Lychnis coronaria o Cotonaria

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria

La Lychnis coronaria, nota anche come cotonaria, è una pianta erbacea perenne di medie dimensioni, largamente diffusa in Europa ed in Asia. Allo stato spontaneo cresce in ambienti rupestri, nei prati aridi e nelle radure di boscaglie aperte. Nei giardini è coltivata come pianta ornamentale e talvolta sfugge alla coltura presso gli abitati, e cresce lungo le strade.

Può raggiungere un’altezza di 35-80 cm ed in alcune Regioni italiane è considerata una specie protetta. E’ caratterizzata da grandi foglie abbastanza spesse, argentate e morbide come velluto, riunite in rosette basali, di forma spatolata, allungate ed appuntite.

Le foglie sono ricoperte da una fitta peluria sottile che conferisce alla pianta una colorazione verde-grigiastra. Durante la primavera tra le foglie si ergono sottili fusti erbacei, che arrivano a misurare anche 60-80 centimetri e che sono piuttosto ramificati. All’apice di ogni ramificazione sbocciano piccoli fiori singoli, formati da cinque petali, supportati da un calice carnoso, che successivamente si sviluppa in un baccello con i piccoli semini neri.

I fiori della Lychnis coronaria sono di colore rosato ma ci sono varietà con fiori bianchi o color crema. Se il clima invernale non è eccessivamente rigido, la Lychnis coronaria può rimanere sempreverde.

Generalmente le piante di lychnis non sopravvivono molti anni, ma tendono ad autoseminarsi, per questo ogni anno nello stesso luogo si sviluppa una macchia abbastanza ampia di piante.

Classificazione Botanica

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria

Il Lychnis coronaria appartiene al genere Lychnis della famiglia delle Caryophyllaceae

Principali varietà

‘Ci sono diverse varietà della specie, vediamo le principali

Lychnis varietà alba

Lychnis coronaria alba – foto di Leonora (Ellie) EnkingCC BY-SA 2.0

Si tratta di una specie perenne che arriva a misurare 60 -70 cm di altezza e che è caratterizzata da fiori bianchi che sbocciano copiosi da maggio a luglio. Necessita di moderate annaffiature ed resistente alle temperature al di sotto dei -10° C.

Lychnis coronaria Oculata

E’ una una pianta a ciclo biennale molto decorativa ma poco diffusa che forma cespugli alti mediamente circa 70 cm formati da steli eretti con fogliame decorativo bianco e argenteo. Se viene potata precocemente si comporta da perenne. Attira le farfalle ed altri tipi di lepidotteri. Nel periodo di giugno – luglio produce fiori i bianchi decorati con un occhio rosa o rosa carminio. E’ una varietà facile da coltivare anche in vasi di medie dimensioni.

Fioritura

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria

La fioritura della Lychnis coronaria è abbondante da giugno a settembre. I suoi fiori sbocciano su un fogliame grigio argentato producendo un effetto particolarmente intenso. In piena fioritura la cotonaria raggiunge 50/70 cm di altezza. I suoi fiori sono l’ideale per la realizzazione di bouquets dall’aspetto campestre.

Consigli per la coltivazione della Lychnis coronaria

La Lychnis coronaria è facile da coltivare. Può crescere in aiuole, bordure,in grandi vasi e si adatta a numerose e diverse situazioni senza richiedere cure particolari.

Cresce in tutti i tipi di terreno, anche calcarei, tollera bene la siccità estiva, adora il sole ma si adatta anche alla mezzombra, è resistente al freddo. Se trova una zona favorevole alla quale adattarsi perfettamente la cotonaria si risemina da sola.

Coltivazione in vaso

La Lychnis coronaria è una pianta facile da coltivare anche in vaso, meglio se di terracotta, purchè sia abbastanza capiente. Il terreno adatto è del terriccio universale misto a sabbia grossolana.

La pianta va interrata fino all’altezza del colletto ed il terreno va fatto aderire con una leggera pressione delle mani. Va subito annaffiato per evitare traumi seri all’apparato radicale. Il rinvaso si effettua ad inizio primavera prima del risveglio vegetativo, quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua di sgrondo delle innaffiature. Si usa un nuovo vaso di poco più grande del precedente, nuovo terriccio fresco e fertile sempre misto a un po’ di sabbia per favorire il drenaggio dell’acqua.

Coltivazione in piena terra

La messa a dimora delle piante di Lychnis coronaria va fatta nella stagione autunnale o a fine inverno. Le buche devono essere distanti tra loro circa 25 cm. Per effetti decorativi ed aiuole belle fiorite gli abbinamenti ideali sono con Achillea, Delphinium, Oenothera e Salvia.

Pianta da siepe

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria

La Lychnis coronaria forma dei bei cespugli che decorano il giardino in maniera molto suggestiva con le sue macchie di colore.

Coltivazione in terrazzo

Le piante coltivate in vaso possono decorare i terrazzi. In tal caso è opportuno regolarsi con l’esposizione adeguata.

Temperatura

La Lychnis coronaria ha un’ottima resistenza sia alle alte che alle basse temperature. Nelle zone con inverni molto rigidi, è consigliabile tagliare alla base le foglie, per scongiurare il rischio che il freddo le rovini.

Luce

Questa pianta richiede un’esposizione al sole. Per ottenere una crescita vigorosa si devone mettere a dimora le piante di cotonaria in luogo soleggiato o semiombreggiato evitando l’ombra completa, che può causare la mancata fioritura.

Terriccio

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria

La Lychnis coronaria si sviluppa senza problemi in qualsiasi terreno, ma fiorisce meglio in substrato povero e sassoso, predilige comunque i terreni ben drenati e teme il ristagno idrico che può provocare l’insorgenza di marciumi radicali

Annaffiatura

Gli esemplari di Lychnis coronaria sopportano senza problemi brevi periodi di siccità, ma la carenza di acqua prolungata causa un vistoso appassimento delle foglie, che si risolve rapidamente con un’abbondante annaffiatura.

Dopo la messa a dimora le giovani piante, nella stagione autunnale o a fine inverno, vanno annaffiate abbondantemente per consentire alle radici di acquisire forza; in seguito, si accontentano delle piogge, anche se è opportuno annaffiarle sporadicamente durante le calde giornate estive quando le temperature troppo elevate potrebbero provocare danni.

Moltiplicazione

La moltiplicazione della Lychnis coronaria avviene generalmente per seme, da febbraio ad aprile, o in autunno. La pianta può anche essere propagata per divisione dei cespi nel periodo autunnale.

Moltiplicazione per seme

La semina si esegue in primavera dall’inizio di marzo fino ad aprile in base alle condizioni climatiche. I semi si stratificano in un semenzaio con un substrato specifico e drenante che va messo in un luogo riparato e mantenuto costantemente umido fino alla comparsa dei germogli. Le nuove piante di Lychnis si fanno quindi irrobustire e poi si mettono a dimora quando il rischio delle gelate notturne è scongiurato. La germinazione dei semi avviene generalmente dopo 6 -8 settimane dalla semina. Le piante nate da seme impiegano circa due anni per diventare rigogliose ma la fioritura è copiosa già dal secondo anno.

Propagazione per divisione dei cespi

Si tratta di un tipo di riproduzione vegetativa che garantisce piante identiche a quella madre. Si esegue in autunno estraendo un esemplare adulto di Cotonaria e dividendolo in più porzioni fornite di pezzi di radici sane e ben sviluppate. Si impianta ogni porzione in buche già pronte e ben lavorate. Le nuove piante di Lychnis propagate in questo modo produrrano fioriture fin dal primo anno.

Concimazione

Lychnis coronaria
Lychnis coronaria – foto di LazaregagnidzeCC BY-SA 4.0

La Lychnis coronaria va concimata in autunno con compost o stallatico maturo e poi ad inizio primavera, poco prima del risveglio vegetativo, usando del concime granulare a lenta cessione specifico per piante verdi e da fiore con una buona percentuale anche di microelementi utili al suo sviluppo armonioso.

Potatura

Per mantenere la pianta gradevole e compatta è consigliabile tagliare i fiori appassiti, accorciando di circa un terzo il fusto che li porta; a fine estate occorre invece lasciare che i fiori appassiscano, dando origine ai semi, che vanno raccolti quando il baccello che li contiene è completamente disseccato.

La produzione dei getti fioriferi può essere stimolata potando ad 1/3 della base gli steli con i fiori appassiti tranne di quei pochi necessari per la raccolta dei semi. In autunno, nelle zone con inverni particolarmente rigide, la pianta di Lychnis può essere potata drasticamente a pochi centimetri dal suolo.

Abbinamenti con altre piante

La Lychnis coronaria è perfetta per essere coltivata in aiuole e bordure e si associa a numerose altre piante come la Salvia, le Rudbeckia, la Nepeta, la Scabiosa, le Gaura, la Verbena di Buenos Aires, le Graminacee etc. È la compagna perfetta delle rose e soprattutto le rose a cespuglio a fiori raggruppati e le paesaggistiche

Altri consigli per la cura

In inverno è bene eseguire una buona pacciamatura di paglia o di foglie secche per proteggere l’apparato radicale dal gelo invernale.

Per prevenire le infestazioni da parassiti è opportuno intervenire prima della ripresa vegetativa con antiparassitari ad ampio spettro  o con prodotti biologici.

Per scongiurare il rischio di marciumi radicali delle piante coltivate in vaso è consigliabile svuotare il sottovaso 20-30 minuti dopo aver effettuato le  irrigazioni.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Le infiorescenze fresche della Lychnis coronaria vengono spesso attaccate dagli afidi. un altro problema è rappresentato dal ragnetto rosso. Per contrastare efficacemente il problema occorre intervenire prima della ripresa vegetativa usando prodotti insetticidi ad ampio spettro in modo tale da approntare un trattamento preventivo che possa proteggere le piante da parassiti e malattie.

Tra le malattie fungine la pianta teme il marciume delle radici se il terreno di coltivazione non è ben drenato e l’oidio o mal bianco se il clima è troppo umido

Curiosità

Il nome del genere deriva dal gr. ‘lýchnos‘, che significa lampada, usato per descrivere una specie dagli steli e foglie particolarmente tomentosi impiegata per fabbricare stoppini per le lampade ad olio. Secondo Plino si trattava di una specie di verbascum, e secondo Dioscoride di un’agrostemma. Il nome potrebbe però riferirsi anche alla forma del calice o della capsula.
L’epiteto specifico dal lat. ‘coronarius, -a, -um‘, significa a forma di corona, che potrebbe alludere alla disposizione dei petali a corona o alle squame che formano una coroncina alla fauce del fiore.

Tossicità  e/o Uso Erboristico

La pianta non è tossica né per l’uomo né per gli animali.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.”

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori il significato di questa pianta riporta all’ingegnosità ed alla laboriosità.

Dove acquistare la Lychnis coronaria

Puoi comprarl su eBay: https://ebay.us/dHiGxQ

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.