Bugola (Ajuga reptans)

Bugola  (Ajuga reptans)
Bugola  (Ajuga reptans) -foto di G. Edward Johnson CC BY-SA 3.0

E’ nota con i nomi di Bugola o Erba di San Lorenzo, è l’Ajuga reptans una pianta erbacea perenne a portamento strisciante dal carattere vivace. La si può incontrare nelle passeggiate in campagna, nei in primavera nei prati fioriti o lungo le aiuole che costeggiano i viali cittadini, in particolare nelle zone a clima mite.

Arriva a misurare un’altezza massima di 20 cm, è caratterizzata da foglie ovali/ellittiche, con margini ondulati e più o meno arricciate il cui colore varia in base alle cultivar, si trovano piante con foglie verdi, rosse, color bronzo con i margini rosso-rosa-bianchi. Si tratta di tonalità molto luminose che si arricchiscono spesso di sfumature rosate durante l’inverno e all’inizio della primavera.

Nel periodo che va maggio ad agosto appaiono le spighe floreali alte circa 15 cm sulle quali sbocciano piccoli fiori blu violacei altamente decorativi e anche molto apprezzati dalle api e dagli altri insetti melliferi.

Si tratta di una pianta stolonifera largamente impiegata per tappezzare prati e giardini.
Proprio la sua natura stolonifera fa si che se messa a dimora in aree libere, la Bugola può espandersi con grande rapidità, come suggerisce il suo nome Reptans che significa, appunto, strisciante.

Classificazione botanica

Bugola  (Ajuga reptans)
Bugola  (Ajuga reptans) -foto di Jörg HempelCC BY-SA 2.0 DE

L’Ajuga reptans nome comune Bugola, è una specie del genere Ajuga appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Principali varietà

Tra le varietà della specie troviamo le seguenti

Ajuga reptans ‘Purple Torch’

Si tratta di una pianta vigorosa che con il suo fogliame bronzato e i suoi fiori rosa malva forma rapidamente bei tappeti. Fiorisce nel periodo che va giugno ad agosto

La pianta preferisce terreni freschi e ricchi di humus, ma anche un po’ argillosi, e l’esposizione a mezz’ombra. Questa varietà è largamente impiegata per per bordure, tappeti e giardini rocciosi.

Ajuga reptans ‘Burgundy Glow’

Questa varietà è meno vigorosa delle altre varietà, è caratterizzata da foglie screziate di bianco e di rosa e da fiori fiori blu violaceo. La fioritura avviene nel periodo che va da Giugno ad Agosto.questa specie orma rapidamente bei tappeti

Questa varietà preferisce terreni freschi e ricchi di humus, ma anche un po’ argillosi, e ama un’esposizione a mezz’ombra. La Burgundy Glow è una varietà impiegata per bordure, tappeti egiardini rocciosi.

Ajuga reptans ‘Catlin’s Giant’

Questa varietà si distingue per le dimensioni eccezionali e per il grande vigore. E’caratterizzata da foglie ampie che si tingono bruno porpora e formano folti tappeti. Nel periodo che va da giugno ad agosto sbocciano fiori blu violaceo su grosse spighe.

La pianta ama terreni ricchi di humus e freschi, ma anche un po’ argillosi, ed un’esposizione a mezz’ombra.

Ajuga reptans ‘Catlin’s Giant’

La Catlin’s Giant si impiega per bordure, tappeti e giardini rocciosi.

Ajuga reptans ‘Multicolor’ (‘Rainbow’)

Lavarietà ‘Multicolor’ (‘Rainbow’) è vigorosa ma si allarga poco.

E’ caratterizzata da foglie ampie, di colore porporino, screziate di giallo e di verde e da fiori bianchi, che sbocciano da giugno ad agosto. La pianta ama terreni freschi e ricchi di humus, ma anche un po’ argillosi, e l’esposizione a mezz’ombra.Viene impiegata per bordure, tappeti e rocciosi.

Ajuga reptans ‘Purple Torch’

Ajuga reptans ‘Purple Torch’ è vigorosa e forma rapidamente bei tappeti.

Possiede fogliame bronzato poi verde e fiori rosa malva, che sbocciano da Giugno ad Agosto. La pianta predilige terreni freschi e ricchi di humus, ma anche un po’ argillosi, e l’esposizione a mezz’ombra. Ajuga reptans ‘Purple Torch’ è utilizzata per bordure, tappeti e giardini rocciosi.

Ajuga reptans ‘Variegata’

La varietà ‘Variegata’ è vigorosa e compone rapidamente bei tappeti.

E’ caratterizzata da fogliame verde, screziato di bianco, e da fiori blu violaceo, che appaiono da Giugno ad Agosto.

La pianta preferisce terreni freschi e ricchi di humus, ma anche un po’ argillosi, e gradisce un’esposizione a mezz’ombra. Viene utilizzata per bordure, tappeti e giardini rocciosi.

Fioritura

Ajuga reptans
Ajuga reptans

L’Ajuga reptans fiorisce a primavera quando la pianta si riempie di delicati fiori non profumati, che spuntano sopra al fogliame e che sono raggruppati in verticilli. L’altezza massima dei fiori è 10/15 cm. La fioritura di potrae per parecchio tempo: va da aprile a luglio inoltrato regalando il massimo splendore alla pianta.

Anche se nella varietà naturale i fiori sono blu/violetto, le fioriture possono avere tonalità diverse. In commercio si trovano infatti tante varietà ibride che consentono di tappezzare il proprio angolo verde colorandolo di rosa, color porpora o di bianco.

Quando il periodo della fioritura è trascorso basta un intervento con il tagliaerba per portare via le infiorescenze ormai secche. Si tratta di un intervento che deve essere eseguito regolando ad un’altezza tale da non danneggiare il fogliame sottostante.

Consigli per la coltivazione dell’Ajuga reptans

Bugola (Ajuga reptans)
Bugola (Ajuga reptans)

La Bugola un’erbacea estremamente adattabile che ben si adatta ad ogni situazione.

Nelle zone a clima particolarmente mite, anche nelle stagioni più fredde dell’anno, mantiene il suo aspetto sempreverde.

E’ una pianta facile da coltivare, perfetta per decorare aiuole, viali, terrapieni e vasi e si accosta bene a diverse altre piante annuali o bulbose.

L’Ajuga reptans ama gli ambienti piuttosto umidi ma si adatta perfettamente anche alle zone più asciutte. Per ottenere le colorazioni più belle la pianta deve essere esposta a molte ore di sole, anche se nelle ore più calde occorre riservare ombra.

Coltivazione in vaso

La Bugola cresce bene anche in vaso. E’ caratterizzata da foglie e steli rampanti che ricadono graziosamente dai vasi e decorano con i fiori di numerosi colori (bianchi, rosa o blu).

Coltivazione in piena terra

Bugola (Ajuga reptans)
Bugola (Ajuga reptans)

L’Ajuga Reptans si sviluppa come denso coprisuolo e per questo è perfetta in aiuole, viali e siepi basse o sotto grandi arbusti o alberi.

E’ molto facile da coltivare e si adatta a tutti i tipi di terreno, anche a quelli pesanti e argillosi, preferendo i terreni ricchi di humus e leggermente umidi in estate. Le esposizioni semi ombreggiate sono quelle ottimali. Non richiede nessuna manutenzione tranne una buona irrigazione nei periodi secchi.

Temperatura

L’Ajuga Reptans può essere coltivata all’aperto nelle zone climatiche dove la temperatura invernale non sia troppo rigida.

Le temperature sotto i 10° portano alla perdita delle foglie per poi tornare a germogliare con l’arrivo della bella stagione.

Luce

Bugola  (Ajuga reptans)
Bugola  (Ajuga reptans) -foto di H. ZellCC BYSA 3.0

L’esposizione ottimale dell’Ajuga Reptans è quella in punti non troppo soleggiati, deve ricevere la luce ma preferisce stare in ombra durante le ore più calde della giornata.

Terriccio

La Bugola si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di terreno ma con un terreno a pH acido e ben drenato si ottengono risultati ottimali.

Annaffiatura

La bellezza di un prato tappezzato di Ajuga Reptans può essere mantenuta attraverso innaffiature regolari durante tutto il corso dell’anno. Le irrigazioni devono essere più intense durante il periodo primaverile/estivo ed in caso di prolungata siccità.

Moltiplicazione

Bugola (Ajuga reptans)
Bugola (Ajuga reptans)

La moltiplicazione della Bugola può essere fatta per seme durante la primavera, per talea in estate, oppure per stolone ad inizio autunno.

Si deve tenere presente che la semina non garantisce di ottenere piante con le medesime caratteristiche della pianta madre. Quando coltivata in vaso l’Ajuga Reptans deve essere rinvasata in vasi più grandi con l’arrivo della primavera, per permettere agli stoloni di avere nuovo spazio a disposizione per svilupparsi ancora più forti e vigorosi.

Concimazione

La pianta può essere concimata durante il periodo della ripresa vegetativa, cioè da inizio primavera. A partire da questo momento occorre somministrare alla pianta un concime a lenta cessione, da porre alla base dei fusti ogni due mesi. In alternativa si può aggiungere fertilizzante liquido all’acqua delle annaffiature ogni 15/20 giorni.

Potatura

Gli steli floreali appassiti devono essere tagliati per consentire di conservare un aspetto ordinato della pianta. Per rimuovere i fiori appassiti basta passare con il tagliaerba ad un’altezza sufficientemente alta da non danneggiare le foglie.

Abbinamenti con altre piante

La Bugola può essere abbinata ad altre piante vivaci come la Pervinca minore, l’Iberide sempreverde, la Campanula muralis o la Campanula poscharskyana che richiedono le stesse condizioni.  Questa pianta può essere un ottimo sfondo ai fiori da bulbo di primavera come tulipani, narcisi, giacinti, crochi grazie al bel fogliame persistente. E’ anche adatta per formare grandi tappeti, assieme alle felci o affiancata a bulbose come i bucaneve.

Altri consigli per la cura

L’asportazione delle infiorescenze ormai secche è un intervento di grande importanza: consente di mantenere un aspetto ordinato e favorisce l’emissione di nuovi steli.

Parassiti, malattie ed altre avversità

Bugola (Ajuga reptans)
Bugola (Ajuga reptans)

L’Ajuga Reptans teme gli attacchi degli afidi, o pidocchi delle piante che costiuiscono dei veri e propri pericoli per la pianta.

Per scongiurare il rischio che la loro presenza porti al rapido deperimento della pianta, si deve intervenire tempestivamente con prodotti biologici specifici.

Un altro problema che si può manifestare è il marciume radicale che si verifica se il terreno dove è stata messa a dimora la pianta non è sufficientemente drenato.

Anche il mal bianco è un nemico della Bugola. Si tratta di un fungo che può colpire sia le piante ornamentali che gli alberi da frutto e che tende a svilupparsi in ambienti umidi.

In caso di attacco l’Ajuga Reptans presenterà sulle foglie e sui germogli più giovani piccoli depositi dall’aspetto polverulento, farinosi e biancastri.

Curiosità

Il nome Ajuga deriva dal latino. La parola èforamta da “a “che significa negazione, privazione ed “ugun” che significa “giogo”. Ossia assenza del labbro superiore della corolla. “Reptans” è relativo al carattere strisciante del portamento della pianta. SecondoPlinio il termine “Ajuga” potrebbe essere un’alterazione del vocabolo” abigo” che significa “io espello”, in riferimento alle proprietà medicinali della pianta.

In cucina la Ajuga reptans è preziosa in quanto rende molto gustose le minestre e le insalate.

Tossicità  e/o uso erboristico

L’Ajuga Reptans vanta diverse proprietà comprese quelle antisettiche e cicatrizzanti. Con i fiori e le foglie della pianta si possono preparare decotti e tisane per alleviare stati infiammatori che hanno un notevole potere astringente. In passato l’Ajuga Reptans era sfruttata per tamponare le emorragie, come digestivo, per regolarizzare la pressione alta, e per contrastare infezioni di diversa origine. La pianta èanche sfruttata nel settore cosmetico, per la cura e la bellezza della pelle e per realizzare lozioni che aiutano a combattere la caduta dei capelli.


Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a solo scopo informativo. Devono essere consigliate e prescritte dal medico.

Articoli correlati che possono interessarti

L'hai trovato interessante? Votalo, e dicci come migliorarlo nei commenti
[Voti Totali: 1 Media: 5]

Vuoi fare una domanda? Vuoi dire la tua? Ti serve aiuto o consigli?

Fai la tua domanda sul nostro gruppo FACEBOOK (clicca qui)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.