati per tutto l’arco dell’anno caldo ed umidità. Allo stato spontaneo può raggiungere 1,3 metri di altezza.

La parte ipogea della pianta si compone di un apparato radicale fascicolato con numerose radici secondarie avventizie di colore biancastro. La parte aerea o chioma si presenta come un fitto cespuglio alto in media circa 40 cm formato da steli eretti di colore verde ricoperti da foglie ovali, lucide, a margine seghettato e di colore verde brillante.

La Salvia Splendens produce fiori, tipici delle labiate, riuniti in spighe dense, erette, molto appariscenti che compaiono a partire dalla primavera e persistono sino all’ autunno.

Il colore dei fiori va dal bianco all’avorio, dal rosa al viola carico fino al rosso rubino e in alcune specie i petali sono anche variegati.

All’interno dei fiori maturano dei piccoli semi neri che germinano nella primavera successiva.

Salvia da fiore

Classificazione botanica

La Salvia splendens è una specie apparentemente al genere Salvia.

Principali Specie

La peculiarità della famiglia Lamiaceae è la facilità di ibridarsi. Per questo può accadere anche per la Salvia splendens che, seminando semi raccolti da una varietà, le nuove piante non mantengano le caratteristiche della pianta madre. Tra le varietà più note citiamo la Salvia Spendes “Van Houttei” che raggiunge un’altezza compresa tra 1 e 1,3 metri, la  ‘Martinus Borg’  caratterizzata da calici e corolle viola scuro; la varietà “Arne Blanca” che produce fiori rosa tenue quasi bianchi, la ‘Redecoc’  caratterizzata da corolle viola screziate e l’‘Aqua Nigra’ che produce fiori quasi neri.

Si tratta di  varietà di Salvia splendens rustiche solo in climi miti, che possono però essere impiegate nei nostri giardini come annuali, abbinate a  parigini e petunie.

Fioritura

Salvia da fiore

La Salvia splendens fiorisce nel periodo che va da maggio a settembre, ma nei climi temperati fiorisce anche nel periodo invernale se protetta dal freddo. La fioritura dura fino all’autunno.

Consigli per la coltivazione della Salvia splendens

La Salvia splendens è largamente coltivata come pianta ornamentale, e conta un gran numero di cultivar selezionate da diversi colori dal bianco al viola scuro. Viste le sue origini subtropicali non sopravvive alle temperature gelide, ma può crescere nei climi freddi come pianta annuale.

Coltivazione in vaso

La Salvia splendens si coltiva facilmente in vaso.

Per avere la garanzia di ottenere splendide fioriture il vaso deve avere un diametro di almeno venti centimetri. In caso si coltivi in una fioriera di forma rettangolare la larghezza non deve essere almeno di 15 cm e la lunghezza almeno di 60 cm. Scegliete quindi il vaso adatto.

Il vaso va riempito con terriccio misto a sostanza organica, sabbia o altro materiale drenante.

La pianta ama il terreno umido, quindi va annaffiata con frequenza in particolar modo se il vaso è piccolo e il clima eccessivamente caldo e secco. La Salvia splendente non si rinvasa poiché è una pianta annuale. Vanno rinvasate sole le piantine acquistate presso i vivai per eliminare “l’effetto vaso” assunto dalle radici.

Coltivazione in Piena Terra

La Salvia splendens è adatta per bordure di aiuole, angoli semi-ombrosi del giardino ma ha una rusticità limitata e può essere coltivata all’aperto solo in zone con temperature miti. Un solo grado sotto zero può essere fatale.

L’impianto delle piante di Salvia splendente in piena terra si esegue nel mese di aprile quando è scongiurato il rischio delle gelate notturne. Occorre fare attenzione in quanto le piantine molto piccole soffrono le forti escursioni termiche.

Per creare bordure molto dense e decorative occorre piantumare le piante in buche mantenendo una distanza di circa 20 cm tra le file.

fioritura

Coltivazione in Terrazzo

La Salvia splendens, se coltivata in vaso, decora terrazzi e balconi.

Temperatura

La Salvia splendens ama le temperature miti. Teme il freddo e le temperature estive eccessive.

Luce

La Salvia splendens predilige i luoghi soleggiati o semiombrosi. Nelle regioni con estati afose e calde va coltivata all’ombra di siepi o alberi ad alto fusto per evitare rischio di scottature delle foglie.

Terriccio

Questa pianta si adatta al comune terreno da giardino, tuttavia preferisce i terreni umidi, ricchi di sostanza organica e ben drenati. Il suolo troppo compatto porta al marciume delle radici che si estende via via al colletto portando la pianta alla morte.

Annaffiatura

La Salvia splendens ha bisogno di abbondanti annaffiature, ma sempre facendo molta attenzione ai ristagni idrici. Le piante coltivate in piena terra tollerano la siccità moderata, accontentandosi delle piogge in primavera, ma necessitano di interventi in estate se non piove per troppo tempo. Le piante di Salvia splendens coltivate in vaso vanno annaffiate con maggiore frequenza: durante l’estate occorre irrigare quotidianamente.

Moltiplicazione

La pianta si può moltiplicare per talea. Durante l’autunno, al termine della fioritura si gli apici degli steli e si interrano in una miscela di torba e sabbia in parti uguali. Si colloca il contenitore con le talee di Salvia splendens in un luogo luminoso e protetto dal freddo fino alla primavera successiva. Quando è avvenuta la radicazione le nuove piantine potranno essere messe a dimora definitiva.

Concimazione

Per avere una ricca fioritura occorre concimare la pianta ogni 15 -20 giorni somministrando un fertilizzante specifico per piante da fiore in forma liquida diluito nell’acqua delle annaffiature, in alternativa si può impiegare un concime granulare a lento rilascio distribuito sul terreno ad una distanza di circa 5 cm dal colletto, con cadenza di 40 giorni.

Potatura

La Salvia splendens non si pota, è sufficiente cimare gli apici degli steli appassiti per facilitare l’emissione di nuovi getti fioriferi ed eliminare foglie ingiallite.

Abbinamenti con altre piante

La Salvia splendens può essere abbinata al Geranio selvatico, all’Achillea, all’Astranzia, all’Echinacea purpurea, alla Campanula, alla Lavanda, all’Ortensia e alcune piante verdi come il Bosso.

Altri consigli per la cura

La raccolta dei semi si esegue nel mese di  settembre, mentre la semina della salvia splendens si fa nel mesi di febbraio e marzo in semenzaio in terriccio soffice e ricco di sostanza organica.

Salvia Splendens

Parassiti, malattie ed altre avversità

La Salvia splendens  può essere attaccata dagli afidi, dalla cocciniglia ed in particolare dal ragnetto rosso. Le foglie possono essere attaccate da lumache e le limacce. Tra le malattie fungine o crittogame questa pianta è sensibile al marciume radicale provocato dai ristagni idrici e dal al mal bianco o oidio che si palesa con depositi polverosi biancastri sulle foglie. E’ bene eseguire una pulizia periodica delle erbe infestanti che crescono ai piedi della pianta. Ed è fondamentale assicurare alle piante un adeguato drenaggio del terreno.

E’ opportuno effettuare  prima della fioritura  dei trattamenti antiparassitari usando prodotti biologici così da rispettare la natura. Ad esempio, si possono allontanare le lumache  cospargendo un po’ di cenere di camino ai piedi delle piante.

Curiosità

Il nome della pianta di Salvia  deriva dal latino salvus o salus che significa salute. La Salvia splendens venne descritta e nominata per la prima volta nel 1822. A quel tempo venne battezzata con il nome “Lee’s scarlet sage”. Prima che la pianta fosse selezionata per diventare nana, fu scelta una prima selezione olandese chiamata “Van Houttei” .

Linguaggio dei Fiori

Nel linguaggio dei fiori la Salvia splendens simboleggia la stima e la fiducia, regalatela quindi se volete manifestare questi bei sentimenti.

 

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 6 Media: 4.3]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.